IBM riorganizza la strategia sulla blockchain

In corso una riorganizzazione interna: voci di corridoio in merito al ridimensionamento della squadra al lavoro sui progetti legati alla blockchain.
In corso una riorganizzazione interna: voci di corridoio in merito al ridimensionamento della squadra al lavoro sui progetti legati alla blockchain.

Una riorganizzazione del business: così IBM etichetta le voci di corridoio circolate in merito a uno smantellamento o comunque a un forte ridimensionamento del proprio team interno al lavoro sui progetti legati alla blockchain. Una scelta descritta come dettata dai risultati fin qui ottenuti, ben al di sotto delle aspettative, inferiori del 90% circa rispetto ai target secondo quanto riportato dalla redazione del sito CoinDesk.

La blockchain non è più centrale per IBM?

Sono quattro le fonti dell’indiscrezione, tutte rimaste anonime per ragioni ben comprensibili, in alcuni casi ex dipendenti. Il gruppo avrebbe di recente scelto di concentrare gran parte delle risorse disponibili su progetti legati al cloud ibrido, come testimoniato tra le altre cose dallo split che porta alla creazione di una NewCo nonché dalle acquisizioni di Nordcloud e Instana. Questa la breve dichiarazione in merito attribuita a Holli Haswell, Director of Public Relations della società.

Il nostro business legato alla blockchain sta andando bene. Abbiamo riallineato alcuni leader e unità di business per continuare a guidare la crescita, lo facciamo ogni anno. IBM continua ad avere un solido team dedicato alla blockchain e distribuito su tutto il gruppo. Abbiamo spostato alcune risorse, ma rimaniamo impegnati su questa tecnologia, sull’ecosistema delle blockchain e i suoi servizi. Vediamo la blockchain come un driver per il nostro business inerente il cloud.

Le iniziative di IBM in questo territorio hanno preso il via nel 2016, sostenute da importanti investimenti e portate avanti anche in collaborazione con realtà di terze parti. Tra queste FoodTrust (con Walmart) per tracciare la filiera dei prodotti alimentari dal produttore al negozio, TradeLens (con Maersk) per la logistica, Trust Your Supplier per la catena di fornitura e World Wire per i pagamenti.

Stando alle indiscrezioni Big Blue avrebbe tagliato circa 100 posti di lavoro. Interessato dalla riorganizzazione anche Jerry Cuomo, passato dal dirigere il business legato alla blockchain al team impegnato sull’intelligenza artificiale.

Fonte: CoinDesk
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti