Il futuro delle crypto passa per ETH2: così cambia Ethereum

Il futuro delle crypto passa per ETH2: così cambia Ethereum

Il processo evolutivo di Ethereum verso il Proof-of-Stake sta compiendo nuovi passi e porterà al network velocità, performance e sostenibilità.
Il processo evolutivo di Ethereum verso il Proof-of-Stake sta compiendo nuovi passi e porterà al network velocità, performance e sostenibilità.

Ethereum sta per diventare grande. L’avvicinarsi alla nuova dimensione “ETH2” sarà un’adolescenza piena di contraddizioni, un processo naturale verso la maturazione per approdare ad una criptovaluta migliore sotto ogni punto di vista.

L’obiettivo finale è quello di una Ethereum rinnovata che, come noto, compie una trasformazione estremamente virtuosa ed ambiziosa: la validazione “Proof-of-work” viene abbandonata in favore di una “Proof-of-Stake”. Questo passaggio cambierà completamente il profilo della criptovaluta donandole maggior sostenibilità in virtù di un processo meno energivoro per la validazione delle transazioni e degli smart contract.

Ethereum

Spiega questo complesso percorso Claudio Baldassarri, cofondatore Cryptosmart:

Raggiunta la stabilità con Kiln, si passerà a testare le altre testnet ed infine il Proof of Stake andrà in produzione. Per cui ci sono tutte le premesse per rispettare i tempi previsti per fine giugno. Di fatto avvicinando il momento in cui sarà possibile svincolare gli Ether a Staking. Per cui già da subito diventa più appetibile lo Staking con Cryptosmart, anche per chi detiene 1 Ether è possibile sfruttare tale opportunità.

Questi sono esattamente i giorni in cui la testnet kiln sta mettendo alla prova i nuovi processi, così da poter portare infine a segno una fusione senza contraccolpi, senza errori e senza il minimo impatto sui risparmiatori e sull’affidabilità della valuta.

Ethereum: ETH2 è il futuro della crypto

Con l’approdo di Ethereum alla dimensione ETH2, il sistema acquista importanti vantaggi in termini di scalabilità, di performance e di sostenibilità. Dai miner si passa ai validator, ma soprattutto si approda ad un sistema “Proof-of-Stake” che richiede una potenza di calcolo estremamente minore. Quest’ultimo elemento farà la differenza in virtù di un profilo di sostenibilità che anche le istituzioni guarderanno necessariamente di buon occhio: da più parti è emersa questa necessità poiché non può esserci un futuro per criptovalute che non siano in grado di migliorare il proprio impatto ambientale ed i costi complessivi di gestione.

In questa prima metà del 2022 il passaggio cruciale che il sistema vivrà è quello del “merge“: è il passaggio nel quale il sistema passa definitivamente al “Proof-of-Stake”, quello già precedentemente descritto come “l’aggancio” tra la rete principale e la cosiddetta “beacon chain“. Il vecchio mondo ETH1 non va in fuorigioco, ma semplicemente si innesta nel quadro del nuovo ETH2 per creare un Ethereum più ricco e performante.

Ethereum, il percorso

Non sarà un processo immediato: per Ethereum si tratta di una evoluzione a lungo pianificata e che ora dovrà andare a compimento nel modo più sicuro e lineare possibile. Il passaggio successivo sarà quella dello Sharding, processo che consentirà di alleggerire i carichi per decongestionare la rete e aumentare il numero di transazioni effettuabili nell’unità di tempo. A quel punto sarà innestata una marcia nuova: grazie alle shard chain ogni validatore dovrà gestire un quantitativo ridotto di dati, riducendo i requisiti hardware necessari per la validazione e rendendo più democratico e accessibile il processo.

Conoscere questo meccanismo è fondamentale per comprendere la bontà di una criptovaluta che ha il merito indiscusso di voler correggere le proprie precedenti fragilità per approdare ad un livello nuovo ed ulteriore. Tuttavia i semplici investitori non debbono giocoforza conoscere i dettagli tecnici di questa dinamica, potendosi semplicemente affidare a piattaforme che permettono di acquistare, vendere e trasferire Ethereum senza dover sapere tutto quel che si cela dietro le quinte.

L’aspetto più importante è quello che definisce Ethereum come una valuta più sostenibile che tende la mano al futuro: questo aspetto potrebbe regalare ad ETH2 una propulsione decisiva per spostare il baricentro del mondo crypto verso questo tipo di valuta.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 21 mar 2022
Link copiato negli appunti