Una Xbox per ogni scolaro?

Microsoft scommette sul gaming per la formazione: la matematica e le scienze si impareranno con un videogioco. Ci lavorano i ricercatori di Redmond e un manipolo di università statunitensi con tre milioni di dollari

Roma – Instillare la tecnologia nella scuola, infilarsi fra i banchi scolastici per insegnare con il gioco: Microsoft investe sui nativi digitali e investe nella videoludica educativa. Non bastano i libri e le spiegazioni degli insegnanti per stimolare gli scolari: è così che Redmond medita di rivoluzionare il sistema scolastico dispensando videogiochi mirati all’apprendimento.

A comunicare le modalità e gli obiettivi del progetto è Craig Mundie, nell’ambito di una conferenza organizzata presso la New York University : la scommessa di Redmond si concretizza in un milione e mezzo di dollari di investimenti nel Games for Learning Institute (G4LI), un centro al quale faranno capo gli esperti di Microsoft Research, i ricercatori della NYU e di un ventaglio di altre università statunitensi. L’obiettivo di G4LI è quello di sondare il terreno, di indagare sulle strategie di insegnamento e sui modelli di apprendimento dei ragazzi in età scolare, di sviluppare percorsi educativi a cavallo tra istruzione e gioco, di valutare i risultati scolastici dei ragazzi che abbiano appreso a mezzo gaming.

Il denaro investito da Microsoft, insieme ad un altro milione e mezzo di dollari, servirà a foraggiare le attività dei primi tre anni di ricerca, durante i quali, a mezzo studi sul campo, ci si occuperà di ritagliare per i computer un ruolo nella formazione degli studenti delle scuole medie per quanto attiene alle materie scientifiche. “La tecnologia ha il potenziale di aiutare a reinventare il processo educativo e di stimolare e ispirare i giovani studenti ad abbracciare la scienza, la matematica e le tecnologie – ha spiegato Mundie – il Games for Learning Institute è un grande esempio di come la tecnologia possa cambiare il modo in cui gli studenti apprendono, rendendo il tutto molto più naturale ed intuitivo”.

“Miriamo a qualsiasi cosa possa rendere un ambiente attrattivo e divertente” ha spiegato Jan Plass, docente della New York University: si indagheranno i modi per incuriosire i ragazzi , per stimolarli con delle sfide, per meravigliarli con immagini ed effetti speciali. Plass ricorda che la letteratura scientifica dimostra che i game non sono affatto nocivi: possono sviluppare abilità cognitive e visive , possono stimolare la capacità organizzitiva , possono addestrare i gamer a svolgere certe attività e supportarli nell’ apprendimento . Esistono inoltre studi che testimoniano come l’introduzione di console come Nintendo DS e di giochi come il Dr. Kawashimàs Brain Training costituiscano un allenamento cognitivo che frutta nelle aule scolastiche e nel percorso di formazione dei ragazzi.

Il ricercatore ammette però che non esistono studi che documentino quali sono gli elementi del gioco che stimolano l’interesse per l’apprendimento: di questo si occuperà il braccio pedagogico del G4LI, che trasferirà all’industria del game design gli elementi su cui lavorare. È ancora da stabilire il ruolo di Microsoft nell’impiego dei risultati che emergeranno dalle ricerche del G4LI: certo è che la scuola, ambito nel quale il colosso di Redmond investe molto , sta per essere investita da una transizione verso nuove forme e nuovi metodi . Che, passando per i bambini, potrebbero conquistare diverse generazioni.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Whitemagic scrive:
    Non capisco..
    ma siete tutti bacchettoni?non volete farvi vedere nudi? ma come siete vecchi!ma come allora difendete gli americani e il loro diritto di girare armati.Ma per favore smettetela di fare i bambini e frignare per ogni novità. siete solo viziati frignoni
  • tristess scrive:
    La gente è assurda
    si lamenta delle onde dei cellulari e di queste invece non si lamenterà, tristess..
  • ilmusico scrive:
    Sfogo...
    Neppure la Gestapo o il SichereitDienst, sarebbero giunti a tanto, pur essendo la punta di diamante nazista!Ma è ovvio: con la democrazia, questo, è il minimo che possa capitare!!
  • pippuzzo scrive:
    chi ricorda "cinque dita di violenza"?
    E dove sta scritto le le forbicine dalle punte arrotondate (viste sequestrare) del kit "Barbie stilista" in mano a una bimba di sei anni sono più pericolose delle nude mani di un esperto di kung-fu?Una volta spezzato con rapido gesto l'osso del collo a pilota e copilota... eppure quelle mani erano visibili senza bisogno di onde radio!Mike Tyson secondo me ti sfonda la carlinga con un cazzotto, se qualcosa gli mette la luna per storto ...e questo per quanto concerne gli aerei.Per tutto il resto, svitare quattro o cinque dei dadi che fissano i binari ferroviari alle traversine, causando un disastro spettacolare (anche dal punto di vista mediatico) è alla portata di chiunque.Quello che ci dimentica sempre è la famosa frase di Medea nell'omonima tragedia di Seneca: "cui prodest?".Spiace contraddire gli Orwelliani, ma temo che non vi sia alcun disegno oscuro per conquistare il controllo completo dei cittadini, più prosaicamente queste sofisticatissime apparecchiature costano un sacco di quattrini (sborsati dalla comunità) e vanno probabilmente a finire in qualche tasca che non ne avrebbe titolo, il cui padrone (della tasca) ha quindi (dal suo punto di vista) ottimi motivi per giudicare indispensabili tali strumenti, diversamente evidentemente, e comunque notoriamente, totalmente initili!
  • markoer scrive:
    Le solite paranoie
    - Scritto da: Colin
    Mi spiace dirti che il metal detector non basta..
    per il semplice motivo che esistono armi
    realizzate in metalli ed altri materiali che il
    metal detector non rileva...[...]Tipo il coltello di ceramica per il Sushi, che taglia più di un coltello in metallo?Al bagaglio a mano già fanno i raggi X, e se hai preso un aereo recentemente, dovresti sapere che ti fanno già spogliare fino ad un punto in cui un oggetto rigido di 25 cm (niente battutine idiote ;-)) è chiaramente visibile e viene individuato ad una perquisizione esterna - che ti fanno già oggi. Anche se il metal detector non suona, se gli va.La verità è che nessuno è così imbecille da portare bombe ed armi da fuoco su un aereo. Sono tutte palle, come sono tutte palle la storia dei liquidi e degli oggetti appuntiti.Sono le palle che vengono dalla paranoia "a posteriori". Quando ormai i buoi sono scappati, fortifichiamo il recinto con telecamere e metal detector. Intanto magari i terroristi stanno magari pensando ad altri modi più clamorosi e molto più low tech...Sappiamo quali complicità hanno sempre avuto i terroristi dai tempi di Lockheed alle Twin Tower. Questi sistemi di rilevazione agli aereoporti sono soltanto esperimenti in provetta, incubatori di quello che vorranno imporci domani in molti altri luoghi. Il vero problema è altrove ovviamente, ma almeno ci tengono distratti con la tecnologia, e con la falsa sensazione di sicurezza data da qualche giocattolo costosissimo - le cui forniture in grande scala in un intero continente arricchiranno "i soliti", ovvero le industrie belliche, che sono quelle che nella ricerca nel settore la fanno da padrone.Nessuna sorpresa, quelle militari sono tra le industrie più potenti del pianeta. Come diceva Marx già 200 anni fa, non c'è cosa più conveniente per l'economia che la guerra: riportiamo un intero paese a zero ("bombardare all'età della pietra" come disse il Deputy Secretary dell'amministrazione Bush Richard Armitage al Pakistan), così possiamo reinvestire il disavanzo del capitale nel ricostruirlo. Siamo tutte pedine in questi giochi enormi.Cordiali saluti
  • Ignorante scrive:
    Tutti in palestra
    Mi raccomando tutti a fare gli addominali se non volete fare una figuraccia dietro l’altra…Prevedo anche un’impennata nelle vendite di tira-peni svedesi…
  • The_GEZ scrive:
    Finalmente !
    Ciao a Tutti !Finalmente un utilizzo per il "Giant Dildo" che comprai tempo fa mentre ero ubriaco.Infilarmelo nei pantaloni prima di farmi scannerizare, e giù invidia a manetta tra i pulotti !Bah !
  • Guido Angeli scrive:
    va bene che vi piacciono i bears
    Ma nella foto potevate metterci una bella fica, no? 8) ;)
  • Uno di Passaggio scrive:
    La vera domanda a cui rispondere
    La vera domanda a cui rispondere è: ma poi gli addetti a questi scanner che vedono passare i bambini vengono arrestati per pedofilia? O_o"
  • ninjaverde scrive:
    Perchè?
    Perchè onde radio, le solite ben conosciute microonde, sia pure di debole intensità?Non vanno altrettanto bene gli infrarossi passivi? Basta un abito leggero per aver pressochè lo stesso risultato.A parte ovviamente i problemi della privacy. Per lo meno in questo caso non vi sarebbero pericoli per la salute nè pericolo per chi porta strumenti elettronici tipo stimolatori cardiaci.Ecco un sempio di un "bidone" elettronico che fa solo guadagnare chi lo fa o lo commercia, magari al seguito di succose bustarelle.
  • Nome e cognome scrive:
    Paolo Costa -
    No Dal Molin
    È una persona di cui consiglio non fidarsi.Un vicentino
  • Ricky scrive:
    considerazioni in merito
    Le nuove tecnologie sono interessanti e spesso utili ma come tutte le cose, se usate impropiamente, sono piu' dannose che utili.LA cosa che pare evidente e' che vengono implementate MOLTO PRIMA di avere certezza sulla loro NON NOCIVITA'.Come i cellulari e le conenttivita' via etere di vario tipo, nessun reale controllo e quei pochi fatti PILOTATI agevolmente per nascondere evidenze.Siamo in mano di personaggic he hanno un personale tornaconto nell'implementare soluzioni di vario genere e a vario tiolo.Ma le NOSTRE ragioni?Il NOSTRO tornaconto quale sarebbe?Usare un telefono e scoprire che ti sta' uccidendo e' come fumare, non ne puoi fare a meno perche' oramai hanno creato la DIPENDENZA ma saperlo puo' indurti a cambiare modalita' e frequaneza e magari SCONSIGLIARNE L'USO a chi non ne e' ancora irretito.Sta' di fatto comunque che taluni sistemi di controllo massivo ci vengono IMPOSTI con motivazioni che hanno il sapore di mere SCUSE.Quale e' il FINE REALE?Quali sicurezze ci da' l'adozione di un sistema che non conosciamo, che viene gestito da poteri di cui non abbiamo reale apparenza e su cui nessuno di noi ha controllo e che alla fine risulta essere un'altra bordata alla privacy?Bene che dovrebbe essere considerato supremo?L'uomo non impazzisce nel mondo attuale ,salvo alcuni casi, perche' ha ancora un luogo dove rifugiarsi solo con se stesso e i suoi pensieri.A quando il controllo MENTALE?La lettura di ogni pensiero PER IL BENE DEI CITTADINI?
    • TUBU scrive:
      Re: considerazioni in merito
      Io vado controcorrente, sono assolutamente favorevole alletelecamere ogni 50 metri nelle città, favorevole aimezzi di controllo: la sorveglianza non evita solamente gli attentati di Bin Laden (che l'ho detto e lo ripeto,in Italia non ne faranno mai perchè non contiamo un c...o),ma permette di acciuffare ladri, violentatori, molestatori,furbi e pirati della strada.Il video è imparziale è non mente, altro discorso poil'etica di chi lo utilizza, questo mi sembra chiaro...
      • Stef scrive:
        Re: considerazioni in merito
        - Scritto da: TUBU
        Io vado controcorrente, sono assolutamente
        favorevole alle telecamere ogni 50 metri nelle città,
        favorevole ai mezzi di controllo: la sorveglianza
        non evita solamente gli attentati di Bin Laden ROTFL! Infatti gli attentati alle torri gemelle sono statifatti da persone che hanno passato tutti i possibilicontrolli.
      • markoer scrive:
        Re: considerazioni in merito
        - Scritto da: TUBU
        Io vado controcorrente, sono assolutamente
        favorevole
        alle
        telecamere ogni 50 metri nelle città, favorevole
        ai
        mezzi di controllo: la sorveglianza non evita
        solamente

        gli attentati di Bin Laden (che l'ho detto e lo
        ripeto,
        in Italia non ne faranno mai perchè non contiamo
        un
        c...o),
        ma permette di acciuffare ladri, violentatori,
        molestatori,
        furbi e pirati della strada.Stronzate. È ampiamente dimostrato che non servono a NULLA. Chiedilo a chi vive a Londra, non è mai stato acciuffato NESSUNO grazie alle telecamere, nonostante la capillare diffusione e la criminalità in aumento.Negli States le volte che sono state utili si contano senza utilizzare le dita dei piedi e ne hanno fatto una propaganda enorme.
        Il video è imparziale è non mente, altro discorso
        poi
        l'etica di chi lo utilizza, questo mi sembra
        chiaro...Il video è parziale perché quasi sempre inutilizzabile, e spesso nemmeno accettato come prova in tribunale.Se poi tu hai esempi concreti in cui è stato utile, portali a questo forum. Felice di apprendere il primo caso concreto in assolutoCordiali saluti.
    • 200 OK scrive:
      Re: considerazioni in merito
      tl;drTanti paroloni..., ma per migliorare la situazione?
      • krane scrive:
        Re: considerazioni in merito
        - Scritto da: 200 OK
        tl;dr
        Tanti paroloni..., ma per migliorare la
        situazione?Io dico : guardiamo al passato...http://wapedia.mobi/it/Rivoluzione_messicanahttp://wapedia.mobi/it/Rivoluzione_francese
        • 200 OK scrive:
          Re: considerazioni in merito
          Ho paura che il singolo oggi è troppo individualista ed egoista di suo... non credo ci sarà mai veramente il momento dove tutti vorranno un cambiamento :'(
          • krane scrive:
            Re: considerazioni in merito
            - Scritto da: 200 OK
            Ho paura che il singolo oggi è troppo
            individualista ed egoista di suo... non credo ci
            sarà mai veramente il momento dove tutti vorranno
            un cambiamento
            :'(Il singolo e' sempre stato troppo individualista, non e' cambiato nulla dal passato e mi rifiuto di credere che la tv sia stata la soluzione finale per nuclearizzare i neuroni dei popoli. E' la pressione dall'alto che ci schiaccia, ci compatta, ci spinge l'uno verso l'altro almeno con il pensiero.Ogni legge repressiva avvicina una persona in piu' all'idea che qualcosa non vada, attorno a quell'idea si raccolgono tante piu' persone quanto piu' leggi repressive vengono create, e' gia' successo in passato, 100 - 500 anni in piu' o in meno non cambiano una specie selvaggia violenta e pronta all'assassinio come la nostra.
          • 200 OK scrive:
            Re: considerazioni in merito
            Bah, qui serve solo gente che abbia testa e buon senso,... che votasse almeno dei politici decenti.Dopotutto un sacco di problemi sono dovuti proprio alla stupidità della massa.È facile dare la colpa ad altri, se poi la causa è il popolo in sè.
          • krane scrive:
            Re: considerazioni in merito
            - Scritto da: 200 OK
            Bah, qui serve solo gente che abbia testa e buon
            senso,... che votasse almeno dei politici
            decenti.Sai... E' da un po' che nutro seri dubbi sul rapporto voti personaggio eletto...
            Dopotutto un sacco di problemi sono dovuti
            proprio alla stupidità della massa.
            È facile dare la colpa ad altri, se poi la causa
            è il popolo in sè.
          • 200 OK scrive:
            Re: considerazioni in merito
            Anche vero questo... (ghost)Siamo davvero messi bene...
  • cacao scrive:
    Nessuno vi obbliga a volare
    Come da titolo. Nessuno vi obbliga a volare. Io che volo due volte all'anno vorrei essere sicuro che se l'aereo cade non é per un coglione invasato di chissá quali idee religiose o politiche.Che poi, l'unica cosa che va verificata é la sua non-nocivitá. Nudo, privacy, medici o poliziotti son problemi ridicoli di fronte alla morte.
    • Vihai Varlog scrive:
      Re: Nessuno vi obbliga a volare
      Ma se esistono così tanti coglioni invasati, perché non attentano ai treni, navi, ipermercati, metropolitane, piazza san pietro, etc?Forse perché non ce n'è quanti ci vogliono far credere ce ne siano?E secondo te questi controlli sono realmente efficaci ad impedire che persone davvero intenzionate possano disporre di armi in area sterile?
      • chojin scrive:
        Re: Nessuno vi obbliga a volare
        - Scritto da: Vihai Varlog
        Ma se esistono così tanti coglioni invasati,
        perché non attentano ai treni, navi, ipermercati,
        metropolitane, piazza san pietro,
        etc?

        Forse perché non ce n'è quanti ci vogliono far
        credere ce ne
        siano?

        E secondo te questi controlli sono realmente
        efficaci ad impedire che persone davvero
        intenzionate possano disporre di armi in area
        sterile?Ma sì, certo, è tutta una fantasia. Eh! Gli islamisti amano l'occidente, quando fanno attentati lo fanno per il nostro bene, eh! Lasciamoli fare, che importa di tutti quegli attentati che vengono sventati ogni anno e di cui non se ne sa niente? Vediamo la gente spappolata dalle bombe come avviene continuamente in Israele, dove gli islamici mostrano la loro bontà contro i cattivoni ebrei,eh!
        • pabloski scrive:
          Re: Nessuno vi obbliga a volare
          appunto, se riescono a sventare così bene gli attentati, vuol dire che non hanno bisogno delle onde mostra-chiappe
          • Deadpool scrive:
            Re: Nessuno vi obbliga a volare
            - Scritto da: pabloski
            appunto, se riescono a sventare così bene gli
            attentati, vuol dire che non hanno bisogno delle
            onde
            mostra-chiappeIl problema in realtà è lo stesso del controllo biometrico: il dispositivo dovrebbe essere solo un'integrazione rispetto alla convalida da parte di operatori umani.Recentemente si è dimostrato - lo ricordava anche PI - che è possibile ingannare quel sistema, ammannendogli dati opportunamente taroccati con i parametri di... Elvis Aaron Presley.Poi certamente c'è il problema della salute, che con l'elettromagnetismo ha sempre a che fare.Inoltre... è bello pensare di poter salvare la ghirba se qualcuno gira armato all'imbarco, ma nulla vieta che un gruppo opportunamente addestrato ed equipaggiato (anche in termini di potenza di fuoco) entri e semini il terrore -in aereoporto-, magari grazie a qualche complicità.O più semplicemente, che attui un piano di sabotaggio o un diversivo per coprire la grana grossa, anche con strumenti semplici.
        • castigo scrive:
          Re: Nessuno vi obbliga a volare
          - Scritto da: chojin
          - Scritto da: Vihai Varlog

          Ma se esistono così tanti coglioni invasati,

          perché non attentano ai treni, navi,
          ipermercati,

          metropolitane, piazza san pietro,

          etc?



          Forse perché non ce n'è quanti ci vogliono far

          credere ce ne

          siano?



          E secondo te questi controlli sono realmente

          efficaci ad impedire che persone davvero

          intenzionate possano disporre di armi in area

          sterile?

          Ma sì, certo, è tutta una fantasia. Eh! Gli
          islamisti amano l'occidente, quando fanno
          attentati lo fanno per il nostro bene, eh!ora dimmi quanti attentati sono stati fatti negli ultimi 6 mesi.poi confronta il numero dei morti causati da questi attentati con il totale dei morti sul lavoro sempre negli ultimi 6 mesi.o anche con il numero dei morti sulla strada, sempre negli ultimi 6 mesi.credo che noterai una lievissima differenza. ;)e nonostante questa lievissima differenza il terrorismo ha la priorità su tutto.....ora, se questo non ti fa pensare che ti stanno prendendo per il culo, allora vuol dire che l'informazione sta svolgendo alla perfezione il suo lavoro. :D
          Lasciamoli fare, che importa di tutti quegli
          attentati che vengono sventati ogni anno e di cui
          non se ne sa niente? come già qualcuno ha detto, evidentemente ci riescono bene anche senza gli scanner.e poi credi DAVVERO che se sventassero un attentato non lo sbandiererebbero ai 4 venti per dimostrare quanto sono bravi e quanto forte è il pericolo??Vediamo la gente spappolata
          dalle bombe come avviene continuamente in
          Israele, dove gli islamici mostrano la loro bontà
          contro i cattivoni
          ebrei,eh!sono decisamente molti meno dei palestinesi ammazzati dall'esercito israeliano.e non lo dico io, lo dicono gli attivisti EBREI che in israele si battono contro il genocidio dei palestinesi.sveglia figliuolo, ti stanno prendendo ampiamente per il culo.....-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 10 ottobre 2008 11.08-----------------------------------------------------------
        • Kmatteo Qualunque scrive:
          Re: Nessuno vi obbliga a volare
          "Chi non terrorizza si ammala di terrore.."Se il compito di un terrorista è terrorizzare con te ha fatto bene il suo lavoro: ha vinto lui.
        • markoer scrive:
          Re: Nessuno vi obbliga a volare
          - Scritto da: chojin[...]
          Ma sì, certo, è tutta una fantasia. Eh! Gli
          islamisti amano l'occidente, quando fanno
          attentati lo fanno per il nostro bene, eh!A parte che "islamista" al massimo è un neologismo, ma è veramente una definizione da razzista ignorante.Caro "cattolicista", il servilismo da pecora a cui il tuo credo ti ha educato dall'infanzia ti spinge a sottoporti pure all'ispezione anale pur di sentirti "sicuro". È grazie ai servi come te che tra qualche anno vivremo col grande fratello.
          Lasciamoli fare, che importa di tutti quegli
          attentati che vengono sventati ogni anno e di cui
          non se ne sa niente?ROOOOTFLNon se ne sa niente perché NON ESISTONO. Ma per favore, ma se uno si piscia addosso a Malpensa lo scrivono su tutti i giornali! citami quanti presunti attentati sarebbero stati sventati grazie a questi controlli.Ma se a Londra la criminalità AUMENTA e non è stato acciuffato NESSUNO grazie alle telecamere capillari?Però possiamo scoprire dove hai fatto shopping e tracciare un bel profilo del servo consumatore che sei. Ci sono software che lo fanno già automaticamente
          Vediamo la gente spappolata
          dalle bombe come avviene continuamente in
          Israele, dove gli islamici mostrano la loro bontà
          contro i cattivoni ebrei,eh!Vediamo anche gli "islamici" spappolati dalle bombe Israeliane, magari?E dimmi, se questi attentati avvengono ovunque persino in posti dove i controlli sono 100 volte superiori a quelli che abbiamo noi - ti balenerà mica nel cervello da servo il barlume che forse il problema si risolve non potenziando i controlli, ma affrontando il problema stesso?Torna a guardare il grande fratello, sono sicuro che ti piace...
      • Pietro scrive:
        Re: Nessuno vi obbliga a volare
        Non sò quanti pazzi ci siano a questo mondo, non sò se sono tanti o pochi e francamente non mi importa.Non mi importa perché NON è questo il problema.Il problema è che se ce ne fosse uno solo e quell'uno salisse sul mio aereo mi "darebbe fastidio".Avere paura di mostrare le chiappe ad un paio di poliziotti addestrati a vedere chiappe e che vedono migliaia di chiappe al giorno è come avere paura di una visita medica (dove ti vedono dal vivo e ti toccano dal vivo).
        • BlueSky scrive:
          Re: Nessuno vi obbliga a volare
          - Scritto da: Pietro
          Avere paura di mostrare le chiappe ad un paio di
          poliziotti addestrati a vedere chiappe e che
          vedono migliaia di chiappe al giorno è come avere
          paura di una visita medica (dove ti vedono dal
          vivo e ti toccano dal
          vivo).Ma dal medico ci vai apposta per farti vedere, perché la visita è necessaria a trovare la cura.Farsi guardare da qualcuno per poter entrare su di un aereo, in un'ambasciata no. Tra l'altro serve a poco anche per evitare attentati. Stanne sicuro che chi vuole, in un modo o nell'altro, riesce a passare i controlli.E' un po' come le protezioni drm. Sono solo un leggero rallentamento per un pirata, in compenso rompono molto le scatole a tutti gli altri.
          • Pietro scrive:
            Re: Nessuno vi obbliga a volare
            Anche la perquisizione è necessaria a trovare una cura (o forse è la cura) ad una delle malattie più sgradevoli: la morte da attentato.
          • nanashi san scrive:
            Re: Nessuno vi obbliga a volare
            - Scritto da: Pietro
            Anche la perquisizione è necessaria a trovare una
            cura (o forse è la cura) ad una delle malattie
            più sgradevoli: la morte da
            attentato.caro pietro,il problema dei tuoi viaggi si risolverà a breve, da solo, con il collasso dell'economia
          • markoer scrive:
            Re: Nessuno vi obbliga a volare
            - Scritto da: nanashi san[...]
            caro pietro,

            il problema dei tuoi viaggi si risolverà a breve,
            da solo, con il collasso dell'economiaE chi deve viaggiare per lavoro dovrà farsi (inutilmente) ispezionare l'ano e fotografare nudo, grazie al consenso dei Pietro che prendono un aereo ogni anno per andare a Ibiza, se va bene.Ben venga la crisi che lascia a casa Pietro d'agosto... Dio lo voglia
    • snem scrive:
      Re: Nessuno vi obbliga a volare
      Volo per lavoro. Mi obbligano per contratto. Ovvio, nessuno mi obbliga a fare questo lavoro... :D
    • Fra Martino scrive:
      Re: Nessuno vi obbliga a volare
      Tu hai dei problemi. La prossima volta che ti imbarchi, presentati col pipino di fuori. Così eviti di essere scannato.
    • BlueSky scrive:
      Re: Nessuno vi obbliga a volare

      Come da titolo. Nessuno vi obbliga a volare. Io
      che volo due volte all'anno vorrei essere sicuro
      che se l'aereo cade non é per un coglione
      invasato di chissá quali idee religiose o
      politiche.Capisco il timore, alimentato dai media, però non c'è modo di impedire a qualcuno di essere un terrorta. In fondo le torri gemelle le hanno buttate dirottando degli aerei con oggetti assolutamente comuni. E per quanto siano stringenti i controlli si troverà sempre il modo di far passare qualche strumento potenzialmente letale se usato per tale scopo. E non ci sono solo gli aerei. Le metropolitane, già tirate in ballo da altri, sono un obiettivo molto più sensibile. Milioni di persone ogni giorno ci passano, e basterebbe un po' di gas nervino o altri agenti tossici o biologici dispersi li per creare una strage.Proteggere tutti gli obiettivi è impossibile, qualunque tecnologia si adotti. Sarebbe meglio, invece, provare a capire perché una persona possa decidere di fare un gesto simile e prevenire il disagio che crea questi assassini.Altrimenti vedrai, cominceranno dagli aeroporti, poi le stazioni di treni e metropolitane, ed un giorno li troveremo anche all'ingresso delle scuole. Vorrai mica che qualche ragazzino impazzito entri con un fucile e spari all'impazzata, no? Che poi questi episodi capitino con una frequenza così bassa da essere meno problematici di molte altre cose non importa.Quanto costerà mettere in piedi questi controlli? Cosa si potrebbe fare con quei soldi? Ad esempio... la guerra all'Iraq è costata una cifra spropositata. Con quei soldi si sarebbe potuto debellare concretamente malattie, fame, povertà in mezzo mondo. Anziché vederci come un nemico la gente di questi paesi ci avrebbe visti come un alleato. Invece esportiamo distruzione, morte, guerra (mica solo in Iraq, molte guerre e dittature sono state alimentate da USA e Russia), povertà. E ti sorprende che qualcuno voglia farcela pagare?
    • THe_ZiPMaN scrive:
      Re: Nessuno vi obbliga a volare
      - Scritto da: cacao
      Come da titolo. Nessuno vi obbliga a volare. Io
      che volo due volte all'anno vorrei essere sicuro
      che se l'aereo cade non é per un coglione
      invasato di chissá quali idee religiose o
      politiche.Nessuno ti obbliga a volare, quindi evita di prendere l'aereo anche quelle due volte l'anno e sarai sicuro di non trovare coglioni invasati; così ne saranno certi anche i passeggeri dell'aereo che non prendi
    • pippo lacoca scrive:
      Re: Nessuno vi obbliga a volare
      Da morto non posso sentire imbarazzo, ne dolore ne niente. Il farmi vedere nudo invece mi imbarazza moltissimo.
    • pippo lacoca scrive:
      Re: Nessuno vi obbliga a volare
      Magari la nonna sapendolo torna a trovarlo poco dopo... :P
    • Antonio Nuzzo scrive:
      Re: Nessuno vi obbliga a volare
      Giusto, concordo del tutto!Tanto piu' che tutti noi al giorno d'oggi, chi piu' chi meno - utenti o meno di telefonia mobile & affine, siamo cospicuamente circondati da campi elettromagnetici!Quindi , qual'è il senso di opporsi a tecnologie e modalità di somministrazione che, seppur invasive della propria "privacy" (solo pro-forma, attualmente...), ci proteggono da danni - a livello collettivo e individuale - non da poco!Grazie per la cortese attenzione!
      • markoer scrive:
        Re: Nessuno vi obbliga a volare
        - Scritto da: Antonio Nuzzo
        Giusto, concordo del tutto!

        Tanto piu' che tutti noi al giorno d'oggi, chi
        piu' chi meno - utenti o meno di telefonia mobile
        & affine, siamo cospicuamente circondati da campi
        elettromagnetici!
        Quindi , qual'è il senso di opporsi a tecnologie
        e modalità di somministrazione che, seppur
        invasive della propria "privacy" (solo pro-forma,
        attualmente...), ci proteggono da danni - a
        livello collettivo e individuale - non da
        poco!
        Grazie per la cortese attenzione!Sono d'accordo. Ma allora fammi vedere questa tecnologia, perché questa non risolve nulla e non ti protegge da niente. Invade soltanto - e pesantemente - la tua privacy.Cordiali saluti
    • markoer scrive:
      Re: Nessuno vi obbliga a volare
      - Scritto da: cacao
      Come da titolo. Nessuno vi obbliga a volare.A me mi obbligano. Minimo una volta ogni due settimane, e se mi va bene. Questo è il mio lavoro, prendere o lasciare.
      Io
      che volo due volte all'anno vorrei essere sicuro
      che se l'aereo cade non é per un coglione
      invasato di chissá quali idee religiose o
      politiche.E non sarai più sicuro di un millimetro con questa tecnologia.Come non lo sei stato vietando le bottigliette di shampoo e i tagliaunghie.Come non lo sei con le telecamere che ti spiano ogni 10 metri in tutta la città.Chi è favorevole a queste tecnologie, di solito si dimentica di guardare alla cosa che dovrebbe guardare per prima: i fatti e i numeri, che parlano chiaro.
      Che poi, l'unica cosa che va verificata é la sua
      non-nocivitá. Nudo, privacy, medici o poliziotti
      son problemi ridicoli di fronte alla morte.Ma che boiate galattiche. Ma per favore.Giustifichiamo con un remotissimo e ipotetico pericolo di morte qualsiasi mezzo di controllo, anche i più coerticivi?Allora mettiamo regole e controlli elettronici invasivi dove è davvero pericoloso, per esempio: vietato guidare senza controllo elettronico dell'alcool nel sangue - il motore non ti si deve nemmeno accendere. Sì alla prima birra! ti sta bene? a me sì, tanto non guido.Comunque è triste vedere quante persone si "bevano" queste scuse sulla sicurezza che usano per imporci sempre di più controlli stile grande fratelloE comunque si vede che te l'aereo lo prendi soltanto come un turista una volta l'anno se ti va bene. Fammi indovinare, tu sei quello che di solito fa incazzare la coda perché sta venti minuti al check-in e si presenta ai controlli di sicurezza con ottomila oggetti in tasca e il bagaglio meno pratico dell'universo, scarpe e cinture metalliche e chi più ne ha...Ma guarda che non sono tutti come te, c'è chi per lavoro l'aereo lo prende più della macchinaSono allibito!
    • THe_ZiPMaN scrive:
      Re: Nessuno vi obbliga a volare
      - Scritto da: cacao
      Come da titolo. Nessuno vi obbliga a volare. Io
      che volo due volte all'anno vorrei essere sicuro
      che se l'aereo cade non é per un coglione
      invasato di chissá quali idee religiose o
      politiche.Ma nessuno obbliga a volare nemmeno te, nemmeno quelle due volte l'anno. Così sarai sicuro di non trovare alcun coglione invasato di chissà quali idee religiose o politiche, e lo saranno anche i passeggeri dell'aereo.
    • THe_ZiPMaN scrive:
      Re: Nessuno vi obbliga a volare
      - Scritto da: cacao
      Come da titolo. Nessuno vi obbliga a volare. Io
      che volo due volte all'anno vorrei essere sicuro
      che se l'aereo cade non é per un coglione
      invasato di chissá quali idee religiose o
      politiche.Nessuno obbliga a volare nemmeno te quelle due volte l'anno.Così sei sicurissimo di non trovare sull'aereo coglioni invasati di chissà quali idee religiose o politiche, e lo saranno anche gli altri passeggeri.(Per la redazione. La moderazione o si fa su tutti i messaggi o non si fa su nessuno)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 11 ottobre 2008 12.28-----------------------------------------------------------
  • fab scrive:
    All'aeroporto di Amsterdam lo hanno
    All'aeroporto di Amsterdam è gia operativo uno di questi scanner (o qualcosa che ci somiglia molto da vicino) e me lo sono beccato al check in.In pratica si entra in una sorta di stanza di vetro (tipo le bussole a due porte per entrare nelle banche), ti fanno svuotare le tasche, alzare le braccia e due braccia meccaniche alte un paio di metri ti girano intorno. Il tutto dura al massimo una decina di secondi. All'uscita non c'è un monitor, ma un addetto che ti chiede di aspettare fino a che lui non riceve l'OK da qualcuno (che probabilmente ha gli occhi sul monitor).
    • Calibano scrive:
      Re: All'aeroporto di Amsterdam lo hanno
      Magari li'... ogni tanto... gli capita di trovare addosso alla gente "qualcosa di buono" che gli era rimasto attaccato addosso... chesso'... sotto l'ascella? :D
  • Antonio Macchi scrive:
    Vergogna = tabu'
    siamo nel terzo millennio, ma ancora pieni di tabu'...possibile che l'esser visti nudi sia una cosa cosi' terrificante?perche' la faccia dovrebbe essere sempre piuì' accettabile del resto del corpo?mah... stupidita' imperatrix mundi.
    • pizza margherita scrive:
      Re: Vergogna = tabu'
      - Scritto da: Antonio Macchi
      siamo nel terzo millennio, ma ancora pieni di
      tabu'...

      possibile che l'esser visti nudi sia una cosa
      cosi'
      terrificante?

      perche' la faccia dovrebbe essere sempre piuì'
      accettabile del resto del
      corpo?


      mah... stupidita' imperatrix mundi.... però è così... e hanno radici lontanissime.col tempo (se ce ne resta) forse impareremo a superarli, ma non si cancellano per decreto.
      • dti scrive:
        Re: Vergogna = tabu'
        Questo tabù vale solo in italia. Altri stati europei sono avanti 1000 anni luce a noi.
        • gohan scrive:
          Re: Vergogna = tabu'
          vallo a dire ad uno sceicco che mentre una delle sue mogli passa sotto lo scanner questa viene vista quasi nuda da un altro.... :D
          • snem scrive:
            Re: Vergogna = tabu'
            Magari decide di inviare di andare armato la prossima volta :D
          • ziopaperone scrive:
            Re: Vergogna = tabu'
            - Scritto da: gohan
            vallo a dire ad uno sceicco che mentre una delle
            sue mogli passa sotto lo scanner questa viene
            vista quasi nuda da un altro....
            :Dlo sceicco mi sa che viaggia col suo aereo personale e tanti saluti...
        • Darshan scrive:
          Re: Vergogna = tabu'
          Avanti?mi viene in mente la differenziazione che Freud faceva tra civilizzazione e incivilimento.
    • TeatroBorgatti scrive:
      Re: Vergogna = tabu'
      - Scritto da: Antonio Macchi
      siamo nel terzo millennio, ma ancora pieni di
      tabu'...

      possibile che l'esser visti nudi sia una cosa
      cosi'
      terrificante?

      perche' la faccia dovrebbe essere sempre piuì'
      accettabile del resto del
      corpo?


      mah... stupidita' imperatrix mundi.Stupidità? Cosa ci rimane ormai di così intimo che non almeno essere noi a potere decidere a chi mostrarci senza nulla indosso?Questa è stupidità, volere fare per forza quelli progressisti, anche quando si ledono degli istinti naturali.Non è terrificante che io venga visto nudo, ma voglio essere padrone del mio corpo, ne ho diritto e lo pretendo!
      • Pietro scrive:
        Re: Vergogna = tabu'
        Sei più libero se ti vedono nudo o se ti fanno saltare in aria?Cosa limita maggiormente la tua libertà?Essere visto nudo o la morte?
        • castigo scrive:
          Re: Vergogna = tabu'
          - Scritto da: Pietro
          Sei più libero se ti vedono nudo o se ti fanno
          saltare in
          aria?

          Cosa limita maggiormente la tua libertà?
          Essere visto nudo o la morte?eh, già, tutti i giorni i terroristi cattivi fanno saltare in aria qualcuno, vero?? :D
          • Pietro scrive:
            Re: Vergogna = tabu'

            eh, già, tutti i giorni i terroristi
            cattivi fanno saltare in aria qualcuno,
            vero??
            :DGrazie a questi (e molti altri) sitemi fortunatamente non accade tutti i giorni.Ma fai che succeda 1 volta all'anno se proprio quella volta ci sei tu su quell'aereo?Cosa fai, pensi: "ma guarda che sfiga, va beh, andrà meglio la prossima volta..." ? Non è una lotteria c'è in gioco la vita tua o dei tuoi cari.E' come per i pc:La maggior parte della gente non fa back-up dei dati e ti guarda come tu fossi un alieno quando gli dici che bisognerebbe proprio farla."Back-up?!? Perché?!? A me il pc non si è mai rotto. Io non ho mai perso dati."Ed in effetti è così, nella maggior parte dei casi non succede nulla MA una volta ogni tanto un disco si rompe...
          • castigo scrive:
            Re: Vergogna = tabu'
            - Scritto da: Pietro

            eh, già, tutti i giorni i terroristi

            cattivi fanno saltare in aria qualcuno,

            vero??

            :D

            Grazie a questi (e molti altri) sitemi
            fortunatamente non accade tutti i
            giorni.davvero??non ho visto notizia di attentati sventati grazie a questi (o altri) sistemi.pensa che non ci sono riprese nemmeno degli attentati di londra, tranne le foto di quattro persone che corrono (spero non mi capiti mai di arrivare in ritardo in stazione, potrebbero scambiarmi per un pericoloso terrorista (rotfl)): le famose telecamere erano guaste.... guarda tu il caso e la coincidenza :Deppure figurati se non sbandiererebbero ai 4 venti quanto sono bbbbravi che ci hanno salvato dagli arabi cattivi :Din compenso si sente ogni giorno di più parlare di sistemi non letali per il controllo delle folle, di esercito per le strade, di monitoraggio a tappeto sulle comunicazioni..... tutto per il nostro bene, ovviamente ;)
            Ma fai che succeda 1 volta all'anno se proprio
            quella volta ci sei tu su
            quell'aereo?
            Cosa fai, pensi: "ma guarda che sfiga, va beh,
            andrà meglio la prossima volta..." ? Non è una
            lotteria c'è in gioco la vita tua o dei tuoi
            cari.ci sono metodi migliori e più efficaci che togliere libertà a tutti solo per pochi terroristi .e poi, considerando che ci ripetono quotidianamente che i terroristi agiscono perché odiano la nostra libertà, cederne è farli vincere..... ammesso e non concesso che ci siano, questi terroristi.....
          • Pietro scrive:
            Re: Vergogna = tabu'

            ammesso e non concesso che ci siano, questi
            terroristi.....Questo è un buon punto: "I terroristi esistono?".Qualcuno li chiama "resistenti", qualcuno li chiama "partigiani", qualcuno li chiama "farc", qualcuno li chiama "eta", qualcuno li chiama "disadattati", qualcuno li chiama "Al-quaeda", qualcuno li chiama "jiadisti"..Personalmente il nome che tu preferisci non mi interessa.Una è la certezza: ogni tanto un pazzo decide di entrare in una scuola e spara ad altezza uomo, ogni tanto un pazzo si mette una cintura di tritolo entra in un bar e si fa esplodere, ogni tanto un pazzo deposita una bomba su un treno pieno di gente, un paio di volte un pazzo ha scambiato una torre per un angar.Fai tu...
          • castigo scrive:
            Re: Vergogna = tabu'
            - Scritto da: Pietro

            ammesso e non concesso che ci siano, questi

            terroristi.....

            Questo è un buon punto: "I terroristi esistono?".

            Qualcuno li chiama "resistenti", qualcuno li
            chiama "partigiani", qualcuno li chiama "farc",
            qualcuno li chiama "eta", qualcuno li chiama
            "disadattati", qualcuno li chiama "Al-quaeda",
            qualcuno li chiama
            "jiadisti"..appunto, cambia il nome ma non la sostanza.e allora chiediti: cui prodest??non certo alle popolazioni che dichiarano di difendere......
            Personalmente il nome che tu preferisci non mi
            interessa.
            Una è la certezza: ogni tanto un pazzo decide di
            entrare in una scuola e spara ad altezza uomo,per questo basterebbe ci fosse stato qualcun altro armato ed in grado di difendersi.
            ogni tanto un pazzo si mette una cintura di
            tritolo entra in un bar e si fa esplodere, invece ogni spesso ci scappa il morto in strada: aboliamo le auto!!ogni
            tanto un pazzo deposita una bomba su un treno
            pieno di gente, ed ogni spesso ci scappa il morto sul lavoro: aboliamo il lavoro!un paio di volte un pazzo ha
            scambiato una torre per un
            angar.già, 4 beduini ancora con la sabbia del deserto tra le chiappe e che a detta dei loro stessi istruttori non sarebbero stati in grado di pilotare un ottovolante hanno preso il pieno controllo di 4 dei più sofisticati aerei in servizio, gli hanno fatto seguire rotte incredibili senza averle programmate sui computer di bordo, hanno eseguito manovre che a stento piloti con migliaia di ore di volo riescono ad eseguire e che (almeno in un caso) solo aerei militari sono in grado di sopportare senza disintegrarsi ed infine sono riusciti a centrare le torri.....
            Fai tu...appunto, fai tu.....
          • Pietro scrive:
            Re: Vergogna = tabu'
            Scusami ma ho perso il filo del discorso.Io sto dicendo che esistono dei pazzi (non mi importa chi e perché) che tendono a far danni e spesso morti.Ossia non so come sia accaduto l'11 settembre è accaduto, non come sia saltato il treno a Madrid ma so che qualcosa in quel treno è esploso, non mi importa perché uno studente di 21 anni sia entrato in quella scuola (Svedese?) e abbia cominciato a sparare ma so che è successo.Chiaramente gli incidenti accadono, talvolta per problemi tecnici altri per "errore" umano. Ma c'è una bella differenza tra un incidente e danno voluto.Nessuno vuole vietare l'uso di aerei perché potrebbero cadere, si vuole solo vietare ai pazzi di salirci armati e farli cadere di proposito.L'anarchia è una bella cosa ma purtroppo è utopistica: se togli le leggi troverai sempre uno più grosso di te che ti imporrà il suo volere.Le leggi servono a tutelare i deboli dai soprusi dei forti.
          • markoer scrive:
            Re: Vergogna = tabu'
            - Scritto da: Pietro
            Scusami ma ho perso il filo del discorso.

            Io sto dicendo che esistono dei pazzi (non mi
            importa chi e perché) che tendono a far danni e
            spesso morti.
            Ossia non so come sia accaduto l'11 settembre è
            accaduto, non come sia saltato il treno a Madrid
            ma so che qualcosa in quel treno è esploso, non
            mi importa perché uno studente di 21 anni sia
            entrato in quella scuola (Svedese?) e abbia
            cominciato a sparare ma so che è successo.Almeno ascoltalo per bene il telegiornale - era Finlandese.
            Chiaramente gli incidenti accadono, talvolta per
            problemi tecnici altri per "errore" umano. Ma c'è
            una bella differenza tra un incidente e danno
            voluto.
            Nessuno vuole vietare l'uso di aerei perché
            potrebbero cadere, si vuole solo vietare ai pazzi
            di salirci armati e farli cadere di proposito.E in cosa questo nuovo strumento sarebbe di alcuna utilità? ancora non l'ho capito.A me pare l'ennesimo playground di gestione del controllo sulle masse, un sogno che i potenti hanno sempre coltivato e che alcuni autori hanno descritto molto bene. Leggi qualche libro ogni tanto e vedrai che Orwell aveva capito tutto 50 anni fa.
            L'anarchia è una bella cosa ma purtroppo è
            utopistica: se togli le leggi troverai sempre uno
            più grosso di te che ti imporrà il suo
            volere.
            Le leggi servono a tutelare i deboli dai soprusi
            dei forti.Le leggi servono a far mantenere il potere ai più forti. Ai più deboli raccontiamo che servono a mantenere l'ordine. Scusa, "ordine", tra virgolette.Qualcuno si dimentica a volte che le leggi dovrebbero essere fatte per l'uomo, non l'uomo per le leggi...Cordiali saluti
          • castigo scrive:
            Re: Vergogna = tabu'
            - Scritto da: Pietro
            Scusami ma ho perso il filo del discorso.

            Io sto dicendo che esistono dei pazzi (non mi
            importa chi e perché) che tendono a far danni e
            spesso
            morti.
            Ossia non so come sia accaduto l'11 settembre è
            accaduto, bene, allora NON parlare di terrorismo.non come sia saltato il treno a Madrid
            ma so che qualcosa in quel treno è esploso, e non ti importa nemmeno sapere che TUTTI gli islamici cattivi sono stati prosciolti dalle accuse mentre gli incriminati sono solo non islamici e per di più informatori della polizia....non
            mi importa perché uno studente di 21 anni sia
            entrato in quella scuola (Svedese?) e abbia
            cominciato a sparare ma so che è
            successo.ovvio, perché indagare??mi basta sapere quel che mi dice il politico/giornalaio di turno: sono terroristi!!anche perché, indagando, potresti scoprire cose che non vanno d'accordo con quel che dice l'informazione ufficiale, potresti cominciare a fare delle domande e ricevere risposte che non ti piacciono.meglio rimanere nell'ignoranza, meno mal di testa e meno preoccupazioni ;)
            Chiaramente gli incidenti accadono, talvolta per
            problemi tecnici altri per "errore" umano. Ma c'è
            una bella differenza tra un incidente e danno
            voluto.
            Nessuno vuole vietare l'uso di aerei perché
            potrebbero cadere, si vuole solo vietare ai pazzi
            di salirci armati e farli cadere di
            proposito.è dai primi dirottamenti che ci provano, e non ci sono ancora riusciti.probabilmente arriveranno a vietarli, gli aerei..... a meno che non smettano di farseli saltare in aria.....
            L'anarchia è una bella cosa ma purtroppo è
            utopistica: se togli le leggi troverai sempre uno
            più grosso di te che ti imporrà il suo
            volere.
            Le leggi servono a tutelare i deboli dai soprusi
            dei
            forti.hai molta confusione nella testa.Anarchia NON vuol dire assenza di leggi/regole, ma assenza dello stato.... come si vede che la pubblica (d)istruzione ha fatto bene il suo lavoro .....informati, Pietro, che ti stanno prendendo per il culo....
          • il disinforma to scrive:
            Re: Vergogna = tabu'
            chi sa perchè, le tue parole mi sembra di averle gia sentite....boh!!??ah gia, era su un fumetto..V x vendetta,mica è mai successo per davvero :(
          • markoer scrive:
            Re: Vergogna = tabu'
            - Scritto da: Pietro

            eh, già, tutti i giorni i terroristi

            cattivi fanno saltare in aria qualcuno,

            vero??

            :D

            Grazie a questi (e molti altri) sitemi
            fortunatamente non accade tutti i
            giorni.ROOOTFL. Un comico nato.Io vivo in Germania e vado nella sauna quando mi pare e piace e giriamo tutti nudi, maschi e femmine. Ma non mi va di farmi vedere nudo all'aereoporto. Tanto più quando so che non serve ad una cippa.Anche perché basta fare il primo scalo ad un aereoporto di provincia per trovarsi armato nei maggiori hub Europei e imbarcarsi su un volo intercontinentale senza altro controllo di quello che ti hanno fatto in un aereoporto scacio come ad Ancona, Perugia, Dubrovnic, Girona, Weeze, etc. etc. tutti posti dove non mi hanno controllato un bel nulla e mi sarei potuto portare qualsiasi cosa, ed hanno tutti voli diretti per Frankfurt o per Heathrow o Amsterdam o Münich ecc. ecc.Bisogna affrontare i problemi alla radice e avere un minimo di senso della proporzione. I "terroristi cattivi" non sono mai stati fermati da alcun controllo di imbarco, anzi sappiamo tutti con quali complicità hanno sempre operato - figurati cosa ci vuole a passargli sotto banco un'arma DOPO che hanno passato i controlli...Ma intanto ci beviamo la paranoia dei mezzi di informazione e giustifichiamo con la nostra codardìa la nuova Stasi. Complimenti.Cordiali saluti
      • pippo75 scrive:
        Re: Vergogna = tabu'

        Stupidità? Cosa ci rimane ormai di così intimo
        che non almeno essere noi a potere decidere a chi
        mostrarci senza nulla
        indosso?avresti ragione, hai una soluzione migliore per togliere il problema ladri/delinquenti/altri cattivi.Se più economica e migliore, penso la accettino.
        • Skywalker scrive:
          Re: Vergogna = tabu'
          Parlare con il vicino di pianerottolo.Perché il territorio lo controlla chi ci vive, non 1/10/100/1000/10000 agenti/militari.Dobbiamo tornare alla vecchietta con l'ombrello che insegna l'educazione al giovinastro, invece dei 40enni in giacca e cravatta che si girano dall'altra parte quando un ruba un portafoglio in metropolitana "perché metti che abbia un coltello".Un terrorista se è determinato la sua strage la fa: o pensi di mettere scansioni all'uscio di ogni casa, per impedire che uno si faccia saltare mentre cammina sulla pubblica via? In Spagna l'attentato l'hanno fatto sui treni, ma non si sono mica messi a controllare ogni persona che sale sul treno stile aereoporto: giusto si limitano a controllarti la valigia. A Londra l'hanno fatto sui bus ed in metropolitana, ma non ci sono gli scanner all'ingresso di tutta la Tube. A Bali l'hanno fatto in una discoteca: mettiamo il controllo anche li? In Ossezia dentro una scuola: e vai di controlli all'ingresso delle scuole. A Madrid, per non farsi prendere dalla Polizia, han fatto saltare l'appartamento in cui erano: via di controlli anche all'androne del condominio...Quando sali in macchina hai un paio di ordini di grandezza di più di possibilità di morire di quante ne hai per un attentato terroristico in aereo/treno/bus. Ma nessuno ha "paura" di mettersi al volante...Brutta cosa la paura. Annebbia la mente.
          • pippo75 scrive:
            Re: Vergogna = tabu'

            Dobbiamo tornare alla vecchietta con l'ombrello
            che insegna l'educazione al giovinastro, peccato che come la vecchietta dice mezza ad un giovinetto rischia la denuncia da parte dei genitori del giovine.
            dei 40enni in giacca e cravatta che si girano
            dall'altra parte quando un ruba un portafoglio in
            metropolitana "perché metti che abbia un
            coltello".chi ha coraggio non lo fa, gli altri....
            Un terrorista se è determinato la sua strage la
            fa: o pensi di mettere scansioni all'uscio di
            ogni casa,vero, ma sei sicuro che non sia affatto utile?
            per impedire che uno si faccia saltare
            mentre cammina sulla pubblica via?ma potrebbe aiutare a bloccare uno con un arma.
            Quando sali in macchina hai un paio di ordini di
            grandezza di più di possibilità di morire di
            quante ne hai per un attentato terroristico in
            aereo/treno/bus. Ma nessuno ha "paura" di
            mettersi al volante...vero, quindi ignoriamo l'altro problema.
            Brutta cosa la paura. Annebbia la mente.Vero, cosa suggerisci per toglierla, consigli di ignorare il problema?
    • medioman scrive:
      Re: Vergogna = tabu'
      - Scritto da: Antonio Macchi
      siamo nel terzo millennio, ma ancora pieni di
      tabu'...i tabu' non hanno nulla a che vedere con l'elemento temporale, anzi quello della nudita' e' nato proprio con la "civilizzazione"
      possibile che l'esser visti nudi sia una cosa
      cosi'
      terrificante?dipende da come ciascuno percepisce il proprio corpo. Se ce l'hai piccolo magari ti scoccia dover sopportare le risatine del personale aereoportuale...Oltretutto si dovrebbe complicare di molto l'accesso ai gate con due file distinte per uomini e donne, e personale di controllo suddiviso per sessoDetto cio' e' realmente un sistema necessario? Considerando costi e controindicazioni ci penserei bene prima di affermare di si.hola
      • pippo75 scrive:
        Re: Vergogna = tabu'

        Detto cio' e' realmente un sistema necessario?
        Considerando costi e controindicazioni ci
        penserei bene prima di affermare di
        si.potrebbero sperimentarlo e poi decidere in base agli esiti.( Galilei docet )
      • markoer scrive:
        Re: Vergogna = tabu'
        - Scritto da: medioman[...]
        Oltretutto si dovrebbe complicare di molto
        l'accesso ai gate con due file distinte per
        uomini e donne, e personale di controllo
        suddiviso per sesso[...]Sono in linea di massima d'accordo con te, ma quest'ultimo punto in realtà avviene già comunque, visto che in molti aereoporti ti percuisiscono sempre e comunque.Il che è se vuoi, un ulteriore motivo di inutilità di questa tecnologia. Tra l'altro mi pare un sistema più efficace, meno proficuo per le solite aziende e casomai creatore di posti di lavoro. Ma è troppo facile e troppo poco costoso organizzare il lavoro manuale di persone vere, dobbiamo spendere miliardi in complicatissimi hardware e software, ovviamente...Cordiali saluti
  • Hari scrive:
    Dov'è il problema?
    Non ci vedo nulla di male, davanti ad un medico o peggio ancora nelle cliniche universitarie dove ti mettono nudo davanti ad orde di studentelli non ci facciamo problemi e come già detto da altri meglio così che farsi mettere la mani addosso, poi se abbiamo qualcosa da nascondere è un altro discorso.
    • PeeBee scrive:
      Re: Dov'è il problema?
      - Scritto da: Hari
      Non ci vedo nulla di male, davanti ad un medico o
      peggio ancora nelle cliniche universitarie dove
      ti mettono nudo davanti ad orde di studentelli
      non ci facciamo problemi e come già detto da
      altri meglio così che farsi mettere la mani
      addosso, poi se abbiamo qualcosa da nascondere è
      un altro
      discorso.Primo: un medico è un medico, un poliziotto è un'altra cosa.Secondo: pensa per un momento di essere un viaggiatore di commercio, che si dovrebbe far scannerizzare due o tre volte al giorno. Te l'immagini che bello non poter più avere figli nel giro di un paio d'anni ?
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: Dov'è il problema?
      contenuto non disponibile
    • Calibano scrive:
      Re: Dov'è il problema?
      Pensa a chi fa il modello negli istituti d'arte! Eh?O chi fa da calco per i manichini.Pensa poi a chi fa il pornoattore o la pornoattrice!!!Pensa a quelli che si ritrovano in sala operatoria.Mi spiace, ma non riesco a trovare attinenze con quel sistema di sicurezza che di mette ignudo davanti a due o tre fanatici della legge che magari hanno una cultura di terza elementare.
    • Frank scrive:
      Re: Dov'è il problema?
      - Scritto da: Hari
      Non ci vedo nulla di male, davanti ad un medico o
      peggio ancora nelle cliniche universitarie dove
      ti mettono nudo davanti ad orde di studentelli
      non ci facciamo problemi e come già detto da
      altri meglio così che farsi mettere la mani
      addosso, poi se abbiamo qualcosa da nascondere è
      un altro
      discorso.sono totalmente d'accordo: non ho nulla da nascondere, non c'è nessun problemaPer me non c'è differenza fra medico e poliziotto: il primo cura la salute personale, il secondo quella pubblica. Io la vedo così
  • Biggus Dikkus scrive:
    Dementi
    Ma come si fa a farne una questione di privacy (basta cancellare i dati appena te ne sei andato!) o di pudore (per il fatto che ti vedono nudo...)Qui si parla di individuare armi da fuoco e bombe e questi ne fanno una questione di principi morali?Meglio morti ma vestiti che vivi ma nudi?Perchè certa gente non la abbandonano su un'isola deserta, come si faceva una volta?
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: Dementi
      contenuto non disponibile
    • Calibano scrive:
      Re: Dementi
      Per le armi da fuoco basta un metaldetector.E' evidente che quel coso scansionante va oltre, no?Preferisco patire la noia di dovermi togliere di tasca tutte le monetine e la cintura che farmi piazzare sotto un bombardamento di quel genere.E poi chi ti assicura che cancellano tutto?!?
      • Colin scrive:
        Re: Dementi
        Mi spiace dirti che il metal detector non basta.. per il semplice motivo che esistono armi realizzate in metalli ed altri materiali che il metal detector non rileva...
  • Enjoy with Us scrive:
    Mah non lo vedo cosi negativo!
    Mi può anche stare bene, una volta appurato che non sia nocivo alla salute e se usato con un minimo di discernimento!1. Andrebbe usato solo in seconda battuta, in caso di dubbi ai primi esami di controllo2. il monitor dovrebbe essere contenuto in una cabina chiusa in cui ci possano accedere solo operatori qualificati, non certo esposti in modo tale da poter essere visti anche da terzi.Meglio una procedura simile della perquisizione corporale!
    • Paperoliber o scrive:
      Re: Mah non lo vedo cosi negativo!
      Si tipo peep-show così l'addetto qualificato si può fare le pippe !!!
      • Pietro scrive:
        Re: Mah non lo vedo cosi negativo!
        Ma quanto sei veloce?Si parla di pochi secondi per persona (diciamo 10 secondi?),con un migliaio di persone (il carico di 1 aereo) che passano a ciclo continuo: gnocca, cozza, nonna, nonno, bambino, bambina, papà, mamma, pornodiva, agente di commercio, imprenditore, ragazzo, ragazza anoressica, ragazza obesa... diventi invisibile.Gli occhi di chi osserva mettono su un filtro, sono concentrati a cercare oggetti pericolosi non a valutare quanto è grande il tuo pipino.
        • Calibano scrive:
          Re: Mah non lo vedo cosi negativo!
          Sicuro sicuro?Tempo gnocca: 20 min.Tempo ragazza obesa: 2 sec e 25"Signorina 'gnocca', scusi, dobbiamo rifarla, e' venuta sfuocata... potrebbe far finta di raccatare una moneta per terra?"Magari all'estero non succede... ma in Italia... siamo famosi per queste barzellette.Rammento ancora una pubblicita' di un prodotto di bellezza che davano in SudAfrica: ragazza gnocca (per il prodottodi bellezza) trattenuta dai poliziotti a Fiumicino perche'... perche' era gnocca!!!
        • Uno di Passaggio scrive:
          Re: Mah non lo vedo cosi negativo!
          - Scritto da: Pietro
          Ma quanto sei veloce?

          Si parla di pochi secondi per persona (diciamo 10
          secondi?),
          con un migliaio di persone (il carico di 1 aereo)ma che aerei prendi? O_O" 1000 persone non ci stanno nemmeno sull'ultimissimo A380 :P
          che passano a ciclo continuo: gnocca, cozza,
          nonna, nonno, bambino, bambina, papà, mamma,
          pornodiva, agente di commercio, imprenditore,
          ragazzo, ragazza anoressica, ragazza obesa...
          diventi
          invisibile.ma lo sei comunque, guardate bene l'immagine, non è mica una foto, è poco più di quanto si vede con una lastra... mah
          Gli occhi di chi osserva mettono su un filtro,
          sono concentrati a cercare oggetti pericolosi non
          a valutare quanto è grande il tuo
          pipino.appunto, se proprio te lo vogliono vedere ti fanno una bella ispezione corporale, c'è anche più gusto, no? :P
        • markoer scrive:
          Re: Mah non lo vedo cosi negativo!
          - Scritto da: Pietro[...]
          con un migliaio di persone (il carico di 1 aereo)[...]Nonna, che aerei grandi che hai... :-DForse volevi dire 10 aerei ;-)
  • FnF scrive:
    Appunto
    Chi è scandalizzato da tutto questo domani in PIAZZA!!!http://punto-informatico.it/2433229/PI/Brevi/roma-contro-panopticon-paglia.aspxLeggere qui, contro il controllo!http://wiki.vorratsdatenspeicherung.de/Freedom_Not_Fear_2008/Rome!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
  • gio scrive:
    onde radio ad alta velocità?
    da quando in quà esistono onde radio a bassa velocità?
    • Gengis Ghat scrive:
      Re: onde radio ad alta velocità?
      - Scritto da: gio
      da quando in quà esistono onde radio a bassa
      velocità?Di solito ci sono dove c'è l'autovelox... anzi, il radiovelox... sai com'è, vogliono evitare la multa...
    • MegaJock scrive:
      Re: onde radio ad alta velocità?
      Da quando le hanno inventate gli espertoni di PI. :)La prossima trovata sarà la luce subsonica.
      • z f k scrive:
        Re: onde radio ad alta velocità?
        - Scritto da: MegaJock
        Da quando le hanno inventate gli espertoni di PI.
        :)

        La prossima trovata sarà la luce subsonica.Esiste.La velocita' della luce dipende dal mezzo in cui si propaga.Quella che viene comunemente indicata come "velocita' della luce" e' in realta' la "velocita' della luce nel vuoto ".(E poi vogliono metterci le lavagne 'lettroniche...)CYA
        • Calibano scrive:
          Re: onde radio ad alta velocità?
          - Scritto da: z f k
          La velocita' della luce dipende dal mezzo in cui
          si
          propaga.
          Quella che viene comunemente indicata come
          "velocita' della luce" e' in realta' la
          "velocita' della luce nel
          vuoto ".

          CYAQuello di cui parli te e' la "velocita' di propagazione" nel mezzo.Ti faccio un disegnigno coll'apis? :D ;)
    • snem scrive:
      Re: onde radio ad alta velocità?
      Forse hanno scambiato velocità per frequenza?
      • Calibano scrive:
        Re: onde radio ad alta velocità?
        - Scritto da: snem
        Forse hanno scambiato velocità per frequenza?A quanti parsec va? :D :P
  • Gengis Ghat scrive:
    spero che...
    Spero che si scopra che siano dannosissime alla salute, perché questo (e duole davvero dirlo) ora come ora è FORSE l'unico motivo con cui si può sperare di fermare il tecnocontrollo invasivo.
    • FnF scrive:
      Re: spero che...
      Caro amico in questo caso purtroppo non c'è nulla da fare perchè non fa "MALE" come lo si intende normalmente. Fa "MALE" perchè distrugge i diritti.FREEDOM NOT FEAR ora e subitoManifestaione DOMANI A ROMAhttp://wiki.vorratsdatenspeicherung.de/Freedom_Not_Fear_2008/Rome
      • Biggus Dikkus scrive:
        Re: spero che...
        Perdonami, ma io la vedo come dice Beppe Grillo:"intercettatemi pure, non ho nulla da nascondere"il tuo problema è nascondere cosa? che hai il pisello enorme? pensi che dopo ti importuni la signorina addetta allo scanner?non credo ci sia nulla di male a mostrare che non si portano armi addosso. e francamente essere visti nudi da una persona addetta (non lo fa anche il medico, che è un addetto pure lui?) non mi sembra peggio di farsi mettere le mani addosso da uno sconosciuto!- Scritto da: FnF
        Caro amico in questo caso purtroppo non c'è nulla
        da fare perchè non fa "MALE" come lo si intende
        normalmente. Fa "MALE" perchè distrugge i
        diritti.

        FREEDOM NOT FEAR ora e subito
        Manifestaione DOMANI A ROMA

        http://wiki.vorratsdatenspeicherung.de/Freedom_Not
        • pizza margherita scrive:
          Re: spero che...
          - Scritto da: Biggus Dikkus
          Perdonami, ma io la vedo come dice Beppe Grillo:
          "intercettatemi pure, non ho nulla da nascondere"ed è un discorso... che comunque è fastidioso, ma ha un senso
          il tuo problema è nascondere cosa? che hai il
          pisello enorme? pensi che dopo ti importuni la
          signorina addetta allo
          scanner?
          non credo ci sia nulla di male a mostrare che non
          si portano armi addosso. e francamente essere
          visti nudi da una persona addetta (non lo fa
          anche il medico, che è un addetto pure lui?) non
          mi sembra peggio di farsi mettere le mani addosso
          da uno
          sconosciuto!qui la cosa cambia un po'... il medico che ti vede nudo è un "male necessario" diciamo, perché altrimenti non avrebbe modo di fare la visita (in ambulatorio)Qui invece sei al check-in e devi fare presto... figurati se gli aeroporti si doterano di stanzetta dedicata... come adesso per i bagagli, chiunque passa li vicino sbircia e si fa i cazzi degli altri...no.. no... noni convince.
        • z f k scrive:
          Re: spero che...
          - Scritto da: Biggus Dikkus
          non credo ci sia nulla di male a mostrare che non
          si portano armi addosso. e francamente essereIo credo non ci sia nulla di male a portare armi addosso.E mo' come la mettiamo?Sono un terrorista? Un criminale?Credi davvero che un terrorista o un criminale vada in giro con il lanciarazzi nel taschino?Dobbiamo metterci tutti a culo all'aria perche' c'e' la possibilita' di uno squilibrato che ha intenzione di ammazzare una dozzina di persone, mentre le strade sono lastricate di morti da incidenti stradali? Vogliamo mettere in auto uno scatolino che limita la velocita' ai limiti previsti, da' la precedenza ai pedoni sulle strisce, non consente il sorpasso con le doppie strisce, non avvia il motore se hai bevuto il caffe' corretto, eccetera? Tutti d'accordo? Ok, allora ci potrebbe stare anche lo scanner delle trippe.IMHO: "overkill".CYA
          • z f k scrive:
            Re: spero che...
            - Scritto da: z f k
            Io credo non ci sia nulla di male a portare armi
            addosso.Non e' vero, sono contrarissimo al far circolare armi, gli states insegnano. :DCYA
          • Number 6 scrive:
            Re: spero che...
            Allora fatti scannerizzare, cittadino, e non rompere. Gli addestratissimi, infallibili custodi dell'ordine ti proteggeranno da te stesso e dagli elettricisti brasiliani la cui pelle è troppo scura per essere legale.
          • markoer scrive:
            Re: spero che...
            - Scritto da: Number 6
            Allora fatti scannerizzare, cittadino, e non
            rompere. Gli addestratissimi, infallibili custodi
            dell'ordine ti proteggeranno da te stesso e dagli
            elettricisti brasiliani la cui pelle è troppo
            scura per essere legale.Sì ma che diavolo c'entra con il topic :-)Cmq è verissimo, in tutti i paesi dove le armi sono facili da reperire, statisticamente avvengono più carneficine. Senza scomodare gli USA, guarda alla Finlandia, dove ci sono un sacco di armi (ufficialmente) per la caccia, c'è stata recentemente un'altra strage a scuola.Far circolare di più le armi è solo controproducente.In ogni caso, di sicuro NON in aereoporto :-) spiegami a cosa ti servono, là :-)Cordiali saluti
          • castigo scrive:
            Re: spero che...
            - Scritto da: markoer
            - Scritto da: Number 6

            Allora fatti scannerizzare, cittadino, e non

            rompere. Gli addestratissimi, infallibili
            custodi

            dell'ordine ti proteggeranno da te stesso e
            dagli

            elettricisti brasiliani la cui pelle è troppo

            scura per essere legale.

            Sì ma che diavolo c'entra con il topic :-)c'entra, c'entra.... se sai a cosa si riferisce :)
            Cmq è verissimo, in tutti i paesi dove le armi
            sono facili da reperire, statisticamente
            avvengono più carneficine. Senza scomodare gli
            USA, guarda alla Finlandia, dove ci sono un sacco
            di armi (ufficialmente) per la caccia, c'è stata
            recentemente un'altra strage a
            scuola.assolutamente NO.in svizzera, dove ogni maschio adulto possiede un fucile da guerra (sono tutti soldati, non cacciatori :D) non si hanno notizie di stragi quotidiane.ed anche in canada, che ha una legislazione sulle armi simile a quella degli usa, non si ha notizia di stragi quotidiane.e neppure in finlandia, è solo che anche lì ogni tanto capita che ci sia un pazzo che dà fuori di testa.però NON capita mai che ci sia un cittadino armato che lo elimina prima che faccia troppi danni..... forse perché ai cittadini non è consentito portare armi??eh, già, a loro cosa serve portarle, quando c'è la polizia??peccato che quando il crimine accade non ci siano praticamente mai, e per avere giustizia si debba aspettare di esser morti ;)e così, facendo rimbombare all'eccesso nella grancassa mediatica questi fatti, sembra che ogni cittadino in possesso di un'arma sia un potenziale stragista.....
            Far circolare di più le armi è solo
            controproducente.e chiediti per chi.....
            In ogni caso, di sicuro NON in aereoporto :-)
            spiegami a cosa ti servono, là
            :-)a difendermi dai terroristi cattivi che attentano continuamente alla mia sicurezza.... come seguitano a ripetermi giornalisti e politici tutti(rotfl)
            Cordiali salutianche a te :)
        • Calibano scrive:
          Re: spero che...
          No, scusa eh... ma qui si confode il kulo con le 40 ore!!!Se permetti:1) conosco il mio dottore e me lo scelgo da me2) con il dottore ho un certo tipo di rapporto e se mi fa incazzare glie lo posso dire tranquillamente3) il mio dottore sa cosa deve guardare4) il mio dottore DEVE avere una laurea5) scelgo io se il mio dottore puo' o non puo' vedermi nudoVS1) non so chi sia il poliziotto di turno2) non ho idea di che cosa mi stia guardando3) deve guardare tutto perche' non sa esattamente dove guardare4) non ho scelto di certo io di farmi guardare ne' da chi5) il poliziotto di turno probabilmente ha la terza mediaMi pare che il paragone con il dottore non sia proponibile.
          • dodo scrive:
            Re: spero che...
            - Scritto da: Calibano
            Se permetti:
            1) conosco il mio dottore e me lo scelgo da meQuesto succede in italia, non in tutte le nazioni europee puoi sceglierti il medico.
            5) scelgo io se il mio dottore puo' o non puo'
            vedermi
            nudoSe devi fare una visita andrologica/ginecologica, ma vedo dura :)
            1) non so chi sia il poliziotto di turno
            2) non ho idea di che cosa mi stia guardandose hai armi. E penso che come un ginecologo, che di gnocca ne vede tutto il giorno, dopo un po' le parti anatomiche perdono la loro attrattivita'.
            5) il poliziotto di turno probabilmente ha la
            terza
            mediaNon credo. E in ogni caso sarebbe tenuto al segreto professionale.
            Mi pare che il paragone con il dottore non sia
            proponibile.Non so. Non mi schiero in questa cosa, devo ragionarci su, ma personalmente e "a pelle", l'idea che mi vedano il pitone non mi piace.
          • markoer scrive:
            Re: spero che...
            - Scritto da: dodo
            - Scritto da: Calibano

            Se permetti:

            1) conosco il mio dottore e me lo scelgo da me

            Questo succede in italia, non in tutte le nazioni
            europee puoi sceglierti il medico.In quali no? fammi un esempio.Casomai il problema ce l'hai proprio in Italia. Se abiti in un piccolo centro e i medici del tuo comune sono tutti massimalisti tranne uno... non hai tanta scelta...[...]

            5) il poliziotto di turno probabilmente ha la

            terza

            media

            Non credo.Forse in tempi di crisi, uno su cinque ha un diploma. Ma per il resto, questa è la media.E dovresti pure sapere come li reclutano. Di solito sono "agenzie". Praticamente si parla di gente che non ha trovato assolutamente altro da fare e presa a coproco. Praticamente qualsiasi rifiuto umano che possa dotarsi di porto d'armi.
            E in ogni caso sarebbe tenuto al
            segreto professionale.Ah beh! spiegalo ad uno con la terza media.E dubito che facciano il giuramento di Ippocrate :-)

            Mi pare che il paragone con il dottore non sia

            proponibile.

            Non so. Non mi schiero in questa cosa, devo
            ragionarci su,Non strizzarti troppo il cervello, potrebbe avere effetti collaterali
          • dodo scrive:
            Re: spero che...
            - Scritto da: markoer
            - Scritto da: dodo

            - Scritto da: Calibano


            Se permetti:


            1) conosco il mio dottore e me lo scelgo da me



            Questo succede in italia, non in tutte le
            nazioni

            europee puoi sceglierti il medico.

            In quali no? fammi un esempio.in svezia hai dei poliambulatori. Di norma vai a quello vicino a casa tua, ma non e' detto che ci sia sempre lo stesso medico.In svizzera la previdenza sanitaria e' all'americana, e lo decide la compagnia assicurativa che sottoscrivi, a meno che non paghi di piu'.
            E dovresti pure sapere come li reclutano. Di
            solito sono "agenzie". Praticamente si parla di
            gente che non ha trovato assolutamente altro da
            fare e presa a coproco. Praticamente qualsiasi
            rifiuto umano che possa dotarsi di porto
            d'armi.interessante, e deludente.

            E in ogni caso sarebbe tenuto al

            segreto professionale.

            Ah beh! spiegalo ad uno con la terza media.beh, semplicemente richiedi certe garanzie di carriera, tipo laurea, specializzazione, eccetera. Le forme di sbarramento e selezione, basta usarli.Ovviamente, qualcuno adesso potra' dirmi che una laurea non e' un motivo sufficiente a garanzia della riservatezza, ma a questo punto, esorto queste persone a farsi prescrivere farmaci da gente con la terza media con la passione della medicina. Il sistema ha delle regole, bisognerebbe vivere secondo tali. Almeno, e' questo il concetto dietro all'esistenza di uno Stato.
            E dubito che facciano il giuramento di Ippocrate
            :-)Il giuramento di Ippocrate e' relativo alla salvaguardia della vita e salute del paziente. Il segreto professionale e' qualcosa d'altro, che e' imposto anche a non medici, es. avvocati e ministri di culto.
            Non strizzarti troppo il cervello, potrebbe avere
            effetti
            collateralisi', anche perche' c'e' poco che uno possa fare. Viviamo in un brutto periodo storico, ma ce ne son stati di peggiori.
          • markoer scrive:
            Re: spero che...
            - Scritto da: dodo[...]
            in svezia hai dei poliambulatori. Di norma vai a
            quello vicino a casa tua, ma non e' detto che ci
            sia sempre lo stesso medico.[...]
            In svizzera la previdenza sanitaria e'
            all'americana, e lo decide la compagnia
            assicurativa che sottoscrivi, a meno che non
            paghi di piu'.In nord Europa è uguale praticamente ovunque e lo dico perché lo so :-)Di solito non paghi di più, semplicemente sai quando nel tuo ambulatorio c'è il medico da cui vai di solito. Basta un colpo di telefono per confermarlo. Ma niente mi obbliga ad andare dallo stesso medico né dallo stesso ambulatorio, posso andare ogni volta in uno diverso. Di solito la mia assicurazione copre la visita e le cure, e alcuni tipi di farmaci fino ad una certa percentuale. Dipende da quale assicurazione hai, puoi averla sia pubblica sia "semi privata" ovvero privata ma gestita da compagnie vincolate dallo Stato a rispettare certi parametri, tra cui quello di non avere scopo di lucro per gli azionisti.Uno dei tanti motivi per cui non tornerò in Italia tanto facilmente (tra i molti altri)[...]

            Ah beh! spiegalo ad uno con la terza media.

            beh, semplicemente richiedi certe garanzie di
            carriera, tipo laurea, specializzazione,
            eccetera. Le forme di sbarramento e selezione,
            basta usarli.Puoi fare una cosa simile soltanto creando un albo. Te lo vedi tu, l'albo dei controllori degli scanner? l'Europa ha esplicitamente richiesto la libera circolazione professionale, quindi i nuovi mestieri saranno composti da coproco per sempre.Ma non eravate tutti programmatori a coproco su PI? dovreste saperlo bene ;-)[...]
            Il sistema ha delle regole,
            bisognerebbe vivere secondo tali. Almeno, e'
            questo il concetto dietro all'esistenza di uno
            Stato.Fossero create razionalmente e per il bene pubblico, capirei. Ma come dice Murphy, "chi mangia le salsicce e rispetta la legge, non dovrebbe vedere come vengono fatte, le une e le altre"

            E dubito che facciano il giuramento di Ippocrate

            :-)

            Il giuramento di Ippocrate e' relativo alla
            salvaguardia della vita e salute del paziente. Il
            segreto professionale e' qualcosa d'altro, che e'
            imposto anche a non medici, es. avvocati e
            ministri di culto.Parliamo sempre di professioni regolamentate da albi (a parte i preti, lasciamo stare ;-))[...]
            Viviamo in un brutto periodo storico, ma ce ne
            son stati di peggiori.Amen.A me frega poco che mi sbircino l'uccello. Mi piacerebbe di più che la smettessero di trattarci come mandrie quando ci imbarcano. Lo dice uno che per lavoro, viaggia in aereo per lo meno una volta ogni due settimane come minimo.Ma non è questione di gusti personali. Tutta la storia dei controlli aereoportuali è una baggianata. Con la scusa del terrorismo ti sequestrano dentifricio, bottigliette d'acqua e - visto personalmente - biberon per neonati (roba da mandarle a fan culo senza passare dal via queste presunte Guardie Giurate laureate... ti assicuro che la media purtroppo è molto bassa), ma in realtà se un terrorista vuole fare quello che temiamo, non attaccherà la tecnologia frontalmente, quando ci sono tanti sistemi "low tech" molto migliori. Senza contare che sappiamo tutti quali complicità hanno sempre avuto *tutti* (tutti, da Lockheed alle Twin Tower) questi terroristi. Gli stessi che li hanno sotto banco favoriti, impongono a tutti i noi il Controllo da Grande Fratello, e si fanno i soldi con gli Shop Duty Free che guarda caso stanno dopo i controlli di sicurezza.Chissà se le merci consegnate ai Duty Free le analizzano con questi scanner... temo di no, chissà perchéCordiali saluti
          • Fanfulla da Lodi scrive:
            Re: spero che...
            - Scritto da: markoer
            - Scritto da: dodo
            [...]

            in svezia hai dei poliambulatori. Di norma vai a

            quello vicino a casa tua, ma non e' detto che ci

            sia sempre lo stesso medico.
            [...]

            In svizzera la previdenza sanitaria e'

            all'americana, e lo decide la compagnia

            assicurativa che sottoscrivi, a meno che non

            paghi di piu'.

            In nord Europa è uguale praticamente ovunque e lo
            dico perché lo so
            :-)Ah beh allora...
            Di solito non paghi di più, [CUT]

            Uno dei tanti motivi per cui non tornerò in
            Italia tanto facilmente (tra i molti
            altri)E dicceli! Condividi! [megacuttone]
            A me frega poco che mi sbircino l'uccello. Mi
            piacerebbe di più che la smettessero di trattarci
            come mandrie quando ci imbarcano. Lo dice uno che
            per lavoro, viaggia in aereo per lo meno una
            volta ogni due settimane come
            minimo.Questo perchè non hai le opportune card. Io, che me la regno veramente, ho le corsie preferenziali con security separata.

            Ma non è questione di gusti personali. Tutta la
            storia dei controlli aereoportuali è una
            baggianata. Con la scusa del terrorismo ti
            sequestrano dentifricio, bottigliette d'acqua e -
            visto personalmente - biberon per neonati (roba
            da mandarle a fan culo senza passare dal via
            queste presunte Guardie Giurate laureate... ti
            assicuro che la media purtroppo è molto bassa),
            ma in realtà se un terrorista vuole fare quello
            che temiamo, non attaccherà la tecnologia
            frontalmente, quando ci sono tanti sistemi "low
            tech" molto migliori.Vabbe e allora? Di stupidi è pieno il mondo. I controlli servono a mandare un messaggio di sicurezza ai passeggeri onesti. Nessuno che abbia il dono dell'intelletto anche part-time crede che i controlli servano per debellare il terrorismo ( forse, possono scoraggiare qualche sprovveduto ed esaltato, questo si ).Personalmente, a me va bene così con la security.

            Senza contare che sappiamo tutti quali complicità
            hanno sempre avuto *tutti* (tutti, da Lockheed
            alle Twin Tower) questi terroristi. Gli stessi
            che li hanno sotto banco favoriti, impongono a
            tutti i noi il Controllo da Grande Fratello, e si
            fanno i soldi con gli Shop Duty Free che guarda
            caso stanno dopo i controlli di
            sicurezza.Io non ho capito perchè voi cospiratori vediate il grande fratello ovunque. Onestamente, chi e perchè raccoglie dati sulle mie chiappe o sul mio pupparuolo ai varchi aereoportuali? E come queste info potranno mai aiutarlo a diventare il Re del Mondo? Mi ricatterà? Oddio!Ma per cortesia...Ah, mister "io volo una volta ogni due settimane": i duty free sono dopo i controlli doganali, che a loro volta sono dopo la security, per una ragione legislativa: tecnicamente dopo la dogana si trovano "fuori dal territorio" e pertanto diventano duty free.Non è difficile, basta solo essere un pò curiosi di capire come funziona il mondo, e poi quante cose si possono imparare!
            Chissà se le merci consegnate ai Duty Free le
            analizzano con questi scanner... temo di no,
            chissà
            perché
            Sei forse ubriaco? Che senso ha passare uno scanner millimetrale su una stecca di sigarette??? Per le merci dei duty free già ci sono controlli a campione e i normali scanner a raggi-x.Uè, sei troppo babbo tu!
          • chocolat marmot scrive:
            Re: spero che...


            Questo perchè non hai le opportune card. Io, che
            me la regno veramente, ho le corsie preferenziali
            con security
            separata.BUMMM
            Vabbe e allora? Di stupidi è pieno il mondo. I
            controlli servono a mandare un messaggio di
            sicurezza ai passeggeri onesti. Nessuno che abbia
            il dono dell'intelletto anche part-time crede che
            i controlli servano per debellare il terrorismo (
            forse, possono scoraggiare qualche sprovveduto ed
            esaltato, questo si
            ).
            Personalmente, a me va bene così con la security.LIMPIDISSIMO:i controlli non servano a nulla contro potenziali terroristima servono per dare un segnale rassicurante,e allora sono OK ???????????????????onestamente a me non frega nulla di rassicurare i "cittadini onesti", preferirei di molto evitare si saltare per aria. Per cui se le cose stanno come dici tu, che si tolgano immediatamente i controlli, almeno si rispsrmia un po di soldi pubblici,il cittadino che ha bisogno di essere rassicurato si paghi l'analista di tasca sua
            Sei forse ubriaco? Che senso ha passare uno
            scanner millimetrale su una stecca di
            sigarette??? Per le merci dei duty free già ci
            sono controlli a campione e i normali scanner a
            raggi-x.
            Uè, sei troppo babbo tu!gia, ma come non ricordare i coltelli fuori misura in dotazione ai punti di ristoro DOPO i controlli di sicurezza (iene docet)
          • Fanfulla da Lodi scrive:
            Re: spero che...
            - Scritto da: chocolat marmot



            Questo perchè non hai le opportune card. Io, che

            me la regno veramente, ho le corsie
            preferenziali

            con security

            separata.

            BUMMMAhahahhahaha! E m'ero anche dimenticato di dire che io - che continuo a regnarmela veramente - ho anche accesso alle lounge più elitarie in ben 430 aereoporti nel mondo.Se continua così, riesco anche ad avere la limo che mi porta direttamente nell'aereo senza dover aspettare al gate (ovviamente, dopo aver fatto la mia fasttrack spernacchiando il popolino in coda)...

            Vabbe e allora? Di stupidi è pieno il mondo. I

            controlli servono a mandare un messaggio di

            sicurezza ai passeggeri onesti. Nessuno che
            abbia

            il dono dell'intelletto anche part-time crede
            che

            i controlli servano per debellare il terrorismo
            (

            forse, possono scoraggiare qualche sprovveduto
            ed

            esaltato, questo si

            ).

            Personalmente, a me va bene così con la
            security.

            LIMPIDISSIMO:
            i controlli non servano a nulla contro potenziali
            terroristi
            ma servono per dare un segnale rassicurante,

            e allora sono OK ???????????????????Anche tu sei molto chiaro nell'esposizione del concetto, vedo.Guarda, non è che sono tutti sprovveduti e solo quelli che stanno su PI c'hanno capito tutto, ok? Come detto sopra (l'ho lasciato quotato, così non impicci) i controlli hanno altri scopi ( rassicurare, bloccare esaltati ) e chiunque sa che un terrorista seriamente intenzionato non viene bloccato da essi, ma cerca altre vie.

            onestamente a me non frega nulla di rassicurare i
            "cittadini onesti", preferirei di molto evitare
            si saltare per aria. Per cui se le cose stanno
            come dici tu, che si tolgano immediatamente i
            controlli, almeno si rispsrmia un po di soldi
            pubblici,Ma certo, e l'obiettivo è esattamente quello ridurre la possibilità che tu possa saltare in aria ad una frazione dello zero percento. Non li togliamo i controlli, poichè senza di essi nessuno prenderebbe più l'aereo e l'industria (già con l'acqua alla gola) andrebbe a gambe all'aria.
            il cittadino che ha bisogno di essere rassicurato
            si paghi l'analista di tasca
            sua
            Ahahahhaha bhe, almeno sei simpatico!
            gia, ma come non ricordare i coltelli fuori
            misura in dotazione ai punti di ristoro DOPO i
            controlli di sicurezza (iene
            docet)Embè?? La coperta sarà sempre troppo stretta per quanti controlli tu voglia fare... poi in Italia non ne parliamo.Non mi pare però una buona ragione per guardare il dito mentre il problema sta sulla faccia della luna...
          • markoer scrive:
            Re: spero che...
            - Scritto da: Fanfulla da Lodi[...]

            Uno dei tanti motivi per cui non tornerò in

            Italia tanto facilmente (tra i molti

            altri)

            E dicceli! Condividi! Perché è un paese in bancarotta governato da criminali e la popolazione di solito risponde "a me che mi frega, mi va bene così", in questo modo permettendo che avvengano le peggiori schifezze.[...]
            Questo perchè non hai le opportune card. Io, che
            me la regno veramente, ho le corsie preferenziali
            con security separata.Aaah. Che invidia. Quindi niente ispezione anale
            Vabbe e allora? Di stupidi è pieno il mondo. I
            controlli servono a mandare un messaggio di
            sicurezza ai passeggeri onesti. Nessuno che abbia
            il dono dell'intelletto anche part-time crede che
            i controlli servano per debellare il terrorismo (
            forse, possono scoraggiare qualche sprovveduto ed
            esaltato, questo si ).Il problema è, come puoi vedere da questo forum, che è pieno di gente che il cervello lo usa meno che part time e pensa che sia bene che gli ispezionino l'ano perché significa che vengono sventati chissà quanti attentati terroristici, in questo modo.
            Personalmente, a me va bene così con la security.Appunto, cosa dicevo prima?La cosa bella è che poi gli Italiani parlano dei Tedeschi degli anni '40 dicendo che sono stati colpevoli a permettere il Nazismo. Salvo poi essere più qualunquisti e codardi di loro, con la differenza che in teoria dovremmo aver imparato qualcosa...[...]
            Io non ho capito perchè voi cospiratori vediate
            il grande fratello ovunque.Non è un fatto di vederlo, semplicemente, devi evitare che esista la possibilità che venga creato. È arcinoto che negli US e in UK vengano già creati profili basati sui consumi e le abitudini. Certe cose non se le inventano i "cospiratori".
            Onestamente, chi e
            perchè raccoglie dati sulle mie chiappe o sul mio
            pupparuolo ai varchi aereoportuali?E non solo là. Ogni volta che usi una carta di credito
            E come queste
            info potranno mai aiutarlo a diventare il Re del
            Mondo? Mi ricatterà?
            Oddio!
            Ma per cortesia...
            Ah, mister "io volo una volta ogni due
            settimane": i duty free sono dopo i controlli
            doganali, che a loro volta sono dopo la security,
            per una ragione legislativa: tecnicamente dopo la
            dogana si trovano "fuori dal territorio" e
            pertanto diventano duty free.Peccato che non esistano barriere doganali per chi viaggia dentro all'Europa e in molti aereoporti - Malpensa in primis per fare un esempio - ricorra il messaggio "si ricorda che non potete portare liquidi nel bagaglio a mano, comunque se volete espletare le vostre necessità primarie come lavarvi i denti o bere dell'acqua, potrete comprare tutto l'occorrente al duty free".Forse non ti ricordi bene dall'ultima volta che hai viaggiato ma i duty free si trovano SIA PRIMA che DOPO i controlli doganali e sempre DOPO la security. Almeno negli aereoporti che ho visto io...
            Non è difficile, basta solo essere un pò curiosi
            di capire come funziona il mondo, e poi quante
            cose si possono imparare!Se poi il mondo lo giri e ti guardi intorno... ancora più facile
            Sei forse ubriaco? Che senso ha passare uno
            scanner millimetrale su una stecca di
            sigarette??? Per le merci dei duty free già ci
            sono controlli a campione e i normali scanner a
            raggi-x.E chi ha parlato di passare scanner millimetrali alle merci? te lo sei inventato tu
            Uè, sei troppo babbo tu!Uè, e tu sai manco leggere!... sei messo troppo bene
Chiudi i commenti