Il caro energia si mangia il 40% del budget IT

Gartner avverte la dimensione business: gli attuali consumi energetici non sono economicamente sostenibili, quindi è bene iniziare a investire nelle tecnologie verdi. I dati

Cannes – Un grido di allarme si è alzato vigoroso dal Palais des Festivals di Cannes, che ospita in questi giorni il Gartner Symposium ITxpo 2006 . I consumi energetici, nei prossimi cinque anni, saranno responsabili di un taglio dei budget IT del 40%. Secondo Gartner , infatti, l’aumento dei costi dei carburanti fossili e le notevoli richieste energetiche dell’hardware saranno capaci di “cancellare” più di un terzo del budget delle imprese.

“Al momento la possibilità di ridurre i costi è l’incentivo più forte per convincere le imprese a pensare e agire con maggiore rispetto per l’ambiente”, ha dichiarato Rakesh Kumar, ricercatore di Gartner. La questione di fondo, comunque, è che gli attuali consumi energetici non sono insostenibili per le imprese. L’unica soluzione è nel contenimento delle emissioni di gas ad effetto serra e di anidride carbonica, e nell’utilizzo di materiali riciclati.

Secondo le statistiche, le grandi imprese spendono tra il quattro e l’otto percento del proprio budget IT per l’energia – e fra non più di cinque anni questa percentuale si moltiplicherà per quattro. “I sistemi hardware di nuova generazione consumano di più rispetto ai precedenti. Quindi, l’aumento dei costi energetici si riflette direttamente su quelli operativi e di aggiornamento delle attrezzature. I CIO (Chief Information Office) saranno costretti ad affrontare la questione al più presto”, ha aggiunto Kumar.

“Siamo di fronte ad uno scenario insostenibile sia per l’ambiente che per il business. I consumatori e i corporate buyer più attenti, propenderanno sempre di più verso prodotti e servizi distribuiti da aziende responsabili. Lo spirito verde si dimostrerà un valore aggiunto”.

Gartner ha ribadito, tramite le sue conferenze a tema, che gli investimenti dovranno sostenere nuove politiche di risparmio a breve e lungo termine. In particolare, è stata evidenziata l’esigenza di una netta riduzione non solo dei consumi ma anche delle emissioni dei data center e delle attrezzature IT in genere – magari con iniziative simili a quelle adottate da VIA .

“Siamo prossimi ad un netto cambiamento. CIO e vendors IT dovranno agire diversamente per rispettare il mercato, la società e le nuove normative ambientali. E per la prima volta dovranno farlo non solo per proteggere l’ambiente ma per rendere l’attività imprenditoriale sostenibile”, ha spiegato Steve Prentice, analista di Gartner.

E così dopo il bollino ” Energy Star ” ecco forse in arrivo quello della “sostenibilità”, un concetto certamente non nuovo ma di grande interesse quando si tratta di budget.

Dario d’Elia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Basterebbe usare un po di EMP
    Per friggere il piccolo chip e disattivarlo.
    • Funz scrive:
      Re: Basterebbe usare un po di EMP
      - Scritto da:
      Per friggere il piccolo chip e disattivarlo.Lasciando un bel buco sul capo :| :| :|Piuttosto vorrei un bel rilevatore portatile per bonificare i miei acquisti da qualsiasi tag...
      • Anonimo scrive:
        Re: Basterebbe usare un po di EMP
        - Scritto da: Funz
        Piuttosto vorrei un bel rilevatore portatile per
        bonificare i miei acquisti da qualsiasi tag...Qualcosa c'e' gia' in giro, ma dovresti trovarne uno che supporta tutti gli standard disponibili (o meglio le frequenze alle quali operano) dato che ti serve solo per rilevarnela presenza e non leggerne il contenuto.
  • Anonimo scrive:
    Immagino già...
    la felicità dei taccheggiatori: strappare l'antenna prima di mettersi gli oggetti in tasca sarà uno sport molto diffuso. Nei camerini dei reparti abbigliamento rimmarranno molte antenne dei capi indossati. Basta stare attenti a non avvicinarsi a pannelli al momento del passaggio in cassa (2 cm significa strusciare sul lettore).Manolesta tifa IBM 8)
    • Funz scrive:
      Re: Immagino già...
      - Scritto da:
      la felicità dei taccheggiatori: strappare
      l'antenna prima di mettersi gli oggetti in tasca
      sarà uno sport molto diffuso. Nei camerini dei
      reparti abbigliamento rimmarranno molte antenne
      dei capi indossati. Basta stare attenti a non
      avvicinarsi a pannelli al momento del passaggio
      in cassa (2 cm significa strusciare sul
      lettore).

      Manolesta tifa IBM 8)Pensa quando potrai fare la spesa passando il carrello pieno davanti alla cassa, come gia' progettano di fare... mica possono mettere un omino a contare le confezioni come alla Metro, altrimenti i risparmi di tempo e personale vanno a farsi friggere
      • Anonimo scrive:
        Re: Immagino già...
        - Scritto da: Funz
        mica possono mettere un omino a contare le
        confezioni come alla Metro, altrimenti i risparmi
        di tempo e personale vanno a farsi
        friggerein svizzera lo fanno già
Chiudi i commenti