La New York University insegna i videogiochi

Il Game Center offrirà corsi di laurea e di dottorato in ricerca, design, sviluppo di game. Obiettivo: formare i professionisti di domani, in uno dei settori più vitali dell'economia contemporanea

Roma – Si arricchisce ancora negli States il panorama dell’offerta formativa in materia di videogiochi. La New York University ( NYU ) lancia il Game Center, un dipartimento universitario interamente dedicato ai giochi digitali. La proposta punta ad assecondare la crescente popolarità e il consistente valore del mercato videoludico.

NYU L’ annuncio ufficiale promette che il nuovo istituto sarà operativo a partire dal primo semestre 2009-2010 e offrirà percorsi di laurea e dottorato dedicati al design, allo sviluppo e allo studio sui giochi digitali. 70 i corsi previsti nella prima tornata didattica. “La missione del Centro”, ha dichiarato il rettore della New York University David McLaughlin, “è quello di formare la prossima generazione di imprenditori, designer e studiosi di videogiochi”. Un’iniziativa che sembra ben declinarsi con l’avvio del Games for Learning Institute , un centro di studio sulle potenzialità didattiche dei videogiochi creato dalla NYU insieme a Microsoft.

Il funzionamento del dipartimento, racconta Crainsnewyork , troverà sostegno economico in una donazione di 1 miliardo di dollari effettuata da un anonimo filantropo, e in un fido da 200mila dollari del Fondo “NYC Cultural Innovation” della Fondazione Rockfeller.

Le iniziative della NYU segnano l’ulteriore strutturarsi di un mercato formativo, quello dedicato ai videogiochi, che negli Stati Uniti è sempre più fiorente. Lauree triennali, specialistiche e dottorati vengono offerte ormai in una quantità di istituzioni universitarie tra cui la University of Southern California (Videogames Design and Management), la Michigan State University , la Full Sail School . Ad assecondare la crescita della formazione in questo settore vi sono l’aumento di popolarità dei videogiochi presso fasce di popolazione sempre più ampie ed il susseguente esplodere dei fatturati: il mercato dei videogame vale negli USA diversi miliardi di dollari e compete per dimensioni con quello di Hollywood .

Visto dall’Italia, il fermento formativo esistente oltreoceano intorno ai giochi digitali appare quasi miracoloso. Non che da noi i videogiochi non tirino: AESVI calcola che le vendite di game abbiano prodotto nel 2007 ricavi per oltre un miliardo di euro. Ma l’offerta di istruzione per coloro che intendono creare e sviluppare questo tipo di prodotti resta nel Belpaese estremamente limitata: l’unico percorso universitario pubblico in Game Design è stato recentemente chiuso , e l’offerta è garantita soltanto da poche realtà private come AIV o lo IED (sede di Roma).

Tante le ragioni del ritardo. Ma a fare la parte del leone è sicuramente la mancanza in Italia di un comparto industriale ampio e solido, in grado di assorbire laureati e diplomati. Il settore, raccontavano a Punto Informatico i responsabili della software house Idoru Games , dà lavoro in Italia a non più di 300 persone, specializzate per lo più nella “localizzazione” di titoli stranieri. Con la conseguenza che le imprese faticano a promuovere la propria visibilità e a ottenere finanziamenti da istituzioni e venture capitalist . E a peggiorare il quadro, segnala GameProg ] contribuisce anche la ridotta sensibilità degli italiani rispetto alle potenzialità economiche del gaming: decisori e opinione pubblica continuano a vedere i videogiochi come un ameno intrattenimento, senza coglierne le possibilità occupazionali e di sviluppo.

Giovanni Arata

fonte immagine

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • antonio montemurro scrive:
    mi ricorda..
    ..l'incredibile caratteristica sbandierata per il formato dvd che avrebbe permesso di vedere e scegliere di volta in volta durante il film più angoli di ripresa per vedere il film dagli occhi del protagonista, o scene particolarmente cinematografiche e grand'angoli etc etc.. mai visto in nessun film in dvd...
    • antonio montemurro scrive:
      Re: mi ricorda..
      ah.. ovviamente nel caso della feature mancata del dvd, l'interesse poteva anche starci.. l'idea non era malvagia.. in questo caso invece.. mi sembra una boiata senza senso.. :
  • uccello_gigante scrive:
    Figata!
    un mare di idiozie markettare tutte fruibili (attenzione attenzione, qui sta l'eccezionale, ma che dico, RI-VO-LU-ZIO-NA-RI-A!, innovazione ) _direttamente_ da BD!Wowowow!Se ne sentiva proprio la mancanza!Sono stupefatto di cotanta genialata.
  • The Raptus scrive:
    Porno
    L?industria del porno IMHO sarà l'unica che potrò realmente fruire di questa funzionalità. Già mi immagnino migliaia di link a pagamewnto per sfruttare queste potenzialità.Poi, molto molto staccata DIsney e pochi altri, che venderanno il solito merciandaising (!) a pagamento.Altri utilizzi? Beh, la vendita di occhiali da soli alla "Neo" e Trinity.
    • Becero scrive:
      Re: Porno
      - Scritto da: The Raptus
      L?industria del porno IMHO sarà l'unica che potrò
      realmente fruire di questa funzionalità. Già mi
      immagnino migliaia di link a pagamewnto per
      sfruttare queste
      potenzialità.

      Poi, molto molto staccata DIsney e pochi altri,
      che venderanno il solito merciandaising (!) a
      pagamento.

      Altri utilizzi? Beh, la vendita di occhiali da
      soli alla "Neo" e
      Trinity.Disney e porno sono molto più contigui di quanto la prima voglia ammettere, basta vedere la carriera di Britney Spears che nel periodo in cui era più decaduta manteneva la notorietà mostrando "casualmente" la patonza a destra e a manca :-D ...Per non parlare delle innumerevoli versioni porno di Biancaneve iniziate a spuntare più o meno clandestinamente già subito dopo l'uscita del film :-P
  • diddum scrive:
    sono vecchio...
    evidentemente sono vecchio.perche' riesco a immaginare che questa feature sia "intrigante" solo per tredicenni sfigati che non hanno realmente una mazza di piu' interessante da fare.Sempre meglio che dar fuoco ai barboni, ma francamente non mi sembra una cosa molto interessante.Sara' che a me i film piacciono, ma ho poca voglia di discuterne...
    • Veramente carogna scrive:
      Re: sono vecchio...
      - Scritto da: diddum
      evidentemente sono vecchio.

      perche' riesco a immaginare che questa feature
      sia "intrigante" solo per tredicenni sfigati che
      non hanno realmente una mazza di piu'
      interessante da
      fare.
      Sempre meglio che dar fuoco ai barboni , ma
      francamente non mi sembra una cosa molto
      interessante.
      Sara' che a me i film piacciono, ma ho poca
      voglia di
      discuterne...Meglio per il barbone, per lo spettatore ho dei dubbi :D O)
  • roots scrive:
    News o cartella stampa?
    A me pare più la seconda...come spiegare altrimenti i toni entusiasti per una simile cretinata?
  • Brenji Ahiai scrive:
    Quante funzioni "interessanti"...
    Degna di rilievo è soprattutto la (curiosa) opzione "invite a friend", che consente a più amici di visionare in contemporanea la pellicola su player diversi. Scommetto che tutti e due devono avere lo stesso BD giusto?Poi il fatto di commentare a video e pubblicarlo su internet, è roba da egocentrici puri e duri.Il fatto di registrarsi poi, sai che voglia...Per ora vedo il BD utile solo per archiviare molti più dati, niente più.
    • jackoverfull scrive:
      Re: Quante funzioni "interessanti"...
      - Scritto da: Brenji Ahiai
      Per ora vedo il BD utile solo per archiviare
      molti più dati, niente
      più.Ma sono solo io che lo vedo utile solo ad archiviare polvere (la stessa di un cd, in effetti)? :D
  • SUS SCROFA scrive:
    Demenziale
    Che ammasso di fesserie inutili...
    • Terminator scrive:
      Re: Demenziale
      Stavo pensando la stessa cosa. Se uno deve fare un commento, lo scrive su un forum di appassionati, cosa serve metterlo VIDEO? :-D E anche le altre funzionalitá sono inutili. La registrazione poi bloccherá il 99% delle persone. Non per la difficoltá ma per la rottura di scatole. La gente é piú pigra di quel che sembra. Chissá se il consorzio BR si convince di questo e anziché gadget inutili, inserisce extra piú dei valore (che poi, a dirla tutta, uno gli extra al massimo li guarda la prima volta, poi ciao... era cosí pure sui DVD).
    • Funz scrive:
      Re: Demenziale
      - Scritto da: SUS SCROFA
      Che ammasso di fesserie inutili...QuotoNon vedo neanche l'utilità di tutti quegli stupidi menu e "contenuti extra" che ficcano nei DVD. Meglio un disco che quando lo infili nel lettore parte il film, non ho voglia di dovermi orientare tra menu e sottomenu.
      • Mech scrive:
        Re: Demenziale
        - Scritto da: Funz
        - Scritto da: SUS SCROFA

        Che ammasso di fesserie inutili...

        Quoto
        Non vedo neanche l'utilità di tutti quegli
        stupidi menu e "contenuti extra" che ficcano nei
        DVD. Meglio un disco che quando lo infili nel
        lettore parte il film, non ho voglia di dovermi
        orientare tra menu e
        sottomenu.Quotone, me ne frega meno di zero del menu', della scelta dei capitoli e delle interviste alla sarta o al capo-macchinista.Men che meno mi interessano i video non saltabili (skip) quali quelli del distributore, del Dolby, del "piratare è reato, mentre uccidere o derubare incapaci no", ecc...Fosse per me, play e via con il film. ;)
      • Bastard Inside scrive:
        Re: Demenziale
        - :pScritto da: Funz
        - Scritto da: SUS SCROFA

        Che ammasso di fesserie inutili...

        Quoto
        Non vedo neanche l'utilità di tutti quegli
        stupidi menu e "contenuti extra" che ficcano nei
        DVD. Meglio un disco che quando lo infili nel
        lettore parte il film, non ho voglia di dovermi
        orientare tra menu e
        sottomenu.E magari per noi è solo una seccatura, per gli imbranati come mio padre e mia madre un menu che non sia più autoesplicativo di un libro da colorare per bambini dell'asilo (e Totti :-P) è un ostacolo insormontabile (e sono ambedue laureati, tanto per dire che i tecnotard sono una specie trasversale e diffusa)... C'è anche da dire che leggono volentieri qualsiasi cosa tranne le istruzioni, e anche questa è una cosa parecchio diffusa... :( :$ :p
      • jackoverfull scrive:
        Re: Demenziale
        - Scritto da: Funz
        - Scritto da: SUS SCROFA

        Che ammasso di fesserie inutili...

        Quoto
        Non vedo neanche l'utilità di tutti quegli
        stupidi menu e "contenuti extra" che ficcano nei
        DVD. Meglio un disco che quando lo infili nel
        lettore parte il film, non ho voglia di dovermi
        orientare tra menu e
        sottomenu.Non voglio fare l'avvocato del diavolo, ma quando un film, una volta vistolo, mi è piaciuto in genere mi interessa saperne di più e i contenuti speciali, se fatti bene, sono spesso un ottimo inizio (la rete, prevedibilmente, fornisce il resto).Che i meno spesso siano abominevoli è indubbio.Se questa cosa del video commento è fatta bene potrebbe anche aver successo, ma ho la netta sensazione che sia un po' tardi per una cosa del genere (e anni fa non si sarebbe potuta fare per questioni tecniche).
    • aktarus scrive:
      Re: Demenziale
      veramente non capisco. commentare e discutere su un film perchè mai dovrebbe essere una fesseria? comunicare via video quando ci sono i forum sarebbe una cavolata? certo, perchè comunicare via internet? non bastavano telefono e lettere?Per il resto, sarà una pizza la registrazione vero, e comunque l'intera faccenda del blue ray è una fregatura. i nostri hard disk sono già hd-capable, ovviamente, da eoni, si possono ricevere filmati hd in streaming. Acquistare un supporto con su il film, con determinati formati, compatibile solo con determinati lettori etc etc è una cosa preistorica.Dovrei poter acquistare un film in hd e scaricarlo, senza pagare i costi del supporto e delle tecnologie che vi girano attorno. Ma hanno ancora troppo da guadagnarci spennandoci con quella roba.
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: Demenziale
      contenuto non disponibile
Chiudi i commenti