ISIS, il terrore corre sui social network

In un video, dei sedicenti membri dello Stato Islamico minacciano Mark Zuckerberg di Facebook e Jack Dorsey di Twitter per essersi schierati nella lotta al terrorismo

Roma – L’ISIS, nell’alimentare il clima di terrore dentro e fuori dalla Rete, ha minacciato anche Facebook e Twitter, colpevoli a loro avviso di essersi schierati contro il dilagare del loro estremismo online.

Screenshot del video

In particolare i sedicenti terroristi dell’autoproclamato Stato Islamico ce l’hanno con Mark Zuckerberg, CEO di Facebook, e Jack Dorsey, CEO di Twitter: entrambe le piattaforme hanno assunto l’ impegno a combattere gli estremismi online ed attivato meccanismi per bloccare account legati al terrorismo e rimuovere i contenuti della loro propaganda.

Le minacce sono contenute in un video di 25 minuti intitolato “Fiamme dei Sostenitori” rinvenuto su Telegram dal sito di notizie Vocativ : realizzato da dei sedicenti sostenitori dello Stato Islamico che si fanno chiamare “i figli dell’esercito del Califfato”, in esso i volti dei due CEO sono bersaglio di proiettili. Il filmato si conclude con una minaccia diretta: “potete anche sospendere molti dei nostri account, ma è tutto quello che sapete fare? Noi siamo di un’altra categoria. Se ne chiudete uno ne apriremo altri 10 e presto il vostro nome sarà cancellato dopo che avremo cancellato i vostri siti. È la volontà di Allah.”

Twitter, già l’ anno scorso oggetto di minacce, afferma di aver sospeso 125mila account “per messaggi di violenza o propaganda di azioni terroristiche, principalmente legati all’ISIS”. Da parte sua Facebook ha riferito di lavorare per assicurarsi che i terroristi non usino la sua piattaforma e per rimuovere velocemente i contenuti a loro sostegno.

Entrambi i social network sono tra coloro che hanno risposto all’appello prima di Parigi e poi di Washington per creare un fronte per la collaborazione contro la propaganda terroristica in Rete: proprio in questi giorni , peraltro, l’amministrazione Obama si sta incontrando con i responsabili delle principali aziende ICT per elaborare un piano di azione.

Claudio Tamburrino

fonte immagine

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Darth Vader scrive:
    E' un altro errore strategico
    Da anni sono un utilizzatore delle tecnologie MS a tutto tondo, sia per l'infrastruttura della mia mini-azienda sia per la definizione delle architetture tecniche dei progetti sui clienti. Ebbene credo di non aver mai visto su nessuna tecnologia la serie di errori, tentennamenti e retromarce involutive che sto vedendo sui telefoni cellulari.Windows Mobile (pre-iPhone) era un telefono che cominciava a diventare serio quando hanno deciso di seguire Apple sulla via dei giocat-telefoni. Ora che Windows Phone 8.1 cominciava ad avere dentro delle funzioni serie, ecco che sono di nuovo involuti su Windows 10 Mobile. Ho dovuto constatare con sorpresa, delusione e irritazione che le stesse applicazioni Microsoft su Android hanno le funzionalità di integrazione con il cloud Microsoft che in Windows 10 Mobile non ci sono (mentre su Windows Phone 8.1 ci sono).Ci sono alcuni pochi assiomi che Microsoft deve cacciarsi in testa per poter SPERARE di recuperare le quote di mercato su Android:1. devono far girare NATIVAMENTE le applicazioni Android2. Le applicazioni native W10 Mobile DEVONO avere le stesse funzionalità di quelle su Android (e magari qualcuna in più, ma MAI meno come è oggi)Senza queste due cose (la prima non semplice e la seconda incredibilmente non ancora digerita da MS, ma entrambe essenziali) anche professionisti come me che hanno investito economicamente e professionalmente sulle tecnologie MS non ci penseranno due volte a deviare su Android al prossimo cambio di telefono / progetto. Perché devo fare fatica a usare le funzionalità del cloud MS da un telefono MS mentre da Android ci riesco meglio? Perché devo rischiare di fare brutte figure con il cliente cui ho consigliato l'adozione di tecnologie MS cloud e mobile?MA SOPRATTUTTO:Perché devo crederci io imprenditore / consulente IT nella tecnologia mobile MS se Microsoft stessa mi dimostra ogni giorno di non crederci?SVEGLIA MS: mi sa che questa è veramente l'ultima chiamata!
    • Darth Vader scrive:
      Re: E' un altro errore strategico
      - Scritto da: ...
      - Scritto da: Darth Vader

      Da anni sono un utilizzatore delle
      tecnologie
      MS

      a tutto tondo, sia per l'infrastruttura
      della
      mia

      mini-azienda sia per la definizione delle

      architetture tecniche dei progetti sui
      clienti.
      Condoglianze.
      Sono cose brutte, lo sappiamo.Per niente. Almeno non per i sistemi e le applicazioni professionali (escluso, come dicevo la telefonia mobile). Per il consumer... mi interessa poco.


      Windows Mobile (pre-iPhone) era un telefono
      che

      cominciava a diventare serio quando hanno
      deciso

      di seguire Apple sulla via dei
      giocat-telefoni.
      Diventare serio?
      Giocat-telefoni?
      Scusa se ti sembro maleducato, eh, ma devo
      proprio chiedertelo: viviamo nello stesso
      mondo?Probabilmente no. Io faccio penso e disegno infrastrutture per le aziende e gli utilizzi professionali. In questo contesto Windows Mobile aveva la possibilità di gestire via policy delle intere flotte di cellulari. Roba che Apple ancora oggi non riesce a fare nello stesso modo, figurarsi quando con iPhone il mondo ha scoperto che avevano tutti bisogno di un giocattolo che assomigliasse ad un telefono.Tutto il mercato che ne è venuto fuori non nego che possa aver creato un movimento di soldi, ma dal punto di vista delle potenzialità di utilizzare telefoni come strumenti IT enabled per connettere persone roaming, l'uscita di iPhone è stato un passo indietro nel medioevo.I consumer invece hanno scoperto che potevano usare un dito per interfacciarsi con un bel telefono colorato. Per loro è stato un passo avanti.
      Microsoft questo non l'ha capito, perché è
      un'azienda che non ha MAI pensato di innovare e
      di migliorarsi,Microsoft ha messo un computer su ogni scrivania e in ogni casa. Punto. Se questa non è innovazione...
      OSX ha fatto breccia perché ha offerto alla gente
      un motivo: vi offro le stesse applicazioni di
      Windows con maggiore
      sicurezza.OSX in ambito di applicazioni aziendali è ancora su numeri da prefisso telefonico. Viene per lo più usato per fare le stesse cose che si fanno con un PC Windows ma consentendo di atteggiarsi di più.Ti do una notizia se Windows domani smettesse di funzionare su tutti i PC o, peggio, se Excel smettesse di funzionare, le industrie di praticamente tutti i settori del mercato si fermerebbero per mesi.
      È vero? È falso? Non è questo il punto
      del
      discorso.

      Questo ha creato un circolo vizioso per Linux:
      NO UTENTI -
      NO SOFTWARE COMMERCIALE -
      NO
      INTERESSE -
      NO
      UTENTI

      Microsoft adesso si trova nella stessa situazione.
      Perché la gente dovrebbe lasciare Android e iOS?
      Windows Phone non offre niente di più e niente di
      meglio degli
      altri.Su questo siamo d'accordo. E per questo ho fatto il mio messaggio di critica. Microsoft non ha mai mostrato, in nessun campo, la debolezza di idee e l'incapacità di essere al passo. Windows Phone è decisamente più semplice ma ci si aspetterebbe una migliore integrazione con il Cloud Microsoft. E invece Android è integrato meglio, e non da Google... ma da Microsoft stessa! Incredibile. E' come se Office su Mac funzionasse meglio che su Windows. Non si era mai visto nulla del genere.
      • stack_overflow scrive:
        Re: E' un altro errore strategico
        - Scritto da: Darth Vader
        Microsoft ha messo un computer su ogni scrivania
        e in ogni casa. Punto. Se questa non è
        innovazione...Ma basta con questa solita storiella che non attacca più...No, non è innovazione, considerando che non è stata una mossa *di* Microsoft, ma un prodotto dei cloni PC IBM che hanno svalutato il costo dell'hardware, a scapito dell'innovazione e della concorrenza (vedasi le pratiche sporche di Intel).Microsoft non c'entra nulla. Loro hanno semplicemente colto la palla al balzo con i loro contratti di licenza e hanno eliminato la concorrenza a suon di mazzette (vedasi Be, Inc.).E il prezzo che oggi stanno pagando deriva anche da questo, non dimentichiamocelo.Non è solo colpa di quell'idiota di Ballmer e del suo "nessuno compra un telefono a 500$".-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 29 febbraio 2016 20.53-----------------------------------------------------------
        • Darth Vader scrive:
          Re: E' un altro errore strategico
          - Scritto da: stack_overflow
          - Scritto da: Darth Vader

          Microsoft ha messo un computer su ogni
          scrivania

          e in ogni casa. Punto. Se questa non è

          innovazione...
          Ma basta con questa solita storiella che non
          attacca
          più...

          No, non è innovazione, considerando che non è
          stata una mossa *di* Microsoft, ma un prodotto
          dei cloni PC IBM che hanno svalutato il costo
          dell'hardware, a scapito dell'innovazione e della
          concorrenza (vedasi le pratiche sporche di
          Intel).Non mi sembra che il sistema operativo fosse IBM ed è quello che ha consentito la diffusione, non l'HW. Altrimenti Amiga e Atari si sarebbero diffusi al posto dei cloni IBM.E poi la vera diffusione si è avuta con Windows (in particolare da Win 95 in poi) e a quel punto il sodalizio IBM MS era morto da tempo.Il vero discorso è che per gli anti-MS ogni spiegazione è inutile e ogni realtà può anche essere distorta per asservire le proprie idee preconcette
          • stack_overflow scrive:
            Re: E' un altro errore strategico
            - Scritto da: Darth Vader
            Non mi sembra che il sistema operativo fosse IBM
            ed è quello che ha consentito la diffusione, non
            l'HW. Altrimenti Amiga e Atari si sarebbero
            diffusi al posto dei cloni
            IBM.Evidentemente non hai letto *NULLA* del mio post, ma ti stai limitando a rispondere a sproposito.Quello che ha portato alla diffusione capillare sono stati i cloni IBM che essendo tutti compatibili hanno portato ad una progressiva svalutazione del costo stesso dell'hardware.All'epoca le workstation erano *TUTTE* hardware + software, e di conseguenza nessuno degli altri vendor poteva abbassare il prezzo come con i cloni IBM, perché c'era il costo di ingegnerizzazione del ferro che era tutto a carico della stessa azienda che sviluppava l'OS.Tipo Amiga, tipo Atari, tipo SUN, tipo HP ecc.Ecco perché le SUN SPARCstation sono morte e sostituite da cloni PC IBM. Perché costavano un occhio della testa, mentre i PC li trovavi ad un ventesimo del prezzo.E questo è lo stesso motivo per il quale Linux ha soppiantato UNIX, dato che con i cloni IBM PC si potevano avere Workstation/Server UNIX-like basate su proXXXXXri x86 + Linux, ad un costo inferiore di SPARC + Solaris.Ripeto: Windows in sé non c'entra nulla.
            E poi la vera diffusione si è avuta con Windows
            (in particolare da Win 95 in poi) e a quel punto
            il sodalizio IBM MS era morto da
            tempo.Non a caso ho scritto cloni IBM PC. Ma vedo che continui a non leggere i post che ti scrivono gli altri.In ogni caso, ripeto: Windows non c'entra nulla.La diffusione non si è avuta perché c'era Windows.La diffusione di Windows è stata una diffusione forzata, attraverso gli accordi con gli OEM e le pratiche scorrette.Di conseguenza, si è imposto quel sistema operativo, poiché è stato veicolato alla stessa maniera di come venivano distribuiti i sistemi operativi proprietari messi su hardware proprietario, ma con la differenza è che nel caso di Windows l'hardware non era di Microsoft, e la sua preinstallazione avveniva su qualsiasi macchina avesse una CPU x86.
            Il vero discorso è che per gli anti-MS ogni
            spiegazione è inutile e ogni realtà può anche
            essere distorta per asservire le proprie idee
            preconcetteGuarda che qua l'unico che ha le idee distorte sei tu.Io non sono un anti-MS. E non mi pare di aver detto che Linux è meglio di Windows o Mac OS X è meglio di Windows.Mi pare di averti risposto solo in un punto preciso.Sei tu che stai ignorando completamente la storia e ti sei creato una favoletta priva di riscontri reali.Tutto ciò che ha portato alla situazione attuale è stato un insieme di variabili che hanno creato le condizioni favorevoli a Microsoft per imporsi sul mercato.Microsoft è stata un'azienda furba. Una che, ai tempi di Bill Gates, ha saputo fiutare gli affari meglio di molti altri suoi concorrenti. E nessuno lo mette in dubbio.Ma non è stata un'azienda che ha innovato o ha investito in tecnologia.Ed è questo il motivo per il quale fuori dal mondo PC desktop prende mazzate ed ha una PESSIMA reputazione un po' ovunque.Perché quando non hai una cultura che affonda le radici nella continua ricerca, non riesci a vedere le potenzialità di un prodotto o di una idea, né tanto meno riesci a metterla in pratica per dare vita ad un prodotto innovativo.Di conseguenza, non puoi fare altro che aspettare che sia la concorrenza ad innovare, per poi o cercare di copiare fallendo miseramente (vedasi ReFS vs ZFS) oppure venendo tagliata fuori in quanto è troppo tardi per imporsi su un mercato (vedasi Windows Phone).L'unico mercato in cui puoi esistere in queste condizioni è quello monopolizzato dalle tue soluzioni, in quanto sia che siano scadenti o sia che siano decenti sei l'unico vendor a cui fare riferimento (Windows e Office).
      • ... scrive:
        Re: E' un altro errore strategico
        - Scritto da: Darth Vader
        Microsoft ha messo un computer su ogni scrivania
        e in ogni casa.Ha messo anche uno dei suoi impiegati su ogni azienda fallimentare. Vedasi Nokia, SCO...I risultati in entrambi i casi sono sotto gli occhi di tutti.E non sono positivi.
        Ti do una notizia se Windows domani smettesse di
        funzionare su tutti i PC o, peggio, se Excel
        smettesse di funzionare, le industrie di
        praticamente tutti i settori del mercato si
        fermerebbero per
        mesi.E allora? Io non ho mica detto che Windows non lo usa nessuno.Ho detto che OSX ha fornito a molti utenti un'alternativa potendo usare le stesse applicazioni di Windows.E mi riferivo alle suite Adobe e AutoCAD, che sono i prodotti la cui mancanza è sempre stata oggetto di rimprovero verso Linux.Non esistono solo i PC Windows che fanno girare software spazzatura sviluppato in-house. Il mondo è vasto.
        Windows Phone è
        decisamente più semplice ma ci si aspetterebbe
        una migliore integrazione con il Cloud Microsoft.
        E invece Android è integrato meglio, e non da
        Google... ma da Microsoft stessa! Incredibile. E'
        come se Office su Mac funzionasse meglio che su
        Windows. Non si era mai visto nulla del
        genere.Questo vuol dire che Microsoft stessa in fondo non ci crede più di tanto.Ormai lo hanno capito anche loro che Windows Phone è un Titanic che sta affondando.Quello che io mi sarei aspettato però sarebbe stato un deprecarlo definitivamente *PRIMA* di Windows 10, anziché tentare la strada ridicola delle Universal Apps, di Astoria e del runtime di iOS. Quasi come se stessero cercando di aggrapparsi a qualunque cosa pur di non scomparire, dopo averle provate di tutti i colori: dalla vendita di licenze WP sottobanco al patent-trolling su exFAT.
        • Darth Vader scrive:
          Re: E' un altro errore strategico
          - Scritto da: ...
          - Scritto da: Darth Vader

          Microsoft ha messo un computer su ogni
          scrivania

          e in ogni casa.
          Ha messo anche uno dei suoi impiegati su ogni
          azienda fallimentare. Vedasi Nokia,
          SCO...
          I risultati in entrambi i casi sono sotto gli
          occhi di
          tutti.
          E non sono positivi.


          Ti do una notizia se Windows domani
          smettesse
          di

          funzionare su tutti i PC o, peggio, se Excel

          smettesse di funzionare, le industrie di

          praticamente tutti i settori del mercato si

          fermerebbero per

          mesi.
          E allora? Io non ho mica detto che Windows non lo
          usa
          nessuno.
          Ho detto che OSX ha fornito a molti utenti
          un'alternativa potendo usare le stesse
          applicazioni di
          Windows.Siamo in disaccordo su due cose:1. sul "molti". Apple sta ancora a percentuali risibili (sotto il 10% per capirci)2. Un sistema operativo in grado di essere superiore all'esistente deve consentire di fare cose diverse (e più evolute) non scimmiottare il re del pollaio.

          Windows Phone è

          decisamente più semplice ma ci si
          aspetterebbe

          una migliore integrazione con il Cloud
          Microsoft.

          E invece Android è integrato meglio, e non da

          Google... ma da Microsoft stessa!
          Incredibile.
          E'

          come se Office su Mac funzionasse meglio che
          su

          Windows. Non si era mai visto nulla del

          genere.
          Questo vuol dire che Microsoft stessa in fondo
          non ci crede più di
          tanto.E' esattamente il senso della mia critica. Se non ci crede, che faccia una versione di Android customizzata con la sua interfaccia a piastrelle e la smetta di buttare sul mercato prodotti che sono meno efficienti rispetto alle versioni di SW Microsoft rilasciato per piattaforme della concorrenza.
          • ... scrive:
            Re: E' un altro errore strategico
            - Scritto da: Darth Vader
            Siamo in disaccordo su due cose:
            1. sul "molti". Apple sta ancora a percentuali
            risibili (sotto il 10% per
            capirci)il 10% del mercato desktop è poco? Specialmente se consideri che Apple a differenza di Microsoft vende HARDWARE e software? Tu non sai di cosa stai parlando.Apple è il più grosso produttore hardware al mondo e la sua quota è talmente consistente che oggi l'unica cosa rimasta a Windows sono i software in-house che sono troppo legati alle API Win32. E sono un cancro persino per MS stessa che non può deprecare nulla per evitare di rompere la compatibilità con quella spazzatura.Quella è tutta roba morta che rimarrà lì finché non morirà. Non interessa a nessuno.Ormai la maggior parte dei software mantenuti e diffusi hanno port ufficiali per OSX.Senza contare che paragonare a caso Microsoft ed Apple è pretestuoso, dato che la prima ha il vantaggio del software conXXXXX in licenza.Laddove invece è legata all'hardware, e quindi si ha un confronto più diretto tra le quote, Microsoft non solo perde ma non esiste proprio. Vedasi Surface.
            2. Un sistema operativo in grado di essere
            superiore all'esistente deve consentire di fare
            cose diverse (e più evolute) non scimmiottare il
            re del
            pollaio.Quindi un OS desktop non deve far girare applicazioni desktop?Ti rendi conto che stai dicendo stupidaggini, sì?
          • Darth Vader scrive:
            Re: E' un altro errore strategico
            - Scritto da: ...
            - Scritto da: Darth Vader

            Siamo in disaccordo su due cose:

            1. sul "molti". Apple sta ancora a
            percentuali

            risibili (sotto il 10% per

            capirci)
            il 10% del mercato desktop è poco?Sì, è poco.L'apice del sucXXXXX di Windows Phone è stato il 10-11% di share sui telefoni. Ed era poco. Perché per i desktop è diverso?

            2. Un sistema operativo in grado di essere

            superiore all'esistente deve consentire di
            fare

            cose diverse (e più evolute) non
            scimmiottare
            il

            re del

            pollaio.
            Quindi un OS desktop non deve far girare
            applicazioni
            desktop?
            Ti rendi conto che stai dicendo stupidaggini, sì?Se si vuole definire più evoluto deve permettere di fare cose diverse in modo più evoluto. Altrimenti è solo più colorato (e più cool, come in effetti si atteggia chi usa Mac)
          • ... scrive:
            Re: E' un altro errore strategico
            - Scritto da: Darth Vader
            L'apice del sucXXXXX di Windows Phone è stato il
            10-11% di share sui telefoni.Ma quali 10-11%...(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Magari Windows Phone avesse avuto il 10% del mercato...Windows Phone sul mobile è come Linux sul desktop. Non esiste e basta.http://gs.statcounter.com/#mobile+tablet-os-ww-monthly-201208-201601Il top è stato verso Maggio 2014 con l'1.94%!Se avesse avuto intorno al 10% avrebbe avuto *TUTTE* le killer app, e non avrebbe avuto bisogno né di Astoria e nel del runtime di iOS.Smettila, per favore.Questa è al limite del ridicolo.
            Perché
            per i desktop è
            diverso?Perché1) 10%
            1%2) Perché OSX lo trovi su UN SOLO computer, Windows no.E dato che Apple è il più grosso vendor di hardware al mondo, vuol dire che in proporzione NON esiste un PC Windows diffuso quanto un Mac, dato che non esiste alcun vendor che DA SOLO ha in mano il 10% del mercato.E ripeto: il fatto che ormai su OSX esiste un port più o meno di qualunque software moderno è proprio indice del fatto che la sua quota è di gran lunga più determinante di quella che cerchi di far passare con il tuo post.
            Se si vuole definire più evoluto deve permettere
            di fare cose diverse in modo più evoluto.
            Altrimenti è solo più colorato (e più cool, come
            in effetti si atteggia chi usa
            Mac)Sono entrambi sistemi operativi desktop ed entrambi servono ad un solo scopo: far girare software desktop. Punto.Non mi interessano gli slogan tipici di una campagna di marketing, te l'ho già detto qui:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=4303965&m=4304278#p4304278 <i
            OSX ha fatto breccia perché ha offerto alla gente un motivo: vi offro le stesse applicazioni di Windows con maggiore sicurezza. <b
            È vero? È falso? Non è questo il punto del discorso. </b
            </i
          • Darth Vader scrive:
            Re: E' un altro errore strategico
            Per il 11% mi riferivo al mercato Italiano (non sono riuscito a trovare più l'articolo che avevo letto un paio di anni fa). Comunque la stessa analisi con la quale sbertucciano MS su questo forum dà un massimo storico del 5,6% (https://bgr.com/2016/01/29/windows-phone-sales-decline-record-low/)Vorrei tuttavia sottolineare come state riuscendo, con affermazioni fondamentaliste e lontane dalla realtà, a costringermi a difendere Microsoft in un post che ho iniziato io e che si intitola "E' un altro errore strategico".
          • ... scrive:
            Re: E' un altro errore strategico
            - Scritto da: Darth Vader
            Vorrei tuttavia sottolineare come state
            riuscendo, con affermazioni fondamentaliste e
            lontane dalla realtà, a costringermi a difendere
            Microsoft in un post che ho iniziato io e che si
            intitola "E' un altro errore
            strategico".Guarda che nessuno ti sta obbligando a fare la difesa d'ufficio, dato che qui nessuno ha fatto affermazioni fondamentaliste ma si sono fatti discorsi oggettivi e che descrivono perfettamente la realtà delle cose.Sei tu che stai accampando scuse e stai cercando giustificazioni che sanno più di arrampicate sugli specchi che altro.
          • Darth Vader scrive:
            Re: E' un altro errore strategico
            - Scritto da: ...
            - Scritto da: Darth Vader

            Vorrei tuttavia sottolineare come state

            riuscendo, con affermazioni fondamentaliste e

            lontane dalla realtà, a costringermi a
            difendere

            Microsoft in un post che ho iniziato io e
            che
            si

            intitola "E' un altro errore

            strategico".
            Guarda che nessuno ti sta obbligando a fare la
            difesa d'ufficio, dato che qui nessuno ha fatto
            affermazioni fondamentaliste ma si sono fatti
            discorsi oggettivi e che descrivono perfettamente
            la realtà delle
            cose.

            Sei tu che stai accampando scuse e stai cercando
            giustificazioni che sanno più di arrampicate
            sugli specchi che
            altro.Quando dici che Microsoft è "un'azienda che non ha mai pensato a innovare e migliorarsi" non è forse un'affermazione fondamentalista? Microsoft è l'azienda che ha fatto più innovazione sulle piattaforme desktop e server negli ultimi 25 anni. Poi potete pensare che sia comunque troppo poca, ma prendere oggetti che esistevano già (lettori MP3, telefoni touch, tablet PC), semplificarne all'osso le funzioni e schiaffarci una mela sopra per spacciarli come innovazione non è un modello alternativo che potete propormi come valido.Comunque qui si stava parlando dei telefoni cellulari e del fatto che, a contrario di quanto fatto su PC e Server, Microsoft ha dimostrato di non crederci lei stessa nella possibilità di fare diventare Windows Phone uno dei leader di mercato.
          • ... scrive:
            Re: E' un altro errore strategico
            - Scritto da: Darth Vader
            Quando dici che Microsoft è "un'azienda che non
            ha mai pensato a innovare e migliorarsi" non è
            forse un'affermazione fondamentalista? Microsoft
            è l'azienda che ha fatto più innovazione sulle
            piattaforme desktop e server negli ultimi 25
            anni.Basta con le stupidaggini, per favore.Dire che Microsoft è l'azienda più innovativa nel settore server negli ultimi 25 anni non si può sentire proprio, considerando che l'unica azienda che ha potuto vantare una cosa simile è stata la defunta SUN, con ZFS, DTrace, FMA, COMSTAR, Zones ed IPS.Tecnologie che OGGI o tutti scopiazzano male oppure non hanno nemmeno.Microsoft nel settore server non ha portato una innovazione che fosse * <b
            UNA </b
            *.La sua implementazione dei container arriverà con Windows Server 2016 ed è già scadente dato che richiede ancora una connessione simil-VNC per accedere ad un Virtual Desktop, e con Windows Server 2012 ha introdotto ReFS che per avere un decimo delle funzionalità di ZFS deve combinarsi con Storage Spaces e VSS, arrivando così ad una soluzione più o meno identica a quella che su Linux si faceva da almeno un decennio con LVM+ext*/XFS+rsync, ma con l'handicap che SS+ReFS non supporta la deduplicazione e che SS in sé non supporta i subvolumi.Ma piantala, Dio santo.Tu non sai proprio di cosa stai parlando.
          • Darth Vader scrive:
            Re: E' un altro errore strategico
            - Scritto da: ...
            - Scritto da: Darth Vader

            Quando dici che Microsoft è "un'azienda che
            non

            ha mai pensato a innovare e migliorarsi" non
            è

            forse un'affermazione fondamentalista?
            Microsoft

            è l'azienda che ha fatto più innovazione
            sulle

            piattaforme desktop e server negli ultimi 25

            anni.
            Basta con le stupidaggini, per favore.

            Dire che Microsoft è l'azienda più innovativa nel
            settore server negli ultimi 25 anni non si può
            sentire proprio, considerando che l'unica azienda
            che ha potuto vantare una cosa simile è stata la
            defunta SUN, con ZFS, DTrace, FMA, COMSTAR, Zones
            ed
            IPS.
            Tecnologie che OGGI o tutti scopiazzano male
            oppure non hanno
            nemmeno.

            Microsoft nel settore server non ha portato una
            innovazione che fosse * <b
            UNA </b

            *.Oh, certo. Perché Windows NT esisteva, prima di Microsoft? Tanto per citare la più grossa delle innovazioni.Se proprio vogliamo essere precisi, Sun ha rielaborato un prodotto che non era farina del suo sacco (il kernel UNIX) introducendovi delle migliorie.Microsoft ha scritto un sistema operativo da zero e lo ha portato ad essere un leader di mercato tra i sistemi server. Il sistema di posta elettronica della maggior parte delle aziende oggi gira su Windows Server. Il sistema di autenticazione / autorizzazione della maggior parte delle aziende è basato su Domini Active Directory. Il portale di collaboration della maggior parte delle aziende è SharePoint.Per favore metti in moto il cervello prima di picchiare tasti a caso.
          • ... scrive:
            Re: E' un altro errore strategico
            - Scritto da: Darth Vader
            Oh, certo. Perché Windows NT esisteva, prima di
            Microsoft? Tanto per citare la più grossa delle
            innovazioni.Sì, esisteva e si chiama OS/2 che era infatti sviluppato da Microsoft e IBM.Microsoft uscì fuori dal progetto e forkò il codice sviluppando Windows NT, il cui file system NTFS è una versione custom di HPFS con la quale condivide ancora lo stesso identificativo di partizione.Microsoft non ha scritto da zero né DOS, né XENIX e né Windows NT.
            Se proprio vogliamo essere precisi, Sun ha
            rielaborato un prodotto che non era farina del
            suo sacco (il kernel UNIX) introducendovi delle
            migliorie.Veramente Solaris È UNIX.E non perché ha la certificazione, ma perché Solaris è il nome che SUN ha dato a UNIX System V R4, che è stato per l'appunto sviluppato in collaborazione tra SUN e AT&T.Senza contare che già dai tempi del SunOS, basato su BSD, SUN ha introdotto molte delle tecnologie che oggi sono lo standard nel settore, come NFS.
            Microsoft ha scritto un sistema operativo da zeroSì, e si chiamava Singularity.Ma è morto anni fa.
            e lo ha portato ad essere un leader di mercato
            tra i sistemi server.No.Windows Server ha quota consistente, ma solo nello small business, hosting dedicati, ed in alcuni settori non mission critical.I settori mid-end, high-end e hpc erano in mano a UNIX ed oggi sono in mano a Linux, con un mercato diviso tra Red Hat e SUSE. Specie nel settore telco e finanziario, dove Windows Server è sparito dalla circolazione (London Stack Exchange ti ricorda qualcosa?)Il settore cloud è quasi interamente in mano a Linux con più del 60% dei deploy su Azure (per la maggior parte Ubuntu, e con lo stesso Linux, ACS, usato per gestire il networking dell'infrastruttura MS), con la quasi totalità dei deploy su AWS (con clienti del calibro di Adobe che usa RHEL, e con la stessa Amazon che usa Amazon Linux - fork di RHEL - nei suoi 100k e passa datacenter che ospitano AWS), con il private cloud quasi interamente in mano a Linux+OpenStack - con Ubuntu come leader, su Heroku con il suo PaaS interamente basato su Ubuntu, ma anche con Spotify, Airbnb, Dropbox, Snapchat, Pinterest, Reddit, Bloomberg, Instragram tutte su datacenter Ubuntu. Ma possiamo anche contare Facebook, Google, Oracle, Intel, AMD, Samsung, la stessa Microsoft, HP, IBM, Joyent (insieme a SmartOS), Netflix (insieme a FreeBSD) e tutto il resto della Silicon Valley che usa Linux lato server.Te ne ho citati giusto due-tre. Ma la lista la possiamo allargare di molto, considerando che Linux è il sistema operativo che regge quasi tutto Internet.Su Windows Server diciamo che girano giusto le pubbliche amministrazioni e qualche serverino che deve far quadrare i bilanci del supermercato.
            Il sistema di posta
            elettronica della maggior parte delle aziende
            oggi gira su Windows Server.No, il mail server più usato è Sendmail, seguito da Postfix e solo dopo da Microsoft Exchange.
            Il sistema di
            autenticazione / autorizzazione della maggior
            parte delle aziende è basato su Domini Active
            Directory.Anche qui, no.Il directory service numero 1 è e rimane OpenLDAP, data la predominanza di UNIX/Linux lato server, e data la sua migliore flessibilità ed interoperabilità con soluzioni non-MS.AD è usato per lo più laddove si usa un full-stack MS. Quindi in contesti molto limitati.
            Il portale di collaboration della
            maggior parte delle aziende è
            SharePoint.Questo è vero, anche se ormai si vede spesso anche Alfresco.Ma c'è ancora tanto SharePoint.Concludo quotandoti:
            Per favore metti in moto il cervello prima di
            picchiare tasti a
            caso.
          • Darth Vader scrive:
            Re: E' un altro errore strategico
            - Scritto da: ...
            - Scritto da: Darth Vader

            Oh, certo. Perché Windows NT esisteva, prima
            di

            Microsoft? Tanto per citare la più grossa
            delle

            innovazioni.
            Sì, esisteva e si chiama OS/2 che era infatti
            sviluppato da Microsoft e
            IBM.
            Microsoft uscì fuori dal progetto e forkò il
            codice sviluppando Windows NT, il cui file system
            NTFS è una versione custom di HPFS con la quale
            condivide ancora lo stesso identificativo di
            partizione.Non è vero. OS/2 era un sistema operativo diverso.Ti consiglio di leggerti http://www.amazon.it/guerrieri-software-creativit%C3%A0-nellimpero-Microsoft/dp/8877503904/E poi il kernel di OS/2 e Windows NT è completamente diverso. L'unico pezzo forkato è il Program Manager (infatti le prime versioni di NT potevano far funzionare le applicazioni OS/2 in modalità emulata del Program Manager)

            Microsoft non ha scritto da zero né DOS, né XENIX
            e né Windows
            NT.


            Se proprio vogliamo essere precisi, Sun ha

            rielaborato un prodotto che non era farina
            del

            suo sacco (il kernel UNIX) introducendovi
            delle

            migliorie.
            Veramente Solaris È UNIX.
            E non perché ha la certificazione, ma perché
            Solaris è il nome che SUN ha dato a UNIX System V
            R4, che è stato per l'appunto sviluppato in
            collaborazione tra SUN e
            AT&T.Il primo System V è del 1975 quando Scott McNealy (fondatore di SUN) aveva 21 anni. La collaborazione tra Sun e AT&T è posteriore.


            Microsoft ha scritto un sistema operativo da
            zero
            Sì, e si chiamava Singularity.
            Ma è morto anni fa.No, è NT. E il suo kernel lo usi tutti i giorni, che tu lo sappia o no.


            e lo ha portato ad essere un leader di
            mercato

            tra i sistemi server.
            No.
            Windows Server ha quota consistente, ma solo
            nello small business, hosting dedicati, ed in
            alcuni settori non mission
            critical.Non è vero. http://www.informationweek.com/software/operating-systems/2015-server-os-outlook-cloudy-chance-of-containers/d/d-id/1316553Giro da 30 anni i datacenter delle grandi aziende in Itala e ti posso garantire che i numeri nella indagine sopra citata corrisponde al vero.
            I settori mid-end, high-end e hpc erano in mano a
            UNIX ed oggi sono in mano a Linux, con un mercato
            diviso tra Red Hat e SUSE. Specie nel settore
            telco e finanziario, dove Windows Server è
            sparito dalla circolazione (London Stack Exchange
            ti ricorda
            qualcosa?)Manco lo sai scrivere, dovresti saperne qualcosa in più tu?
            Il settore cloud è quasi interamente in mano a
            Linux Vero. Lì Microsoft non è forte come altrove.

            Su Windows Server diciamo che girano giusto le
            pubbliche amministrazioni e qualche serverino che
            deve far quadrare i bilanci del
            supermercato.Mah, se ci credi tu...



            Il sistema di posta

            elettronica della maggior parte delle aziende

            oggi gira su Windows Server.
            No, il mail server più usato è Sendmail, seguito
            da Postfix e solo dopo da Microsoft
            Exchange.No. Non nelle aziende. Perché altrimenti i più diffusi sono Google e Hotmail.


            Il sistema di

            autenticazione / autorizzazione della maggior

            parte delle aziende è basato su Domini Active

            Directory.
            Anche qui, no.
            Il directory service numero 1 è e rimane
            OpenLDAP, data la predominanza di UNIX/Linux lato
            server, e data la sua migliore flessibilità ed
            interoperabilità con soluzioni
            non-MS.Ci credi che in 30 anni di carriera non ho mai visto una azienda che faccia logon su OpenLDAP?Dopo questa affermazione ho capito che per te l'informatica è il PC del tuo salotto.Quindi passo e chiudo.
          • ... scrive:
            Re: E' un altro errore strategico
            - Scritto da: Darth Vader
            Non è vero.Vaglielo a dire ad IBM.
            E poi il kernel di OS/2 e Windows NT è
            completamente diverso. L'unico pezzo forkato è il
            Program Manager (infatti le prime versioni di NT
            potevano far funzionare le applicazioni OS/2 in
            modalità emulata del Program
            Manager)E questo cosa vorrebbe dire?Ci vuole ben poco a rompere la compatibilità binaria tra un kernel ed un altro, sai? Basta cambiare le ABI, come accadeva nelle prime versioni di Linux.Non è che se una applicazione gira solo come emulata, allora vuol dire che il kernel è diverso.
            Il primo System V è del 1975 quando Scott McNealy
            (fondatore di SUN) aveva 21 anni. La
            collaborazione tra Sun e AT&T è
            posteriore.Quale parte di <b
            R4 </b
            non ti è chiara?
            No, è NT.Ok, come vuoi...
            Non è vero.
            http://www.informationweek.com/software/operating-

            Giro da 30 anni i datacenter delle grandi aziende
            in Itala e ti posso garantire che i numeri nella
            indagine sopra citata corrisponde al
            vero.Ah ecco LOLHai già ristretto il campo in Italia.Prima l'hai sparata grossa dicendo che lo si vede ovunque e poi hai citato le famose infrastrutture italiche. Che poi sono le stesse che fanno girare ancora applet Java nel 2016. Roba seria, non c'è che dire.Senza contare che quell'indagine dice poco e niente."Abbiamo intervistato 330 clienti e dicono di usare il prodotto X"Bene, perfetto. Chi sono questi clienti? Stiamo parlando di soluzioni mid-end? Soluzioni high-end? O forse sono attivi nel settore hpc? O forse sono semplicemente normali imprese, e quindi low-end?Poi, lì dice che il motivo di adozione di Windows Server sta nel supportare roba legacy (e quindi Windows-only). Quindi possiamo asserire che non è un deploy derivato da una superiorità tecnica, quanto da un riciclare know-how e software per evitare di riscrivere lo stack. Niente di nuovo, insomma.Stiamo parlando di imprese che risparmiano dove possono, quindi low-end.E dato che ti avevo già detto che Windows Server in quel settore ci sta, hai confermato la mia affermazione. Complimenti.E poi 330 aziende di cui tra l'altro non conosciamo nemmeno il nome ed il peso nell'industria contro l'Internet che ti ho citato, le cui aziende hanno talmente tanto peso che se Linux scomparisse torneremmo a mangiare banane sugli alberi con le scimmie? AH BEH.Ma d'altronde te l'ho detto che stavamo parlando del supermercato sotto casa...
            Manco lo sai scrivere, dovresti saperne qualcosa
            in più
            tu?Ti credevo più serio, onestamente.Sì, ho sbagliato scrivere Stock. E quindi? Non cambia nulla ai fini del discorso.London Stock Exchange: adesso sei contento? Dopo questa tristissima uscita persino contraria alla netiquette ti senti realizzato? Contento te.Io alle persone così di solito rispondo "Poraccio" e do una monetina. Purtroppo però stiamo su PI, quindi ti devi accontentare.
            Vero. Lì Microsoft non è forte come altrove.Considerando che altrove è solo il desktop...
            No. Non nelle aziende. Perché altrimenti i più
            diffusi sono Google e
            Hotmail.E di nuovo: finché parliamo solo di Italia allora il discorso ha ben poco senso.UNIX/Linux sono gli OS server più diffusi al mondo, che ti piaccia o meno.Di conseguenza, a meno di soluzioni virtualizzate è tecnicamente impossibile mettere su Exchange.Come ti ho già detto, Exchange lo si usa. Ma solo laddove c'è un full-stack Microsoft.
            Ci credi che in 30 anni di carriera non ho mai
            visto una azienda che faccia logon su
            OpenLDAP?Così come io non ho mai visto un server Windows in produzione nelle aziende in cui ho lavorato, anche in Italia.Quindi?
            Dopo questa affermazione ho capito che per te
            l'informatica è il PC del tuo
            salotto.Ah beh.Affermazioni ricche di contenuti, vedo...
            Quindi passo e chiudo.Ci vediamo.
          • Satya Padella scrive:
            Re: E' un altro errore strategico
            - Scritto da: Darth Vader
            Microsoft
            è l'azienda che ha fatto più innovazione sulle
            piattaforme desktop e server negli ultimi 25
            anni.(rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)(rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)(rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)[IMG]http://www.disabled-world.com/disabled/uploads/1/something-happened.jpg[/IMG][IMG]http://upload.wikimedia.org/wikipedia/en/e/ed/Start_screen_on_Windows_Server_2012.png[/IMG](rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)
          • Darth Vader scrive:
            Re: E' un altro errore strategico
            - Scritto da: Satya Padella
            - Scritto da: Darth Vader

            Microsoft

            è l'azienda che ha fatto più innovazione
            sulle

            piattaforme desktop e server negli ultimi 25

            anni.
            (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)
            (rotfl) (rotfl) (rotfl)
            (rotfl)
            (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)
            (rotfl) (rotfl) (rotfl)
            (rotfl)
            (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)
            (rotfl) (rotfl) (rotfl)
            (rotfl)

            [IMG]http://www.disabled-world.com/disabled/upload

            [IMG]http://upload.wikimedia.org/wikipedia/en/e/ed

            (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)Solo chi non fa non sbaglia.Nessuno ha mai detto che Microsoft sia esente da errori. Questo thread di post è nato proprio dalla mia denuncia di una scelta che secondo me è un errore strategico.Ma questo non cancella la storia. I sistemi operativi MS sono ovunque anche sui server e l'unica alternativa che ha resistito sul mercato sono figli o figliocci di un sistema operativo degli anni '70 sviluppato da figli dei fiori con le infradito e i pantaloni a zampa d'elefante.
          • Darth Vader scrive:
            Re: E' un altro errore strategico
            - Scritto da: ...
            - Scritto da: Darth Vader

            Siamo in disaccordo su due cose:

            1. sul "molti". Apple sta ancora a
            percentuali

            risibili (sotto il 10% per

            capirci)
            il 10% del mercato desktop è poco?Sì, è poco.L'apice del sucXXXXX di Windows Phone è stato il 10-11% di share sui telefoni. Ed era poco. Perché per i desktop è diverso?

            2. Un sistema operativo in grado di essere

            superiore all'esistente deve consentire di
            fare

            cose diverse (e più evolute) non
            scimmiottare
            il

            re del

            pollaio.
            Quindi un OS desktop non deve far girare
            applicazioni
            desktop?
            Ti rendi conto che stai dicendo stupidaggini, sì?Se si vuole definire più evoluto deve permettere di fare cose diverse in modo più evoluto. Altrimenti è solo più colorato (e più cool, come in effetti si atteggia chi usa Mac)
          • Satya Padella scrive:
            Re: E' un altro errore strategico
            - Scritto da: Darth Vader
            L'apice del sucXXXXX di Windows Phone è stato il
            10-11% di share sui telefoni. Ed era poco. Perché
            per i desktop è
            diverso?[IMG]http://cdn.meme.am/instances/400x/23880681.jpg[/IMG]
      • wincacozz scrive:
        Re: E' un altro errore strategico
        "Ti do una notizia se Windows domani smettesse di funzionare su tutti i PC o, peggio, se Excel smettesse di funzionare, le industrie di praticamente tutti i settori del mercato si fermerebbero per mesi."Dovessero smettere di funzionare le app non windows che reggono in piedi il baraccone web il mercato resterebbe fermo per decenni.
        • Darth Vader scrive:
          Re: E' un altro errore strategico
          - Scritto da: wincacozz
          "Ti do una notizia se Windows domani smettesse di
          funzionare su tutti i PC o, peggio, se Excel
          smettesse di funzionare, le industrie di
          praticamente tutti i settori del mercato si
          fermerebbero per
          mesi."

          Dovessero smettere di funzionare le app non
          windows che reggono in piedi il baraccone web il
          mercato resterebbe fermo per
          decenni.Un po' generico. Quali app?
    • Cortigiana scrive:
      Re: E' un altro errore strategico
      WinPhone e' palesemente un sucXXXXXne sia di vendite che, soprattutto, di immagine. Sempre Che MS abbia ancora un'immagine da difendere :DVedi qui https://bgr.com/2016/01/29/windows-phone-sales-decline-record-low/
  • Giovanni Minoli scrive:
    L'Astoria siamo noi
    [img]http://www.giornalettismo.com/wp-content/uploads/2013/05/LA-STORIA-SIAMO-NOI-GIOVANNI-MINOLI.jpg[/img]
  • Enjoy with Us scrive:
    Inutile?
    Certo che è inutile!Ormai la diffusione dei windows phone è da prefisso telefonico!
Chiudi i commenti