iOS ora è al passo del Jailbreak

Apple nel weekend rilascia nuove versioni dei firmware dei suoi device. Per tappare una falla messa in luce, e arginata, da quegli smanettoni che sbloccano gli iPhone
Apple nel weekend rilascia nuove versioni dei firmware dei suoi device. Per tappare una falla messa in luce, e arginata, da quegli smanettoni che sbloccano gli iPhone

Qualche centinaio di mega da scaricare per arginare un buco scoperto (ma non divulgato) dai componenti del team Comex, autori di un meccanismo per lo sblocco (Jailbreak) dei dispositivi iOS a mezzo web. La vulnerabilità, legata alla visualizzazione dei PDF , era stata sfruttata dalla stessa crew per scardinare il sistema di protezione di iOS 4.3.3 (e precedenti): Apple ora risponde con un aggiornamento multiplo (compatibile verso il basso fino a iPhone 3GS e iPod Touch 3G) che contemporaneamente mette al sicuro da intrusioni e sblocchi indesiderati. Anche se qualcuno ha già in mano la contromossa.

Le nuove versioni di firmware disponibili sono la 4.3.4 per i terminali GSM (quelli venduti anche in Italia), e la 4.2.9 per quelli CDMA (venduti in Oriente e negli USA). La descrizione generica di entrambe riporta unicamente la cosiddetta vulnerabilità PDF , mentre nello specifico si parla più nel dettaglio di due modifiche alle librerie CoreGraphics e una al IOMobileFrameBuffer : combinate assieme dovrebbero essere in grado di far eseguire codice con privilegi da amministratore e dunque causare problemi o operazioni impreviste sui dispositivi.

Gli hacker, in ogni caso, non sono stati con le mani in mano: in meno di 24 ore è stata resa disponibile una nuova versione di Jaibreak capace di scavalcare le difese anche del nuovo firmware. Sebbene Jailbreakme.com non sia stato ancora modificato, e dunque non si possa sbloccare il device via web se aggiornato all’ultima release, il più noto PwnageTool è già stato edulcorato per fare fronte all’ultima novità (e lo stesso vale per l’altrettanto noto redsn0w ). Pare faccia ancora eccezione iPad 2, ma non è escluso che entro poche ore anche la tavoletta più recente di Cupertino “cada” sotto i colpi degli smanettoni. Negli USA la pratica dello sblocco ricade in una fattispecie particolare del diritto, risultando in pratica consentita senza incorrere in violazioni della legge. ( L.A. )

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

18 07 2011
Link copiato negli appunti