Kickass Torrents, domini e sequestri

Il dominio somalo di KAT è stato abbattuto, probabilmente su richiesta dei detentori dei diritti. Il sito dedicato ai torrent ricompare presso l'indirizzo storico

Roma – Fra gli snodi della condivisione di contenuti più frequentati, Kickass Torrents è un ospite sgradito per la Somalia: il dominio .so , ultima base scelta dagli amministratori per fare fronte ai provvedimenti decretati dalla giustizia di mezzo mondo, è stato reso inservibile dal registry che gestisce i domini somali, probabilmente a seguito di una segnalazione da parte dei detentori dei diritti su opere di cui il sito agevolava la circolazione illegale.

Kickass.so risulta ora inaccessibile, insieme ad altri siti che con KAT condividono solo il nome: il sito truffaldino kickasstorrents.so , ad esempio, è stato annoverato fra i domini bloccati, probabilmente risultato di un’operazione grossolana basata sulla parola chiave “kickass”.

Colpito dalle inibizioni anche in Italia, nel 2012 e nel 2014 , KAT è negli anni migrato di dominio in dominio per sfuggire ai provvedimenti con cui le autorità avrebbero voluto tagliarlo fuori dalla Rete. La strategia, adottata anche da The Pirate Bay e da numerosi altri siti , ha di volta in volta dimostrato l’inefficacia dei blocchi: gli utenti hanno sempre saputo rincorrere i servizi a cui non intendono rinunciare.

Kickass Torrents si è dunque riaffacciato in Rete presso il dominio storico .to : poiché risulta essere quello più colpito dai provvedimenti inibitori è probabile che il sito si reincarni presto in un nuovo dominio. ( G.B. )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Estradato scrive:
    Illusioni tecnologiche
    L'opt-out si potrà certamente fare, dopo pressioni governative, ma chi lo farà sarà escluso da alcuni servizi e questo sarà sicuramente un deterrente all'opt-out.Svaniti i motivi di incidente che adesso sono normali (imperizia e guasto meccanico), nuovi incidenti diventeranno comuni:- guasto meccanico,- guasto elettronico,- guasto software (virus, bug e quant'altro),- guasto elettrico, elettronico e software alle centrali di coordinazione urbane ed extrurbane (ci saranno di sicuro quando ci sarà la guida automatica),- attentati su grande scala resi possibili dai software e dalla interconnessione delle automobili fra di loro e con le case utomobilistiche.L'esperienza mi insegna che ogni passo in avanti tecnologico per stare meglio, comporta almeno un passo indietro nella qualità della vita, per la mggior parte delle persone.Leggi: devo lavorare sempre di più (e quindi faticare, stressarmi, ecc.) per sottrarmi ad una fatica con l'automazione.Leggi: mi rimangono sempre meno soldi per i miei svaghi e per le vacanze perché vengono assorbiti in riparazioni, manutenzione e bollette.Leggi: mi rimane sempre meno tempo per vivere la mia vita e per pensare se quello che sto facendo è realmente ciò che voglio.
  • iRoby scrive:
    Cosa seria
    Io considero abbastanza seria questa cosa dell'infarcire le auto di tecnologia soprattutto per l'intrattenimento.Ci sono schermi lcd e console di giochi per i bambini dietro.Schermi e piloti che parlano sulla plancia. E puoi proiettare un sacco di cose che possono distrarre il conducente.Anni fa in uno spettacolo Beppe Grillo scherzava sul fatto che dato che il traffico ormai ci costringe a sprecare ore preziose della nostra vita in auto, allora ce le stanno facendo belle comode per intrattenerci all'interno dimenticandoci che l'importante è arrivare e farci la nostra vita non vivere rinchiusi in una scatola di latta comodi ed intrattenuti da idiozia digitale.Senza contare la tracciatura dei percorsi e la profilazione in base a dove andiamo e quanto tempo ci stiamo.Ben venga invece tutta l'elettronica per la sicurezza.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 10 febbraio 2015 09.22-----------------------------------------------------------
    • panda rossa scrive:
      Re: Cosa seria
      - Scritto da: iRoby
      Io considero abbastanza seria questa cosa
      dell'infarcire le auto di tecnologia soprattutto
      per
      l'intrattenimento.

      Ci sono schermi lcd e console di giochi per i
      bambini
      dietro.
      Schermi e piloti che parlano sulla plancia. E
      puoi proiettare un sacco di cose che possono
      distrarre il
      conducente.Non c'e' problema. Il conducente sara' presto eliminato da un sistema di auto-guida.
      Senza contare la tracciatura dei percorsi e la
      profilazione in base a dove andiamo e quanto
      tempo ci
      stiamo.Gia' adesso se hai in tasca un cellulare acceso, lo sanno.
      • accendere interrutto re scrive:
        Re: Cosa seria
        Il problema è che si pensa al cellulare come quello che non è più da un pezzo cioè un telefono. La realtà è che uno smart phone non è affatto un telefono mentre l'ormai antico cellulare lo era.Tutte le norme di privacy sono rimaste all'epoca del cellulare (ormai estinto o in via di estinzione nei fatti).Questa "arretratezza di pensiero" porta i più a preoccuparsi (piuttosto stupidamente) dei computer che stanno in auto o nel frigorifero o dove diavolo vi pare) ma che in realtà hanno un utilizzo ben meno invasivo di un computer portato in tasca praticamente 24 ore su 24 e costantemente "connesso" tanto è "solo un telefono cellulare"......
    • bubba scrive:
      Re: Cosa seria
      - Scritto da: iRoby
      Io considero abbastanza seria questa cosa
      dell'infarcire le auto di tecnologia soprattutto
      per
      l'intrattenimento.si... sopratutto se e' connected. perche' non sai mai dove si infila.
      Ben venga invece tutta l'elettronica per la
      sicurezza."sicurezza" dipende per chi..... l'altro gg hanno spiegato come violentare il connecteddrive di bmw ..io ne metterei il MINIMO indispensabile.
    • il solito bene informato scrive:
      Re: Cosa seria
      Mettiamoci poi la contraddizione di infilare l'elettronica in quello che è sostanzialmente un forno con le ruote. Poi ci si chiede perché le auto vecchie siano così longeve...
Chiudi i commenti