ID digitali, in Germania è Chaos (Computer Club)

La celebre organizzazione di hacker ritorna all'attacco dei documenti che la Germania fornirà presto a tutti i suoi cittadini. I chip RFID sono insicuri e i dati facili da copiare

Roma – La Germania si prepara a rilasciare la bellezza di 60 milioni di nuovi documenti di identità elettronici dotati di chip RFID , e le autorità evidenziano con orgoglio i molti vantaggi garantiti ai cittadini teutonici attraverso la nuova tecnologia. A non essere affatto entusiasti delle rinnovate e-carte d’identità sono gli hacker del Chaos Computer Club , che ne dimostrano prontamente tutte le vulnerabilità lavorando di concerto con esperti di sicurezza svizzeri.

Le carte – realizzate dal produttore olandese NXP – contengono un microchip in grado di interagire con lettori e sistemi di autenticazione online alla stregua di quanto succede con lo standard bancario tedesco HBCI . Il meccanismo di autenticazione richiede il passaggio della carta attraverso un lettore e la digitazione dell’apposito PIN personale rilasciato all’utente dall’istituto che l’ha emessa (in questo caso le autorità di Berlino).

In teoria le carte di identità dovrebbero essere sicure, ma quelli del CCC hanno dimostrato per l’ ennesima volta che sicurezza e ID digitali sono spesso e volentieri due rette parallele: le vulnerabilità scovate dagli hacker e dagli esperti svizzeri includono la possibilità di un attacco di tipo “man-in-the-middle”, trojan informatici (vulnerabili lettori dotati di tastiera per la digitazione del PIN e non), la relativa facilità con cui è possibile copiare contenuti e identità registrati nei microchip e altre ancora.

Uno dei peggiori difetti delle ID digitali tedesche è la mancanza di uno standard comune per la firma elettronica di documenti legali. Stando alle analisi del CCC, è possibile camuffare contenuti in formato JavaScript all’interno di un documento PDF senza visualizzarli a chi firma il contratto. In seguito quegli stessi contenuti – sconosciuti al firmatario – saranno leggibili in Adobe Reader, aprendo di fatto la strada al proliferare di truffe e contratti-capestro con l’aggravante della presunta sicurezza “superiore” delle ID con microchip RFID.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ephestione scrive:
    L'autonomia ed il gioco del lotto
    Da dove escono fuori queste "10 ore di autonomia in riproduzione hd"? Sono riferite solo alla cpu, alimentata da una batteria di capacità nota (e qual è?), oppure ad un sistema intero? (smartphone, tablet)Il mio hd2 con la sua batteriola da 1230mAH ha un'autonomia di 4h quasi precise nella riproduzione di xvid 500x380, ma nel calcolo entra la grandezza del display, la luminosità, il volume dell'audio, e, anche se di poco, il fatto che la radio del cellulare è sempre attiva.In realtà nel calcolo dell'autonomia il display e l'audio prendono la maggior parte della corrente.
    • mava scrive:
      Re: L'autonomia ed il gioco del lotto
      - Scritto da: ephestione
      Da dove escono fuori queste "10 ore di autonomia
      in riproduzione hd"? Sono riferite solo alla cpu,
      alimentata da una batteria di capacità nota (e
      qual è?), oppure ad un sistema intero?
      (smartphone,
      tablet)
      Il mio hd2 con la sua batteriola da 1230mAH ha
      un'autonomia di 4h quasi precise nella
      riproduzione di xvid 500x380, ma nel calcolo
      entra la grandezza del display, la luminosità, il
      volume dell'audio, e, anche se di poco, il fatto
      che la radio del cellulare è sempre
      attiva.
      In realtà nel calcolo dell'autonomia il display e
      l'audio prendono la maggior parte della
      corrente.infatti, volevo dire la stessa cosa...guarda che non è la prima volta, lo fanno tutti i costruttori di SoC per smartphone... presentano un nuovo chip e dichiarano un'autonomia "x" nella riproduzione video et similia, senza dire nulla sul resto dell'hw che dovrebbe consentire una tale autonomia... come se bastasse la CPU per vedere un video... non ha senso
  • monnalisa monamour scrive:
    Gli ARM sono RISC , gli x86 CISC
    http://it.wikipedia.org/wiki/Reduced_instruction_set_computerhttp://it.wikipedia.org/wiki/Complex_instruction_set_computerhttp://it.wikipedia.org/wiki/CPU#RISC_vs_CISC
    • andbad scrive:
      Re: Gli ARM sono RISC , gli x86 CISC
      Già di diversi anni la suddivisione CISC-RISC ha poco senso in ambito x86. In teoria hai ragione, ma con tutte le estensioni introdotte negli anni (MMX, SSE, ecc...) il confine si è fatto nettamente più labile.By(t)e
      • Zumpapapa scrive:
        Re: Gli ARM sono RISC , gli x86 CISC
        Infatti... baserebbe leggere almeno le voci di Wikipedia che si linkano :D
      • Thescare scrive:
        Re: Gli ARM sono RISC , gli x86 CISC
        - Scritto da: andbad
        Già di diversi anni la suddivisione CISC-RISC ha
        poco senso in ambito x86. In teoria hai ragione,
        ma con tutte le estensioni introdotte negli anni
        (MMX, SSE, ecc...) il confine si è fatto
        nettamente più
        labile.

        By(t)eIn ambito x86 non ha mai avuto senso. Spero che tu abbia sbagliato ad esprimere il concetto....
    • Max scrive:
      Re: Gli ARM sono RISC , gli x86 CISC
      - Scritto da: monnalisa monamour
      http://it.wikipedia.org/wiki/Reduced_instruction_s
      http://it.wikipedia.org/wiki/Complex_instruction_s

      http://it.wikipedia.org/wiki/CPU#RISC_vs_CISCmolto superficiale un divisione così netta... e poi scusa, con questo cosa vorresti dire?
    • Matteo scrive:
      Re: Gli ARM sono RISC , gli x86 CISC
      - Scritto da: monnalisa monamour
      http://it.wikipedia.org/wiki/Reduced_instruction_s
      http://it.wikipedia.org/wiki/Complex_instruction_s

      http://it.wikipedia.org/wiki/CPU#RISC_vs_CISCE quindi?
  • Matteo scrive:
    ARM - x86
    C'è un divario immenso, favorendo la prima architettura. E' vero che la potenza di calcolo non è vicina, ma il rapporto d'efficienza propende pesantemente per la tecnologia ARM.Tri-core a 1,5 GHZ per ARM, dual core a 2GHZ per TI, Qualcomm e Samsung per quanto? 0,5W in minimo, fino a 1,9W a piena potenza.Un Dual Core x86 ne chiede anche 45... Sorge spontaneo chiedersi: 45 CPU ARM superano un Core-i5 dual core in termini di prestazioni? (considerando una potenza di 1W a medio carico)
    • Max scrive:
      Re: ARM - x86
      - Scritto da: Matteo
      C'è un divario immenso, favorendo la prima
      architettura. E' vero che la potenza di calcolo
      non è vicina, ma il rapporto d'efficienza
      propende pesantemente per la tecnologia
      ARM.

      Tri-core a 1,5 GHZ per ARM, dual core a 2GHZ per
      TI, Qualcomm e Samsung per quanto? 0,5W in
      minimo, fino a 1,9W a piena
      potenza.
      Un Dual Core x86 ne chiede anche 45... Sorge
      spontaneo chiedersi: 45 CPU ARM superano un
      Core-i5 dual core in termini di prestazioni?
      (considerando una potenza di 1W a medio
      carico)teoricamente puoi aver ragione, in pratica c'è da risolvere una marea di problemi, da quelli meramenti ingegneristici alla necessità di scrivere programmi che sfruttino 45 core ARM, quando ancora oggi il parallel computing è agli albori, per lo meno nel mainstream
      • MacBoy scrive:
        Re: ARM - x86
        Però c'è anche da chiedersi se davvero ci servono questi chip x86 che consumano come una lampadina, quando questi nuovi ARM che hanno potenze pari a un buon computer di pochi anni fà consumano una frazione di Watt... Oltretutto i SOC ARM hanno spesso hardware dedicato per le funzioni che tipicamente richiedono più potenza di calcolo (elaborazione immagini, 3D, criptazione, ecc) quindi il divario con i chip desktop è ancora meno marcato.In generale penso che se non ci fosse il monopolio di windows che blocca lo sviluppo di nuovi innovativi e più efficienti OS in ambito PC, i PC tradizionali (i "cassoni") sarebbero già belli che morti da tempo (comunque ci manca poco lo stesso). I computer ormai dovrebbero essere tutti portatili, o tutti come gli iMac, se serve uno schermo più grande. Altre scatole non servono, visto il costo sempre più irrilevante di proXXXXXri così piccoli integrati.Infatti dove ora c'è una grandissima innovazione è nell'ambito smartphone e tablet che usano questi proXXXXXri estremamente "risparmiosi" e slegati dal monopolio M$.Tantissimi nuovi OS interessanti, e meno nuovi che hanno una seconda chance di emergere:- Linux, o sue varianti, che finalmente possono avere il loro spazio (Meego, Android)- PalmOS- Ovviamente iOS e il suo kernel Mach/BSD ibrido- QNX!!!!Spendo una parola per quest'ultimo perché per me, a livello tecnico, è sempre stato il miglior Kernel in assoluto. Piccolo, microkernel puro, efficiente, veloce e affidabile.Purtroppo non è mai potuto emergere in ambito desktop, schiacciato dal monopolio M$, pur essendosi ritagliato negli anni il suo spazio in mercati verticali che apprezzavano la sua efficienza ed affidabilità.Se l'è comprato RIM qualche mese fa e fra poco uscirà una tablet basato su di esso. Beh... davo RIM per spacciata, ma dopo questa notizia mi devo ricredere: sarà una bella lotta con Apple & Android (Nokia non la vedo in grado di competere).
        • Indy scrive:
          Re: ARM - x86
          - Scritto da: MacBoy
          Però c'è anche da chiedersi se davvero ci servono
          questi chip x86 che consumano come una lampadina,
          quando questi nuovi ARM che hanno potenze pari a
          un buon computer di pochi anni fà consumano una
          frazione di Watt...
          A dire la verità non mi sembra che le cose stiano esattamente in questi termini , anche se gli ARM sono diventati molto potenti devono farne ancora di strada per poterli paragonare ad un proXXXXXre per desktop, anche perché tu parli di potenza, ma quella non si misura solo in GHZ e poi quando dici pochi anni fa dovresti essere più preciso e dire esattamente quanti anni fa.2-4-6-10 quanti anni?
          Oltretutto i SOC ARM hanno spesso hardware
          dedicato per le funzioni che tipicamente
          richiedono più potenza di calcolo (elaborazione
          immagini, 3D, criptazione, ecc) quindi il divario
          con i chip desktop è ancora meno
          marcato.opinabile, se non fornisci dati precisi
          In generale penso che se non ci fosse il
          monopolio di windows che blocca lo sviluppo di
          nuovi innovativi e più efficienti OS in ambito
          PC, i PC tradizionali (i "cassoni") sarebbero già
          belli che morti da tempo (comunque ci manca poco
          lo stesso). accusa generica e non argomentata.in che modo Windows blocca lo sviluppo?Chi ti vieta di sviluppare un SO diverso e innovativo?
          I computer ormai dovrebbero essere
          tutti portatili, o tutti come gli iMac, se serve
          uno schermo più grande. Altre scatole non
          servono, visto il costo sempre più irrilevante di
          proXXXXXri così piccoli
          integrati.Quello che serve lo decidi tu?Prima dici che non serve il X86 e poi dici tutti dovremmo aver portatili e iMac che guarda caso usano il X86, mi sembri come la Consoli confuso e felice
          Infatti dove ora c'è una grandissima innovazione
          è nell'ambito smartphone e tablet che usano
          questi proXXXXXri estremamente "risparmiosi" e
          slegati dal monopolio
          M$.
          Tantissimi nuovi OS interessanti, e meno nuovi
          che hanno una seconda chance di
          emergere:
          - Linux, o sue varianti, che finalmente possono
          avere il loro spazio (Meego,
          Android)
          - PalmOS
          - Ovviamente iOS e il suo kernel Mach/BSD ibrido
          - QNX!!!!che ci sia innovazione in un settore Smartphone e tablet che fino a qualche anno fà quasi non esisteva mi sembra normale visto che era un settore praticamente quasi vergine.
          Spendo una parola per quest'ultimo perché per me,
          a livello tecnico, è sempre stato il miglior
          Kernel in assoluto. Piccolo, microkernel puro,
          efficiente, veloce e
          affidabile.
          Purtroppo non è mai potuto emergere in ambito
          desktop, schiacciato dal monopolio M$, pur
          essendosi ritagliato negli anni il suo spazio in
          mercati verticali che apprezzavano la sua
          efficienza ed
          affidabilità.Ancora accuse generiche e non documentate, ma a parte questo chi ti dice che senza windows si sarebbe affermato QNX, se stiamo ad ipotesi come fai tu magari ora ci sarebbe linux o MacOS al posto di windows e QNX avrebbe le stesse percentuali di ora, ritenta sarai più fortunato.
          Se l'è comprato RIM qualche mese fa e fra poco
          uscirà una tablet basato su di esso. Beh... davo
          RIM per spacciata, ma dopo questa notizia mi devo
          ricredere: sarà una bella lotta con Apple &
          Android (Nokia non la vedo in grado di
          competere).Se RIM riesce a sfruttarlo adeguatamente meglio, la concorrenza fa solo bene al mercato.Per il resto ho letto la solita tiritera che infila windows in ogni post
          • MacBoy scrive:
            Re: ARM - x86
            - Scritto da: Indy
            - Scritto da: MacBoy

            Però c'è anche da chiedersi se davvero ci
            servono

            questi chip x86 che consumano come una
            lampadina,

            quando questi nuovi ARM che hanno potenze pari a

            un buon computer di pochi anni fà consumano una

            frazione di Watt...


            A dire la verità non mi sembra che le cose stiano
            esattamente in questi termini , anche se gli ARM
            sono diventati molto potenti devono farne ancora
            di strada per poterli paragonare ad un proXXXXXre
            per desktop, anche perché tu parli di potenza, ma
            quella non si misura solo in GHZ e poi quando
            dici pochi anni fa dovresti essere più preciso e
            dire esattamente quanti anni
            fa.
            2-4-6-10 quanti anni?Beh io avevo in mente l'eMac che ho qui in stanza (e ancora uso per alcune cose), ma oggi Gizdmodo ha avuto quasi la mia stessa idea...[img]http://cache.gawkerassets.com/assets/images/4/2010/09/bondi-blue-imac.jpg[/img]
        • Indy scrive:
          Re: ARM - x86
          piccola Aggiunte:Windows 1.0 is a 16-bit graphical operating environment that was released on 20 November 1985In 1982 the first version of QNX was released for the Intel 8088 CPU.Quando è nato QNX, windows ancora non esisteva quindi tutto il tuo ragionamento sul monopolio che lo ha bloccato si frantuma.
          • Talking Head scrive:
            Re: ARM - x86

            Windows 1.0 is a 16-bit graphical operating
            environment that was released on 20 November
            1985

            In 1982 the first version of QNX was released for
            the Intel 8088
            CPU.

            Quando è nato QNX, windows ancora non esisteva
            quindi tutto il tuo ragionamento sul monopolio
            che lo ha bloccato si
            frantuma.Il discorso del monopolio non sta né in cielo né in terra (QNX non era proprio pensato per il mercato consumers), ma anche la tua obbiezione. Windows non era l' "avversario" di QNX, che ha avuto una GUI a fine anni '80. Con M$ non intendeva Windows, ma il più vetusto MS-Dos (dell'81) che aveva chiuso il famoso accordo con IBM pochi mesi prima della nascita di QNX.
          • Paperoliber o scrive:
            Re: ARM - x86
            M$ ha vinto la guerra con Apple all'inizio degli anni ottanta per il predominio del mercato Personal Computer semplicemente perché ha aperto a chiunque la possibilità di creare hardware e software compatibile con il suo SO mentre Apple si arroccò chiudendo la possibilità ad altri di sviluppare HW e SW compatibile..... Tutto però è avvenuto a scapito della qualità con SO (vedi WIN 95 e soci) pieni di bugs e che si bloccavano ogni due x tre. Mentre Apple che sviluppava tutto in casa e con architettura RISC era molto più veloce e stabile... Alla fine fu Apple e non M$ a creare un SO friendly e più veloce,ma purtroppo i costi d'acquisto che sono sempre stati più alti e la chiusura hanno fatto si che rimanesse per molti anni PC di nicchia per la grafica per lo più...Addirittura prima che Jobs riprendesse in mano le redini di Apple, quest'ultima stava rischiando di scomparire... Oggi apple si sta trasformando riprendendo terreno su M$ non nell'ambito PC casalinghi e business ma nel "mobile" dove sta spopolando con i vari IPod IPhone e IPad, anche perché a mio avviso questi nuovi device prenderanno sempre di più piede nelle case della gente, dove in pochi anni spariranno PC e notebook che rimarranno solamente in ambito lavorativo...Paperolibero
          • Zumpapapa scrive:
            Re: ARM - x86

            il predominio del mercato Personal Computer
            semplicemente perché ha aperto a chiunque
            la possibilità di creare hardware e software
            compatibile con il suo SO, mentre Apple blablablaGuarda che Microsoft non ha aperto proprio alcun hardware: i PC li faceva IBM... e i cloni "IBM compatibili", come si diceva allora, vennero fatti senza nemmeno la partecipazione o l'approvazione di IBM. IBM, noto produttore di mainframe, non aveva sviluppato un SO per il suo computerino chiamato molto fantasiosamente PC, Personal Computer, e per motivi non proprio di merito optò su MS-DOS. Anche l'hardware non era niente di proprietario, infatti l'8088 era usato anche altrove. Quando il nuovo prodotto di IBM ebbe sucXXXXX, venne scritto diverso software per quelle macchine e altri produttori di computer iniziarono a creare computer compatibili, bastava usare hardware simile, tanto non era proprietario, a parte il BIOS, su cui avrebbe potuto girare senza troppi problemi quel software già pronto, incluso MS-DOS. Poi sai com'è finita? Che IBM ha venduto la baracca a Lenovo, mentre Apple è ancora viva. ;)
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: ARM - x86
            - Scritto da: Paperoliber o
            M$ ha vinto la guerra con Apple all'inizio degli
            anni ottanta per il predominio del mercato
            Personal Computer semplicemente perché ha aperto
            a chiunque la possibilità di creare hardware e
            software compatibile con il suo SO mentre Apple
            si arroccò chiudendo la possibilità ad altri di
            sviluppare HW e SW compatibile..... Tutto però è
            avvenuto a scapito della qualità con SO (vedi WIN
            95 e soci) pieni di bugs e che si bloccavano ogni
            due x tre. Mentre Apple che sviluppava tutto in
            casa e con architettura RISC era molto più veloce
            e stabile... Alla fine fu Apple e non M$ a creare
            un SO friendly e più veloce,ma purtroppo i costi
            d'acquisto che sono sempre stati più alti e la
            chiusura hanno fatto si che rimanesse per molti
            anni PC di nicchia per la grafica per lo
            più...
            Addirittura prima che Jobs riprendesse in mano le
            redini di Apple, quest'ultima stava rischiando di
            scomparire...
            Già, apple ha rischiato di fallire per la sua assurda volontà commerciale di non dare licenza a dei cloni e per la politica di prezzi elevata, tant'è che oggi che gode "ottima" salute ha in mano si e no il 5% del mercato dei PC!
            Oggi apple si sta trasformando riprendendo
            terreno su M$ non nell'ambito PC casalinghi e
            business ma nel "mobile" dove sta spopolando con
            i vari IPod IPhone e IPad, anche perché a mio
            avviso questi nuovi device prenderanno sempre di
            più piede nelle case della gente, dove in pochi
            anni spariranno PC e notebook che rimarranno
            solamente in ambito
            lavorativo...
            PaperoliberoApple sta facendo invece sempre lo stesso errore di sempre, ha avuto delle idee innovative, il Touch e l'ipod, ma poi grazie alla sua politica di prezzi e alla chiusura del suo hardware/software si ritroverà ad avere il 5% del mercato... Imparerà mai?
          • Indy scrive:
            Re: ARM - x86
            Anche se si riferiva al dos, il discorso non cambia quando nacque QNX, Microsoft non aveva nessun monopolio per cui in ogni caso il la teoria di Macboy non sta in piedi.
        • the_m scrive:
          Re: ARM - x86
          - Scritto da: MacBoy
          In generale penso che se non ci fosse il
          monopolio di windows che blocca lo sviluppo di
          nuovi innovativi e più efficienti OS in ambito
          PC, Questo è assolutamente vero.Per assurdo se oggi uscisse per magia un OS "ultra", più robusto di Windows, più bello di MacOS, più personalizzabile di Linux, e gratuito, non lo userebbe quasi nessuno se non fosse compatibile con i binari windowsiani: in azienda si hanno mani e piedi legati ad applicazioni e servizi m$, in casa si hanno mani e piedi legati a videogiochi compatibili solo con tecnologie m$ e driver per sk video veramente ottimizzati solo per windows.
          i PC tradizionali (i "cassoni") sarebbero già
          belli che morti da tempo (comunque ci manca poco
          lo stesso). I computer ormai dovrebbero essere
          tutti portatili, o tutti come gli iMac, se serve
          uno schermo più grande. Altre scatole non
          servono, visto il costo sempre più irrilevante di
          proXXXXXri così piccoli integrati.Non credo che per i PC fissi sia così rilevante il consumo energetico di della CPU. Non serve a molto risparmiare 40W sulla CPU quando poi usi 100W per una nVidia tirata, 60W per un mega LCD da 23 pollici, altri 40W per l'impianto 5.1 con dolby, ecc. :D Discorso diverso per i notebook e netbook... anzi senza il monopolio sui netbook non si sarebbe proprio neanche mai visto un solo Windows girarci sopra...
          Infatti dove ora c'è una grandissima innovazione
          è nell'ambito smartphone e tablet che usano
          questi proXXXXXri estremamente "risparmiosi" e
          slegati dal monopolio M$.
          Tantissimi nuovi OS interessanti, e meno nuovi
          che hanno una seconda chance di
          emergere:
          - Linux, o sue varianti, che finalmente possono
          avere il loro spazio (Meego, Android)Pienamente d'accordo
          - PalmOS
          - Ovviamente iOS e il suo kernel Mach/BSD ibridoAd Apple notoriamente non interessa più di tanto la quota di mercato, ma il poter spolpare fino all'osso il portafogli del singolo acquirente... mantenendo i propri sistemi legati e chiusi sul loro hw in ogni caso non avrebbero mai raggiunto quote molto superiori alle attuali
          - QNX!!!!

          Spendo una parola per quest'ultimo perché per me,
          a livello tecnico, è sempre stato il miglior
          Kernel in assoluto. Piccolo, microkernel puro,
          efficiente, veloce e affidabile.Mah vedo tanto "entusiasmo" per questi fantomatici microkernel, poi alla fine è risaputo che per sistemi desktop e server sono- più difficili da progettare e sviluppare- più lentirispetto ai tradizionali kernel ibridi.E queste sono le motivazioni per cui nessun OS per PC desktop o server usa un vero microkernel.Hanno il vantaggio di essere più affidabili, ma serve poi così tanto essere più affidabili quando già oggi per es. alcuni normali server, router o altri apparati con Linux funzionano con uptime di anni?
          • Indy scrive:
            Re: ARM - x86
            - Scritto da: the_m
            - Scritto da: MacBoy

            In generale penso che se non ci fosse il

            monopolio di windows che blocca lo sviluppo di

            nuovi innovativi e più efficienti OS in ambito

            PC,

            Questo è assolutamente vero.

            Per assurdo se oggi uscisse per magia un OS
            "ultra", più robusto di Windows, più bello di
            MacOS, più personalizzabile di Linux, e gratuito,
            non lo userebbe quasi nessuno se non fosse
            compatibile con i binari windowsiani: in azienda
            si hanno mani e piedi legati ad applicazioni e
            servizi m$, in casa si hanno mani e piedi legati
            a videogiochi compatibili solo con tecnologie m$
            e driver per sk video veramente ottimizzati solo
            per
            windows.Discorso opinabileI driver per le periferiche non li scrive microsoft ma le aziende produttrici, stesso discorso per la maggior parte dei software e giochi, quindi nessuno vieta a una software house o azienda di rendere i propri prodotti compatibili anche con SO diversi da Windows (infatti lo fanno tranquillamente visto che esistono sia software che driver sia per linux che per Mac), se non lo fanno è per loro scelta colpevolizzare MS per questo è sbagliato, Microsoft ha tanti difetti alcuni gravissimi, ma con il discorso che fai non centra nulla.

            i PC tradizionali (i "cassoni") sarebbero già

            belli che morti da tempo (comunque ci manca poco

            lo stesso). I computer ormai dovrebbero essere

            tutti portatili, o tutti come gli iMac, se serve

            uno schermo più grande. Altre scatole non

            servono, visto il costo sempre più irrilevante
            di

            proXXXXXri così piccoli integrati.

            Non credo che per i PC fissi sia così rilevante
            il consumo energetico di della CPU. Non serve a
            molto risparmiare 40W sulla CPU quando poi usi
            100W per una nVidia tirata, 60W per un mega LCD
            da 23 pollici, altri 40W per l'impianto 5.1 con
            dolby, ecc. :DCon questo concordo pienamente
            Discorso diverso per i notebook e netbook... anzi
            senza il monopolio sui netbook non si sarebbe
            proprio neanche mai visto un solo Windows girarci
            sopra...Altro discorso sbagliato, alla loro uscita i netbook potevano essere comprati anche con installato linux (Xandros per essere esatti io ne ho uno a casa un Asus su cui poi ho installato una versione di ubuntu), se non hanno avuto sucXXXXX è stato solo per la scelta suicida di installarci una distribuzione linux che faceva schifo, quando ne esistevano altre decisamente migliori, ora dovrebbero uscire netbook basati su SUSE Moblin 2.1 vedremo se avranno più sucXXXXX.Quindi anche qui microsoft centra poco

            Infatti dove ora c'è una grandissima innovazione

            è nell'ambito smartphone e tablet che usano

            questi proXXXXXri estremamente "risparmiosi" e

            slegati dal monopolio M$.

            Tantissimi nuovi OS interessanti, e meno nuovi

            che hanno una seconda chance di

            emergere:

            - Linux, o sue varianti, che finalmente possono

            avere il loro spazio (Meego, Android)

            Pienamente d'accordoL'innovazione così veloce è dovuta anche al fatto che il mercato è ancora giovane e ancora per la maggior parte da scoprire e colonizzare.

            - PalmOS

            - Ovviamente iOS e il suo kernel Mach/BSD ibrido

            Ad Apple notoriamente non interessa più di tanto
            la quota di mercato, ma il poter spolpare fino
            all'osso il portafogli del singolo acquirente...
            mantenendo i propri sistemi legati e chiusi sul
            loro hw in ogni caso non avrebbero mai raggiunto
            quote molto superiori alle
            attualiConcordo

            - QNX!!!!



            Spendo una parola per quest'ultimo perché per
            me,

            a livello tecnico, è sempre stato il miglior

            Kernel in assoluto. Piccolo, microkernel puro,

            efficiente, veloce e affidabile.

            Mah vedo tanto "entusiasmo" per questi
            fantomatici microkernel, poi alla fine è risaputo
            che per sistemi desktop e server
            sono
            - più difficili da progettare e sviluppare
            - più lenti
            rispetto ai tradizionali kernel ibridi.
            E queste sono le motivazioni per cui nessun OS
            per PC desktop o server usa un vero
            microkernel.

            Hanno il vantaggio di essere più affidabili, ma
            serve poi così tanto essere più affidabili quando
            già oggi per es. alcuni normali server, router o
            altri apparati con Linux funzionano con uptime di
            anni?Allora: QNX è nato nel 1982 quindi è coetaneo del dos, il progetto gnu è del 1983, lisa di Macintosh, primo OS con gui grafica è del 1983, da questo si deduce che se QNX fosse stato davvero il migliore di tutti si sarebbe potuto affermare tranquillamente dato che a quei tempi solo Macintosh offriva qualcosa di diverso e di innovativo.
          • Osvy scrive:
            Re: ARM - x86
            - Scritto da: Indy
            Altro discorso sbagliato, alla loro uscita i
            netbook potevano essere comprati anche con
            installato linux (Xandros per essere esatti io ne
            ho uno a casa un Asus su cui poi ho installato
            una versione di ubuntu),Infatti. Io ho un Dell Mini 9" con Ubuntu 8.10 (non ricordo come si chiama la versione custom). Niente da dire se non fosse che questa scelta "di libertà" adesso potrà costarmi circa 400 euro, perché la chiavetta USB per navigare immagino non se la cagherà... quindi ho messo in conto l'acquisto di un netbook Win7 (400 euro perché vado su modello spinto).A parte questo, finalmente un bello scambio di opinioni interessante senza tante trollate. Grazie! saluti
          • pippO scrive:
            Re: ARM - x86


            Altro discorso sbagliato, alla loro uscita i

            netbook potevano essere comprati anche con

            installato linux (Xandros per essere esatti io
            ne

            ho uno a casa un Asus su cui poi ho installato

            una versione di ubuntu),

            Infatti. Io ho un Dell Mini 9" con Ubuntu 8.10
            (non ricordo come si chiama la versione custom).
            Niente da dire se non fosse che questa scelta "di
            libertà" adesso potrà costarmi circa 400 euro,
            perché la chiavetta USB per navigare immagino non
            se la cagherà... quindi ho messo in conto
            l'acquisto di un netbook Win7 (400 euro perché
            vado su modello
            spinto).Se ti può interessare, la chiavetta tim funziona con fedora ;)
          • Osvy scrive:
            Re: ARM - x86
            - Scritto da: pippO
            Se ti può interessare, la chiavetta tim funziona
            con fedora ;)Grazie. "Purtroppo" ho la Alcatel della Wind e per quello che ho potuto trovare non pare che sia riconosciuta (non ho ancora provato, ma penso proprio di no). Quando l'ho presa non pensavo che avrei dovuto utilizzarla fuori da Win e Mac, poi sono successe alcune cose e adesso mi farebbe comodo. Amen, è andata così. ciaops - così per scrivere, aggiungo riguardo il mio netbook. Non è proprio "tutto bene" per la verità. Ho preso il 9" per avere la massima portabilità possibile, tuttavia non c'è dubbio: senza un 10" la tastiera viene fuori "sacrificata": i tasti sono piccoli. Ma il problema più grosso è un altro, davvero "inspiegabile": come si fa a fare le lettere dei tasti "grigie su sfondo grigio?...". Si vedono molto poco... mah, dico, è un Dell, mica uno sciacquino costruito nel sottoscala... possibile che nessuno nel testarlo si sia accorto di questa cosa? Peraltro, avevo evitato per lo stesso motivo di acquistare il Toshiba NB205.. anche qui dico un Toshiba, mica Paperopoli. Boh. Prossima volta starò attento anche al colore dei tasti... :-)
          • the_m scrive:
            Re: ARM - x86
            - Scritto da: Indy
            Discorso opinabile
            I driver per le periferiche non li scrive
            microsoft ma le aziende produttrici, E' la solita storia del gatto che si mangia la coda.I driver vengono scritti dai produttori spesso solo per windows in quanto ha più del 90% del mercato (=monopolio),
            stesso
            discorso per la maggior parte dei software e
            giochi, I driver vengono scritti dagli sviluppatori spesso solo per windows in quanto ha più del 90% del mercato (=monopolio),
            quindi nessuno vieta a una software house
            o azienda di rendere i propri prodotti
            compatibili anche con SO diversi da WindowsUna software house o un produttore ha interesse a rendere i propri prodotti efficienti, facili da usare e ben testati spesso solo per windows in quanto ha più del 90% del mercato (=monopolio),Come vedi il discorso è sempre quello.
            (infatti lo fanno tranquillamente visto che
            esistono sia software che driver sia per linux
            che per Mac), se non lo fanno è per loro scelta
            colpevolizzare MS per questo è sbagliato,Se non lo fanno è perchè windows ha più del 90% del mercato (=monopolio), quindi non è economicamente conveniente investire le stesse risorse solo per un 6% di utenti mac o 1% di utenti linux.Vediamo se ripetuta così tanto adesso hai capito qual'è il punto (=monopolio).
            Microsoft ha tanti difetti alcuni gravissimi, ma
            con il discorso che fai non centra nulla.C'entra eccome, visto che la sua quota di mercato (=monopolio) l'ha ottenuta non meriti tecnici, ma principalmente grazie a strategie commerciali (v. storia dell'informatica) e a volte tagliando fuori i possibili concorrenti con mezzi ILLEGALI (per cui è stata processata e condannata).
            Altro discorso sbagliato, alla loro uscita i
            netbook potevano essere comprati anche con
            installato linux (Xandros per essere esatti io ne
            ho uno a casa un Asus su cui poi ho installato
            una versione di ubuntu), se non hanno avuto
            sucXXXXX è stato solo per la scelta suicida di
            installarci una distribuzione linux che faceva
            schifo, quando ne esistevano altre decisamente
            migliori, ora dovrebbero uscire netbook basati su
            SUSE Moblin 2.1 vedremo se avranno più
            sucXXXXX.
            Quindi anche qui microsoft centra pocoTecnicamente Xandros per quei netbook e i lavori che dovevano assolvere era comunque più adatto di windows.Ma qualsiasi distro avessero usato, non sarebbe comunque andata bene agli utenti per il solito motivo:Gli utenti sanno usare, configurare, smanettare e lavorare su applicazioni spesso solo per windows in quanto ha più del 90% del mercato (=monopolio),ovvero vogliono un sistema uguale a quello che hanno imparato ad usare a casa e in ufficio, a costo di vederlo piantato e pieno di virus dopo 2 mesi.Come vedi il copia&incolla della frase iniziale vale sempre, e in tutto questo microsoft c'entra eccome. Si chiama "lock-in".
            Allora: QNX è nato nel 1982 quindi è coetaneo del
            dos, il progetto gnu è del 1983, lisa di
            Macintosh, primo OS con gui grafica è del 1983,
            da questo si deduce che se QNX fosse stato
            davvero il migliore di tutti si sarebbe potuto
            affermare tranquillamente dato che a quei tempi
            solo Macintosh offriva qualcosa di diverso e di
            innovativo.A suo tempo QNX era troppo grosso per i PC normali (v. Wikipedia)... e aggiungo io probabilmente anche troppo complicato svilupparci sopra, visto che allora accedevi direttamente a tutte le risorse di sistema (volendo scrivevi in qualsiasi indirizzo della RAM, scrivevi sulla VRAM della sk video, scrivevi direttamente nei settori del disco, facevi chiamate al BIOS, ecc.).E comunque gli accordi commerciali MS-IBM non avrebbero lasciato spazio a nessuno (neanche ad eventuali concorrenti tecnicamente "migliori")
          • Indy scrive:
            Re: ARM - x86
            - Scritto da: the_m
            - Scritto da: Indy

            Discorso opinabile

            I driver per le periferiche non li scrive

            microsoft ma le aziende produttrici,

            E' la solita storia del gatto che si mangia la
            coda.
            I driver vengono scritti dai produttori spesso
            solo per windows in quanto ha più del 90% del
            mercato
            (=monopolio),Possono essere scritti per tutti i sistemi basta volerlo monopolio o non monopolio

            stesso

            discorso per la maggior parte dei software e

            giochi, Possono essere scritti per tutti i sistemi basta volerlo monopolio o non monopolio
            I driver vengono scritti dagli sviluppatori
            spesso solo per windows in quanto ha più del 90%
            del mercato
            (=monopolio),Possono essere scritti per tutti i sistemi basta volerlo monopolio o non monopolio

            quindi nessuno vieta a una software house

            o azienda di rendere i propri prodotti

            compatibili anche con SO diversi da Windows

            Una software house o un produttore ha interesse a
            rendere i propri prodotti efficienti, facili da
            usare e ben testati spesso solo per windows in
            quanto ha più del 90% del mercato
            (=monopolio),scelta delle software house non di microsoft monopolio o non monopolio
            Come vedi il discorso è sempre quello.


            (infatti lo fanno tranquillamente visto che

            esistono sia software che driver sia per linux

            che per Mac), se non lo fanno è per loro scelta

            colpevolizzare MS per questo è sbagliato,

            Se non lo fanno è perchè windows ha più del 90%
            del mercato (=monopolio), quindi non è
            economicamente conveniente investire le stesse
            risorse solo per un 6% di utenti mac o 1% di
            utenti
            linux.

            Vediamo se ripetuta così tanto adesso hai capito
            qual'è il punto
            (=monopolio).Possono essere scritti per tutti i sistemi basta volerlo monopolio o non monopolio (Vediamo se ripetuta così tanto adesso hai capito)

            Microsoft ha tanti difetti alcuni gravissimi, ma

            con il discorso che fai non centra nulla.

            C'entra eccome, visto che la sua quota di mercato
            (=monopolio) l'ha ottenuta non meriti tecnici, ma
            principalmente grazie a strategie commerciali (v.
            storia dell'informatica) e a volte tagliando
            fuori i possibili concorrenti con mezzi ILLEGALI
            (per cui è stata processata e
            condannata).Ancora stesso discorso,Possono essere scritti per tutti i sistemi basta volerlo monopolio o non monopolio se non lo fanno è per loro scelta.

            Altro discorso sbagliato, alla loro uscita i

            netbook potevano essere comprati anche con

            installato linux (Xandros per essere esatti io
            ne

            ho uno a casa un Asus su cui poi ho installato

            una versione di ubuntu), se non hanno avuto

            sucXXXXX è stato solo per la scelta suicida di

            installarci una distribuzione linux che faceva

            schifo, quando ne esistevano altre decisamente

            migliori, ora dovrebbero uscire netbook basati
            su

            SUSE Moblin 2.1 vedremo se avranno più

            sucXXXXX.

            Quindi anche qui microsoft centra poco

            Tecnicamente Xandros per quei netbook e i lavori
            che dovevano assolvere era comunque più adatto di
            windows.

            Ma qualsiasi distro avessero usato, non sarebbe
            comunque andata bene agli utenti per il solito
            motivo:

            Gli utenti sanno usare, configurare, smanettare e
            lavorare su applicazioni spesso solo per windows
            in quanto ha più del 90% del mercato
            (=monopolio),

            ovvero vogliono un sistema uguale a quello che
            hanno imparato ad usare a casa e in ufficio, a
            costo di vederlo piantato e pieno di virus dopo 2
            mesi.

            Come vedi il copia&incolla della frase iniziale
            vale sempre, e in tutto questo microsoft c'entra
            eccome. Si chiama
            "lock-in".Discorso opinabile, tu puoi dire che Xandros andava bene e io ti rispondo che avendolo usato per me faceva schifo, come la risolviamo?la realtà è che è stato un fiasco e chi lo ha comprato in quella configurazione o lo a buttato o se aveva un minimo di competenza ci ha installato qualcosa d'altro, io ci ho messo una versione di ubuntu, microsoft non centra nulla

            Allora: QNX è nato nel 1982 quindi è coetaneo
            del

            dos, il progetto gnu è del 1983, lisa di

            Macintosh, primo OS con gui grafica è del 1983,

            da questo si deduce che se QNX fosse stato

            davvero il migliore di tutti si sarebbe potuto

            affermare tranquillamente dato che a quei tempi

            solo Macintosh offriva qualcosa di diverso e di

            innovativo.

            A suo tempo QNX era troppo grosso per i PC
            normali (v. Wikipedia)... e aggiungo io
            probabilmente anche troppo complicato svilupparci
            sopra, visto che allora accedevi direttamente a
            tutte le risorse di sistema (volendo scrivevi in
            qualsiasi indirizzo della RAM, scrivevi sulla
            VRAM della sk video, scrivevi direttamente nei
            settori del disco, facevi chiamate al BIOS,
            ecc.).

            E comunque gli accordi commerciali MS-IBM non
            avrebbero lasciato spazio a nessuno (neanche ad
            eventuali concorrenti tecnicamente
            "migliori")Gli accordi commerciali li poteva fare chiunque in quel caso Microsoft è stata più intelligente di altri nel capire che quella era la strada, stiamo parlando di prodotti che si vendono non di aria fritta, Xerox aveva nel 1981 Xerox Star che era il primo PC con mouse e GUI ha ceduto tutto a apple che ci ha costruito sopra lisa, questo per xerox è stato un accordo commerciale sbagliato mentre per apple è stato azzeccatissimo, come vedi tutti fanno accordi commerciali, qualcuno ci azzecca e qualcun'altro no ne caso di IBM e Microsof a MS è andata bene, quindi il discorso che fai è tendenzioso e non obbiettivo.
          • the_m scrive:
            Re: ARM - x86
            - Scritto da: Indy
            - Scritto da: the_m

            I driver vengono scritti dai produttori spesso

            solo per windows in quanto ha più del 90% del

            mercato

            (=monopolio),

            Possono essere scritti per tutti i sistemi basta
            volerlo monopolio o non
            monopolio

            Possono essere scritti per tutti i sistemi basta
            volerlo monopolio o non monopolio

            Possono essere scritti per tutti i sistemi basta
            volerlo monopolio o non monopolio

            scelta delle software house non di microsoft
            monopolio o non monopolio[cut] [cut]Bravo, vedo che non sai o vuoi leggere quello che ho scritto, quindi te lo ripeto:Non è questione di "basta volerlo" o di "scelta delle software house".E' questione che NON è economicamente conveniente investire risorse in progetti che possono essere utilizzati dall'1% dell'utenza, salvo casi eccezionali.E non è neanche giustificabile agli investitori, ai dirigenti o proprietari della società.NESSUNA azienda "normale" investe in una direzione per guadagnare un centesimo rispetto a quello che potrebbe guadagnare con lo stesso investimento fatto in un'altra direzione.Quindi si investe sempre su windows, aumentando le soluzioni disponibili solo per windows e andando ancora ad alimentare e rafforzare il monopolio.E' così difficile da capire?
          • Indy scrive:
            Re: ARM - x86
            E quindi?Chi fa programmi solo per linux è uno sprovveduto?Apple che fa alcuni programmi solo per il suo sistema operativo è incompetente?Le software house che fanno programmi e le aziende che scrivono driver per tutti e tre i sistemi sono dei pazzi che buttano i loro soldi?Sono scelte perché stando al tuo ragionamento non dovrebbero più esistere programmi al di fuori di quelli per windows, e non è così se io voglio usare il programma pinco pallo su linux e l'azienda lo scrive solo per Windows, scusa ma io non me la prendo con microsoft ma me la prendo con l'azienda che fa il programma visto che non esistono motivazioni tecniche che glielo impediscono ma solo scelte commerciali, continuare a prendersela con MS e non fare pressioni su che scrive i software è il modo migliore per mantenere il monopolio.027982
          • Indy scrive:
            Re: ARM - x86
            Scusa ma il fatto che ci abbiano messo così tanto tempo a svilupparlo e quindi quando sono arrivati sul mercato questo era già occupato non è certo colpa di Microsoft, guarda cosa succede ad esempio con i sistemi mobile il mercato è già dominato da iOS e Android, il sistema Windows che arriverà tra breve farà sicuramente fatica a ritagliarsi una quota di mercato e non è detto ci riesca, quindi a chi diamo la colpa di questo a APPLE a GOOGLE o piuttosto a microsoft che ci ha messo cosi tanto tempo a fare il suo sistema?Questa si chiama obbiettività.
          • MacBoy scrive:
            Re: ARM - x86
            - Scritto da: Indy
            il mercato è già
            dominato da iOS e Android, il sistema Windows che
            arriverà tra breve farà sicuramente fatica a
            ritagliarsi una quota di mercato e non è detto ci
            riesca, quindi a chi diamo la colpa di questo a
            APPLE a GOOGLE o piuttosto a microsoft che ci ha
            messo cosi tanto tempo a fare il suo
            sistema?
            Questa si chiama obbiettività.No, non è ancora dominato. Intanto iOS non sarà mai un prodotto di massa (per motivi di costi). Poi RIM ha ancora più mercato sia di Apple che di Google in USA. E Nokia rimane il più grande costruttore di cell al mondo, nonostante tutte le difficoltà che ha al momento a competere in ambito smartphone. Poi mettiamoci anche HP, che è il più grande costruttore di PC e una volta era anche un'azienda innovativa che si faceva proXXXXXri, OS e tutto quanto.Insomma i giochi non sono ancora chiusi, come lo sono in ambito PC, per questo c'è tanta innovazione e tanti ci stanno provando, finché sono in tempo.
          • Indy scrive:
            Re: ARM - x86
            Questo non cambia il discorso, più tempo si aspetta ad entrare su un mercato e più questo sarà saturo e quindi di difficile penetrazione, a meno di proporre qualcosa di veramente innovativo che stravolga le regole del mercato, come fece Apple con iPhone.
          • MacBoy scrive:
            Re: ARM - x86
            Infatti questa RIM...Che bel giocattolo che sta per tirare fuori!http://www.macrumors.com/2010/09/27/research-in-motions-7-inch-playbook-tablet-to-target-business-users/E con hardware degno di questo nome!Ecco, una tavoletta come quella inizia ad interessare anche a me, non il limitatissimo (come hardware) iPad. L'interfaccia sembra bella e considerando che sotto c'è QNX sicuramente sarà anche veloce ed efficiente.
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: ARM - x86
            - Scritto da: Indy
            - Scritto da: the_m

            - Scritto da: MacBoy


            Discorso diverso per i notebook e netbook...
            anzi

            senza il monopolio sui netbook non si sarebbe

            proprio neanche mai visto un solo Windows
            girarci

            sopra...

            Altro discorso sbagliato, alla loro uscita i
            netbook potevano essere comprati anche con
            installato linux (Xandros per essere esatti io ne
            ho uno a casa un Asus su cui poi ho installato
            una versione di ubuntu), se non hanno avuto
            sucXXXXX è stato solo per la scelta suicida di
            installarci una distribuzione linux che faceva
            schifo, quando ne esistevano altre decisamente
            migliori, ora dovrebbero uscire netbook basati su
            SUSE Moblin 2.1 vedremo se avranno più
            sucXXXXX.
            Quindi anche qui microsoft centra poco
            Ah no qui sbagli, il fallimento di Linux su netbook è stato proprio causato da M$, infatti per non perdere quel mercato abbassò il costo della licenza da oltre 90 dollari a 5!Infatti si arrivò all'assurdo che i netbook con linux costavano uguali a quelli con Windows Xp, ci credo che alla fine M$ si prese tutto il mercato! E' come se gli avesse detto allo stesso prezzo ti regalo una licenza di Xp, Linux tanto già è gratis e te lo puoi installare quando vuoi....
        • ...... ....... scrive:
          Re: ARM - x86
          Tornatene a scaricare la busica di iTunes, e a fare le foto con il tuo telefono da 700...Io invece mi preoccupo che ci sono sempre più estremisti mac, invasati come non mai... altro che fan boy MS o Linux...Quello non è monopolio? Personalmente preferisco continuare a scegliere cosa mettere dentro al pc, dove comprarlo e quanto pagarlo. (non il doppio del suo prezzo di mercato). E poi MS ultimamente sta un po' migliorando rispetto i tempi passati, in quanto ad atteggiamenti monopolistici. Apple, al contrario, con i suoi fanboy, mi appaiono sempre più simili agli estremisti islamici, che vogliono convertire tutti i peccatori alla via giusta! Perchè loro peccano e non sanno, hanno bisogno di qualcuno lassù (jobs) che decida per loro! CHE SCHIFO! Se non si fosse capito, ODIO MAC e la loro filosofia saccente, peccato xè in fondo fa anche delle belle cosine..
    • Enjoy with Us scrive:
      Re: ARM - x86
      - Scritto da: Matteo
      C'è un divario immenso, favorendo la prima
      architettura. E' vero che la potenza di calcolo
      non è vicina, ma il rapporto d'efficienza
      propende pesantemente per la tecnologia
      ARM.

      Tri-core a 1,5 GHZ per ARM, dual core a 2GHZ per
      TI, Qualcomm e Samsung per quanto? 0,5W in
      minimo, fino a 1,9W a piena
      potenza.
      Un Dual Core x86 ne chiede anche 45... Sorge
      spontaneo chiedersi: 45 CPU ARM superano un
      Core-i5 dual core in termini di prestazioni?
      (considerando una potenza di 1W a medio
      carico)In effetti per i sistemi mobili questi chip sembrano di gran lunga preferibili ai sistemi intel!Mi piacerebbe proprio vedere un netbook/tablet basato su un simile proXXXXXre e un linux (meego?)
Chiudi i commenti