iPad, altri accordi per le riviste

Anche l'editore Hearst raggiunge un accordo per l'impiego del sistema di pagamento in-app di Cupertino per le sue riviste su iPad

Roma – L’editore Hearst ha raggiunto un accordo con Apple per iniziare ad adottare il sistema di distribuzione e pagamento in-app per le sue riviste sviluppate per iPad. I titoli di Hearst esordiranno sulla tavoletta con la mela a luglio con Popular Mechanics , Esquire e O, The Oprah Magazine e gli abbonamenti costeranno 1,99 dollari al mese o 19.99 all’anno.

Ad aver segnato il nuovo ciclo del sistema di pagamento/abbonamento delle riviste per iPad è stato Time : con un accordo stretto con Apple si è garantito la possibilità di continuare ad offrire ai propri abbonati cartacei l’accesso gratuito alle relative pubblicazioni via app.

Con il nuovo sistema di pagamento in-app sviluppato da Apple e imposto dagli editori, infatti, questa forma di commercializzazione sembrava minacciata: Cupertino sembrava pretendere che ogni forma di abbonamento digitale dovesse passare attraverso iTunes (con conseguente 30 per cento a suo appannaggio su ogni transazione) e che l’offerta agli utenti dei dispositivi con la mela fosse la migliore possibile, cioè che l’eventuale prezzo al ribasso previsto su altri canali distributivi fosse automaticamente applicato alle app. Inoltre, il fatto che si dovesse passare da iTunes sembrava porre un intermediario tra pubblico ed editore che impediva irrimediabilmente a quest’ultimo l’ accesso ai dati ad essi legati e ampiamente utilizzati nel settore ai fini di marketing e target di mercato.

È dunque intorno al sistema di pagamento in-app sviluppato da Apple e agli accordi e alle forme di distribuzione sottoscritte dai singoli editori che si delinea l’editoria digitale da tablet: si moltiplicano, nonostante le diatribe relative alla proprietà intellettuale, gli aggregatori di notizie che offrono servizi di riviste personalizzate, così come iniziano ad arrivare quelle pensate in esclusiva per iPad come The Daily e Project Virgin (non a caso di due giganti come Rupert Murdoch e Richard Branson). A queste novità sono da legare le nuove forme di distribuzione per le app di prodotti editoriali via App Store , che non stavano registrando risultati esorbitanti soprattutto per l’incapacità di distinguersi dall’offerta cartacea, né per contenuti, né per costo, né tantomeno per comodità di acquisto: prima dell’esordio del nuovo modello di pagamento gli utenti dovevano acquistare ogni mese la rivista , senza dunque la possibilità di abbonarsi.

I particolari dell’accordo Hearst-Apple sono rimasti confidenziali . Come quello sottoscritto dal Time potrebbe prevedere un meccanismo attraverso cui al momento dell’abbonamento via app gli utenti possono decidere di fornire agli editori informazioni personali come nome, indirizzo e email. In alternativa, potrebbe prevedere per l’editore uno sconto rispetto al 30 per cento previsto su ogni transazione. Altre fonti sembrano invece escludere trattamenti speciali a favore di Hearst: ipotesi più che logica dal momento che non rientrerebbe nelle tradizioni di Apple.

Dopo Hearst, si parla anche di possibili accordi da parte di Condé Nast: nessuna voce ufficiale, ma indiscrezioni dicono che anche l’editore di Vanity Fair e Wired sarebbe al tavolo delle trattative con Apple.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • stica scrive:
    [OT] Che tristezza PI
    Commento qui visto che la news in oggetto nno è commentabile.Ecco la news: http://punto-informatico.it/s_3152233/Download/News/utorrent-turbo-accelerator.aspxMa per favore, lo sanno tutti che questa tipologia di SW non serve assolutamente a nulla! Una volta c'erano i programmi che "liberavano ram", poi quelli che deframmentavano il disco meglio di quelli dell'os e ora c'è questa roba. Ma vi rendete conto che c'è gente che conosce poco il PC e magari installa davvero sto coso pieno di spyware che invece di accelerare uTorrent rallenta l'avvio del PC? Poi ci si lamenta che Windows è lento, instabile, ecc... uTorrent e Transmission sono 2 ottimi client per Torrent, sono estremamente performanti e leggeri, che bisogno c'è di questa utility. Concludo il mio sfogo dicendo che il mondo del SW sarebbe molto più "pulito" se almeno le riviste di settore (ma PI lo è?) la smettessero di scrivere articoli fuffa come questo.
  • mik.ud scrive:
    "semplicemente"?

    ci sarebbero semplicemente gli interessi dei detentori dei diritti"semplicemente" - perché vi pare poco difendere i frutti del lavoro?
    • krane scrive:
      Re: "semplicemente"?
      - Scritto da: mik.ud

      ci sarebbero semplicemente gli interessi dei

      detentori dei diritti
      "semplicemente" - perché vi pare poco difendere i
      frutti del lavoro?Quel giorno che hi lavorato 70 - 90 anni fa ??
      • panda rossa scrive:
        Re: "semplicemente"?
        - Scritto da: krane
        - Scritto da: mik.ud


        ci sarebbero semplicemente gli interessi dei


        detentori dei diritti


        "semplicemente" - perché vi pare poco difendere
        i

        frutti del lavoro?

        Quel giorno che hi lavorato 70 - 90 anni fa ??No, quel giorno che suo bisnonno, morto 65 anni fa ad 80 anni, lavoro' 60 anni prima di morire...Quindi si parla di una mezza giornata di lavoro che risale ad oltre 120 anni fa, i cui frutti vanno difesi, anche a costo di prorogare la naturale scadenza dei diritti.
      • mi scoppiano le palle se non chiavo scrive:
        Re: "semplicemente"?
        rileggi i post prima di premere "invia", perchè il senso è incomprensibile...
        • krane scrive:
          Re: "semplicemente"?
          - Scritto da: mi scoppiano le palle se non chiavo
          rileggi i post prima di premere "invia", perchè
          il senso è incomprensibile...Sicuro che non sia un problema solo tuo ?
          • mi scoppiano le palle se non chiavo scrive:
            Re: "semplicemente"?
            io comprendo qualunque cosa leggo, sempre se non è scritta da un analfabeta.
          • krane scrive:
            Re: "semplicemente"?
            - Scritto da: mi scoppiano le palle se non chiavo
            io comprendo qualunque cosa leggo, sempre se non
            è scritta da un analfabeta.E' meglio che continui a limitarti a toponino.
          • mi scoppiano le palle se non chiavo scrive:
            Re: "semplicemente"?
            preferisco i giornaletti XXXXX... tu almeno quelli li capisci?
          • krane scrive:
            Re: "semplicemente"?
            - Scritto da: mi scoppiano le palle se non chiavo
            preferisco i giornaletti XXXXX... tu almeno
            quelli li capisci?Immagino, topolino in effetti ha troppe parole per te.(rotfl)
      • mik.ud scrive:
        Re: "semplicemente"?

        Quel giorno che hi lavorato 70 - 90 anni fa ??È un caso limite. Mi pare che la problematica riguardi più i vivi che i morti, anche se pure questi potrebbero aver voluto lasciare qualcosa a degli eredi. C'è gente che lavora ogni giorno facendo musica, libri, software, non gente ricca, ma gente che a stento ce la fa, e qui mi pare che si parla di rubare come se niente fosse, si cercano perfino scuse piuttosto che ragionare...
    • 6613 scrive:
      Re: "semplicemente"?
      - Scritto da: mik.ud

      ci sarebbero semplicemente gli interessi dei
      detentori dei
      diritti

      "semplicemente" - perché vi pare poco difendere i
      frutti del
      lavoro?Lavoro? Tu e loro mai lavorato vero?
    • krane scrive:
      Re: "semplicemente"?
      - Scritto da: mik.ud

      ci sarebbero semplicemente gli interessi

      dei detentori dei diritti
      "semplicemente" - perché vi pare poco
      difendere i frutti del lavoro?Si, ma non solo il tuo: se vengo a sistemarti il pc tu mi paghi per i 70 anni succevivi ogni volta che lo accendi...
      • mi scoppiano le palle se non chiavo scrive:
        Re: "semplicemente"?
        70? perche spari sti numeri a XXXXX?
        • krane scrive:
          Re: "semplicemente"?
          - Scritto da: mi scoppiano le palle se non chiavo
          70? perche spari sti numeri a XXXXX?Lo fanno tutti ! Perche' io non potrei ?
          • mi scoppiano le palle se non chiavo scrive:
            Re: "semplicemente"?
            perchè tu sei un utente reistrato, tutti ripongono grandi aspettative di affidabilità in quelli come te...
      • Guybrush Fuorisede scrive:
        Re: "semplicemente"?
        - Scritto da: krane
        - Scritto da: mik.ud


        ci sarebbero semplicemente gli interessi


        dei detentori dei diritti


        "semplicemente" - perché vi pare poco

        difendere i frutti del lavoro?

        Si, ma non solo il tuo: se vengo a sistemarti il
        pc tu mi paghi per i 70 anni succevivi ogni volta
        che lo
        accendi...Be' è un dato di fatto che la stessa soluzione applicata al medesimo problema su un PC differente non funziona.Ne consegue che ogni soluzione per un problema informatico è un opera dell'ingegno e va tutelata.GTFS
        • krane scrive:
          Re: "semplicemente"?
          - Scritto da: Guybrush Fuorisede
          - Scritto da: krane

          - Scritto da: mik.ud



          ci sarebbero semplicemente gli interessi



          dei detentori dei diritti


          "semplicemente" - perché vi pare poco


          difendere i frutti del lavoro?

          Si, ma non solo il tuo: se vengo a sistemarti

          il pc tu mi paghi per i 70 anni succevivi ogni

          volta che lo accendi...
          Be' è un dato di fatto che la stessa soluzione
          applicata al medesimo problema su un PC
          differente non funziona.
          Ne consegue che ogni soluzione per un problema
          informatico è un opera dell'ingegno e va
          tutelata.
          GTFSOla abbiamo la tecnologia per capire usando una telecamera che cosa uno sta guardando: ne metto una nella vetrina del mio negozio e faccio pagare quelli che la guardano, in fondo e' un'opera di ingegno.
  • Enjoy with Us scrive:
    Cavolo!
    L'ho appena installato, ho capito benissimo che è specifico per il mercato americano, ma non si sa mai!
    • mi scoppiano le palle se non chiavo scrive:
      Re: Cavolo!
      e allora perchè non lo disinstalli? fa forse più fiko avere più roba installata anche se non serve ad un XXXXX?
  • Giggetto scrive:
    bellissimo il nome dell'estensione
    LOL! (rotfl) (rotfl) (rotfl)
  • Creative Common scrive:
    dal governo. Che dovrebbe emettere...
    [...] dal governo. (punto??) Che dovrebbe emettere.... Scrittura creativa? O punteggiatura casuale? Hehe ;-p :-DD
    • la redazione si riserva di cancellare scrive:
      Re: dal governo. Che dovrebbe emettere...
      Questo commento verrà censurato tra 5... 4...
      • mi scoppiano le palle se non chiavo scrive:
        Re: dal governo. Che dovrebbe emettere...
        invece non è stato ancora censurato, perchè non infrange la polici... leggitela e documentati: http://punto-informatico.it/policy.asp
        • 6772 scrive:
          Re: dal governo. Che dovrebbe emettere...
          - Scritto da: mi scoppiano le palle se non chiavo
          invece non è stato ancora censurato, perchè non
          infrange la polici... leggitela e documentati:
          http://punto-informatico.it/policy.aspguarda che palle!=orecchie!Informati
  • say no scrive:
    solo opportunismo
    mozilla è quella che suggerisce di installare plugin proprietari, quella che suggerisce plugin ed estensioni che permettono di tracciare/spiare/geolocalizzare le persone, quella che mantiene un repository di estensioni anche proprietarie, quella che gestisce sevizi saas/cloud, quella finanziata da google ecc.mozilla NON è certo paladina della libertà... ma (come google) sa fare bene sia il marketing che il proprio tornaconto...
    • Giggetto scrive:
      Re: solo opportunismo
      se non ti va bene usa IE. O Chrome.Loro sono bravi.
    • Talking Head scrive:
      Re: solo opportunismo
      - Scritto da: say no
      mozilla è quella che suggerisce di installare
      plugin proprietari, quella che suggerisce plugin
      ed estensioni che permettono di
      tracciare/spiare/geolocalizzare le persone,
      quella che mantiene un repository di estensioni
      anche proprietarie, quella che gestisce sevizi
      saas/cloud, quella finanziata da google
      ecc.

      mozilla NON è certo paladina della libertà... ma
      (come google) sa fare bene sia il marketing che
      il proprio
      tornaconto...Per quanto sia un sostenitore dell'Open Source, e non usi in particolare nessun prodotto Mozilla, il ragionamento che fai non mi piace. Il primo motivo è pratico.Nel repository ci sono applicazioni proprietarie? Bene! Non è affatto nella filosofia Open vietare all'utente di utilizzare codice proprietario, se vuole. Non vorrei una release di Linux che mi vieti di installare programmi proprietari, allo stesso modo non voglio un browser in cui non possa usare estensioni proprietarie. Ne voglio che siano più difficili da ottenere, quindi ben venga il repository misto (magari segnalato chiaramente, come mi pare sia il caso).Il secondo problema è morale. Se anche ci fosse qualcosa di male nell'avere un repository misto, non significa che nel momento in cui lo fai non puoi fare più cose giuste o macchierà ogni tua azione futura. Il gesto è COMUNQUE apprezzabile. Non sono i Più Puri Paladini (TM)? Pace. Ma non è che per forza se non si è Più Puri Paladini (TM) allora l'unica alternativa è il Mostro Senz'Anima (TM). Ci sono anche aziende con un codice morale non perfetto, non identico al tuo, ma migliore di molte altre. Ed è giusto riconoscerglielo (anche commercialmente).
      • say no scrive:
        Re: solo opportunismo
        - Scritto da: Talking Head
        - Scritto da: say no

        mozilla è quella che suggerisce di installare

        plugin proprietari, quella che suggerisce plugin

        ed estensioni che permettono di

        tracciare/spiare/geolocalizzare le persone,

        quella che mantiene un repository di estensioni

        anche proprietarie, quella che gestisce sevizi

        saas/cloud, quella finanziata da google

        ecc.



        mozilla NON è certo paladina della libertà... ma

        (come google) sa fare bene sia il marketing che

        il proprio

        tornaconto...

        Per quanto sia un sostenitore dell'Open Source, e
        non usi in particolare nessun prodotto Mozilla,
        il ragionamento che fai non mi piace. Il primo
        motivo è pratico.scusa ma a me non piace, già dall'inizio, il tuo di ragionamento: i motivi "pratici" vengono, se proprio li si deve considerare, come ultimi e non certo per primi
        Nel repository ci sono applicazioni proprietarie?
        Bene! Non è affatto nella filosofia Open vietareesattamente, di quale filisofia open stai parlando?
        all'utente di utilizzare codice proprietario, se
        vuole. Non vorrei una release di Linux che mi
        vieti di installare programmi proprietari, allo
        stesso modo non voglio un browser in cui non
        possa usare estensioni proprietarie. Ne voglio
        che siano più difficili da ottenere, stai rispondendo aglio per cipolla... nessuno ha parlato di vietare nulla: il discorso è, semplicemente: se ci si presenta usando una immagine "open" (cosa che fa mozilla, come google e come fanno tanti altri) allora bisognerebbe poi essere un tantino coerenti (cosa che NON fa mozilla quando, per esempio, raccomanda di installare software proprietario)altrimenti l'immagine "open" è solo marketing, solo opportunismo
        quindi ben
        venga il repository misto (magari segnalato
        chiaramente, come mi pare sia il caso).e come invece, guarda caso, NON accade: il repository degli addon mozilla è unico (potrebbero essecene due, uno free e uno non-free), solo da relativamente poco viene indicata la licenza degli addon (e non di tutti), l'indicazione della licenze non è molto chiara, e NON è possibile filtrare le estensioni in base alla licenza...
        Il secondo problema è morale. semmai è il primo problemae da questo ne derivano tanti altri, compresi molti dei problemi "pratici"
        Se anche ci fosse
        qualcosa di male nell'avere un repository misto,
        non significa che nel momento in cui lo fai non
        puoi fare più cose giuste o macchierà ogni tua
        azione futura. Il gesto è COMUNQUE apprezzabile.scusa ancora ma, di nuovo stai rispondendo aglio per cipolla: non si parlava di questoad ogni modo, certo che è apprezzabile, ci manchrebbe altro! infinitamente meglio mozilla di microsoft o di apple, infinitamente meglio firefox di un qualunque IE o altra roba proprietaria... ma ciò non esclude che la "vocazione open" di mozilla abbia alle spalle un bel po' di opportunismo e che, per questo, possa e debba essere ctiticata e che non ci si possa "fidare" più di tanto
        Non sono i Più Puri Paladini (TM)? Pace. Ma non è
        che per forza se non si è Più Puri Paladini (TM)
        allora l'unica alternativa è il Mostro Senz'Anima
        (TM). Ci sono anche aziende con un codice morale
        non perfetto, non identico al tuo, ma migliore di
        molte altre. Ed è giusto riconoscerglielo (anche
        commercialmente).ripeto ancora: aglio per cipolla...saluti
        • Talking Head scrive:
          Re: solo opportunismo
          - Scritto da: say no
          scusa ma a me non piace, già dall'inizio, il tuo
          di ragionamento: i motivi "pratici" vengono, se
          proprio li si deve considerare, come ultimi e non
          certo per
          primiArrivato a questa frase, il tuo post ha perso di interesse. Se vuoi rispondermi sul merito, bene: riprova. Se vuoi rispondermi con frasi fatte e slogan, non mi interessa.Se un punto è il primo o il secondo, è ovviamente scelto per chiarezza espositiva, non per importanza. Prima spiego perché qualcosa non è un problema, poi spiego perché, anche se fosse un problema, non sarebbe sensato bastonare. Vederci più di una scelta stilistica è delirante.
    • mmmm scrive:
      Re: solo opportunismo
      spiegati meglio, il browser è opensource quindi nasconderci dentro cose non possono... la loro cloud di firefox sync mi sembra la miglior cosa di tutte visto che tu invii solo un file criptato di cui la password resta sempre in locale quindi il tutto anonimo e volendo puoi usare una cloud alternativa... e qualunque estensione è facoltativa. E non mi pare abbiano mai consigliato di installare roba proprietaria anzi...
      • say no scrive:
        Re: solo opportunismo
        - Scritto da: mmmm
        spiegati meglio, il browser è opensource quindi
        nasconderci dentro cose non possono... nel codice non possono, ma negli eseguibili che scarichi dal sito possono (e, per inciso, questi eseguibili non possono neanche essere liberamente ridistribuiti... c'è il TM sul logo...)ma non è tanto qui il punto
        la loro
        cloud di firefox sync mi sembra la miglior cosa
        di tutte visto che tu invii solo un file criptato
        di cui la password resta sempre in locale quindi
        il tutto anonimo e volendo puoi usare una cloud
        alternativa... vabbé, qui si entra in un altro discorso (quello del cloud... e personalmente diffido di chiunque faccia cloud, in qualsiasi modo lo faccia)... ma il punto non sta nenache tanto quiil punto è semplicemente che se ci si presenta usando una immagine "open" (cosa che fa mozilla, come google e come fanno tanti altri) allora bisognerebbe poi essere anche un tantino coerenti (cosa che invece NON fa mozilla quando, per esempio, raccomanda di installare software proprietario)
        e qualunque estensione è
        facoltativa. certo ma nel repository degli addon (estensioni, plugin ecc.) di mozilla:- ci sono molti (ma molti) addon proprietari- solo da relativamente poco tempo vengono indicate (nenache tanto in evidenza) le licenze usate dai singoli addon (nenache tutti: per molti ancora non c'è questa specificazione)- non c'è separazione tra addon liberi e addon proprietari (è uno stesso repository e non due separati, e non è possibili filtrare gli addon in base alla licenza)mozilla potrebbe, per esempio, richiedere agli sviluppatori di rilasciare gli addon con una qualsiasi licenza libera, e/o potrebbe inserire un filtro per selezionare gli addon in base alla licenza ecc. ... ma NON lo fa...
        E non mi pare abbiano mai
        consigliato di installare roba proprietaria anzi...solo un esempio: mai vista una schermata che ti invita ad aggiornare flash?...
        • anony scrive:
          Re: solo opportunismo
          - Scritto da: say no
          certo ma nel repository degli addon (estensioni,
          plugin ecc.) di
          mozilla:
          - ci sono molti (ma molti) addon proprietari
          - solo da relativamente poco tempo vengono
          indicate (nenache tanto in evidenza) le licenze
          usate dai singoli addon (nenache tutti: per molti
          ancora non c'è questa
          specificazione)
          - non c'è separazione tra addon liberi e addon
          proprietari (è uno stesso repository e non due
          separati, e non è possibili filtrare gli addon in
          base alla
          licenza)

          mozilla potrebbe, per esempio, richiedere agli
          sviluppatori di rilasciare gli addon con una
          qualsiasi licenza libera, e/o potrebbe inserire
          un filtro per selezionare gli addon in base alla
          licenza ecc. ... ma NON lo
          fa...sì certo, perché filtrare gli addon in base alla licenza è la priorità di chiunque sia alla ricerca di un qualsiasi addon... suvvia.senza nulla togliere alla bontà e all'importanza della cosa, eh. sia ben inteso.
          • say no scrive:
            Re: solo opportunismo
            - Scritto da: anony
            sì certo, perché filtrare gli addon in base alla
            licenza è la priorità di chiunque sia alla
            ricerca di un qualsiasi addon...
            suvvia.magari non è priorità di un generico "utente" che cerca un addon, ma dovrebbe senz'altro esserlo per chi invece si dà un'immagine "open"... a meno che non lo faccia solo per fare business...
            senza nulla togliere alla bontà e all'importanza
            della cosa, eh. sia ben inteso.inteso tutto quello che vuoi, ma di fatto si sta togliendo moltissimo alla bontà e all'importanza della cosa: se la licenza non conta, se l'essere o no software libero non conta, se i DRM non contano, se la privacy non conta... mi spieghi la differenza tra scaricarsi un firefox e un IE? e dire che per l'utente privo di consapevolezza sono pure entrambi gratuiti...
          • Ubunto scrive:
            Re: solo opportunismo
            - Scritto da: say no
            inteso tutto quello che vuoi, ma di fatto si sta
            togliendo moltissimo alla bontà e all'importanza
            della cosa: se la licenza non conta, se l'essere
            o no software libero non conta, se i DRM non
            contano, se la privacy non conta... mi spieghi la
            differenza tra scaricarsi un firefox e un IE? e
            dire che per l'utente privo di consapevolezza
            sono pure entrambi
            gratuiti...Beh, ad esempio una differenza è che firefox funziona bene, explorer no.Un'altra differenza è che Firefox è OpenSource, explorer no.Un'altra differenza è che Microsoft ed Apple vietano la licenza OpenSource nei loro market di applicazioni, Firefox rispetta gli sviluppatori: ed è un pregio.Un'altra differenza è che Mozilla ha i contro-XXXXXXXX, altri sono ben più proni alle "richieste governative" e ad inserire backdoors e sistemi di tracciamento/spia nei propri prodotti.Le estensioni non le fa mozilla =
            la licenza non la sceglie mozilla.Mozilla potrebbe fare di più, ma fa già tanto: polemica gratuita.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 08 maggio 2011 04.41-----------------------------------------------------------
          • Sgabbio scrive:
            Re: solo opportunismo
            Non è che apple rifiuta le applicazioni Open source, VLC ad esempio ci stava, il problema era l'incompatibilità della licenza Open source con il sistema dell'app store.
          • Ubunto scrive:
            Re: solo opportunismo
            - Scritto da: Sgabbio
            Non è che apple rifiuta le applicazioni Open
            source, VLC ad esempio ci stava, il problema era
            l'incompatibilità della licenza Open source con
            il sistema dell'app
            store.Per me l'incompatibilità è dell'app store con le licenze opensource, e non viceversa.
          • say no scrive:
            Re: solo opportunismo
            - Scritto da: Ubunto
            - Scritto da: say no
            Beh, ad esempio una differenza è che firefox
            funziona bene, explorer no.mah... in linea di massima è così, ,a dipende anche di quali versioni parli... e su molti aspetti in ogni caso ci sarebbe da discutere...
            Un'altra differenza è che Firefox è OpenSource,
            explorer no.proprio per questo ci si aspetterebbe che mozilla non suggerisca e incoraggi l'uso di addon proprietari, arrivando a distribuirli direttamente dal suo sito/repository
            Un'altra differenza è che Microsoft ed Apple
            vietano la licenza OpenSource nei loro market di
            applicazioni, a parte che dimentichi cosucce come per esempio l'apertura open di M$ e le sue varie licenze "open source"...com'è allora che mozilla distribuisce e installa plugin PROPRIETARI e DRM, come Windows Media Player (MICROSOFT), o Quick Time (APPLE) o Adobe Reader e Adobe Flash Player??? ecc.https://addons.mozilla.org/en-US/firefox/browse/type:7
            Firefox rispetta gli sviluppatori:
            ed è un pregio.se dai retta a quello che dicono, allora anche M$ e Appl rispettano gli sviluppatori e pure gli utenti...
            Un'altra differenza è che Mozilla ha i
            contro-XXXXXXXX, altri sono ben più proni alle
            "richieste governative" e ad inserire backdoors e
            sistemi di tracciamento/spia nei propri
            prodotti.scusa, ma la geolocalizzazione di mozilla che manda tutto in casa google... tu come la chiami? e cosa ne sai di cosa davvero fanno i plugin e le estensioni proprietarie (e binarie) che mozilla distribuisce allegramente?
            Le estensioni non le fa mozilla =
            la licenza non la sceglie mozilla.si ma mozilla può decidere cosa fare in casa sua... potrebbe decidere, per esempio, di NON ospitare plugin proprietari...
            Mozilla potrebbe fare di più, ma fa già tanto:certo, chi ha detto il conrario?
            polemica gratuita.no, non è "gratuita"... serve a essere consapevoli di ciò e di chi ci circonda, del cosa e del come, e magari del perché... e non mi pare poco
        • mmmm scrive:
          Re: solo opportunismo
          molti probabilmente non hanno nemmeno una licenza molti sviluppatori di addon perchè non ci ha nemmeno pensato. Un utente come te che a cuore questo semplicemente guarda prima di cliccare installa. Mentre un utente disinteressato clicca installa che sia GPL o closed source... Fare due repository sarebbe solo un ostacolo per un utente comune.inoltre puoi sempre compilarti tutto tu anche se penso il fatto del TM sia per il marchio Firefox e basta... E che nascondano backdoor ne dubito fortemente...Infine c'è una grossa differenza tra il consigliare l'aggiornamento di flash e il consigliarne l'installazione. E semplicemente un aiuto a rimanere sicuri, come dire "ok usi codice proprietario ma almeno usalo sicuro..."
          • say no scrive:
            Re: solo opportunismo
            - Scritto da: mmmm
            molti probabilmente non hanno nemmeno una licenza
            molti sviluppatori di addon perchè non ci ha
            nemmeno pensato. Un utente come te che a cuore
            questo semplicemente guarda prima di cliccare
            installa. Mentre un utente disinteressato clicca
            installa che sia GPL o closed source... appunto... ed è proprio questo il problema: quando mai la "utenza" generale capirà la differenza se nenache si accorge che c'è?
            Fare due
            repository sarebbe solo un ostacolo per un utente
            comune.o un modo per spingerlo a capire...
            Infine c'è una grossa differenza tra il
            consigliare l'aggiornamento di flash e il
            consigliarne l'installazione. mah... non ci trovo tutta questa differenza... e comunque, credi che l'utente disinteressato di prima se ne possa accorgere?
            E semplicemente un
            aiuto a rimanere sicuri, come dire "ok usi codice
            proprietario ma almeno usalo
            sicuro..."come prima: credi che l'utente disinteressato colga il punto?
          • mmmm scrive:
            Re: solo opportunismo
            - Scritto da: say no
            - Scritto da: mmmm

            molti probabilmente non hanno nemmeno una
            licenza

            molti sviluppatori di addon perchè non ci ha

            nemmeno pensato. Un utente come te che a cuore

            questo semplicemente guarda prima di cliccare

            installa. Mentre un utente disinteressato clicca

            installa che sia GPL o closed source...

            appunto... ed è proprio questo il problema:
            quando mai la "utenza" generale capirà la
            differenza se nenache si accorge che
            c'è?
            non ci sarebbe cmq interesse, insegnare qualcosa a un utente è già difficile poi in questo caso non vedrebbe neanche un gran che di vantaggio...

            Fare due

            repository sarebbe solo un ostacolo per un
            utente

            comune.

            o un modo per spingerlo a capire...come sopra e ci sono cose molto più interessanti da farli capire se proprio dobbiamo insegnarli qualcosa... inoltre concetti come licenza implicano sapere cosè il sorgente, quindi come si creano programmi.... troppe "dipendenze"


            Infine c'è una grossa differenza tra il

            consigliare l'aggiornamento di flash e il

            consigliarne l'installazione.

            mah... non ci trovo tutta questa differenza... e
            comunque, credi che l'utente disinteressato di
            prima se ne possa
            accorgere?non se ne deve accorgere, l'unico che se ne accorge sei tu perchè interessato. La differenza sostanziale è che se non l'aveva prima non lo possiede neanche dopo, e se ce l'aveva già almeno lo aggiorna...


            E semplicemente un

            aiuto a rimanere sicuri, come dire "ok usi
            codice

            proprietario ma almeno usalo

            sicuro..."

            come prima: credi che l'utente disinteressato
            colga il
            punto?E' scritto in grande che è per la sicurezza, non deve capire nulla di più...
        • H5N1 scrive:
          Re: solo opportunismo
          Ti sfugge il fatto che la maggiorparte degli addon non sono sviluppati da Mozilla e che la MPL non obbliga gli sviluppatori di estensioni ad adottare lo stesso tipo di licenza.Se voglio posso creare un'estensione completamente "closed" e rilasciarla con la licenza che più mi aggrada senza che Mozilla possa opporsi o averne, comunque, responsabilità diretta.La maggiorparte delle distro Linux hanno codice "chiuso" o "proprietario" (mai sentito parlare di blob "non-free"?)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 09 maggio 2011 08.19-----------------------------------------------------------
          • say no scrive:
            Re: solo opportunismo
            - Scritto da: H5N1
            Ti sfugge il fatto che la maggiorparte degli
            addon non sono sviluppati da Mozilla e che la MPL
            non obbliga gli sviluppatori di estensioni ad
            adottare lo stesso tipo di licenza.no no mi sfugge per nulla... ma forse a te sfugge il fatto che mozilla potrebbe evitare di suggerire addon con licenza proprietaria e potrebbe evitare di tenere software proprietario sul suo sito e nei suoi repository
            Se voglio posso creare un'estensione
            completamente "closed" e rilasciarla con la
            licenza che più mi aggrada senza che Mozilla
            possa opporsi o averne, comunque, responsabilità
            diretta.certo, ma ripeto: mozilla potrebbe rifiutarsi di distribuirla o di validarla e dirti di distribuirtela da te...è quello che fa egregiamente il progetto Gnuzillahttp://www.gnu.org/software/gnuzilla/
            La maggiorparte delle distro Linux hanno codice
            "chiuso" o "proprietario" (mai sentito parlare di
            blob "non-free"?)ma guarda che lo so anche troppo bene...
          • H5N1 scrive:
            Re: solo opportunismo
            E quale sarebbe il problema?C'è differenza tra Free Software e Open Source e Mozilla non si è mai schierata.
  • Sgabbio scrive:
    Mafiaa Fire
    ho cercato nelle estensioni di mozilla, ma non lo trova... che l'abbiamo rimosso ?
    • Namekz scrive:
      Re: Mafiaa Fire
      https://addons.mozilla.org/en-US/firefox/addon/mafiaafire-redirector/devicercare il nomecompleto il motore di ricerca degli addon non è molto sveglio :D
      • Valeren scrive:
        Re: Mafiaa Fire
        Non è necessario: con downthem appaiono tutti i DownThemAll.Ho provato anche io a cercare mafiaa e non esce.Stavo vedendo nella home del sito se parlasse di una rimozione.[Update]Anche cercando con mafiaafire o MafiaaFire non mi restituisce nulla.Stessa cosa con MafiaaFire redirector.Con che keyword l'hai trovato?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 06 maggio 2011 16.47-----------------------------------------------------------
        • Sgabbio scrive:
          Re: Mafiaa Fire
          per caso hai cercato nella lingua italiana ? Perchè se è cosi, non lo trova da quel che ho notato!Mi correggo ho provato con la lingua inglese, ma non rileva l'add on!
          • lellykelly scrive:
            Re: Mafiaa Fire
            io l'ho scaricato dal loro sito
          • panda rossa scrive:
            Re: Mafiaa Fire
            - Scritto da: lellykelly
            io l'ho scaricato dal loro sitoQui uno short link alla pagina di downloadhttp://tinyurl.com/6k6x3pu
          • Marco scrive:
            Re: Mafiaa Fire
            Io ho inserito semplicemente "mafiaa" (senza virgolette) e mi ha dato, come unico risultato, "MafiaFire Redirector"
          • Sgabbio scrive:
            Re: Mafiaa Fire
            Da me non funziona purtroppo.
  • Luco, giudice di linea mancato scrive:
    GOOGLE, IMPARA DA MOZILLA!!
    Come da oggetto.Un'ordinanza non convalidata da un giudice va considerata CARTA IGIENICA e come tale va trattata.
    • cognome scrive:
      Re: GOOGLE, IMPARA DA MOZILLA!!
      - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
      Come da oggetto.
      Un'ordinanza non convalidata da un giudice va
      considerata CARTA IGIENICA e come tale va
      trattata.Non terrei cosi sù google.Fanno quel che gli pare, come gli pare e quando gli pare e piace.Hanno monopolizzato il Search, tirano i fili dei siti che a loro piu aggrada, senza alcuna trasparenza.Anche nell'advertisment, nella privacy, nel tracciamento, nella data retention eccetera.Non credo proprio che google sia un esempio da imitare.Semmai da punire severamente.Aspettiamo se non altro, parti delle sue membra scorrere sul fiume della giustizia.Prima o poi.
      • Sgabbio scrive:
        Re: GOOGLE, IMPARA DA MOZILLA!!
        - Scritto da: cognome

        Non terrei cosi sù google.
        Fanno quel che gli pare, come gli pare e quando
        gli pare e
        piace.Non direi visto che ha dovuto trasformare youtube in un luogo di checche isteriche del copyright per far contenti i dinosauri di quest'ultimo!Da quel punto di vista quel sito è peggiorato parecchio da quando google comprò la baracca.Ha pure levato alcune parole chiavi delle funzioni automatiche per tutelarsi fai te... Se faceva veramente quel che gli pareva, i feudatari del copyright si sarebbero rassegnati da tempo!
        Hanno monopolizzato il Search, tirano i fili dei
        siti che a loro piu aggrada, senza alcuna
        trasparenza.Infatti non esistono altri motori di ricerca, per non parlare di bing che nel bene o nel male si è ritagliato una bella fettona.Che tira i fili dei siti che aggrada ho i miei dubbi.
        Anche nell'advertisment, nella privacy, nel
        tracciamento, nella data retention
        eccetera.La Data retention non dipende da google ma dai governi, dove di recente in europa, vogliono che vengano immagazzinati dei log per le parole chiave di ricerca!per gli AD non è l'unica entità esistente, per la privacy si può aprire un bel discorso comunque.
        Non credo proprio che google sia un esempio da
        imitare.
        Semmai da punire severamente.Ti dimentichi di quel che ha fatto di positivo però!
        Aspettiamo se non altro, parti delle sue membra
        scorrere sul fiume della
        giustizia.
        Prima o poi.Speriamo che invece arrivi un concorrente nuovo e fresco che faccia realmente impensierire google.
  • Sandro kensan scrive:
    Mozilla fuori dagli USA
    Ho sempre pensato che Mozilla foundation in USA è un pericolo per la libertà.
    • pao scrive:
      Re: Mozilla fuori dagli USA
      gli usa stessi sono un pericolo per la libertà
      • pippO scrive:
        Re: Mozilla fuori dagli USA
        - Scritto da: pao
        gli usa stessi sono un pericolo per la libertàNoi siamo messi peggio :'(Ma almeno non contando un razzo, non possiamo fare danni :D
      • Sandro kensan scrive:
        Re: Mozilla fuori dagli USA
        - Scritto da: pao
        gli usa stessi sono un pericolo per la libertàSi, saranno pure la democrazia migliore del mondo ma sanno fare i loro interessi in modo sconsiderato per la libertà altrui per cui Le varie foundation dovrebbero stare tutte oltre i confini a stelle e strisce.Poi gli artigli USA si addentrano nei gangli di tutti gli stati satellite, però in Europa ci sarebbero dei vantaggi nel fare risiedere Mozilla e le altre.
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: Mozilla fuori dagli USA
          - Scritto da: Sandro kensan
          - Scritto da: pao

          gli usa stessi sono un pericolo per la libertà

          Si, saranno pure la democrazia migliore del mondo
          ma sanno fare i loro interessi in modo
          sconsiderato per la libertà altrui per cui Le
          varie foundation dovrebbero stare tutte oltre i
          confini a stelle e
          strisce.

          Poi gli artigli USA si addentrano nei gangli di
          tutti gli stati satellite, però in Europa ci
          sarebbero dei vantaggi nel fare risiedere Mozilla
          e le
          altre.Dipende da quale Europa.Non Italia e non Francia certamente.Io consiglierei la Norvegia.O magari il Lussemburgo, tanto lì c'è pure Paypal :D
          • Sgabbio scrive:
            Re: Mozilla fuori dagli USA
            Stano che non hanno detto nulla ha Opera con il suo Opera turbo che tramite un proxy aggira certi blocchi Oo
          • Zapper scrive:
            Re: Mozilla fuori dagli USA
            - Scritto da: Sgabbio
            Stano che non hanno detto nulla ha Opera con il
            suo Opera turbo che tramite un proxy aggira certi
            blocchi
            OoDevono fare un'estensione per il loro cervello.A parte ciò, ottimo stupro della lingua italiana.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Mozilla fuori dagli USA
            Ottimo post che stupra la policy oltre al fatto che non aggiunge nulla alla discussione.
          • p4bl0 scrive:
            Re: Mozilla fuori dagli USA
            - Scritto da: Sgabbio
            Ottimo post che stupra la policy oltre al fatto
            che non aggiunge nulla alla
            discussione.per la verità aveva aggiunto una frasee per la cronaca il tuo non era un errore di sintassi o di battitura quindi lui non violava la policy
          • mela marcia doc scrive:
            Re: Mozilla fuori dagli USA
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
            O magari il Lussemburgo, tanto lì c'è pure PaypalChe ha comunque contribuito a tagliare i fondi a WikiLeaks
          • Sgabbio scrive:
            Re: Mozilla fuori dagli USA
            sotto pressioni ovviamente :D
      • suka scrive:
        Re: Mozilla fuori dagli USA
        - Scritto da: pao
        gli usa stessi sono un pericolo per la libertàstraquotohttp://goo.gl/JlpjQ
  • Guybrush Fuorisede scrive:
    E come sempre in questi casi...
    ...puppa!L'azione di Lobby delle major non conosce tregua. Del resto mantenere un lobbysta costa assaje. Anche esso ha le sue esigenze: macchine, vini pregiati, la villa ad acapulco ecc... Ma che vengano pure, li aspettiamo al varco per usare le stesse leggi, ottenute a suon di dollari, contro di loro.70 anni dopo la morte dell'ultimo co-autore sono pure troppi: nel frattempo il sistema pensionistico ha preso piede e funziona assai meglio dei diritti d'autore.GTFS
    • lol scrive:
      Re: E come sempre in questi casi...
      - Scritto da: Guybrush Fuorisede
      ...puppa!

      L'azione di Lobby delle major non conosce tregua.
      Del resto mantenere un lobbysta costa assaje.
      Anche esso ha le sue esigenze: macchine, vini
      pregiati, la villa ad acapulco ecc...


      Ma che vengano pure, li aspettiamo al varco per
      usare le stesse leggi, ottenute a suon di
      dollari, contro di
      loro.

      70 anni dopo la morte dell'ultimo co-autore sono
      pure troppi: nel frattempo il sistema
      pensionistico ha preso piede e funziona assai
      meglio dei diritti
      d'autore.

      GTFS90 anni in realtà ma presto verranno ulteriormente aumentati, non sia mai che i diritti d'autore di disney decadano vero?
      • ciccio quanta ciccia scrive:
        Re: E come sempre in questi casi...
        Io opterei per minimo minimo 2 milioni di anni così uno può stare tranquillo e fare progetti a lungo termine. Non vorremmo mica minare il diritto alla tranquillità, no?
      • Guybrush Fuorisede scrive:
        Re: E come sempre in questi casi...
        - Scritto da: lol
        - Scritto da: Guybrush Fuorisede[...]
        90 anni in realtà ma presto verranno
        ulteriormente aumentati, non sia mai che i
        diritti d'autore di disney decadano
        vero?In europa è 70, ci sono pressioni da parte del governo americano, ma la Disney per tenersi topolino deve pagare un bel po' di quattrini.Anche se il topo animato di nome Mickey Mouse puo' essere riutilizzato a piacimento, anche se adesso si possono scrivere e pubblicare strisce con il topo più famoso del mondo... ci sono i trademark che non si possono violare.Certo: registrare un marchio e mantenerlo costa molto di più che dire "l'ho fatto io, tutelami aggratis fino a 70 anni dopo la mia morte".Pero' si puo' fare.GTFS
Chiudi i commenti