Instagram, l'arrivo di un'app per iPad è improbabile

Instagram, l'arrivo di un'app per iPad è improbabile

Il CEO di Instagram Adam Mosseri ha dichiarato che al momento non è in programma un'app per iPad, pur ricevendo molte richieste al riguardo.
Il CEO di Instagram Adam Mosseri ha dichiarato che al momento non è in programma un'app per iPad, pur ricevendo molte richieste al riguardo.

Se al lancio del client ufficiale di WhatsApp per iPad non sembra doverci volere ancora molto, per quello dell’app di Instagram invece si e anzi è assai improbabile che possa mai fare effettivamente capolino sul tablet di casa Apple. Non si tratta di una visione pessimistica delle cose, ma di una dichiarazione rilasciata dall’amministratore delegato Adam Mosseri proprio nel corso delle ultime ore.

Instagram: l’app ufficiale per iPad non è ancora una priorità

Allo stato attuale delle cose, infatti, Instagram non dispone ancora di un client ufficiale per iPad. Al riguardo, lo scorso anno Mosseri aveva affermato che un’app di Instagram per iPad sarebbe stata “carina da realizzare”, ma nonostante ciò ancora non vi è traccia.

Interessato ad approfondire il discorso, lo youtuber Marques Brownlee si è allora interrogato sulla questione ed ha ottenuto una risposta direttamente da Mosseri su Twitter, il quale ha dichiarato che pur ricevendo spesso una richiesta del genere, non si tratta di una priorità, in quanto non ci sono ancora abbastanza utenti su iPad che possano giustificare la cosa. Mosseri, chiaramente, si augura che prima o poi la situazione possa cambiare, ma ora ha in mente altro e Instagram è al lavoro su progetti differenti.

Il CEO di Instagram ha poi proseguito spiegando che occuparsi dei client per ogni singola piattaforma è un sovraccarico di lavoro, che ad oggi Android rappresenta il sistema operativo con un bacino d’utenza maggiore e che TikTok e YouTube sono dei colossi per cui bisogna cercare di stargli dietro e adeguarsi.

Per il momento, dunque, gli utenti iPad che utilizzano anche Instagram dovranno continuare a fare affidamento sulla versione Web del servizio, sicuramente facilmente fruibile e ben strutturata, ma pur sempre confinata al browser.

Fonte: MacRumors
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 28 feb 2022
Link copiato negli appunti