iOS 12.5.6: disponibile un importante update per iPhone 6

iOS 12.5.6: disponibile un importante update per iPhone 6

Apple ha da poco rilasciato iOS 12.5.6 per i suoi vecchi dispositivi al fine di risolvere alcuni importanti problemi relativi alla sicurezza.
Apple ha da poco rilasciato iOS 12.5.6 per i suoi vecchi dispositivi al fine di risolvere alcuni importanti problemi relativi alla sicurezza.

Tutti non attendono altro che l’arrivo di iOS 16, il cui rilascio avverrà in concomitanza della commercializzazione dei nuovi iPhone 14 che saranno presentati in occasione dell’evento del 7 settembre, ma Apple non ha assolutamente accantonato i suoi dispositivi più datati. Infatti, nel corso delle ultime ore ha rilasciato un importante aggiornamento di sicurezza per iPhone 6, 6 Plus e 5S, per il primo iPad Air, iPad mini 2 e 3 e per iPod touch 6.

iOS 12.5.6 per i vecchi dispositivi Apple

Si tratta di iOS 12.5.6, una versione correttiva del sistema operativo per device mobile del gruppo di Cupertino che è destinata in maniera specifica a coloro che non sono ancora passati ai nuovi iPhone o iPad e che quindi non possono procedere con l’aggiornamento a iOS 13 e versioni successive.

L’update è tutto incentrato sulla sicurezza e il changelog risulta molto simile a quello di iOS 15.6.1 che è stato rilasciato a inizio agosto, ma a cambiare sono per l’appunto i dispositivi a cui è destinato. Non vengono forniti dettagli specifici in merito alle novità introdotte, ma viene suggerito a tutti coloro che dispongono di un dispositivo adatto di procedere quanto prima con l’update in quanto vengono introdotte significative modifiche per la salvaguardia dello stesso.

Ad ogni modo, è parecchio probabile che l’aggiornamento consenta di risolvere le stesse due vulnerabilità di sicurezza a cui l’azienda della “mela morsicata” aveva già provveduto a far fronte con iOS 15.6.1. La prima vulnerabilità avrebbe permesso ad un malintenzionato di eseguire codice arbitrario con privilegi estremamente elevati, mentre la seconda vulnerabilità riguardava WebKit e avrebbe permesso l’esecuzione arbitraria di codice.

Fonte: Macworld
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 1 set 2022
Link copiato negli appunti