Italia, prove di lotta alla pirateria

di Luca Spinelli - Fondato a Roma il primo comitato istituzionale contro la pirateria informatica, restano invariate le criticità nazionali in tema di innovazione. Sarà la soluzione giusta? Lecito dubitarne

In un’atmosfera rilassata e distratta, è stata annunciata mercoledì scorso l’ istituzione del primo Comitato tecnico contro la pirateria digitale multimediale presso la Presidenza del consiglio dei ministri. Il suo scopo: combattere la pirateria con iniziative, proposte di legge, armi segrete e quant’altro. Se ne parla da mesi , in verità. Se n’è parlato molto anche qui sulle pagine di Punto Informatico . Ma alla fine la vicenda si è risolta tutta in un freddo giorno romano di gennaio. Mantenendo tutti i presenti un profilo piuttosto basso, nei toni e nelle parole, come si conviene sempre con gli eventi di una certa sensibilità.

Tuttavia, giacché il sottosegretario Paolo Bonaiuti ha esordito gaiamente affermando che “oggi comincia una bella avventura” , cerchiamo di capire chi saranno i nostri compagni di viaggio. Ovvero, chi dovrebbe nei prossimi mesi decidere delle sorti del web italiano e di una parte dei diritti degli italiani , quelli di autori e di navigatori. Innanzitutto ricapitoliamo i membri del comitato, aggiungendo qualche collegamento biografico per ciascuno:

1. Mauro Masi (segr. gen. della presidenza del consiglio dei ministro) – Coordinatore
2. Salvatore Nastasi (capo gabinetto ministero beni culturali) – Vice coordinatore
3. Giuseppe Procaccini (capo gabinetto ministero interni)
4. Alain Giorgio Maria Economides (capo gabinetto ministero affari esteri)
5. Alfonso Maria Rossi Brigante (capo gabinetto ministero sviluppo economico)
6. Settembrino Nebbioso (capo gabinetto ministero giustizia)
7. Francesco Tufarelli (capo gabinetto ministero delle politiche europee)
8. Luigi Bobbio (capo gabinetto ministero politiche giovanili)
9. Giorgio Assumma (pres. SIAE)
10. 2 rappresentanti della presidenza del consiglio dei ministri
11. 2 rappresentanti del ministero dei beni culturali
12. 2 “esperti” nominati dal presidente del consiglio di concerto col ministro dei beni culturali

Questi i nomi. Le persone. Le esperienze. Ma vale la pena spendere due parole anche per i sei nominativi ancora mancanti , visto che le voci di corridoio e la conferenza stampa hanno dato più di un elemento per intuirne la fattezze. I primi due saranno nominati direttamente su indicazione dello stesso Masi ( “nostri funzionari” ). Gli altri due saranno anch’essi “rappresentanti nostri”, funzionari di gabinetto, in pratica. Infine, i due esperti indipendenti saranno nominati direttamente da Silvio e Sandro, e verranno con tutta probabilità pescati tra le file dell’ ANICA (Associazione Nazionale Industrie Cinematografiche Audiovisive e Multimediali) e della FAPAV (Federazione Anti-Pirateria Audiovisiva). Facendo due conti perciò, le biografie dei membri si conoscono già tutte ora, i cognomi precisi hanno poca importanza.

In sostanza, attorno al tavolo niente provider (ovvero chi fornisce il mezzo su cui viaggiano le opere da proteggere). Niente esponenti indipendenti del mondo della cultura e dell’arte (chi quelle opere le crea). Niente esponenti degli utenti e di consumatori (chi quelle opere le compra). Niente esponenti della Rete e della comunicazione (chi conosce il mezzo tecnicamente , i suoi limiti, le dinamiche, i difetti). Soltanto esponenti di istituzioni, corporazioni o comunque soggetti propensi per storia personale a un approccio repressivo/conservatore riguardo la diffusione online del sapere. Stile Sarkozy , per intenderci. Ah, c’è anche una grandissima voglia di ascoltare tutti ed essere “aperti al mondo degli internauti”. Purché non allunghino troppo le mani sudaticce del mouse. A dirla tutta, per essere un comitato tecnico ci si poteva attendere di meglio.

Tuttavia se, come sembra, sulla questione pirateria è lo stile Sarkozy ad affascinare le istituzioni del belpaese (lo stesso Masi mercoledì le ha definite politiche “di grandissimo interesse”), c’è da chiedersi perché non s’imita le President anche per quanto concerne la diffusione e l’accessibilità online del proprio patrimonio culturale dalla nazione. Per esempio – zitto zitto – metà delle risorse della più grande enciclopedia europea, Europeana , l’ha elargita proprio il “cattivo” Sarkò. Stesso approccio ha assunto, da anni, la Germania, finanziando Wikipedia e regalandole migliaia di riproduzioni di opere pubbliche, in barba alle diatribe sul copyright e a vantaggio del turismo e del consolidamento delle proprie radici nella UE.

Ciò significa, semplicemente, attuare politiche di investimento per diffondere la propria cultura nazionale. Diffondere la propria cultura per proteggerla. E probabilmente è proprio questa la chiave del futuro: diffondere per difendere . E non rinchiudersi tra le mura di un piccolo paese, tra le mura di una piccola legge sul diritto d’autore e di un piccolo ordinamento. Gradualmente lo si sta capendo in Europa. Forse.

Sia chiaro. La pirateria è un tema che va affrontato seriamente. Così com’è sacrosanto che i patrimoni culturale ed artistico di un popolo vadano sostenuti e protetti costantemente e con ogni mezzo. Ma proprio con questo scopo, si debbono elaborare progetti di investimento , con defiscalizzazioni e crediti d’imposta, promuovendo serie forme di sostentamento alternative al supporto fisico, elaborando e testando altre tipologie di copyright e introducendo massivamente le nuove tecnologie e l’accessibilità, anziché reprimerle con sistemi post-medioevali come in parte si suggerisce d’oltralpe e si inizia a proporre anche in Italia.

Un approccio ingessato, leguleio, solamente normativo, è quello meno adatto per occuparsi di un tema così delicato. Quelli dell’innovazione e della lotta alla pirateria sono temi che coinvolgono le infrastrutture, i provider, le associazioni dei consumatori, la scuola: il politico, prim’ancora che il mero legislatore. E devono essere affrontati di pari passo. Sono temi che dovrebbero coinvolgere profondamente i soggetti interessati: dandogli ruoli decisionali . Non di semplice audizione come si propone in questo Comitato. Perché è inutile fare diversamente in democrazia. È semplicemente inutile quando si vuol ottenere qualcosa, anche nei processi aziendali.

Tuttavia, per onor di cronaca, questi sono discorsi nemmeno apparsi in ectoplasma nel dibattito di presentazione del comitato antipirateria. Pareva quasi di trovarsi di fronte a vergini informatiche. Nessun progetto preciso e nemmeno un’embrionale discussione sul diritto estero da imitare o le direttrici cui ispirarsi. Già, c’è tempo, si dirà.

Intanto avremo un indirizzo email dal quale dire la nostra via web; “porte aperte” per le “tante audizioni” delle associazioni; dibattiti; nuove normative; e per tirare fuori qualcosa dal cappello: tempo due mesi e mezzo (che sommati al tempo trascorso dal decreto istitutivo fanno già sei). Ma poi, non appena qualcuno accenna un argomento minimamente inerente con gli scopi del comitato, come fatto da Gabriele Niola sulla questione Sarkozy, il palco restituisce un flemmatico “boh, dobbiamo discutere”. Delle due l’una: 1. la decisione in merito sarà comunque presa dall’alto. 2. non abbiamo la più pallida opinione in materia.

E così, il resto della conferenza si è snocciolato in un clima da “volemose bene” e “parlamose tanto”. All’insegna dei buoni propositi , insomma. Con l’obiettivo primario annunciato da Masi, di mettere in piedi “una serie di audizioni di tutte le associazioni e di tutte le categorie interessate al settore, che saranno sentite. Ognuna di loro sarà in grado, se vorrà, di fare delle proposte” . Associazioni e categorie che, non facendo parte del comitato, non avranno il benché minimo potere decisionale.

E così nei prossimi mesi assisteremo al solito balletto italiano di associazioni che chiedono audizione per avere salvo il proprio santino in paradiso presso un Comitato che probabilmente non le ascolterà e che se anche lo facesse avrà probabilmente poco potere decisionale per incidere a livello parlamentare. Le vere leggi in tema di spettacolo, web e cultura dal governo, quindi, passeranno ancora dagli uffici legislativi o da certi parlamentari particolarmente frequenti a questi temi ( Carlucci , Barbareschi , ed altri), magari sotto il pungolo delle corporazioni più rumorose.

Eppure in fondo, la maggioranza governativa per puntare su progetti di riforma ci sarebbe, senza far ricorso a soluzioni tampone, comitati , e decreti . Tuttavia oltre alla forza ci vogliono la volontà, e la capacità.

In Italia ce ne sono tante, ma hanno imparato a nascondersi molto bene.

Luca Spinelli

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • marco scrive:
    10 milioni per il portale italia
    Per favore ditemi che e' una burla! Qual'e' la fonte di questa notizia?????
  • Illo Illi scrive:
    E' qualcosa per rubare soldi
    Altrimenti non ci sono altre spiegazioni per le cifre e le schifezze che sono state fate oltre la mancanza di trasparenza su come sono stati spesi i soldi.Ma ci vuole tanto a fare qualcosa come questo?http://www.myswitzerland.com/Dove e' anche pubblicato il bilancio:http://www.myswitzerland.com/it/page-Footer_Content-Impressum-99865.htmlMah!
  • cittadino scrive:
    lo faccio io per 700.000 mila
    Ma sanno di cosa stanno parlando?sviluppo software custom e siti web ad alta efficienza. Sono disposto a lavorare 13 ore al giorno per 365g l'anno per la modica cifra di 700.000 euro mi sembra un prezzo abbastanza onesto consederata la trasferta.
  • paolaponticelli scrive:
    italia.it è su Facebook!
    ho preso l'iniziativa e ho creato il gruppo su FB: http://www.facebook.com/group.php?gid=46188444259! che, anticipo, vuole essere più propositivo che demolitivo... visto il fallimento del precedente e la valanga di critiche meritatissime che ha ricevuto, ho pensato che potrebbe essere più utile proporsi come spz x idee e proposte costruttive x il nascendo portale.accorrete numerosi e estendete l'invito! facciamo in modo di avere visibilità, tanta!!-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 21 gennaio 2009 10.06-----------------------------------------------------------
  • lo faccio io scrive:
    lo faccio io
    Ma sanno di cosa stanno parlando?10 milioni di euro??? mi occupo di sviluppo software custom e site web ad alta efficienza. Non dico bugie pero' mi metto a disposizione giorno e notte 24 su 24 con 700 mila euro. Questi cafoni invece, parlano di 10 milioni di euro.Ci rubano i soldi e nessuno dice che dovrebbero sbatterli in miniera. LADRI!!!
  • guast scrive:
    Sono proprio curioso ....
    di sapere se l'appalto lo prende di nuovo l'IBM
  • leo scrive:
    che skifo
    Continuiamo a BRUCIARE SOLDI
  • Utente Registrato scrive:
    Un bel Gruppo su Facebook...
    ... che va tanto di moda!!!Qualche volontario?
    • guido tedaldi scrive:
      Re: Un bel Gruppo su Facebook...
      Ho creato il gruppo, chissà se ne viene fuori qualcosa di buono...http://www.facebook.com/group.php?gid=49616796314
      • anonimo scrive:
        Re: Un bel Gruppo su Facebook...
        c'è un errore" del recentO accordo Brunetta-Brambilla."
      • Nicolaus scrive:
        Re: Un bel Gruppo su Facebook...
        eh ma questo ti darà filo da torcere http://www.facebook.com/group.php?sid=c65c4f0eb7fb1e15058835054ca257db&gid=54457900866
    • Nicolaus scrive:
      Re: Un bel Gruppo su Facebook...
      c'è questo, ma è in negativo... http://www.facebook.com/group.php?sid=c65c4f0eb7fb1e15058835054ca257db&gid=49616796314
      • Nicolaus scrive:
        Re: Un bel Gruppo su Facebook...
        ah cakkio! non mi ero accorto che il fondatore era proprio 2 post sopra di me!
    • paolaponticelli scrive:
      Re: Un bel Gruppo su Facebook...
      fatto: http://www.facebook.com/group.php?gid=46188444259ho visto che nn ce n'erano e ho preso l'iniziativa. ora però il lavoro deve essere collettivo!
      • Gizmo scrive:
        Re: Un bel Gruppo su Facebook...
        - Scritto da: paolaponticelli
        fatto:
        http://www.facebook.com/group.php?gid=46188444259

        ho visto che nn ce n'erano e ho preso
        l'iniziativa. ora però il lavoro deve essere
        collettivo!Appunto, visto che c'era già perchè crearne un'altro e disperdere le risorse (persone)???
        • paolaponticelli scrive:
          Re: Un bel Gruppo su Facebook...
          qdo ho deciso di creare il gruppo, ho fatto una ricerca su FB ma stranamente nn mi ha dato risultati!sono disposta ovviamente a una fusione x fare massa critica.in qst momento il mio rappresenta negli intenti la pars construens, l'altro è solo destruens, x cui una fusione avrebbe anche tutto il suo senso.
          • Gizmo scrive:
            Re: Un bel Gruppo su Facebook...
            - Scritto da: paolaponticelli
            qdo ho deciso di creare il gruppo, ho fatto una
            ricerca su FB ma stranamente nn mi ha dato
            risultati!
            sono disposta ovviamente a una fusione x fare
            massa
            critica.
            in qst momento il mio rappresenta negli intenti
            la pars construens, l'altro è solo destruens, x
            cui una fusione avrebbe anche tutto il suo
            senso.Si, l'ideale sarebbe veramente fare massa critica ma non ho idea di come potrete unire i gruppi, cmq in bocca al lupo e speriamo di ottenere visibilità!! ;)
  • SixaM scrive:
    I realizzatori di Ieri e di Oggi
    Domanda: il portale originale da chi era stato realizzato? Esistono informazioni ufficiali su chi ha fatto cosa (poco) e a che compenso (tanto)? Ho il sospetto che saranno sempre le stesse persone ad occuparsi di trasformare il morto in zombie...Ed ho un'altra paura: che il lavoro si perda in una cascata di appalti e sub-appalti, che partono da nomi notissimi (ad esempio, IBM o Accenture) che, appunto, ci mettono solo il nome. Il lavoro verra' fisicamente fatto da aziendine sub-sub-sub-sub-appaltatate, e ovviamente verra' progettato, gestito e realizzato male.Bye by SixaM 8-]
  • claudio scrive:
    l'Italia e il turismo
    Speriamo che questa sia la volta buona visto che i soldi che spendono sono i nostri.L'Italia ha bisogno di sviluppare il Turismo come bene primario e in questo anno appena iniziato ancor di più perchè la crisi produrrà una competitività ancor più accesa del passato.Per fortuna ci sono già attivi e conosciuti in tutto il mondo portale come il nostro www.italybyitaly.it che da anni (e senza contributi pubblici) tengono alta la Bandiera.
  • rotfl scrive:
    Ahahahahahahah...
    AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA...Credo di aver detto tutto.
  • ultrastudio scrive:
    Non sono stati spesi 45 milioni...
    Vorrei segnalare che verso metà novembre è stato reso pubblico dalla Brambilla in Palramento le effettive spese del portale, che non superano i 15 milioni di Euro.La registrazione della seduta si può ascoltare sul sito di Radio Radicale.Segnalo anche il blog http://millionportalbay.wordpress.com/ che è stato probabilmente il primo a trattare l'argomento: oltre ai link agli audio parlamentari è possibile trovare tutti i fatti nella loro esatta seguenza. Il sito è bello polemico, ma i dati che fornisce sono ricchi e dettagliati, con documenti a corredo.Quello che non emerge dall'articolo (ma dalla registrazione di novembre, sì...) è che le regioni vorrebbero ottenere ora, 20 milioni di euro per le informazioni che non hanno saputo fornire correttamente: il problema dei dati sbagliati era a quanto pare dato dalle informazioni errate fornite dagli enti locali (quei pochi che avevano risposto per tempo).
    • GoldenBoy scrive:
      Re: Non sono stati spesi 45 milioni...
      no aspè, se hanno finanziato il portale per 50milioni e poi ne han spesi 15...gli altri 35 dove sono?? Ovvio, se li sono intascati, ma con la faccia tosta di tirarne fuori altri 10 per riaprire una causa persa. Il bello è che lo fanno coi NOSTRI SOLDI, mica i loro...io,tu,tutti gli italiani, hanno speso altri 10milioni per una buffonata di sito che fa mexxa, ed i politici se ne vantano anche di avere un sito italia.it.Poi si può dire quel che volete, ma già spendere 10-15milioni di EURO, non chissà quale valuta, è uno sproposito!!!
      • ultrastudio scrive:
        Re: Non sono stati spesi 45 milioni...
        Il fatto che siano stati stanziati non significa spesi: uno stanziamento è solo un accantonamento "sulla carta" di una somma di denaro che l'ente pubblico ritiene di poter avere a disposizione entro i termini pattuiti. I 45 milioni erano in 5 anni, non tutti in un'unica soluzione.Per questo ho proposto quel link: su quel blog , la reale sequenza dei fatti è ben spiegata e chiarita. Allo stanziamento non è mai seguita l'erogazione e quindi quei soldi non sono mai stati spesi: Rutelli poi li congelò. Di fatto sono stati spesi meno di 15 milioni, di cui solo una parte è stata data all'azienda che ha realizzato il sito.
    • andrew scrive:
      Re: Non sono stati spesi 45 milioni...
      - Scritto da: ultrastudio
      Vorrei segnalare che verso metà novembre è stato
      reso pubblico dalla Brambilla in Palramento le
      effettive spese del portale, che non superano i
      15 milioni di
      Euro.
      STICA.... E TI PARE POCO ??LO SAI CHE COSA SI POSSONO FARE CON 15 MILIONI DI EURO.. CIOE' A DIRE... 30 MILIARDI DI LIRE ????????????????MA XXXXX PUZZOLA.... 30 MILIARDI DI LIRE !!!!!SAI CHE SITO CHE CI DOVREBBE VENIR SU ????????FATTO LETTERALMENTE D'ORO... E CON SERVER TUTTI LETTERALMENTE RIVESTITI D'ORO !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
      • ultrastudio scrive:
        Re: Non sono stati spesi 45 milioni...
        Potresti pure aver ragione. In fin dei conti nel 2002 la Lamborghini per un sito in Flash spese all'epoca 6 miliardi di Lire (che con la svalutazione attuale ammontano a circa 6 milioni di euro).Il punto è che difficilmente un lavoro fatto per uno stato nazionale costerà meno: anche i portali turistici all'estero hanno avuto costi analoghi. Il grosso del costo non dipende dal sito o dai server, ma dall'aggiornamento dei dati: in Italia il problema era che nei 45 milioni, più di 20 erano stanziati per le regioni che con quei soldi si sarebbero dovute dotare di mezzi idonei per fornire i dati corretti e tenerli aggiornati.Il punto è che le regioni hanno pensato semplicemente di inviare il materiale che avevano (quelle che lo hanno fatto), col risultato che hanno inviato solo dati vecchi e lacunosi: gli stessi che si trovano oggi sui portali turistici dei singoli enti locali, alcuni dei quali (almeno per quanto riguarda il Lazio) indicanti attività turistiche chiuse anche 8 anni fa...
        • rotfl scrive:
          Re: Non sono stati spesi 45 milioni...
          - Scritto da: ultrastudio
          Potresti pure aver ragione. In fin dei conti nel
          2002 la Lamborghini per un sito in Flash spese
          all'epoca 6 miliardi di Lire (che con la
          svalutazione attuale ammontano a circa 6 milioni
          di
          euro).

          Il punto è che difficilmente un lavoro fatto per
          uno stato nazionale costerà meno: anche i portali
          turistici all'estero hanno avuto costi analoghiAnaloghi? Guarda che costare un terzo non significa costare uguale. Il portale della Spagna e' costato 9 milioni di Euro e a differenza di Italia.it e' stato un portale di sucXXXXX, non un disastro chiuso dopo un anno fra gli sberleffi e la vergogna.
          • ultrastudio scrive:
            Re: Non sono stati spesi 45 milioni...
            Qui stiamo parlando di iniziare da capo il lavoro al costo di 10 milioni di euro (1 in più del portale spagnolo). Del lavoro fatto in precedenza non viene salvato nulla.Sul discorso che hanno buttato dalla finestra 15 milioni di euro, sfondi una porta aperta, ma dire che 10 milioni (quanti ne vogliono spendere ora) sia una cifra esagerata, non è vero: e la conferma la dai tu citando spain.info: i costi per questo tipo di portali sono sempre intorno ai 10 milioni.La cifra anomala erano i 45 milioni stanziati in precedenza!Ma i ministri 'ste cifre non si svegliano la mattina e le danno: a fargliele dare sono i "tecnici", nel caso specifico il CNIPA.Questo per dire che la storia fa schifo, ma che essere imprecisi serve solo per occultarla meglio: essere chiari secondo me aiuta...
  • Luca Mercatanti scrive:
    Lo faccio per 1000 euro
    Lo faccio io per 1000 il portale italia.it :-D
    • non_saprei scrive:
      Re: Lo faccio per 1000 euro
      - Scritto da: Luca Mercatanti
      Lo faccio io per 1000 il portale italia.it :-Dsi però ti crei anche i contenuti; se vuoi per 1000 mi potresti fare un sito che mi hanno chiesto;niente di complicato, un banale sito per una associazione, ma devi inserire nel sito anche le recensioni (e te le devi fare o fartele fare, pagando tu) di 542 libri, oltre a fotografare e fare la recensione per un'altra cinquantina di opere; se pensi che 1000 ti bastino, fammi sapere ti subappalto il lavoro subito :D
      • Ares scrive:
        Re: Lo faccio per 1000 euro

        se pensi che 1000 ti bastino, fammi
        sapere ti subappalto il lavoro subito
        :DI contenuti ci sono già... sennò i 45KK di li hanno spesi per il caffè...e poi sinceramente non rompessero le balle... ci sono enti pubblici del turismo per ogni regione... fai un sito dinamico e dai la possibilità di inserire i contenuti alle singole regioni, così smezzi il lavoro e viene più definito... e poi è un dannato portale... deve linkare anche ad applicazioni esterne... non ci credo che ogni regione non ha un dannato sito dedicato al turismocon 45KK di + altri 10KK ci compri 1/4 delle aziende d'informatica presenti sul territorio italiano...ma andassero a XXXXXX... glielo faccio il preventivo
      • Luca Mercatanti scrive:
        Re: Lo faccio per 1000 euro
        Vabbè, ma è per fare un esempio.Comunque per italia.it lo farei per 1000, alla fine avrei una soddisfazione immensa.Per il tuo lavoro richeido 3000 :-D ahahah
        • Nicolaus scrive:
          Re: Lo faccio per 1000 euro
          Ehmmm Mercatanti..? Guarda che li non puoi Inserire I TUOI SCRIPT auto-click per frodare i payxclick eh.. li ti beccano subito...
  • ammiratore scrive:
    era meglio una revolverata in testa
    Come ai cavalli azzoppati, no?Gli sparavi in testa, una morte rapida, senza agonizzare ed essere divorato ancora vivo dagli avvoltoi. Poi ti caricavi la sella in spalla, raggiungevi la pista, e ti facevi dare un passaggio dalla diligenza.
  • Teo_ scrive:
    Approfondimenti
    Per chi vuole conoscere meglio la vicenda di italia.it, su questo sito cè molto materiale: http://scandaloitaliano.wordpress.com
    • sixam scrive:
      Re: Approfondimenti
      Sono andato sul sito da te segnalato, e mi sono letto il documento con la bozza di analisi del portale... direi che al suo autore va dato l'oscar dei venditori di fuffa, viste le idiozie presenti...specialmente quando descriveva il servizio di booking on-line...una perla!Bye by SixaM 8-]
  • vday scrive:
    Bravi POLITICI!!!!
    In un momento DI M... COME QUESTO si continua A SPRECARE soldi DEI CITTADINI!!!!!Al solito si tratta di far MANGIARE AMICI ED AMICI DEGLI AMICI.....Tanto son tutti fxnocchi col cxlo DEGLI ALTRI!!!!!VERGOGNA!!!!! :@
  • Marco Marcoaldi scrive:
    Una volta avrei scritto pagine e pagine
    oggi mi limito ad un eloquente NO COMMENT !
  • mrahua scrive:
    il prezzo è più che giustificato
    ma scusate non avete tenuto a mente qualche aspetto:il direttore come si reca al suo ufficio?Bugatti Veyron 2.500.000l'abitazione del direttore dovrà essere vicino all'ufficio dove lavorerà no?Doppia villetta con parco e fiume personale, interni in radica, anche il XXXXX: 5.000.000Segretaria bruna e segretaria bionda, contratto annuale: 500.000 all inclusiveTangenti regalo di rappresentanza: 2.000.000 con panettone natalizio incluso.Viva l'Italia!
  • ocram scrive:
    Un Wiki per italia.it
    Ogni tanto "italia.it" torna agli onori della cronaca. E, devo dire, noto sempre un errore di fondo: il progetto viene criticato per il suo costo. Ma il problema non è questo.Il turismo è la prima "industria" italiana, quella che dà più posti di lavoro e soldi. Se l'Italia investe 45 milioni (o 450, o 4,5 miliardi di euro) non è sbagliato in sè. Ben investiti, come in tutti i buoni investimenti, i soldi tornano moltiplicati. Il problema vero è cosa si fa.Il progetto "italia.it" era sbagliatissimo, ma per come era concepito, non per l'importo.1) Non era una piattaforma open source.Quindi le altre pubbliche amministrazioni (es. le regioni, i comuni, le singole pro-loco, ecc.) che avessero voluto usare una propria versione della piattaforma per crearsi il proprio centro di promozione turistica non avrebbero potuto usarla. A meno di pagare fior di soldi per la licenza.2) Prevedeva una gestione centralizzata.Come una redazione degli anni '70. Un modo di concepire la produzione e gestione delle informazioni già datato decenni orsono. Wikipedia insegna: la produzione dei contenuti deve essere distribuita. Visto che "italia.it" disponeva di moltissimi soldi, si poteva tranquillamente mettere su un sistema di redazione diffusa, con in più un team "interno" con funzioni di superivsione e verifica costante.Le informazioni potrebbero e dovrebbero essere fornite dai 60 milioni di Italiani, dalla mega-catena alberghiera alla signora in pensione che gestisce un b&b.3) Non era interattivo.Di nuovo, l'approccio era datato. Gli strumenti di interazione tra utenti e portale, e tra utenti e utenti (dove fra questi ci sono anche i soggetti avvantaggiati da una buona informazione: ristoranti, musei, ecc.) erano primitivi, molto lontani dalle potenzialità.C'è chi pensa male di questo giro di soldi. Se ha ragione, spero che la magistratura potrà indagare liberamente, senza temere attacchi feroci della politica (per inciso, è davvero una vergogna quello che sta succedendo).Se invece non sono stati commessi reati, in ogni caso il progetto è nato male, pensato da chi non ha capito a cosa serve Internet.Quasi per scherzo, mesi orsono proposi ad alcuni dei soci più attivi di Wikipedia Italia di creare noi un "wiki" Italia.it. Open source, gratuito e aperto al contributo di tutti. E con strumenti di organizzazione redazionale aggiornati al 2009, invece che agli anni '70 :-). Lo cosa ha destato curiosità (RAI News 24 su questa idea ha fatto anche un servizio).Secondo me si può fare. Il nuovo "italia.it" non mi fa una buonissima impressione (già l'idea di cambiargli nome in "italia.info" mi sembre discutibile). Vediamo, però mi sa che prima o poi ci tocca porre rimedio... :-)Ciao.
  • lello cardone scrive:
    italianal
    con tutti questi soldi si poteva risollevare un intero territorio. ci manca solo www.italianal.com per mostrare tutte le XXXXXXXX che i cittadini ricevono da questo o quel governo.
  • andy61 scrive:
    lasciatelo fare ai privati
    Dopo la prima triste esperienza, dubito che a livello governativo vi sia qualcuno in grado di concepire realmente cosa dovrà fare questo portale.Se qualcuno pensa ad una bella galleria fotografica (e con le limitazioni al diritto di panorama non so cosa potrebbe venire fuori) rischia di fare un nuovo flop, per aver realizzato una cosa che non serve a nulla.Un vero portale per l'Italia dovrebbe fornire proposte complete, con tanto di organizzazione e prenotazioni, a fronte delle indicazioni fornite dai visitatori.In questo senso potrebbe avere sucXXXXX, facilitanto realmente il turismo in Italia.Ma se poi devo rivolgermi ad agenzie diverse per prenotare spostamenti, alloggi, servizi, spettacoli, etc., viene aggiunto soltanto un ulteriore livello di indirezione tra i desideri del turista ed i servizi turistici offerti.Insomma, qualcosa della cui inutilità la gente molto presto si renderà conto.Senza chiarezza sugli obiettivi, e senza una reale quantificazione del costo di mercato di realizzazione, si rischia di tornare a nuove assurde spese come quella per il logo.Resto della ferma convinzione che un approccio collaborativo che coinvolga anche regioni, aziende private ed il pubblico, consenta di conseguire ottimi risultati ad ottimi prezzi.Il singolo colossale appalto resta un'esca troppo appetibile per gli interessi di pochi e la scarsa qualità per molti; seppoi la trasparenza nella gestione è quella del portale v1.0, direi che il cerchio si chiude.
  • asd scrive:
    tanto i cittadini cretini siamo noi
    e paghiamo noi
  • Fiore scrive:
    PER CHE NO LO FA UNA UNIVERSITA
    PAGHIAMO TANTI PROFFESSORI DATE IL COMPITO A LORO ALMENO LI ALUNNI STUDIANO E FANNO SPERIENZA NON VI PARE :)
  • ZioTano. scrive:
    E ci lamentiamo per kakà..!
    10 milioni di euro sono un'esagerazione per lo sviluppo qualunque sito web. 45 milioni (35+10) sono 45 milioni di insulti verso la crisi delle famiglie povere.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 20 gennaio 2009 13.18-----------------------------------------------------------
  • il mastro don gesualdo scrive:
    ma si dai....altri 10milionicini.
    la XXXXX stava smagrendo: 45milioni di euro non sono bastati.avanti cosi' italia.avanti cosi'.
  • H5N1 scrive:
    Offro 100€
    Offro 100 al primo che fa un deface dopo la messa online.Sai che spasso: 10 Milioni per metterlo su e 100 per metterlo giù! :DAl T1000: si tratta di provocazione, non rompere!!!
    • Sgabbio scrive:
      Re: Offro 100€
      Se lo fanno veramente poi la pula legge il messaggio è ti fa il sedere a strisce Oo Meglio stare attenti a quello che si dice, perchè molti non capiscono le sottiliezze
      • H5N1 scrive:
        Re: Offro 100€
        1 - Dichiarazione vera: spero che lo facciano davvero.2 - Dichiarazione provocatoria: vedi sopra3 - L'onere della prova spetta all'accusa.Venghino venghino siore e siori! Chi entra dalla porta esce dalla finestra! :)NB: abitando in un "piano rialzato" nella mia finestra vi sono le sbarre quindi si esce... a pezzi! :DPossibile che non si possa neanche scherzare?!? O.o-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 20 gennaio 2009 13.11-----------------------------------------------------------
  • H5N1 scrive:
    Datemene uno solo...
    ...vi metto su un team che in pochi di mesi lo mette a posto (standard compliant e accessibile).Per il Ministero: gentili signori incompetenti, mi trovate su P.I. lavoro.
    • guast scrive:
      Re: Datemene uno solo...
      Se di un 1.000.000 di ne devi girare 990.000 a chi di dovere te ne rimangono 10.000 per fare il lavoro. Ce la fai ?
      • H5N1 scrive:
        Re: Datemene uno solo...
        Sì, avevo chiesto di più tanto per provarci! :DPerò non metto su un team e me lo faccio da solo.Sempre meglio di quella ciofeca che era prima....-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 20 gennaio 2009 13.39-----------------------------------------------------------
  • Giorgio scrive:
    10 Milioni !!!
    10 Milioni di monete ! Mi sembra un compenso esagerato !!!
  • nodata scrive:
    Una sola frase...
    ... mi viene in mente. Ma andate un pò aff....lo, va !!! :@
  • IlPiccolo scrive:
    censurate PI, censurate
    Censurate i post, censurate.... Ho dato dei mafiosi ai politici...la cosa vi infastidisce PI ?
    • GoldenBoy scrive:
      Re: censurate PI, censurate
      Ma non penso, è che ne siamo tutti consapevoli, e la cosa ormai non fa piu notizia.Farebbe notizia se ce ne fosse UNO pulito...forse l'unico proprio che si salva è dipietro, che il diversamente onesto sta mettendo alla gogna da un po di tempo sulle sue tv.Peccato che dipietro non è diventato ministro della giustizia, c'era gia piu di un politico col pannolino da cambiare...hahaha
  • Uto Uti scrive:
    Ma quali migliori contenuti
    I "migliori contenuti"? Me vie' da ride, e quali sarebbero?Ma se il vero schifo di Italia.it era proprio la vacuità e l'inutilità di quello che ci stava dentro anzi, di quello che non ci stava proprio!D'accordo si era speso troppo, d'accordo che la tecnologia era scadente e la grafica pietosa ma, perchè, la banalità e superficialità, la mancanza si sostanza del contenuto erano accettabili? Le solite ciancie su medinitali, cibi genuini (abbiamo la diossina pure nei peli del XXXX...), meraviglie del belpaese in salsa provinciale. Questi ancora pensano che i turisti vogliono andare a Capri a farsi sfilare 50 euro per una gita sull'ape?D'altronde la "creatura" è la loro, che pensavate che non ci volevano magna' un altro po'?
  • CCC scrive:
    Siete tutti fannulloni!!!
    siete i soliti...tutti parolai... tutti qui a criticare chi lavora seriamente, giorno e notte, e produce fatti!sempre a cercare lo sfascio... a ostacolare chi lavora con ottimismo e cerca di fare girare l'economia!!!insomma... lasciateci lavorare!e anche voi... siete tutti fannulloni!!!;-)
    • ALE orlandelli scrive:
      Re: Siete tutti fannulloni!!!
      ho fatto di meglio durante vari stages o contratti a progetto per nemmeno mille euro al mese, al massimo per tre mesi.creo le cose per le briciole e un XXXXX stipendiato le gestisce, salvo telefonarmi ogni due giorni per sapere come fare le cose. ma andate tutti a fare in...se lo fan fare a dei ragazzini con fantasia e a uno bravo coi database bastan pochi migliaia di euro.
      • Scaforchio scrive:
        Re: Siete tutti fannulloni!!!
        E' un classico!I costi delle applicazioni informatiche per le pubbliche amministrazioni sono sempre stati gonfiati. I programmatori sono pagaticon stipendi da fame e i 'prenditori' si beccano gran parte della torta.L'idea di creare un portale alternativo con una piattaforma wiki, che è stata ripresa in questo forum, sarebbe da portare avanti. Si potrebbe dimostrare una volta per tutte che con piattaforme open e con il lavoro collaborativo in stile wiki si può fare, a costi quasi nulli, ciò che lo stato paga fior di quattrini a qualche 'prenditore' del cactus.
  • cxar scrive:
    Re: ma basta con questi sprechi
    quando la soluzione non c'è, o non è umanamente raggiungibile, l'unica cosa da fare è ignorare il problema. quindi ben venga l'astensionismo, perchè se dobbiamo per forza essere presi per il...giro... beh, abbiamo almeno il diritto di risparmiarci quella mezz'oretta, altrimenti, buttata per andare al seggio e fare finta che il ns voto conti davvero più di zero.
  • VinegarDopp io scrive:
    45 + 10 = 55 milioni di Euro
    Ok, con questi soldi, creo 3 software house, produco 3 videogames e mi porto a casa 300 milioni di euro. E do lavoro a 1000 persone.Oppure fondo una nuova microsoft od apple no siamo in italia, li spendiamo per un portale...AVANTI POLITICI, FIGLI DEI POLITICI, AMICI DEI POLITICI, PARENTI DEI POLITICI, MAGGNATE E BEVETE CE NE' PER TUTTIVENGHINO
  • Ricky scrive:
    FANTASTICI! Quando li sopprimiamo!?
    E' possibile eliminare fisicamente questi "politici" ?10Ml di euro in QUESTO periodo possono servire a cose piu' importanti ma non e' questo il punto.Questi INFAMI stanzano 10Ml di euro SENZA aver dato alcuna informazione agli italiani dei precedenti ML SPRECATI.Non si sa' nulla di chi ha intascato i soldi, del perche' hachiesto cifre simili,di COSA abbia fatto realmente per il protale, di come sono stati assegnati i soldi e con quali bandi di concorso.Insomma NIENTE DI NIENTE e' stato dato agli italiani a cui si TORNA A RIPRENDERE milioni di euro per un MOSTRO di incapacita' che ha riempito le tasche dei PARASSITI di turno, POLITICI COMPRESI (LORO SONO UNA COSTANTE).L'enorme SCHIFO che tutto questo suscita nell'animo degli italiani e' adesso aumentato perche' ANCHE QUESTI 10Ml vengono prelevati SENZA BANDI DI CONRCORSO PUBBLICI, SENZA DARE IN VISIONE ALLA GENTE ALCUNCHE' e, sicuramente, senza produrre una VERO STRUMENTO PER IL RILANCIO TURISTICO ITALIANO.E vorrei ricordare che il paese per attirare gente da fuori deve fare MOLTO ALTRO che creare 4 pagine web sulle IPOTETICHE BELLEZZE NOSTRANE.Uno che vuole andare in Puglia , ad esempio, guarda le locandine ma se dovesse ascoltare Caparezza...addio Puglia :)I politici sono IGNORANTI A 360°, sanno il minimo indispensabile per non fare figuracce in una conversazione ESTREMAMENTE LEGGERA in merito.E a loro e' dato mandato di gestire cose importantissime come il futuro dell'Italia.Anche noi pero'...e quando li mandiamo a FC?!
  • Commie scrive:
    I liberisti che soffocano le imprese
    E' molto singolare che sia la coalizione dichiaratamente più liberista, anti-statalista, pro libero mercato a spendere soldi pubblici, per ben due mandati consecutivi, per approntare un progetto che, se funzionante, strangolerà i vari siti privati di promozione turistica.Quella dei portali turistici è una delle poche industrie italiane che funziona bene. Piuttosto quei soldi dovrebbero essere spesi per migliorare l'accoglienza ed i servizi fisici al turista, che in Italia sono così pessimi che gli stranieri preferiscono Spagna, Francia ecc.Fare un sito che decanta virtù inesistenti è patetico, fare un portale di Stato per gestire le prenotazioni soffoca le centinaia di imprese private che di questo vivono.Sappiamo che i componenti del governo non brillano certo per astuzia e lungimiranza, ma qualcuno dovrà spiegargli cosa stanno facendo.
    • Mortaucc scrive:
      Re: I liberisti che soffocano le imprese
      Alla faccia dei "liberisti". In questo Paese, in quanto a odio nei confronti della proprietà privata, dell'iniziativa economica, dell'autoimprenditorialità, delle libertà civili, abbiamo solo una massa di comunisti-stalinisti di destra e di sinistra.Questo vale:- sia per quelli che "orgoglioNamente" lo sono (RC, PdCi ecc..)- quelli che lo erano e "il lupo perde il pelo ma non il vizio" (DS e dintorni, basta guardare Visco ...)- quelli che in modo veemente negano di esserlo e lo appioppano agli altri (FI e dintorni)
  • aghost scrive:
    Evviva!
    piatto ricco mi ci ficco, franza o spagna basta che se magna. Davvero si pensava che il governo berlusconi non approfittasse di un'altra meravigliosa grande opera pubblica dalla quale ciucciar quattrini da distribuire agli amici degli amici? In questo ed altro, uguale a Prodi...Non è ancora chiaro come funzionano queste simpatiche oligarchie?http://www.aghost.wordpress.com/
  • A. Rray scrive:
    è veramente uno schifo, una vergogna
    sono senza parole, vorrei scrivere 100 cose ma mi girano solamente i c0gl10n1
  • mario v. scrive:
    Ennesimo flop
    Questa volta ci si butteranno a pesce coloro che non sono riusciti a mettersi in tasca nulla dei precedenti OTTANTA milioni di euro. Perche' prima non decidono cosa ottenere e quanto gli costerebbe anziche' chiedere prima i soldi e poi giocare al ribasso per intascarsi il piu' possibile?? Cominciamo male, sara' peggio del primo, almeno pero' con "soli" 10 milioni ci mangeranno di meno. Magra consolazione.
  • Davide scrive:
    Re: Altri 10 ?
    io da mo che non voto più ... è allucinante !!!brunetta poi che sta a guardare chi lavora di meno per 10 milioni di euro non faranno un XXXXX bisogna insorgere ....dobbiamo ribellarci ...ma a quanto cavolo simBISOGNA XXXXXXXRSI !!!!HANNO BUTTATO 5O MILIONI DI EURO !!!!!!MA CI RENDIAMO CONTO XXXXX XXXXXXX !!! ... e il debito pubblico aumenta !!!XXXXX !!! E DICONO CHE L'ITALIA E IN CRISI BISOGNA ARUOLARE I MIGLIORI Hacker in circolazione e sXXXXXXXrli FANO SCHIFO IO LI FACCIO DA UNA VITA I SITI .... E VI ASSICURO CHE UN SITO COME QUELLO DEL TURISMO ASTENTO COSTA 30.000 ED è PURE TROPPOBISOGNA FERMARLI !!! Brunetta alla forca !!!!PUNTO INFORMATICO !!! DOBBIAMO FARE UNA PETIZIONE!!
  • DarkOne scrive:
    10 milioni di euro per un portale!?!??!
    Ma siamo pazzi!?!?!? Come è possibile che una cosa del genere passi innosservata, è inconcepibile!!!!!!!!!!!!!!
    • Ivan scrive:
      Re: 10 milioni di euro per un portale!?!??!
      Infatti, giuro che se mi danno 50000 euro ie lo faccio con tutti i crismi :DE risparmiano parecchio sisisisi
    • GoldenBoy scrive:
      Re: 10 milioni di euro per un portale!?!??!
      sai, quando hai in mano quasi tutte le tv...fai passare le notizie che ti pare...
    • vday scrive:
      Re: 10 milioni di euro per un portale!?!??!
      - Scritto da: DarkOne
      Ma siamo pazzi!?!?!? Come è possibile che una
      cosa del genere passi innosservata, è
      inconcepibile!!!!!!!!!!!!!!Guarda che spendono SOLO 10 MILIONI di euro SOLO PERCHE' C'E' LA CRISI, altrimenti ne avrebbero SXXXXXXXTI MOOOLTI DI PIU'!!!!!! :(
  • Matteo B. scrive:
    Alternative gratuite: tante!!
    Una fra tutte la guida ai luoghi insoliti d'Italia del sito Vagabondo, aperta ai contributi esterni e che non ci costa un euro:http://tracks.vagabondo.net/Fatto dalla community, come dovrebbe essere per un sito di questo tipo...
    • quellochevu oi scrive:
      Re: Alternative gratuite: tante!!
      - Scritto da: Matteo B.
      Una fra tutte la guida ai luoghi insoliti
      d'Italia del sito Vagabondo, aperta ai contributi
      esterni e che non ci costa un
      euro:
      http://tracks.vagabondo.net/
      Fatto dalla community, come dovrebbe essere per
      un sito di questo
      tipo...fatto con Gallery2 (GPL, costo ZERO, salvo installazione e personalizzazione)(rotfl)
  • gerry scrive:
    Dovrebbero occuparsene le regioni
    Un sito di promozione turistica ti può far fare un sacco di soldi, guardate per esempio quello messo in piedi dalla Scozia che è un vero gioiello.Solo che la Scozia è grande come un paio di regioni Italiane. Secondo me è impossibile che si riesca a realizzare un portale centrale che sia in grado di gestire tutta l'enorme offerta turistica del nostro paese.E' pura utopia centralistica e un'operazione di marketing da governo.Il governo centrale dovrebbe incentivare le regioni a fare portali autonomi, e se le regioni sono furbe a mantenerli per bene.
    • guast scrive:
      Re: Dovrebbero occuparsene le regioni
      Più che altro dovrebbe commissionare un portale leggero e un framework o un CMS per fare in modo che regioni o comuni mettano su dei siti che siano autonomi, ma intuitvi e con poca spesa.Il problema che al ministero quale sia la soluzione migliore non intressa. Lo scopo principale è solo quello di far girare soldi
  • TonyJay scrive:
    Moksilla - Agenzia pubblicitaria
    Buongiorno,noi della Moksilla ci offiriamo per realizzare il sito web/portale di italia.it a 4 MILIONI di Euro + iva. Chi fosse interessato ci contatti a questo indirizzo www.moksilla.com :D
  • fray scrive:
    Dove sta' il bando pubblico???
    Non vorranno continuare a dilapidare soldi nostri senza nemmeno fare un bando.Si mi basta anche il solito bando pilotato. Ma almeno che qualcuno lavori appresso ai fogli che gli si mandano.Non hanno proprio piu' il senso della civilta'.
    • Steve Austin scrive:
      Re: Dove sta' il bando pubblico???
      - Scritto da: fray
      Non vorranno continuare a dilapidare soldi nostri
      senza nemmeno fare un
      bando.
      Si mi basta anche il solito bando pilotato. Ma
      almeno che qualcuno lavori appresso ai fogli che
      gli si
      mandano.

      Non hanno proprio piu' il senso della civilta'.E se non c'é, é legale? Puo lo stato commissionare un lavoro senza bando?Il Cav. chi deve sistemare tra i politici non eletti del pdl o tra i suoi sostenitori?Verrà fuori un'altro schifo, Brambilla e Brunetta insieme al lavoro.... speriamo nel meglio
  • tommaso scrive:
    come mettersi in tasca i soldi pubblici
    dai 10 milioni a un amico per fare un sito che ne costerebbe ,se fosse fatto bene, magari 40 / 50 mila e i restanti 9.950.000 te li godi!W l'italia che lavora!
  • gigi il bullo scrive:
    non lo vogliamo.....
    con tutti i soldi che sono già stati 45 milioni per un sito di m...da altri 10 sono oltre il buon gusto....siamo in momento di profonda crisi e qui si spendono alri 10 milioni per un sito che vale poche migliaia di euro...NON LO VOGLIAMOAIUTATE LE FAMIGLIE POVERE CHE NON ARRIVANO ALLA SECONDA SETTIMANA DEL MESEXXXXXXXX
    • IlPiccolo scrive:
      Re: non lo vogliamo.....
      Ma Dio ... possibile che nn ci arrivino...Gli ucciderei con le mie mani... con un dito infilzandolo sotto la gola, uno a uno
  • billgates scrive:
    Mi vergogno di essere italiano
    Mi vergogno di essere italiano, governato da politici corrotti che oltre a rubare ti prendono pure per i fondelli, dicendoti che servono 10 MILIONI di euro per un sito.Mi vergogno. Profondamente.
    • Tom scrive:
      Re: Mi vergogno di essere italiano
      - Scritto da: billgates
      Mi vergogno di essere italiano, governato da
      politici corrotti che oltre a rubare ti prendono
      pure per i fondelli, dicendoti che servono 10
      MILIONI di euro per un
      sito.

      Mi vergogno. Profondamente.Sapendo che dietro tutto questo c'è IBM non c'è da meravigliarsi, sarà pure una multinazionale americana, ma in Italia ha le "mani in pasta" in un po' troppe cose ...
  • Al.b scrive:
    dati
    sapete dove trovare dei dati corretti di tutta la spesa sostenua per il castello di paglia?grazie
    • Zio scrive:
      Re: dati
      Leggi qui e fatti due risate, credo sia la risposta alla tua domanda:http://punto-informatico.it/2124310/PI/News/italiait-vogliono-nascondere-carte.aspx
  • Zio scrive:
    Questi ministri sono su facebook...
    io un commento lo posto anche sulla loro "pagina" visto che leggono...
    • Mike07 scrive:
      Re: Questi ministri sono su facebook...
      Ma per favore
    • PGStargazer scrive:
      Re: Questi ministri sono su facebook...
      - Scritto da: Zio
      io un commento lo posto anche sulla loro "pagina"
      visto che
      leggono...Certo che sono anche li, hanno capito quanto siamo fessi cosa credetecomunque non è che sono loro, sono loro di nome ma in realtà è qualche addetto del ministero che molto probabilmente neanche passeranno tutto quel che realmente leggono e rispondono, al vero ministro
  • anonimo scrive:
    basterebbe un sito tipo wikipedia
    o anche wikipedia stessa! Ci sono già pagine complete sul territorio nazionale.ma facciamo proprio un sito specifico:- MediaWiki- sezione "storia"- sezione "cultura"- sezione "geografia"- sezione "arte"- sezione "eventi".... varie ed eventualial semplice costo dell' hosting ecco fatto il sito. Ogni Regione e città ci scrive tutte le sue belle cose.Punto. (fiat:D)
    • gerry scrive:
      Re: basterebbe un sito tipo wikipedia
      - Scritto da: anonimo
      o anche wikipedia stessa! C'è wikitravel apposta.
    • Spectrum scrive:
      Re: basterebbe un sito tipo wikipedia
      In effetti, cercando Francia/France o Spagna/Spain/España con Google, Wikipedia è sempre il primo link che compare...L'idea del portalone centralizzato da 10m è proprio dal mondo. Considerata la precedente esperienza dei milioni buttati in quel buco nero di Italia.it e questo voler tornarci di nuovo, come minimo sorge "qualche dubbio". Ma anche ipotizzando la buona fede, potrebbe provenire al massimo da chi non ha idea di come sia Internet ora. E allora, anche in quel caso, verrebbe da chiedersi a chi diamo in mano i nostri soldi: perché facciamo gestire le nostre risorse, il nostro Paese, il nostro futuro e quindi le nostre vite da gente incompetente?
      • valvola scrive:
        Re: basterebbe un sito tipo wikipedia
        - Scritto da: Spectrum
        perché facciamo gestire le nostre risorse, il nostro Paese, il nostro futuro e quindi le nostre vite da gente incompetente?Guarda che sono assolutamente competenti. Eccome se lo sono!
        • harvey scrive:
          Re: basterebbe un sito tipo wikipedia
          - Scritto da: valvola
          Guarda che sono assolutamente competenti. Eccome
          se lo
          sono!Il problema e' che dovrebbero esser meno competenti in rubare e piu' nel spendere i soldi in modo produttivo!
          • valvola scrive:
            Re: basterebbe un sito tipo wikipedia
            eh... fanno quello in cui riescono meglio...Comunque le decine di milioni di italia.it sono briciole.Che dire delle decine di miliardi dedicati al ponte sullo stretto e al nucleare?Il nucleare!Qui non si tratta solo di ladri e mafiosi, ma anche di IDIOTI!
        • Mike07 scrive:
          Re: basterebbe un sito tipo wikipedia
          Infatti! Sanno benissimo come mettercelo a quel posto senza che ci abbassiamo i pantaloni!
      • Mentore Siesto scrive:
        Re: basterebbe un sito tipo wikipedia
        - Scritto da: Spectrum
        In effetti, cercando Francia/France o
        Spagna/Spain/España con Google, Wikipedia è
        sempre il primo link che
        compare...

        L'idea del portalone centralizzato da 10m è
        proprio dal mondo. Considerata la precedente
        esperienza dei milioni buttati in quel buco nero
        di Italia.it e questo voler tornarci di nuovo,
        come minimo sorge "qualche dubbio". Ma anche
        ipotizzando la buona fede, potrebbe provenire al
        massimo da chi non ha idea di come sia Internet
        ora. E allora, anche in quel caso, verrebbe da
        chiedersi a chi diamo in mano i nostri soldi:
        perché facciamo gestire le nostre risorse, il
        nostro Paese, il nostro futuro e quindi le nostre
        vite da gente
        incompetente?Perche' per il 99% nessuno sa cosa siano Wiki, Creative Commons e altro?Perche' "open" per il 99% delle persone vuol dire "allora fa schifo, visto che non si paga"?Perche' "non ci penso nemmeno a fare una collaborazione, o il merito e' tutto mio o preferisco che schianti"?Perche' "Ma tu quando fai il sito con FrontPage" "No guarda, non uso FP" "Allora con Word" "Manco se mi ammazzi" "Aaah, allora vai con i programmi GROSSI" "si' certo, come no, mi districo tra vi, EPM e WordPad" "EH?!?"eccetera... Sono ancora moltissimi a non sapere nemmeno che esiste OpenOffice, figuriamoci cose come questa.Mentore
    • guast scrive:
      Re: basterebbe un sito tipo wikipedia
      Wikipedia non deve avere link commerciali mentre un eventuale sito turistico invece dovrebbe linkare alberghi e simili. Però il modello Wikipedia per i contenuti sarebbe molto utile. Ma ci sarebbe un grosso problema: se si usassero massicciamente i volontari sarebbe difficile giustificare i soldi spesi
    • Dti Revenge scrive:
      Re: basterebbe un sito tipo wikipedia
      o semplicemente it.wikipedia.org/wiki/Italia
  • uomo comune scrive:
    I soldi basteranno per un nuovo logo ?
    Speriamo di si...
  • flavio turrini scrive:
    ma basta con questi sprechi
    la rete non ha bisogno di un altro sito informativo. Ce ne sono a tonnellate di informazioni sull'italia.Spendete questi soldi per qualcosa di utile... ladri!
    • 65C02 scrive:
      Re: ma basta con questi sprechi
      - Scritto da: flavio turrini
      la rete non ha bisogno di un altro sito
      informativo. Ce ne sono a tonnellate di
      informazioni sull'italia.Verissimo!
      ladri!ancor più vero....!Ma la colpa è nostra, chè continuiamo a votarli... qualsiasi schieramento scegliamo... senza pretendere che riducano veramente i loro emolumenti e benefit. Perchè i signori parlamentari non se lo pagano di tasca loro il sito informativo?
      • MArco scrive:
        Re: ma basta con questi sprechi
        Lagnarsi senza proporre un alternativa non è molto produttivo....Di sicuro non votare non è una soluzione.
  • BLah scrive:
    Con 10 milioni
    Con 10 milioni si potevano far fare il sito da 20 aziende (20 proposte complete e diverse quindi) diverse, facendo campare queste ultime fino alla fine dei loro giorni.Hanno completamente perso il senso del denaro. Con 10.000.000 si fanno talmente tante cose...Che vergogna.
  • Zio scrive:
    E' un insulto alla povertà
    ...e come dissero nel 97 in "Tre uomini e una gamba": con 30mila lire il mio falegname la fa meglio!No comment...
  • r3d_d347h scrive:
    Inamissibile
    Ciao a tutti,quello che mi chiedo io e` come, certa gente, possa dormire tranquilla la notte... Parlano di crisi, di posti di lavoro "silurati", ..., e poi che cosa fanno? Salvano la "compagnia di bandiera", fanno sti' portali (staremo a vedere che culla della cultura virtuale ne uscira`), tagliano l'istruzione (per carita`, gli sprechi li troviamo ovunque, ma potrebbero tagliare qualcos'altro prima...), ...Si fanno fare un logo da *80 MILA* di euro!?!?!?!?!Visto che, chi piu` e chi meno, bazzichiamo tutti nel mondo informatico, forse ci viene spontaneo ipotizzare come spendere *80 MILA* euro per un logo... Io non ne sarei capace, anche perche` il logo, diciamocela francamente, fa veramente schifo ed un bambino avrebbe fatto molto, ma molto meglio!Bah, che dire... /dev/null?Ciao.r3d_d347h
    • Leonardo scrive:
      Re: Inamissibile
      - Scritto da: r3d_d347h
      Bah, che dire... /dev/null?No: /dev/sarinSono curioso di conoscere dove hanno speso tutti questi soldi.Valutero' il da farsi. Magari costituiamo un'associzione apposita, e poi gli chiediamo 5 milioni di euro per poterci finanziare... :-(Questi sono solo dei parassiti della peggior specie.
  • Logoz scrive:
    www.italove.com
    italove.com (un esempio fra molti) è fatto meglio, è più usabile, è open (chiunque può aggiungere contenuti) del vecchio italia.it.E soprattutto non ci è costato nulla...Possibile che nel ventunesimo secolo questi gerontocrati continuino a pensare ad una comunicazione a senso unico?-lz-
    • Andonio scrive:
      Re: www.italove.com
      Su Internet c'e' di bello che il bluff viene fuori subito ed i politici non sono ancora abituati a vedersi fatto il pelo ed il contropelo in tempo reale.La procedura che il politico segue quando deve fare qualcosa e' la seguente: -Inventiamoci un lavoro di cui non c'e' necessita'.-Destiniamo una somma di denaro, che dovra' essere spesa tutta e comunque a meta' del lavoro occorrera' raddoppiare lo stanziamento.-Facciamo l'elenco di parenti e amici che saranno assunti a tempo indeterminato, XXXXX e puttane che dovranno rallegrare la compagnia. Saranno tutti voti guadagnati alle prossime elezioni.-Diamo da fare il lavoro alla ditta di mio cognato.-Emettiamo altri 10 milioni di BOT per finanziare tutto quanto.-Infiliamolo nel sedere agli Italiani ignoranti.Forse con Internet qualcosa potra' cambiare o sono un illuso?
      • harvey scrive:
        Re: www.italove.com
        - Scritto da: Andonio
        Forse con Internet qualcosa potra' cambiare o
        sono un
        illuso?La seconda che hai dettoPurtroppo con internet e' piu' facile scoprirli, ma e' anche piu' facile che rimangono impuniti, visto che alla fine tutti parlano ma nessuno agiscefaccio notare con italia.it 1.0 nessuno e' andato in galera, e sono stati "perduti" 50-60 milioni di euro!!! E come minimo a chi ha fatto il sito saranno arrivati meno di un centesimo del valore
    • cRoW2k scrive:
      Re: www.italove.com
      ades, che sia fatto meglio... mi pare MOLTO amatoriale
  • Enjoy with Us scrive:
    Stiamo a vedere....
    .... certo visto i trascorsi c'è poco da stare tranquilli, spero che questa volta cerchino di costruire un portale ponte che evidenzi l'offerta turistica in Italia, magari poggiandosi con i dovuti accordi a motori di ricerca leader nel settore, tipo expedia booking e simili e che offrano un concreto aiuto a tutte le strutture ricettive ad essere indicizzate su tali motori!
    • Uby scrive:
      Re: Stiamo a vedere....
      - Scritto da: Enjoy with Us
      .... certo visto i trascorsi c'è poco da stare
      tranquilli, spero che questa volta cerchino di
      costruire un portale ponte che evidenzi l'offerta
      turistica in Italia, magari poggiandosi con i
      dovuti accordi a motori di ricerca leader nel
      settore, tipo expedia booking e simili e che
      offrano un concreto aiuto a tutte le strutture
      ricettive ad essere indicizzate su tali
      motori!La cosa che preoccupa è il fatto che tutto questo (cito) "potrebbe richiedere il completo superamento della piattaforma tecnologica disattivata".Quindi abbiamo speso 45 mln di euro per avere una super-mega-iper server farm... che adesso buttiamo nel XXXXX :|Mi sembra abbastanza strano...
  • Teo_ scrive:
    È una strategia di marketing
    Quale sito, quale portale è mai costato così tanto?Un giorno ci saranno classifiche che lo faranno notare e da tutto il mondo verranno a visitare italia.itI 10 milioni servivano perché probabilmente la nostra intelligence ha scoperto un progetto ambizioso quanto il nostro e seviva la garanzia di primeggiare.«10 milioni cosa sono poi?» Avranno pensato confrontandolo al contratto di Kakà o al proprio patrimonio
  • tmx scrive:
    il logo fa schifo
    ...tanto per cominciare.la " t " sembra un pene. secondo me hanno solo intenzione di mangiare un pò di euro anche a questo giro. l'altra volta ha funzionato alla grandissima!what a shitty country, my dear foreign friends...
  • cognome scrive:
    Come puo costare altri 10?
    Qualcuno mi spieghi come sia possibile arrivare a cifre del genere per un sito come quello. No perchè ho amici che con 150 euro fanno cose veramente professionali, serie e funzionanti. Chi se li pappa i 10 milioncini? Il parentado di Brunetta & Brambilla che ora sono di turno al governo?Ma non si vergogna questa gente? Non si vergogna chi li ha votati?
    • Undertaker scrive:
      Re: Come puo costare altri 10?
      - Scritto da: cognome
      Qualcuno mi spieghi come sia possibile arrivare a
      cifre del genere per un sito come quello. No
      perchè ho amici che con 150 euro fanno cosequesta é una cosa che mi sono chiesto anch'io.ma non si dovrebbero fare gare d'appalto ?
      veramente professionali, serie e funzionanti. Chi
      se li pappa i 10 milioncini? Il parentado di
      Brunetta & Brambilla che ora sono di turno al
      governo?Non mi sembra che Brunetta si sia fatto notare per favoriregli sprechi
      Ma non si vergogna questa gente? Non si vergogna
      chi li ha
      votati?pensa come si dovrebbero vergognare quelli che hanno votato chi ha creato italia.it, sprecando decine di milioni per una ciofeca che non é servita assolutamente a niente.
      • cognome scrive:
        Re: Come puo costare altri 10?
        Sono d'accordo comunque. La politica sfrutta sempre l'ignoranza del popolo ignorante, che è la maggioranza che vota questa gente, di destra o di sinistra. Solo una piccola parte si accorge delle furbate che fanno, ma a loro non interessa: ridacchiano e magnano alle nostre spalle. Ma poi in TV dicono che è per il bene del "paese" e tutti appluaudono. Gli ignoranti.E loro ridacchiano, rossi, verdi, neri...Spaghetti & mandolino: la macchietta del globo.
        • cognome scrive:
          Re: Come puo costare altri 10?
          Dimenticavo: prossime elezioni? Un bel cefalo sulla scheda... scheda nulla. Si fa cosi.
          • Diego scrive:
            Re: Come puo costare altri 10?
            Scehda nulla non fa altro che daro un voto mancato alla maggioranza.Vota per chi ritieni sia più adatto per te...o megliop il meno peggio...ma vota!Solo così sarà un voto in meno per la maggioranza (sia di dx che di sx)
          • ... scrive:
            Re: Come puo costare altri 10?
            E ottieni comunque che sale la dx o la sx e cosa risolvi? Niente! Perché sono disonesti da entrambe le parti. Almeno il voto nullo può dare un segno tangibile di malessere.
          • harvey scrive:
            Re: Come puo costare altri 10?
            Magari dai voce a qualcuno di onesto :DMa tanto la gente come te e' piu' contenta cosi'. Da il voto alla maggioranza, ma almeno puo' dire di non aver votato !
          • Simone scrive:
            Re: Come puo costare altri 10?
            Io la penso come harvey....Un voto nullo (con questa legge elettorale) fa solo male al paese!ricordate che si vince in base alla PERCENTUALE DEI VOTANTI non degli aventi diritto!Meglio votare una minoranza che non votare affatto!
          • aico scrive:
            Re: Come puo costare altri 10?
            si può anche andare dal presidente di seggio e rifiutarsi di votare... quello è il vero voto nullo
        • Ricky scrive:
          Re: Come puo costare altri 10?
          E' possibile eliminare fisicamente questi "politici" ?10Ml di euro in QUESTO periodo possono servire a cose piu' importanti ma non e' questo il punto.Questi INFAMI stanzano 10Ml di euro SENZA aver dato alcuna informazione agli italiani dei precedenti ML SPRECATI.Non si sa' nulla di chi ha intascato i soldi, del perche' hachiesto cifre simili,di COSA abbia fatto realmente per il protale, di come sono stati assegnati i soldi e con quali bandi di concorso.Insomma NIENTE DI NIENTE e' stato dato agli italiani a cui si TORNA A RIPRENDERE milioni di euro per un MOSTRO di incapacita' che ha riempito le tasche dei PARASSITI di turno, POLITICI COMPRESI (LORO SONO UNA COSTANTE).L'enorme SCHIFO che tutto questo suscita nell'animo degli italiani e' adesso aumentato perche' ANCHE QUESTI 10Ml vengono prelevati SENZA BANDI DI CONRCORSO PUBBLICI, SENZA DARE IN VISIONE ALLA GENTE ALCUNCHE' e, sicuramente, senza produrre una VERO STRUMENTO PER IL RILANCIO TURISTICO ITALIANO.E vorrei ricordare che il paese per attirare gente da fuori deve fare MOLTO ALTRO che creare 4 pagine web sulle IPOTETICHE BELLEZZE NOSTRANE.Uno che vuole andare in Puglia , ad esempio, guarda le locandine ma se dovesse ascoltare Caparezza...addio PugliaSorrideI politici sono IGNORANTI A 360°, sanno il minimo indispensabile per non fare figuracce in una conversazione ESTREMAMENTE LEGGERA in merito.E a loro e' dato mandato di gestire cose importantissime come il futuro dell'Italia.Anche noi pero'...e quando li mandiamo a FC?!
      • Brustigato scrive:
        Re: Come puo costare altri 10?
        - Scritto da: Undertaker
        Non mi sembra che Brunetta si sia fatto notare
        per
        favorire
        gli sprechiBrunetta blocca l'erogazione statale (sipendi) e attinge dalle tasche dei contribuenti per cose alquanto dubbie. Sveglia.
        • vday scrive:
          Re: Come puo costare altri 10?
          - Scritto da: Brustigato
          - Scritto da: Undertaker


          Non mi sembra che Brunetta si sia fatto notare

          per

          favorire

          gli sprechi

          Brunetta blocca l'erogazione statale (sipendi) e
          attinge dalle tasche dei contribuenti per cose
          alquanto dubbie.
          Sveglia.Ah, ecco perchè ha creato il clima di TERRORISMO accusando le persone di essere FINTE MALATE, per RISPARMIARE E SPRECARE SOLDI IN QUESTO MODO!!!! :@
      • AndreFred scrive:
        Re: Come puo costare altri 10?
        beh, sono quelli che ora ci hanno messo altri 10 mln di . all'epoca fu un progetto lanciato dal ministro dell'innovazione Lucio Stanca, ex dipendente IBM. Chi vinse l'appalto? IBM, of course. poi il cretino di rutelli l'ha voluto lanciare, ma i soldi non li ha sprecati lui.
      • Marco Pancotti scrive:
        Re: Come puo costare altri 10?
        Undertaker, guarda che Italia.it è stato voluto e fatto da Scajola durante il primo governo Berlusconi (2001-2006). Rutelli non avrebbe mai potuto farlo in tre mesi. La colpa di Rutelli è stata solo quella di strombazzarne il lancio cercando di prendersene il "merito" invece che chiamare i carabinieri.A cercare i colpevoli a destra o a sinistra, in queste cose, si perde tempo. Manca l'etica, sia a destra che a sinistra, senza la quale non si fa neanche un portalino da 1000 euro.
        • Mentore Siesto scrive:
          Re: Come puo costare altri 10?
          Concordo... E se e' per questo, senza etica e un minimo di responsabilita' non si fa nemmeno un portalino da quattro spiccioli come quello della mia palestra, che ho fatto da solo, a mano e completamente aggratis (ovviamente non metto il link, non approfitto dello spazio per spammare)...Etica, questo termine sconosciuto ai piu' :-(Mentore
      • quellochevu oi scrive:
        Re: Come puo costare altri 10?


        Ma non si vergogna questa gente? Non si vergogna

        chi li ha
        votati?
        pensa come si dovrebbero vergognare quelli che
        hanno votato chi ha creato italia.it, sprecando
        decine di milioni per una ciofeca che non é
        servita assolutamente a
        niente.guarda che quelli che hanno creato italia.it (il primo) sono gli stessi che ci propinano il bis.Italia.it nasce nel precedente governo berlusca, viene buttato al macero dal governo prodi e ripreso adesso (guarda caso) di nuovo dal nano catodico
      • Stiv Giobs scrive:
        Re: Come puo costare altri 10?
        - Scritto da: Undertaker

        Ma non si vergogna questa gente? Non si vergogna

        chi li ha
        votati?
        pensa come si dovrebbero vergognare quelli che
        hanno votato chi ha creato italia.it, sprecando
        decine di milioni per una ciofeca che non é
        servita assolutamente a niente.Sono gli stessi. Il progetto Italia.it, con relativo folle budget da quasi 50 Milioni di Euro fu fatto dal precedente Governo Berlusconi, per mano del Ministro Stanca (ex dirigente IBM) nel 2003. Il governo Prodi ereditò il progetto già avviato (e già in crisi) e lo mandò online alla bell'emglio.
    • Er Cocomeraro scrive:
      Re: Come puo costare altri 10?
      non toccarmi il Brunetta, è l'unico che mi sta piacendo in questo governo
      • vday scrive:
        Re: Come puo costare altri 10?
        - Scritto da: Er Cocomeraro
        non toccarmi il Brunetta, è l'unico che mi sta
        piacendo in questo
        governo :s :s :s
      • Mike07 scrive:
        Re: Come puo costare altri 10?
        Ma vai a vendere cocomeri :P
      • Pax scrive:
        Re: Come puo costare altri 10?
        - Scritto da: Er Cocomeraro
        non toccarmi il Brunetta, è l'unico che mi sta
        piacendo in questo
        governoEcco... con questa furbata abbiamo perso pure brunetta.Non che mi piacesse molto neppure prima... Ha strombazzato tanto e poi realizzato??? Bah...Troppe chiacchiere! E alla fine a chiacchierato talmente tanto che si e' dimenticato di "fare"... anzi, ha fatto sprechi come gli altri!
      • Marco scrive:
        Re: Come puo costare altri 10?
        Brunetta ha fatto moltissime cose contro i fannulloni, peccato che quei provvedimenti colpiscono anche chi fannullone non è (ma non potrà più ammalarsi). Per non parlare del fatto che bisogna dimezzare l'acquisto sia della carta sia dei dispositivi di archiviazione. Senza nastri dove li fai i backup? con le schede perforate?Complimenti anche alle varie leggi sui blocchi assunzioni che obbligano gli enti pubblici ad assumere consulenze esterne a prezzi esorbitanti.
    • melamarcia scrive:
      Re: Come puo costare altri 10?
      - Scritto da: cognome
      Qualcuno mi spieghi come sia possibile arrivare a
      cifre del genere per un sito come quello. No
      perchè ho amici che con 150 euro fanno cose
      veramente professionali, serie e funzionanti. mi auguro davvero non ci sia gente che con 150 euro fa qualcosa di serio e funzionante se no ho davvero paura di quanto si sia sXXXXXXXta questa professione.
      • Sceicco Elmer scrive:
        Re: Come puo costare altri 10?
        Ma che ti poni pure la domanda?Ma per te uno che lavora seriamente in Italia può permettersi di affrontare un progetto per 150 euro?Farà 2-3 lavoretti in nero all'anno per qualche dittarella inutile destinata al fallimento. Un professionista per 150 euro nemmeno si muove perché con quella cifra non ripaga già le spese che deve sostenere e il tempo per fare un preventivo.E' come dire "ah io conosco un sarto bravissimo che fa giacche su misura a 20 Euro". Che un progetto del genere costi grandi cifre è logico. La cosa illogica è il progetto in se', del tutto inutile.Finanziassero la banda larga piuttosto. Migliorassero i servizi ai turisti.
    • Enjoy with Us scrive:
      Re: Come puo costare altri 10?
      - Scritto da: cognome
      Qualcuno mi spieghi come sia possibile arrivare a
      cifre del genere per un sito come quello. No
      perchè ho amici che con 150 euro fanno cose
      veramente professionali, serie e funzionanti. Chi
      se li pappa i 10 milioncini? Il parentado di
      Brunetta & Brambilla che ora sono di turno al
      governo?
      Ma non si vergogna questa gente? Non si vergogna
      chi li ha
      votati?150 euro sono pochini, certo che 60 o più milioni di euro prima e ora altri 10 sembrano veramente eccessivi!Ma un bell'accordo con qualche motore di ricerca del settore, tipo expedia, dare delle facilitazioni, tipo deduzioni fiscali e/o strumenti informatici per facilitare le nostre strutture alberghiere ad essere inserite in tali motori di ricerca e mettere su semplicemente un portale a cui accedere al motore di ricerca, più una serie di link alle risorse sviluppate dai singoli enti del turismo regionali/provinciali/locali no?!?E tutto questo dovrebbe costare altri 10 milioni di euro?
      • Mentore Siesto scrive:
        Re: Come puo costare altri 10?
        - Scritto da: Enjoy with Us

        150 euro sono pochini, certo che 60 o più milioni
        di euro prima e ora altri 10 sembrano veramente
        eccessivi!Beh, 150 euro "SONO" pochini, per un portale (nelle dichiarazioni) cosi' enormemente ambizioso. Pensa soltanto alla mole di lavoro necessaria a raccogliere, organizzare e uniformare l'enorme quantita' di dati riguardanti il turismo.
        Ma un bell'accordo con qualche motore di ricerca
        del settore, tipo expedia, dare delle
        facilitazioni, tipo deduzioni fiscali e/o
        strumenti informatici per facilitare le nostre
        strutture alberghiere ad essere inserite in tali
        motori di ricerca e mettere su semplicemente un
        portale a cui accedere al motore di ricerca, più
        una serie di link alle risorse sviluppate dai
        singoli enti del turismo
        regionali/provinciali/locali
        no?!?Magari! Sarebbe un ottimo inizio, ma poi i soldi si dovrebbero dare a quelle aziende e non all'amico dell'amico del compagno della cugina del sottosegretario dell'assessore del ...... Credo anche io che la parcellizzazione del portale in una grande rete di sotto-siti a livello regionale o addirittura provinciale sarebbe la manna dal cielo, ovviamente il tutto organizzato in una rete non piana (quindi con molte connessioni e rimandi) per dare al portale "vero e proprio" un senso superiore a quello di mero contenitore.Ovviamente non e' facile: e purtroppo si scontra di brutto con le varie implementazioni della PA da regione a regione, che anni fa erano del tutto incompatibili tra loro e ora non credo siano molto migliorate :-)
        E tutto questo dovrebbe costare altri 10 milioni
        di
        euro?Di piu', di piu'... L'importante e' che in TV si sappia che Berlusconi ha salvato Israele, Palestina, le banche, l'UE e il Milan, tutto da solo e senza nemmeno sudare. Ah, ha anche suggerito il discorso elettorale a Obama dopo che si e' impappinato.Mentore
        • Enjoy with Us scrive:
          Re: Come puo costare altri 10?
          - Scritto da: Mentore Siesto
          - Scritto da: Enjoy with Us



          150 euro sono pochini, certo che 60 o più
          milioni

          di euro prima e ora altri 10 sembrano veramente

          eccessivi!

          Beh, 150 euro "SONO" pochini, per un portale
          (nelle dichiarazioni) cosi' enormemente
          ambizioso. Pensa soltanto alla mole di lavoro
          necessaria a raccogliere, organizzare e
          uniformare l'enorme quantita' di dati riguardanti
          il
          turismo.


          Ma un bell'accordo con qualche motore di ricerca

          del settore, tipo expedia, dare delle

          facilitazioni, tipo deduzioni fiscali e/o

          strumenti informatici per facilitare le nostre

          strutture alberghiere ad essere inserite in tali

          motori di ricerca e mettere su semplicemente un

          portale a cui accedere al motore di ricerca, più

          una serie di link alle risorse sviluppate dai

          singoli enti del turismo

          regionali/provinciali/locali

          no?!?

          Magari! Sarebbe un ottimo inizio, ma poi i soldi
          si dovrebbero dare a quelle aziende e non
          all'amico dell'amico del compagno della cugina
          del sottosegretario dell'assessore del ......Eh no! Se Io faccio un sito Italia.IT portale per il turismo Italiano, stai pure tranquillo che trovo la coda dei vari Booking ed Espedia disposti a farsi linkare gratis nel portale, anzi probabilmente sarebbero anche disposti a scucire dei soldi, il vero costo per lo stato sarebbe quello per le agevolazioni fiscali da riconoscere a chi rende disponibile la prenotazione online della propria struttura con il o i motori di ricerca prescelti!
          Credo anche io che la parcellizzazione del
          portale in una grande rete di sotto-siti a
          livello regionale o addirittura provinciale
          sarebbe la manna dal cielo, ovviamente il tutto
          organizzato in una rete non piana (quindi con
          molte connessioni e rimandi) per dare al portale
          "vero e proprio" un senso superiore a quello di
          mero
          contenitore.

          Ovviamente non e' facile: e purtroppo si scontra
          di brutto con le varie implementazioni della PA
          da regione a regione, che anni fa erano del tutto
          incompatibili tra loro e ora non credo siano
          molto migliorate
          :-)
          Beh non ho detto che và fatto domani! incomincino a creare il portale, a mettere i link alle risorse esistenti, a inserire i motori di ricerca per fare le prenotazioni direttamente on line (è questa la cosa più importante!), poi ci sarà sempre tempo per raffinare il sistema, uniformare gli standard di presentazione dei contenuti ecc...

          E tutto questo dovrebbe costare altri 10 milioni

          di

          euro?

          Di piu', di piu'... L'importante e' che in TV si
          sappia che Berlusconi ha salvato Israele,
          Palestina, le banche, l'UE e il Milan, tutto da
          solo e senza nemmeno sudare. Non dare la colpa di questo a Berlusconi, anche Prodi ha fatto la stessa roba, se poi Berlusconi effettivamente tiene nonostante l'incredibile offerta Kakà al Milan, riesce a fare da paciere fra Ukraina e Russia e le banche Italiane riescono al contrario di quelle del resto del mondo a non fallire e senza l'ausilio della mano pubblica e ancora la Fiat durante una crisi nera riesce a comprarsi la Crysler.... forse tutti i torti a dire che l'Italia ha tutte le carte per uscire da questa crisi meglio di altri paesi, forse forse non ha torto!Ah, ha anche
          suggerito il discorso elettorale a Obama dopo che
          si e'
          impappinato.

          MentoreMah staremo a vedere se Obama dopo tutti i discorsi riesce anche a fare qualche cosa di concreto!Non mi sembra che le borse, in primis quella americana abbiano festeggiato il suo insediamento!-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 21 gennaio 2009 18.46-----------------------------------------------------------
    • PGStargazer scrive:
      Re: Come puo costare altri 10?
      Capirai che vuoi che sia,hanno svenduto l'alitalia che dobbiamo pagare noi, hanno preso la multa per eccessivo inquinamento che pagheremo noi,rete4 va sul satellite che pagheremo noitermovalorizzatori che pagheremo noi con le bollette dei rifiutifin che l'italia è piena di beoti pagheremo sempre noi, chiaro no?L'importante è che si possa sfoggiare vestiti di alta marca o il proprio iphone o pda ultrateconologici collegandosi via wifi per mandare messaggi e leggere barzellette-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 20 gennaio 2009 18.44-----------------------------------------------------------
  • giovanni vernia scrive:
    nooooooooo
    disastro!!!
  • Bingo Bongo scrive:
    Idee in attesa del default
    Se l'Italia si avvia ad un probabile default (con il debito pubblico al 110% del PIL) e ad un uscita dalla zona euro, il portalone potrà rivelarsi uno strumento utile per convogliare i pochi turisti rimasti (la crisi è mondiale ..) nel bel paese a buon mercato dalla lira svalutata.Certo, dei 10 milioni di Euro rimarrano forse 10 milioni di lirette, per cui il portale italia.it per poter stare in piedi e finanziarsi sarà pieno di pubblicità XXXXX, per incontri di anime gemelle e scommesse sui cavalli. Ma tant'è, si potrebbe unire le due case ed invitare i turisti a venire a farsi una bella XXXXXXXX in Italia a prezzi stracciati.Così ad occhio e croce, cari IT-alieni, ve l'hanno messo nel cxxo. Ma siate ottimisti, come dice il nanetto, tra un po' comincerete a godere (forse).
    • vday scrive:
      Re: Idee in attesa del default
      - Scritto da: Bingo Bongo
      Se l'Italia si avvia ad un probabile default (con
      il debito pubblico al 110% del PIL) e ad un
      uscita dalla zona euro, il portalone potrà
      rivelarsi uno strumento utile per convogliare i
      pochi turisti rimasti (la crisi è mondiale ..)
      nel bel paese a buon mercato dalla lira
      svalutata.

      Certo, dei 10 milioni di Euro rimarrano forse 10
      milioni di lirette, per cui il portale italia.it
      per poter stare in piedi e finanziarsi sarà pieno
      di pubblicità XXXXX, per incontri di anime
      gemelle e scommesse sui cavalli. Ma tant'è, si
      potrebbe unire le due case ed invitare i turisti
      a venire a farsi una bella XXXXXXXX in Italia a
      prezzi
      stracciati.

      Così ad occhio e croce, cari IT-alieni, ve
      l'hanno messo nel cxxo. Ma siate ottimisti, come
      dice il nanetto, tra un po' comincerete a godere
      (forse).Purtroppo anche TROMBARE in italia con le prostitute è proibito in certi posti (vedi ordinanze di alcuni sindaci), perciò......
  • DR.House scrive:
    Ma XXXXX trota....
    o io lavoro in un mondo di alieni o qui c'è qualcosa di seriamente sbagliato.Quando mi affidano un progetto io sono abituato a fare nell'ordine:- Decido cosa voglio ottenere- Stabilisco se è fattibile- Decido i contenuti- Stabilisco la quantità di risorse- Stabilisco i tempiE ALLA FINE CALCOLO QUANTO XXXXX MI VIENE A COSTARE !!!!Perchè se alla fine mi servono 20 milioni è perfettamente inutile che parta a sviluppare qualcosa se so che più di 10 non me ne danno, non concluderò una mazza, butterò tempo e 10 milioni.Come cacchio è che qui prima ci buttano dentro 10 milioni di euro e ancora non hanno stabilito cosa vogliono, chi fa cosa, in quanto, per quanto... ma qualcuno non aveva detto che l'italia (minuscolo voluto) doveva essere amministrata come una grande azienda ?Ma chi di voi lavora in una azienda dove ti dicono "devi fare X, ecco tot euro, fammi sapere". Ma lavoro io in un posto di dementi o in italia le cose vanno veramente al contrario ?
    • Mike scrive:
      Re: Ma XXXXX trota....
      - Scritto da: DR.House
      Perchè se alla fine mi servono 20 milioni è
      perfettamente inutile che parta a sviluppare
      qualcosa se so che più di 10 non me ne danno, non
      concluderò una mazza, butterò tempo e 10
      milioni.

      Come cacchio è che qui prima ci buttano dentro 10
      milioni di euro e ancora non hanno stabilito cosa
      vogliono, chi fa cosa, in quanto, per quanto...Benvenuto nel pubblico.In un'azienda privata è diverso. C'è un privato che ci perde se si comporta così e quindi col cavolo che la gestisce così!Nel pubblico, essendoci finanziamenti a iosa, il problema non si pone ma prima o poi si pagherà il conto.
    • ... scrive:
      Re: Ma XXXXX trota....
      Il 10% di quella cifra sarebbe già troppo per quello che devono fare, il resto è magna magna.
    • harvey scrive:
      Re: Ma XXXXX trota....
      Nel pubblico invece prima parti da quanto puoi prelevare.Dopo decidi quanto mangiarci.Poi se rimangono soldi fai il lavoro, altrimenti ti fai rifinanziare perche' i soldi non erano sufficientiInfatti su italia.it questi sono la seconda mandata di soldi. Hanno già bruciato una quantità indefinita di soldi (almeno 5 volte tanto). E ovviamente nessuno e' colpevole!!!Se a questi non gli dai fuoco non la smettono di rubare!!!!
  • z f k scrive:
    rete
    il portalone deve ridursi ad aggregatore.Deve riportare info essenziali e poi rimandare a siti locali, siano essi regionali e/o cittadini (penso alle citta' d'arte); questi ultimi a loro volta rimandano ad altri siti e cosi' via.Rete.L'unica accortezza, una qualche blanda "certificazione" di requisiti minimi di accessibilita' e qualita', per farne parte.Un coordinamento centrale che faccia da paciere per gli accordi tra le risorse locali ("ti linko se mi linki questo e quest'altro", "non ti linko se non mi metti tra i primi tre", ecc).Sinergia.Ma la brama di potere vuole le mani in pasta e le redini di tutto, ossia centralita' e controllo diretto... Non nutro molte speranze.Intanto, altri 10 milioni di euro "per cominciare" che non sapremo mai in che tasche finiranno. :(CYA
  • Luco, giudice di linea mancato scrive:
    Please visit Italy...
    [yt]Lp2uDyzxP6g[/yt]
    • z f k scrive:
      Re: Please visit Italy...
      - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato"Plis, visitsz..." ^_^;non l'avevo mai visto. Ma aveva un surplus di esse che non sapeva dove mettere o che? ;)"I beg you, visitsz Italy" :DCYA
      • soulista scrive:
        Re: Please visit Italy...
        - Scritto da: z f k
        - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato

        "Plis, visitsz..." ^_^;
        non l'avevo mai visto.
        Ma aveva un surplus di esse che non sapeva dove
        mettere o che?
        ;)

        "I beg you, visitsz Italy" :D

        CYADirei che quel video rispecchia quanto miserabile sia la096552 nostra povera italia
    • lele1086 scrive:
      Re: Please visit Italy...
      chissà quanti mesi ci ha messo per.. imparare? no meglio leggere quelle 4 parole
  • Gustavo Dandolo scrive:
    Rotti in XXXX
    Come da oggetto
  • 3my78 scrive:
    aborto
    Ricordo fu un aborto che venen alla luce già morto. E quanti soldi ci buttarono? Tantissimi. Chi se li intascò? Perché il prodotto era davvero scadente. Pubblicizzatò per di più malissimo. Ora altri 10 milioni? La Brambilla... Brunetta... In che mani siamo!!!http://3my78.blogspot.com/
    • Nifft scrive:
      Re: aborto
      - Scritto da: 3my78
      Ricordo fu un aborto che venen alla luce già
      morto. E quanti soldi ci buttarono? Tantissimi.
      Chi se li intascò? Perché il prodotto era davvero
      scadente. Pubblicizzatò per di più malissimo. Ora
      altri 10 milioni? La Brambilla... Brunetta... In
      che mani
      siamo!!!

      http://3my78.blogspot.com/Siamo in un aborto di paese. Tutto torna
  • Deathadder7 7 scrive:
    Una matita
    Vorrei capire come mai, quando un qualsiasi ufficio pubblico si trovi nella necessità di comprare anche una sola matita, questa debba costare non meno di un centinaio di euro.Una matita.
    • koteko scrive:
      Re: Una matita
      Triste. Tristemente vero.
    • harvey scrive:
      Re: Una matita
      E' piuttosto ovvio...- La penna costa 5 euro- La ditta si incassa 35 euro (ovviamente spartiti in con 5 che fanno il lavoro e 30 che hanno procurato il lavoro)- 60 euro vengono spartite tra i dipendenti pubblici che "guidano" l'appaltoPurtroppo queste cose capitano ancora ogni giorno
    • cognome scrive:
      Re: Una matita
      Io la matita gliela ficcherei in un occhio.Pensa che 10 milioni di euro possano essere paragonabili a un occhio della testa no?
      • The_GEZ scrive:
        Re: Una matita
        Ciao cognome !
        Io la matita gliela ficcherei in un occhio.
        Pensa che 10 milioni di euro possano essere
        paragonabili a un occhio della testa
        no?http://www.youtube.com/watch?v=VAaK9kGSjrs
  • Dti Revenge scrive:
    Italia.it
    "Il mio falegname con 30.000 lire te lo fa meglio" Cit
    • Lilith scrive:
      Re: Italia.it
      - Scritto da: Dti Revenge
      "Il mio falegname con 30.000 lire te lo fa
      meglio"
      Citnon ha neanche le unghie....
    • Uby scrive:
      Re: Italia.it
      - Scritto da: Dti Revenge
      "Il mio falegname con 30.000 lire te lo fa
      meglio"
      CitMa vuoi mettere avere un Garpez come portale turistico??? :D
      • ammiratore scrive:
        Re: Italia.it
        - Scritto da: Uby
        - Scritto da: Dti Revenge

        "Il mio falegname con 30.000 lire te lo fa

        meglio"

        Cit

        Ma vuoi mettere avere un Garpez come portale
        turistico???
        :Dd'altronde si sa, questi artisti: mezzi XXXXX, mezzi drogati....
    • ZioTano. scrive:
      Re: Italia.it
      - Scritto da: Dti Revenge
      "Il mio falegname con 30.000 lire te lo fa
      meglio"
      CitGrandioso!!!
  • Ilpiccolo scrive:
    Altri 10 ?
    Ma che vadino a caXare... Con la crisi che c'è in giro questi vanno a pensare al portale...Non andrò più a votare in vita mia. La mafia siete voi.
    • sk000ks scrive:
      Re: Altri 10 ?
      - Scritto da: Ilpiccolo
      Ma che vadino a caXare... Con la crisi che c'è in
      giro questi vanno a pensare al
      portale...
      Non andrò più a votare in vita mia. La mafia
      siete
      voi.quotoche classe politica schifosae non salta mai una testa di questi incapaci, ma state tranquilli, fra poco le farà saltare il popolo
      • Dti Revenge scrive:
        Re: Altri 10 ?
        Soliti qualunquisti populisti.Fatevi voi un bel partito, eliminate gli sprechi e lasciate perdere gli ignorantoni Grillo e l'amichetto Travaglio.
        • Nifft scrive:
          Re: Altri 10 ?
          - Scritto da: Dti Revenge
          Soliti qualunquisti populisti.
          Fatevi voi un bel partito, eliminate gli sprechi
          e lasciate perdere gli ignorantoni Grillo e
          l'amichetto
          Travaglio.Quelli che dicono "soliti qualunquisti" sono tutti dei mafiosi.
        • Vihai Varlog scrive:
          Re: Altri 10 ?


          Soliti qualunquisti populisti.E tu sei il solito rimbambito che sentitosi attaccato nella propria fede calc^H^H^H^Hpolitica non riesce a capacitarsi che entrambe le parti possono fare schifo.Per la tua testina limitata, se A fa schifo allora B è bello. E ovviamente tu hai scelto B, hai ragione tu e tutti quelli che hanno scelto A sono stupidi. E quelli che non scelgono A ma dicono che B non è meglio, stupidi pure loro... tsk...
          e lasciate perdere gli ignorantoni Grillo e
          l'amichetto Travaglio.Ah ecco... questo completa il quadro. Non riesci a non dare etichette...Pensa un po', c'è anche chi critica Grillo e che pensa che Travaglio ne dica molte giuste ma non ne fa il paladino della propria vita...Se smetteste di essere tifosi e vi impegnaste a ragionare... Cough cough ahahah mi faccio ridere da solo.
        • Ilpiccolo scrive:
          Re: Altri 10 ?
          - Scritto da: Dti Revenge
          Soliti qualunquisti populisti.
          Fatevi voi un bel partito, eliminate gli sprechi
          e lasciate perdere gli ignorantoni Grillo e
          l'amichetto
          Travaglio.Non so nemmeno chi siano quei due che hai nominato, tuoi amici ?
        • ciko scrive:
          Re: Altri 10 ?

          e lasciate perdere gli ignorantoni Grillo e
          l'amichetto
          Travaglio.
          Fatevi voi un bel partito, eliminate gli sprechiahaha questa e' bella...insulti grillo e proponi di presentare liste civiche esattamente come fa lui...
        • Antonio Mela scrive:
          Re: Altri 10 ?
          Si, come no, come se fosse possibile fondare un nuovo partito e sperare di guadagnare anche un solo seggio al parlamento senza avere prima una barca di soldi (propri o di qualche generosa e potente lobby) o qualche mezzo di informazione di massa (escludiamo internet, che però lo è all'estero, ed escludiamo pure la carta stampata, che pochi leggono, quindi alla fine da noi solo la tv rientra in tale definizione) al proprio servizio.Aggiungiamo anche che l'ultima legge elettorale truffa con lo sbarramento e i premi di maggioranza di fatto tarpa le ali a tutte le new entry favorendo invece lo status quo.Finiamo pensando che il finanziamento pubblico a partiti e alla carta stampata servono proprio come la legge elettorale a dare il predominio totale a chi è già in parlamento e ha suoi house organ e vediamo se c'è ancora qualche ingenuo che pensa che sia possibile rinnovare il paese con la democrazia rappresentativa e la sana competizione elettorale.E già che ci sono aggiungo anch'io un po' di qualunquismo: questi nostri piccoli cesari al potere stanno facendo del loro meglio per allevare i brigatisti del domani.
          • ivan revelli scrive:
            Re: Altri 10 ?
            - Scritto da: Antonio Mela
            Si, come no, come se fosse possibile fondare un
            nuovo partito e sperare di guadagnare anche un
            solo seggio al parlamento senza avere prima una
            barca di soldi (propri o di qualche generosa e
            potente lobby) o qualche mezzo di informazione di
            massa (escludiamo internet, che però lo è
            all'estero, ed escludiamo pure la carta stampata,
            che pochi leggono, quindi alla fine da noi solo
            la tv rientra in tale definizione) al proprio
            servizio.
            Aggiungiamo anche che l'ultima legge elettorale
            truffa con lo sbarramento e i premi di
            maggioranza di fatto tarpa le ali a tutte le new
            entry favorendo invece lo status
            quo.
            Finiamo pensando che il finanziamento pubblico a
            partiti e alla carta stampata servono proprio
            come la legge elettorale a dare il predominio
            totale a chi è già in parlamento e ha suoi house
            organ e vediamo se c'è ancora qualche ingenuo che
            pensa che sia possibile rinnovare il paese con la
            democrazia rappresentativa e la sana competizione
            elettorale.
            E già che ci sono aggiungo anch'io un po' di
            qualunquismo: questi nostri piccoli cesari al
            potere stanno facendo del loro meglio per
            allevare i brigatisti del
            domani.
        • Andonio scrive:
          Re: Altri 10 ?
          Ma per mettere in piedi un sito turistico, ci vogliono veramente 10 milioni di euro, dopo averne gia' spesi altri 50?Oppure in questa cifra sono comprese le tangenti, i posti fissi da distribuire a parenti, amici, amanti e puttane?Allora si capisce come mai il debito pubblico italiano e' tra i primi al mondo: e io pago....Per qualcuno la crisi non esiste.Pero' che qualunquista che sono!
          • ivan revelli scrive:
            Re: Altri 10 ?
            - Scritto da: Andonio
            Ma per mettere in piedi un sito turistico, ci
            vogliono veramente 10 milioni di euro, dopo
            averne gia' spesi altri
            50?

            Oppure in questa cifra sono comprese le tangenti,
            i posti fissi da distribuire a parenti, amici,
            amanti e
            puttane?

            Allora si capisce come mai il debito pubblico
            italiano e' tra i primi al mondo: e io
            pago....

            Per qualcuno la crisi non esiste.

            Pero' che qualunquista che sono!Ciao Antonio, approvo a pieno quello che dici, c'è una cosa che comunque devi tener presente sempre, ed è che la politica rispecchia il livello civile del paese. 10 milioni di euro per un sito, io ho una società di software e ti garantisco che sono veramente tanti. Al pensiero che ne avevano spesi già 45. Un informazione : l'india con 80Milioni di euro si è fatta un giretto sulla luna (ha costruito un vettore spaziale), e qui la differenza sociale non contata. a prestoivan
          • MArco scrive:
            Re: Altri 10 ?
            Non voglio difendere nessuno. Da qualche parte lessi che ne sono stati spesi molti meno (10 forse?) proprio perchè il sito non era completo.
          • ... scrive:
            Re: Altri 10 ?
            Pure io l'ho letto, ma resta il fatto che erano pronti a stanziarne 50, con 10/20 mila euro se proprio volevano esagerare si poteva realizzare tranquillamente.
Chiudi i commenti