Khronos rilancia OpenGL

Alla più celebre conferenza di settore tolti i veli alle ultime specifiche delle librerie grafiche. Mobile e desktop, l'importante è la prestazione assoluta

Roma – Siggraph 2012 è il consueto palcoscenico scelto da Khronos Group per presentare l’ultima incarnazione delle sue specifiche OpenGL, comprensive della versione ES dedicata al mobile. E se nella declinazione classica, giunta alla release 4.3, si privilegia la qualità della grafica e la ricchezza dei dettagli, nella 3.0 delle specifiche ES si punta tutto sull’efficienza unità a capacità di rappresentazione sempre più raffinate per smartphone e tablet. AnandTech dedica un approfondimento per raccontare le principali novità mostrate.

OpenGL 4.3 investe molto nella capacità delle più moderne GPU di computazione parallela: come di consueto in questo campo, il grosso dei miglioramenti non sono direttamente identificabili dall’utente finale, ma includono soprattuto la possibilità di sfruttare meglio la pipeline di elaborazione grafica, di applicare nuovi tipi di effetti, o di garantire maggiore affidabilità anche in caso di errori. I primi driver OpenGL 4.3 sono già stati rilasciati in beta da NVIDIA , e dunque gli sviluppatori possono subito iniziare a prendere confidenza con le nuove API per integrarle quanto prima nei propri prodotti.

Lo stesso principio vale per OpenGL ES 3.0 . La terza iterazione delle specifiche per il mobile prende atto dell’enorme progresso registrato dall’hardware in questi anni (la prima incarnazione di OpenGL ES, che non si chiamava ancora così, risale al 2002 ), e Khronos punta tutto anche sulla possibilità di sfruttare codici comuni su più piattaforme: se è vero che la 3.0 è in grado di impiegare strumenti fino a poco tempo fa strettamente appannaggio dei desktop, una migliore gestione delle texture rende possibile semplificare la creazione di contenuti in grado di girare su sistemi differenti con modifiche minime. Naturalmente uno dei pezzi forti di OpenGL ES 3.0 è lo sbarco sul mobile di effetti grafici (shader e geometrici) fin qui mai visti sugli schermi da taschino, senza intaccare il fattore consumi.

Le due specifiche hanno in comune un sistema di compressione texture (ETC), naturalmente declinato in salse diverse: anche in questo caso non si tratta di cambiamenti che avranno una visibilità immediata per l’utente finale, ma gli sviluppatori possono iniziare a familiarizzare con questi strumenti. Khronos sottolinea come la condivisione di feature tra mobile e desktop possa giovare alla semplificazione dei flussi di lavoro. Per non lasciar eniente al caso, Khronos ha già rilasciato le specifiche anche di un altro sistema di compressione texture denominato ASTC ( Adaptive Scalable Texture Compression ), che nelle speranze dovrebbe giovarsi anche del supporto hardware promesso da ARM e NVIDIA. La sfida a Direct3D ripartirà da qui.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • prova123 scrive:
    Ha perfettamente ragione
    Per mobile & Co. tetris, campo minato e solitari sono già sufficienti per i casual gamer, PC e consoole per i Giochi.
  • zanoprova scrive:
    mà sù stà l'accento ci và?
    a volte, vengono dei dubbi......ma meglio averli che fare errori di ortografia. :)
    • Accademio dello crosco scrive:
      Re: mà sù stà l'accento ci và?
      - Scritto da: zanoprova
      a volte, vengono dei dubbi...


      ...ma meglio averli che fare errori di
      ortografia.
      :)No, non ci va. http://www.accademiadellacrusca.it/faq/faq_risp.php?id=4016&ctg_id=93
  • Ma ci facci il piacere... scrive:
    Grazie John...
    20 anni fa ci hai fatto sognare, pur avendo a disposizione hw e sw che ora non useremmo nemmeno per un forno a microonde...20 anni di gioco per noi e di carriera per te......però mo' dopo 20 anni di sucXXXXX cerca di non sputare troppo nel piatto in cui hai mangiato, ok? ;)
    • Dottor Stranamore scrive:
      Re: Grazie John...
      - Scritto da: Ma ci facci il piacere...
      ...però mo' dopo 20 anni di sucXXXXX cerca di non
      sputare troppo nel piatto in cui hai mangiato,
      ok?
      ;)"Non sputare nel piatto in cui hai mangiato" è una frase che ho sempre trovato disgustosa, come se uno deve essere omertoso e non dire quello che pensa per ringraziare non si sa chi.Quale sarebbe il piatto poi? Windows8 che non gli piace o Linux che non ha un market share decente? E' la semplice verità.
      • collione scrive:
        Re: Grazie John...
        sicuramente Carmack ha due caratteristiche ben definite ed evidenti:1. è un guru nel suo mestiere2. non ha peli sulla linguapoi c'è a chi dispiace che il soggetto in questione sia così, ma pazienzail suo problema è semmai il non avere una visione a lungo termine e sviluppare simpatie ed antipatie in base alle situazioni del momentoad esempio non dimenticherò mai il fatto che ha oscillato tra directx e opengl varie volte, bacchettando di volta in volta l'uno e l'altro e benedicendo il concorrente di turnoovviamente non è che è lunatico, è che sono tecnologie in competizione e in vari periodi si trovano ad essere l'una superiore all'altra
        • Dottor Stranamore scrive:
          Re: Grazie John...
          - Scritto da: collione
          il suo problema è semmai il non avere una visione
          a lungo termine e sviluppare simpatie ed
          antipatie in base alle situazioni del
          momentoNon direi che sia un problema. Solo chi ha una sfera di cristallo in cui leggere il futuro non toppa mai.

          ad esempio non dimenticherò mai il fatto che ha
          oscillato tra directx e opengl varie volte,
          bacchettando di volta in volta l'uno e l'altro e
          benedicendo il concorrente di
          turno

          ovviamente non è che è lunatico, è che sono
          tecnologie in competizione e in vari periodi si
          trovano ad essere l'una superiore
          all'altraQuindi era valutazioni normali.Per me il problema di Carmack è la concorrenza che è cresciuta e lui non è riuscito a stare al passo. Però lo stesso rilascia dopo un po' di anni i suoi engine con licenza GPL, cosa che gli altri non hanno le palle di fare. Quindi massimo rispetto.
          • Axel scrive:
            Re: Grazie John...
            - Scritto da: Dottor Stranamore
            Però lo stesso rilascia dopo un po' di
            anni i suoi engine con licenza GPL, cosa che gli
            altri non hanno le palle di fare. Quindi massimo
            rispetto.quoto in pieno ;)
    • bradipao scrive:
      Re: Grazie John...
      - Scritto da: Ma ci facci il piacere...
      20 anni fa ci hai fatto sognare, pur avendo a
      disposizione hw e sw che ora non useremmo nemmeno
      per un forno a
      microonde...
      20 anni di gioco per noi e di carriera per te...

      ...però mo' dopo 20 anni di sucXXXXX cerca di non
      sputare troppo nel piatto in cui hai mangiato,
      ok?Quoto. E aggiungo che Carmack negli ultimi anni ha fatto almeno un paio di buchi nell'acqua, con Rage e con l'approccio al mobile. Con Rage in particolare ha clamorosamente sottovalutato le differenze architetturali dell'hardware delle console e del pc. Ha creato e ottimizzato il motore di rage per le console, per scoprire solo alla fine che su pc aveva problemi. Non perchè il pc non fosse abbastanza potente (lo era di più sulla carta), ma perchè andava sfruttato in altro modo.Insomma ha perso un po' dello smalto di un tempo in cui tirava fuori meraviglie da hardware medio basso.
      • Dottor Stranamore scrive:
        Re: Grazie John...
        - Scritto da: bradipao
        Quoto. E aggiungo che Carmack negli ultimi anni
        ha fatto almeno un paio di buchi nell'acqua, con
        Rage e con l'approccio al mobile.be' c'è già scritto nell'articolo e anche che si è scusato.quale è il collegamento con lo "sputare nel piatto dove si mangia"?Non è una cosa così anormale quella di toppare con qualche prodotto. Della EA games avevo letto che una percentuale molto alta, forse il 14 dei giochi%, viene interrotta in fase di produzione.
      • Mela avvelenata scrive:
        Re: Grazie John...
        - Scritto da: bradipao
        - Scritto da: Ma ci facci il piacere...

        20 anni fa ci hai fatto sognare, pur avendo a

        disposizione hw e sw che ora non useremmo
        nemmeno

        per un forno a

        microonde...

        20 anni di gioco per noi e di carriera per te...



        ...però mo' dopo 20 anni di sucXXXXX cerca di
        non

        sputare troppo nel piatto in cui hai mangiato,

        ok?

        Quoto. E aggiungo che Carmack negli ultimi anni
        ha fatto almeno un paio di buchi nell'acqua, con
        Rage e con l'approccio al mobile.In verità ID Software ha già portato tempo fa Rage su iOS, non so però con quali risultati. Evidentemente meno convincenti di quello che tutti speravano, se poi Carmack ha deciso di stoppare (per il momento, si suppone) lo sviluppo di videogames per il settore mobile! Sviluppare fps per dispositivi touch only non è decisamente la cosa più facile del mondo: è fattibile (ed alcuni sviluppatori l'hanno fatto), ma non sempre i risultati sono apprezzabili (vedi Call of Duty Black Ops Zombies)Sostanzialmente ID Software accantona per adesso il settore mobile (che non è mai piaciuto più di tanto a Carmack), ma di sicuro sarà una cosa temporanea!
        • ... scrive:
          Re: Grazie John...
          fps su dispositivi touch non funzionano perchè finchè si tratta di comandare dei pulsanti virtuali su schermo (per singole azioni) ok, ma quando questi pulsanti servono per camminare, correre, girarsi, saltare ecc.. il risultato è che il prodotto diventa non giocabile (non proprio ingiocabile, ma quasi). Ti ritrovi con almeno due dita sempre a contatto con lo schermo (con i relativi problemi di surriscaldamento, a volte quasi ti scotti le dita), non vedi grosse porzioni di gioco e devi stare sempre attento a non fuoriuscire dai limiti dei pulsanti, anche se a volte sono programmati per cercare di adattarsi alla posizione delle dita.Checché ne dicano i patiti del touch, molte categoriee di giochi non possono fare a meno di dispositivi hardware per fare le operazioni più frequenti. Non devono essere per forza tastiera e mouse, oppure pad, ma si spazia dalle cloche ai volanti ecc... Con le periferiche fisiche ti puoi concentrare di più sullo schermo e sull'azione, perchè affidi ad uno dei sensi che abbiamo, il tatto, il compito di "ricercare" le posizioni ed i limiti delle periferiche fisiche. Quanti giocando con COD con la tastiera ed il mouse si ritrovano a giocare senza quasi mai guardare la tastiera?
          • Mela avvelenata scrive:
            Re: Grazie John...
            Da quel che ho potuto verificare, se il gioco è ben realizzato, ed i controlli touch sono stati ben testati, il gap tra tablet/smartphone e console quasi non si avverte. Ovviamente altra storia l'accoppiata mouse+tastiera, che ritengo ancora imbattibile negli FPS!Curiosamente in ambito mobile il miglior genere 3D disponibile è quello dei TPS (third person shooter): per qualche ragione, infatti, la maggior parte di essi risulta inevitabilmente molto più immediati rispetto ad un gioco con visuale in prima persona (o forse è solo una mia impressione)!Un genere di giochi che invece non rende molto bene con i controlli touch è invece quello dei picchiaduro ad incontri: la mancanza di uno joystick reale si fa sentire fin troppo!
          • Ubunto scrive:
            Re: Grazie John...
            - Scritto da: ...

            Con le periferiche fisiche ti puoi concentrare di
            più sullo schermo e sull'azione, perchè affidi ad
            uno dei sensi che abbiamo, il tatto, il compito
            di "ricercare" le posizioni ed i limiti delle
            periferiche fisiche.Concordo su tutto, ma terrei un occhio attento sugli occhiali di Google.
          • FDG scrive:
            Re: Grazie John...
            - Scritto da: ...
            Checché ne dicano i patiti del touch, molte
            categoriee di giochi non possono fare a meno di
            dispositivi hardware per fare le operazioni più
            frequenti.Perché servirebbero titoli pensati per il touch, quindi con una interazione diversa. Ma questo vuol dire pensare, ideare, studiare, verificare e rischiare, cosa che non tutti sono disposti a fare, o avere il colpo di genio. Mentre quello che si è visto fino ad ora è stato il tentativo di emulare un'interazione tradizionale con scarsi risultati. Insomma, i creativi sono veramente pochi. Gli altri imitano. E a volte manco sono capaci di imitiare e manco si rendono conto di quale sia la strada giusta.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 07 agosto 2012 09.57-----------------------------------------------------------
      • sbrotfl scrive:
        Re: Grazie John...
        - Scritto da: bradipao
        - Scritto da: Ma ci facci il piacere...

        20 anni fa ci hai fatto sognare, pur avendo a

        disposizione hw e sw che ora non useremmo
        nemmeno

        per un forno a

        microonde...

        20 anni di gioco per noi e di carriera per te...



        ...però mo' dopo 20 anni di sucXXXXX cerca di
        non

        sputare troppo nel piatto in cui hai mangiato,

        ok?

        Quoto. E aggiungo che Carmack negli ultimi anni
        ha fatto almeno un paio di buchi nell'acqua, con
        Rage e con l'approccio al mobile. Con Rage in
        particolare ha clamorosamente sottovalutato le
        differenze architetturali dell'hardware delle
        console e del pc. Ha creato e ottimizzato il
        motore di rage per le console, per scoprire solo
        alla fine che su pc aveva problemi. Non perchè il
        pc non fosse abbastanza potente (lo era di più
        sulla carta), ma perchè andava sfruttato in altro
        modo.

        Insomma ha perso un po' dello smalto di un tempo
        in cui tirava fuori meraviglie da hardware medio
        basso.Con Rage ha provato ad entrare nel mondo delle console... l'ha fatto e poi se ne è pentito... capita a tutti. Il problema è se con i prossimi giochi (Doom 4) fa lo stesso errore.
  • FDG scrive:
    Secondo me
    Steam su linux non c'è per vendere giochi a chi ha linux.Non che non sia possibile comprarli... solo che non ci guadagneranno tanto e lo sanno bene. L'hanno fatto per altri scopi.
    • Dottor Stranamore scrive:
      Re: Secondo me
      - Scritto da: FDG
      Non che non sia possibile comprarli... solo che
      non ci guadagneranno tanto e lo sanno bene.
      L'hanno fatto per altri
      scopi.Cioè fare una loro console?
      • crumiro scrive:
        Re: Secondo me
        Bingo.Oppure alla Android: tanti box, linux sopra e... tatttarataaaaaaa... chi vende i contenuti figosi? Loro!Ma guarda un poco ;)
        • FDG scrive:
          Re: Secondo me
          - Scritto da: crumiro
          Bingo.
          Oppure alla Android: tanti box, linux sopra e...
          tatttarataaaaaaa... chi vende i contenuti figosi?
          Loro!
          Ma guarda un poco ;)Si, pensavo una cosa del genere. Un altro potenziale uso di Android.
    • collione scrive:
      Re: Secondo me
      c'è pure da dire che il supporto che offre valve a linux è anni luce avanti a quello offerto da idnon conosco il loro metodo di distribuzione, ma su phoronix ci sono dei commenti interessanti circa la necessità di comprare il client windows per poter scaricare quello linux, il fatto che il client è ben nascosto sul loro sito, ecc....interessante però notare come anche Carmack abbia bastonato windows 8, magari vuol dire che i denigratori delle piastrelle non sono così folli come sembra :D
      • anon scrive:
        Re: Secondo me
        - Scritto da: collione
        interessante però notare come anche Carmack abbia
        bastonato windows 8, magari vuol dire che i
        denigratori delle piastrelle non sono così folli
        come sembra :DOvvio che non siamo così folli come sembra... le piastrelle possono anche andare bene su tablet/smartphone, ma in ambito desktop/pc sono quanto di peggio possa esistere. Ogni pc-gamer che si rispetti, anche casual, ne converrebbe.
        • krane scrive:
          Re: Secondo me
          - Scritto da: anon
          - Scritto da: collione

          interessante però notare come anche Carmack

          abbia bastonato windows 8, magari vuol dire

          che i denigratori delle piastrelle non sono

          così folli come sembra :D
          Ovvio che non siamo così folli come sembra...
          le piastrelle possono anche andare bene su
          tablet/smartphone, ma in ambito desktop/pc
          sono quanto di peggio possa esistere. Ogni
          pc-gamer che si rispetti, anche casual, ne
          converrebbe.A me come gamer andrebbero anche bene le piastrelle, se non avessi il desktop dietro, ma cosi' son il doppio di risorse buttate e sottratte ai giochi !
Chiudi i commenti