Intel spinge Celeron a 2,4 GHz

La famiglia di CPU a basso costo di Intel accoglie due nuovi e più veloci modelli di Celeron. Intel spera di risollevare la domanda di CPU e contrastare, almeno in parte, gli effetti negativi della guerra, soprattutto in USA
La famiglia di CPU a basso costo di Intel accoglie due nuovi e più veloci modelli di Celeron. Intel spera di risollevare la domanda di CPU e contrastare, almeno in parte, gli effetti negativi della guerra, soprattutto in USA


Santa Clara (USA) – Intel ha introdotto sul mercato due nuovi modelli di Celeron con frequenza di clock pari a 2,3 GHz e 2,4 GHz. Entrambi i processori arrivano con un certo anticipo rispetto ai piani iniziali, questo a conferma di come Intel, in un periodo particolarmente letargico per il mercato dei PC, voglia risollevare la domanda di CPU low-end.

Secondo alcuni osservatori del mercato, l’introduzione di modelli più veloci di Celeron potrebbe dare la possibilità ad Intel di mandare fuori produzione i Pentium 4 a 2,20 e 2 GHz, focalizzando così la propria produzione sui più recenti (e lucrosi) modelli di P4.

“Il processore Intel Celeron a 2,40 GHz – afferma Intel in un comunicato – offre la giusta combinazione tra caratteristiche e frequenza, con fasce di prezzo adeguate al segmento di mercato dei PC a costi contenuti”.

Entrambi i nuovi modelli di Celeron si basano sulla tecnologia di processo a 0,13 micron e impiegano un packaging a 478 pin. Basati sulla stessa architettura NetBurst dei P4, l’attuale generazione di Celeron è dotata, rispetto ai loro fratelli maggiori, di una minore quantità di cache – 128 KB L2 contro 512 KB L2 – e di una minore velocità del bus – 400 MHz contro 533 MHz.

I due nuovi Celeron sono già disponibili sul mercato al prezzo di 127$ per il modello a 2,4 GHz e 117$ per il modello a 2,3 GHz. I prezzi s’intendono per ordini di 1.000 unità.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

01 04 2003
Link copiato negli appunti