IBM, cloud MADE in Italy per l'Industria 4.0

MADE, competence center con base a Milano, ha annunciato una partnership con IBM per il supporto della piccola e media impresa italiana. MADE ha infatti un ruolo cruciale nelle politiche di orientamento alle strategie per l’Industria 4.0 e rappresenta uno dei punti di riferimento italiani per le PMI che vi si rivolgeranno in cerca di un trampolino di rilancio.

Il cloud di MADE è quello di IBM

Capacità elaborativa scalabile, servizi di storage, servizi di sicurezza e protezione dei dati: sono questi gli asset che IBM mette a disposizione di MADE e dei progetti di Industria 4.0 sviluppati dai suoi partner.

Commenta così Marco Taisch, presidente del Competence Center milanese:

Con la collaborazione del Ministero dello Sviluppo Economico e con la visione comune di 43 imprese private, 4 università e 1 ente pubblico, MADE ha recentemente aperto la propria Fabbrica Digitale e Sostenibile. È uno spazio  fisico di 2.500 metri quadri per mostrare in anteprima le attività che saranno svolte al suo interno, attraverso alcuni casi d’uso che vedono l’applicazione di tecnologie 4.0 quali robotica collaborativa, big data, manutenzione da remoto, cyber-security industriale, intelligenza artificiale, IoT e 5G. L’utilizzo di IBM Cloud, ci consente di offrire le soluzioni sviluppate su una piattaforma  sicura, efficace e efficiente.

Gli fa eco Stefano Rebattoni, nuovo CEO di IBM Italia, il quale sottolinea quanto prezioso possa essere l’incontro tra una tecnologia ad alto potenziale come il cloud ed un tessuto imprenditoriale ricco e capillare come quello delle PMI italiane:

La Fabbrica Digitale è un esempio virtuoso di progettualità innovativa, e co-creativa, realizzata con successo nel nostro Paese nonostante i difficili momenti legati alla pandemia. Siamo fieri di abilitare attraverso il nostro cloud le migliori tecnologie e competenze del Paese, supportando le impese manifatturiere nel loro percorso di sviluppo e resilienza. Lo spazio fisico realizzato da MADE, inoltre, aggiunge al percorso di trasformazione tecnologica un tassello molto importante: la possibilità di testare attraverso un approccio “esperienziale” le soluzioni che renderanno possibile la crescita di un pilastro dell’economia italiana come le PMI.

Si parte fin da subito con 19 progetti ed una garanzia: le scelte iniziali in termini di capacità operativa, tecnologie e funzionalità configurate potranno essere in seguito espanse a piacimento seguendo lo sviluppo della startup o PMI interessata. Elasticità e sicurezza, insomma, in qualità di asset fondamentali che MADE mette sul piatto dei gruppi che vi si rivolgono per evolvere la propria offerta.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

28 01 2021
Link copiato negli appunti