Il Computex si colora di Blu...ray

Alcuni grossi produttori di drive ottici hanno approfittato del celebre expo taiwanese per presentare i loro primi lettori e masterizzatori di dischi Blu-ray. I dettagli

Taipei (Taiwan) – Lite-On IT ha presentato al Computex l’LH-2B1S, il suo primo masterizzatore ad integrare un laser blu-violetto necessario per leggere e scrivere i dischi Blu-ray (BD). L’unità, di tipo interno, può masterizzare sia i supporti BD a singolo layer, con capacità di 25 GB, sia quelli a doppio layer, da 50 GB.

L’LH-2B1S include anche un laser rosso che gli permette di conservare la compatibilità, sia in scrittura che in lettura, con i formati DVD±R/RW/DL e CD-R/RW. Al posto della tradizionale interfaccia ATA, che nel mondo dei drive ottici la fa ancora largamente da padrona, il masterizzatore Blu-ray di Lite-On adotta quella Serial ATA.

“Siamo orgogliosi di poter annunciare il primo masterizzatore Blu-ray Disc della nostra gamma”, ha dichiarato Jelmer Veldman, marketing supervisor di Lite-On. “Il lancio di LH-2B1S si inserisce all’interno di una strategia che ha l’obiettivo di migliorare la vita digitale dei nostri clienti. Lo sviluppo e l’adozione del nuovo formato consente non solo l’archiviazione di grandi quantità di dati, ma anche la totale compatibilità con la tecnologia ad alta definizione”.

Lite-On prevede di avviare la produzione in volumi dell’LH-2B1S nel corso del terzo trimestre di quest’anno. Il prezzo del prodotto non è ancora stato annunciato.

Anche BenQ , che insieme a Lite-On guida il mercato taiwanese dello storage ottico, ha confermato il lancio, entro la fine dell’anno, di un masterizzatore interno per PC capace di leggere e scrivere BD, DVD e CD. Dettagli tecnici e prezzo non sono ancora stati resi noti. Il chairman di BenQ, KY Lee, ha dichiarato che la propria azienda potrebbe in futuro supportare anche lo standard rivale a Blu-ray, HD DVD, eventualmente sviluppando un drive compatibile con entrambi i formati.

Il terzo colosso del settore ad aver tolto i veli ad un prototipo di masterizzatore Blu-ray è Philips . Al Computex il produttore ha mostrato l’SPD7000, un drive che come i rivali può leggere e scrivere supporti BD, DVD±R/RW e CD-R/RW. L’SPD7000 debutterà in Europa e Nord America in agosto ad un prezzo ancora sconosciuto.

I masterizzatori Blu-ray annunciati negli scorsi mesi da Pioneer e Samsung arriveranno sul mercato ad un prezzo compreso tra i 900 e i 1.100 dollari : questa, secondo gli analisti, dovrebbe essere la stessa fascia di prezzo in cui si posizioneranno i drive di Lite-On, BenQ e Philips.

Nella seconda parte dell’anno farà il debutto anche il BWU-100A di Sony , in grado di supportare BD-R e BD-RE alla velocità massima di 2x.

Pioneer è stata fra le prime, questa primavera, a lanciare sul mercato asiatico un masterizzatore Blu-ray per PC . A causa di alcuni problemi di produzione, l’azienda è stata invece costretta a posticipare all’autunno il rilascio del suo primo player Blu-ray da salotto, il BDP-HD1. Il player di Sony, il BDP-S1 , è invece atteso per l’estate.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • teddybear scrive:
    Re: PQI spara un disco flash da 64 GB
    A me servirebbe un disco simile.Anche da uno o due GB. Deve finire in quello che è rimasto di un vecchio portatile dopo che l'ho trasformato in un firewall.Putroppo non si trovano.Mi dissero anche di adattatori per poter usare le compact flash attaccandole ad una ide. Ma anche queste non le ho mai viste.Purtroppo quel "portatile" non può fare il boot da PCMCIA, altrimenti ero a posto.Qualcuno ha una soluzione?
    • Anonimo scrive:
      Re: PQI spara un disco flash da 64 GB
      ide a 22 euro(piu ovviamente la cf)
    • Anonimo scrive:
      Re: PQI spara un disco flash da 64 GB
      - Scritto da: teddybear
      Qualcuno ha una soluzione?http://www.mini-itx.it/product_info.php?info=p65_Adattatore-Compact-Flash---IDE-44-pin.htmlsaluti,byUlix
      • Anonimo scrive:
        Re: PQI spara un disco flash da 64 GB
        - Scritto da:

        - Scritto da: teddybear

        Qualcuno ha una soluzione?

        http://www.mini-itx.it/product_info.php?info=p65_A

        saluti,

        by
        Ulixarrivato prima io di 3 minuti... tie' :D
    • Anonimo scrive:
      Re: PQI spara un disco flash da 64 GB
      - Scritto da: teddybear
      A me servirebbe un disco simile.
      Anche da uno o due GB. Deve finire in quello che
      è rimasto di un vecchio portatile dopo che l'ho
      trasformato in un
      firewall.

      Putroppo non si trovano.
      Mi dissero anche di adattatori per poter usare le
      compact flash attaccandole ad una ide. Ma anche
      queste non le ho mai
      viste.

      Purtroppo quel "portatile" non può fare il boot
      da PCMCIA, altrimenti ero a
      posto.

      Qualcuno ha una soluzione?-----http://cgi.ebay.com/IDE-to-CF-Compact-Flash-Adaptor-for-Laptop-44-pins_W0QQitemZ9737081233QQcategoryZ41993QQrdZ1QQcmdZViewItemIDE to CF (Compact Flash) Adaptor for Laptop #44-pins This seller accepts PayPal Buy It NowGBP 1.00-----http://cgi.ebay.com/BRAND-NEW-Compact-Flash-CF-Type-l-ll-to-3-5-IDE-Adapter_W0QQitemZ9738390491QQcategoryZ41993QQrdZ1QQcmdZViewItemNewBRAND NEW Compact Flash CF Type l/ll to 3.5"IDE Adapter This seller accepts PayPal -GBP 0.99------
  • Anonimo scrive:
    futuro prossimo
    leggo tanto scetticismo e nn capisco perche'.gli esperti dicono che questa soluzione sara' relegata ai portatili.mi permetto di dissentire, in azienda abbiamo una 15ina di postazioni e 3 nas che contengono circa 4 tera di dati.ovvio che i nas per i prossimi 10 anni rimarranno sulla tecnologia attuale, anche perche' stiamo aspettando che calino i prezzi per sostituire gli hd da 300 con quelli da 500 arrivando con pochi soldi quasi a raddoppiare la capacita' senza cambiare le macchine.ma per 13 delle 15 postazioni (a parte le 2 grafiche) secondo me sara' diverso. memorie da 64gb sono ampiamente sufficenti per s.o. e robette varie, se in + fanno crollare i consumi delle macchine, sono + affidabili e resistenti si riveleranno un'alternativa reale e intelligente. se in due anni, come credo possibile, arriveranno ad un prezzo intorno ai 200 euro sono sicuro che questa sara' la nostra scelta tecnica per il rinnovo parco macchine.ciaomax
    • Anonimo scrive:
      Re: futuro prossimo
      Concordo, del resto chi lavora un minimo dentro anche un piccolo CED sa che il failure maggiore lo hanno i dischi. Per non parlare del calore e del rumore.Certo ci vorra' del tempo, ma sara' sicuramente una rivoluzione in termini tecnologici. Ormai il disco rigido per come lo conosciamo oggi e' tecnologicamente vecchio. Aumentano i giga, la densita' e la velocita' di rotazione, migliorano l'elettronica ma in fondo in fondo stiamo parlando di un qualcosa di meccanico praticamente identico ai disci di 2gb di 6 anni fa.
      • Anonimo scrive:
        Re: futuro prossimo
        non solo.su 10 postazioni con ipotetici 10 hd in quattro anni ne saltano per sputtanamento dell'HD almeno (almeno) la meta'. lasciamo perdere garanzie e simili, il problema e' la perdita di tempo/lavoro/il disagio.solamente calcolando queste problematiche varrebbe la pena di comprare queste nuove memorie anche a 400 euro, altro che i 200 di inizio post
        • Anonimo scrive:
          Re: futuro prossimo
          senza calcolare il vantaggio energetico, bisognerebbe fare bene i calcoli ma credo che il grosso (fra il 50 e il 70%) del consumo di un pc sia dovuto proprio agli hd odierni.una azienda con 15 postazione potrebbe avere risparmi anche consistenti
          • Anonimo scrive:
            qualcuno ha idea...
            dei consumi di un hd rispetto al pc?e dei video normali rispetto agli lcd?
          • avvelenato scrive:
            Re: futuro prossimo
            - Scritto da:
            senza calcolare il vantaggio energetico,
            bisognerebbe fare bene i calcoli ma credo che il
            grosso (fra il 50 e il 70%) del consumo di un pc
            sia dovuto proprio agli hd
            odierni.

            una azienda con 15 postazione potrebbe avere
            risparmi anche
            consistentidifficile che un disco consumi più di 25w, magari certi esemplari scsi ad alto regime di rotazione.... se poi ci fai delle catene raid complesse la tua percentuale potrebbe pure risultare veritiera, ma in ambito desktop più del 10% è improbabile imho.
        • Anonimo scrive:
          Re: futuro prossimo
          - Scritto da:
          non solo.

          su 10 postazioni con ipotetici 10 hd in quattro
          anni ne saltano per sputtanamento dell'HD almeno
          (almeno) la meta'. lasciamo perdere garanzie e
          simili, il problema e' la perdita di
          tempo/lavoro/il
          disagio.

          solamente calcolando queste problematiche
          varrebbe la pena di comprare queste nuove memorie
          anche a 400 euro, altro che i 200 di inizio
          postBasterebbe usare RAID 1, RAID 5 o RAID 6. Ed avere dei NAS con immagini di backup.
    • Anonimo scrive:
      Re: futuro prossimo
      - Scritto da:
      ma per 13 delle 15 postazioni (a parte le 2
      grafiche) secondo me sara' diverso.


      memorie da 64gb sono ampiamente sufficenti per
      s.o. e robette varie, se in + fanno crollare i
      consumi delle macchine, sono + affidabili e
      resistenti si riveleranno un'alternativa reale e
      intelligente.Sono daccordo (magari 64Gb sono un pochino tanti eh..), ma a questo punto sarebbe meglio la solita postazione diskless... Aggiornamenti una volta sola per tutti e hardware ancora piu' ridotto.
  • Anonimo scrive:
    Re: PQI spara un disco flash da 64 GB
    Il disco fornisce una velocità di trasferimento dati di 25 MB al secondo, è in grado di operare stabilmente ad una temperatura massima di 70 gradi e, secondo il produttore, consuma solo una frazione dell'energia richiesta da un disco magnetico. La capacità di 64 MB fa inoltre dell'SSD di PQI un'alternativa ancor più plausibile ai drive magnetici dello stesso formato.64MB? Non ci sta manco windows 3.11 :D
    • Anonimo scrive:
      Re: PQI spara un disco flash da 64 GB
      - Scritto da:
      64MB? Non ci sta manco windows 3.11 :Dai tempi di windows 3.11 era un lusso un disco da 64 mega ;)
      • avvelenato scrive:
        Re: PQI spara un disco flash da 64 GB
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        64MB? Non ci sta manco windows 3.11 :D

        ai tempi di windows 3.11 era un lusso un disco da
        64 mega
        ;)mannò, io avevo un disco da 550mb col mio 486dx !
        • Anonimo scrive:
          Re: PQI spara un disco flash da 64 GB
          Ai tempi di Win 3.11, esisteva un'utility che rimuoveva qualsiasi cavolata tipo calcolatrice, notepad,ecc., e riusciva a far stare win 3.11 in un dischetto da 1,44MB (bootabile)... 64MB? Magari averli avuti (invece di usare stacker o ammenicoli vari)!Saluti
  • Anonimo scrive:
    Prezzi alti,vita breve.
    Il numero di scritture disponibili per le memorie flash è sempre limitato. Il costo è ancora spropositato. Vanno bene solo per applicazioni specifiche in situazioni particolari o estreme in cui gli hard disk consumerebbero troppo o dissiperebbero troppo calore.
    • Anonimo scrive:
      Re: Prezzi alti,vita breve.
      - Scritto da:
      Il numero di scritture disponibili per le memorie
      flash è sempre limitato. Il costo è ancora
      spropositato. Vanno bene solo per applicazioni
      specifiche in situazioni particolari o estreme in
      cui gli hard disk consumerebbero troppo o
      dissiperebbero troppo
      calore.Blablablabla...ma sa i che sei proprio un trollazzo?
      • Anonimo scrive:
        Re: Prezzi alti,vita breve.
        ehm... sono anni che si usano dischi del genere in applicazioni militari... tipo sugli aerei da caccia... la componentistica naturalmente non sarà la stessa, così come i prezzi, ma pian piano ci si avvicina alla possibilità di non avere parti in movimento......aspettando le memorie isolineari :-)FEz
    • Anonimo scrive:
      Re: Prezzi alti,vita breve.
      - Scritto da:
      Il numero di scritture disponibili per le memorie
      flash è sempre limitato. Il costo è ancora
      spropositato. Vanno bene solo per applicazioni
      specifiche in situazioni particolari o estreme in
      cui gli hard disk consumerebbero troppo o
      dissiperebbero troppo
      calore.Il numero di cicli di scrittura penso sia ora molto più alto delle prime memorie flash. Non ho dati ma credo che non sia questo il problema.Il prezzo alto, si vero ma come detto nell'articolo i prezzi stanno scendendo velocemente.Ovvio che i dischi magnetici continueranno ad avere un prezzo più basso per unità di memorizzazione.Ma assottigliandosi la differenza di prezzo penso che a medio termine le memorie flash diventeranno le memorie standard di massa per sistemi portatili.Deduzione ovvia visti i vantaggi in termini di risparmio energetico, velocità di accesso, solo a scapito di tagli minori di memoria (esigenza non prioritaria per i sistemi portatili).
      • Anonimo scrive:
        Re: Prezzi alti,vita breve.
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Il numero di scritture disponibili per le
        memorie

        flash è sempre limitato. Il costo è ancora

        spropositato. Vanno bene solo per applicazioni

        specifiche in situazioni particolari o estreme
        in

        cui gli hard disk consumerebbero troppo o

        dissiperebbero troppo

        calore.

        Il numero di cicli di scrittura penso sia ora
        molto più alto delle prime memorie flash. Non ho
        dati ma credo che non sia questo il
        problema.

        Il prezzo alto, si vero ma come detto
        nell'articolo i prezzi stanno scendendo
        velocemente.

        Ovvio che i dischi magnetici continueranno ad
        avere un prezzo più basso per unità di
        memorizzazione.
        Ma assottigliandosi la differenza di prezzo penso
        che a medio termine le memorie flash diventeranno
        le memorie standard di massa per sistemi
        portatili.
        Deduzione ovvia visti i vantaggi in termini di
        risparmio energetico, velocità di accesso, solo a
        scapito di tagli minori di memoria (esigenza non
        prioritaria per i sistemi
        portatili).Prima del 2012-2016 dubito che costo, prestazioni ed affidabilità delle flash possa aver superato in convenienza quello dei dischi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Prezzi alti,vita breve.
      Attualmente il punto di pareggio costo/capacità tra HD e SSD è 4GB.Però gli SSD sono + veloci, consumano -, si rompono -, pesano - Per calcolare il punto di pareggio l'indicatore ritenuto più attendibile sono le varie generazioni dell'iPod.Infatti adesso ci sono tagli da max 4GB SSD e min 30GB HD.I prossimi iPodo avranno 8-10GB in SSD e saranno il nuovo punto di pareggio.Inoltre bisogna tener conto che gli SSD hanno un tasso di incremente circa doppio rispetto alla legge di Moore, quindi circa 9 mesi.E' del tutto ragionevole quindi pensare che nel 2008 un terzo dei portatili, sopratutto i più piccoli saranno dottati di SSD
      • Anonimo scrive:
        Re: Prezzi alti,vita breve.
        raramente si leggono commenti sensati eragionati su questo forum.Questo è uno di quelli: complimenti :-)
      • Anonimo scrive:
        Re: Prezzi alti,vita breve.
        ?? Di che HDU parli ? 1.8" ? Gli HDU da 2.5" stanno a 200GB ed hanno transfer rate oramai di 50-100MByte/s !Quindi....- Scritto da:

        Attualmente il punto di pareggio costo/capacità
        tra HD e SSD è
        4GB.

        Però gli SSD sono + veloci, consumano -, si
        rompono -, pesano -


        Per calcolare il punto di pareggio l'indicatore
        ritenuto più attendibile sono le varie
        generazioni
        dell'iPod.

        Infatti adesso ci sono tagli da max 4GB SSD e min
        30GB
        HD.

        I prossimi iPodo avranno 8-10GB in SSD e saranno
        il nuovo punto di
        pareggio.

        Inoltre bisogna tener conto che gli SSD hanno un
        tasso di incremente circa doppio rispetto alla
        legge di Moore, quindi circa 9
        mesi.

        E' del tutto ragionevole quindi pensare che nel
        2008 un terzo dei portatili, sopratutto i più
        piccoli saranno dottati di SSD
        • avvelenato scrive:
          Re: Prezzi alti,vita breve.
          - Scritto da:
          ?? Di che HDU parli ? 1.8" ?
          Gli HDU da 2.5" stanno a 200GB ed hanno transfer
          rate oramai di 50-100MByte/s
          !
          Quindi....
          quindi parla di quelli più piccoli
        • Anonimo scrive:
          Re: Prezzi alti,vita breve.
          - Scritto da:
          ?? Di che HDU parli ? 1.8" ?
          Gli HDU da 2.5" stanno a 200GB ed hanno transfer
          rate oramai di 50-100MByte/s
          !
          Quindi....

          Parlo di 4GB oggi, sulle dimensioni non c'è paragone, sono già in commercio schede SD da 4GB, difficilmente in quello spazio entrano un motore un disco e una testina.Dico che tra pochi mesi, avremo l'iPod da 8-10GB, per metà 2007 avremo 16-20GB, e così via ...
          • Anonimo scrive:
            Re: Prezzi alti,vita breve.
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            ?? Di che HDU parli ? 1.8" ?

            Gli HDU da 2.5" stanno a 200GB ed hanno transfer

            rate oramai di 50-100MByte/s

            !

            Quindi....





            Parlo di 4GB oggi, sulle dimensioni non c'è
            paragone, sono già in commercio schede SD da 4GB,
            difficilmente in quello spazio entrano un motore
            un disco e una
            testina.

            Dico che tra pochi mesi, avremo l'iPod da 8-10GB,
            per metà 2007 avremo 16-20GB, e così via
            ...Gli HDU 2.5" stanno a 200GB. I 3.5" a 750GB. La tecnologia perpendicolare sta facendo salire la capienza degli HDU di molto ed è solo la prima revisione.
Chiudi i commenti