La Russia non è un paese per gli affari su Internet

Il CEO del grande social network VKontakte è stato allontanato dalla dirigenza. Ha già lasciato il paese: la politica compenetra troppo profondamente le attività online

Roma – Ha appreso dai media del suo licenziamento, determinato da una questione tecnica relativa alle dimissioni prima rassegnate e poi ritirate all’inizio del mese di aprile, quando VKontakte era stato colpito dall’offensiva della major per violazione del diritto d’autore: Pavel Durov, fondatore e CEO del social network russo da oltre 100 milioni di utenti, ha dichiarato che “la Russia al momento è un paese incompatibile con i business legati alla Rete”.

L’allontanamento di Durov, stando alle stesse dichiarazioni del 29enne fondatore, sarebbe solo il culmine di un periodo di attriti. Un processo che si è svolto in ambito finanziario, ma che si sarebbe dipanato in maniera strettamente connessa all’andamento politico della Russia. Durov ha dichiarato che il social network è già di fatto nelle mani di Alisher Usmanov e Igor Sechin , imprenditori che solo di recente si sono avvicinati al business della Rete, intimi di Putin. Due uomini che solo ora Durov addita come pericolosamente vicini al Cremlino.

VKontakte negli ultimi mesi per la Russia sarebbe diventato un canale di osservazione privilegiato per monitorare gli umori dell’Ucraina: Durov si sarebbe scontrato con il Cremlino proprio a questo proposito, negando l’accesso ai dati utili ad identificare dei cittadini ucraini, ma anche rifiutando di ridurre al silenzio pagine sgradite alle autorità russe . La vita di Durov, dunque, si sarebbe fatta sempre più complicata: checché ne dica Putin, anche dopo le provocazioni di Edward Snowden, il potere sembra essere esercitato anche con un uso massiccio del tecnocontrollo . “Temo che non ci sarà ritorno – ha dichiarato Durov – non dopo che ho pubblicamente rifiutato di cooperare con le autorità. Non possono sopportarmi”: United Capital Partners, fondi di investimenti vicino al Cremlino, che possiede il 48 per cento di VKontakte, ha già accusato Durov di voler “politicizzare” la situazione per confondere le acque sui sospetti di appropriazione indebita sollevati dagli azionisti e che ora pendono sul suo capo.

È così che il giovane ha già imboccato un’altra strada, fuori dalla Russia, dove dice di voler dare vita a un social network mobile. Si tratterà probabilmente di un servizio che si avvicina a Telegram, app per l’instant messaging “sicuro” che Durov ha sviluppato parallelamente a VKontakte e che ha già riscosso successo.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Pietro scrive:
    Ma silenzio
    Ma SILENZIO non vi agitate, c'è gente come me che ancora è rimasta alla miniDSLAM (anzi la centrale è satura, nemmeno posso averla), e abito a 5 km dalla città... La priorità dovrebbe essere "rendere DISPONIBILE a TUTTI l'uso della banda larga" non la Fibra. Ma siccome siamo tutte capre, non c'è nulla da fare.
  • plox scrive:
    telecom
    e intanto telecom dal primo giugno aumenta il costo dell' adsl...
  • Mauro Gratta scrive:
    Fibra o non Fibra Questo il dilemma.
    MAURO, FIBRA O NON FIBRA, MA IL PROGETTO SOCRATE CHE FINE HA FATTO ? , LA TV VIA CAVO ? SOLO IL CENTRO STORICO E STATO SERVITO MA TUTTI I CITTADINI ITALIANI HANNO PAGATO, COSA NE DITE.SALUTIMAURO
  • fibra ready scrive:
    banda larga, ultra larga, mega larga...
    La XXXXXXX l'hanno fatta negli anni '90 quando hanno privatizzato la rete (regalandola agli amici).Adesso dovremmo fare questa pseudo fibra (se la devi fare falla come dio comanda), ovviamente con i soldi nostri, gentilmente donati dallo stato ita e ue a una società privata. In giro per l'europa e nel mondo hanno centinaia di mb simmetrici, a prezzi inferiori di quello che propongono a noi.
    • Leguleio scrive:
      Re: banda larga, ultra larga, mega larga...

      La XXXXXXX l'hanno fatta negli anni '90 quando
      hanno privatizzato la rete (regalandola agli
      amici).La privatizzazione di Sip, oggi Telecom Italia, era sollecitata dall'Europa. Spiegami come sarebbe stato possibile, in pratica, far entrare operatori concorrenti dello Stato italiano nel mercato delle telecomunicazioni.
      Adesso dovremmo fare questa pseudo fibra (se la
      devi fare falla come dio comanda), ovviamente con
      i soldi nostri, gentilmente donati dallo stato
      ita e ue a una società privata. In giro per
      l'europa e nel mondo hanno centinaia di mb
      simmetrici, a prezzi inferiori di quello che
      propongono a
      noi.No, le tariffe più care per la banda larga sono in Bolivia, non in italia. http://point-topic.com/free-analysis/broadband-tariff-country-scorecard-q4-2013/Curiosità: le meno care, limitandoci ai 90 Paesi presi in esame da quel sito, sono in Russia. :P
  • tucumcari scrive:
    meanwhile telecom...
    Mette la fibra ottica sulla strada... a casa mia Ottimo direte voi...Ottimo 'na ceppa!Hanno portato la fibra sulla via... e dalla via alle case invece.... c'è ancora il doppino... con il solito DSLAM (alcatel) ...Invece che FTTH (fiber to the home) hanno lasciato in sostanza le cose coi soliti vecchi problemi e limitazioni (compresi quindi i costi superiori di gestione e manutenzione che continueranno "automagicamente" a perpetuarsi).Questi come ho detto più volte l'unica banda che conoscono è la banda bassotti.
    • 176 617 scrive:
      Re: meanwhile telecom...
      Buon uomo, dobbiamo lavorare tutti. Se invece risolviamo i problemi poi, dopo, chi lavora ?
      • tucumcari scrive:
        Re: meanwhile telecom...
        - Scritto da: 176 617
        Buon uomo, dobbiamo lavorare tutti. Se invece
        risolviamo i problemi poi, dopo, chi lavora
        ?Ah... interessante! Secondo lei la BB (banda bassotti) lavora?Peccato che lavori coi "fondi" (aka dindini) di tutti compresi i suoi.Si può pensarla come si crede ma dire che la Banda Bassotti lavora non è esattamente quello che la gente apprezza come risultato del "lavoro".Certo dipende dai punti di vista non ho dubbi che tutto sia quasi perfetto se si fa parte della BB :DFino a che paga pantalone....
      • omega scrive:
        Re: meanwhile telecom...
        infattida anni non ci sono troppi disoccupati per i troppi problemifate lavorare tutti e i problemi sparirannoun solo stipendio di un deputato basterebbe per pagare 5 impiegati statali
    • Sg@bbio scrive:
      Re: meanwhile telecom...
      Infatti non vedo perchè non portare la fibra nelle case, invece di fare questa soluzione posticcia con una VDSL.
      • bradipao scrive:
        Re: meanwhile telecom...
        - Scritto da: Sg@bbio
        Infatti non vedo perchè non portare la fibra
        nelle case, invece di fare questa soluzione
        posticcia con una VDSL.Aspettano di creare l'emergenza, così la paga pantalone.
        • gsgsg scrive:
          Re: meanwhile telecom...
          intanto ringrazia che hai l'adsl, c'è ancora chi ha il 56k.E comunque iniziano a fare la dorsale in fibra e poi pian piano porteranno la fibra alle case.
          • Sg@bbio scrive:
            Re: meanwhile telecom...
            - Scritto da: gsgsg
            intanto ringrazia che hai l'adsl, c'è ancora chi
            ha il
            56k.

            E comunque iniziano a fare la dorsale in fibra e
            poi pian piano porteranno la fibra alle
            case.E vero, ci sono aree in italia dove adsl non c'è, ma manco per niente. Spero si sbrighino con la fibra, ma dubito.
          • tucumcari scrive:
            Re: meanwhile telecom...
            - Scritto da: Sg@bbio
            - Scritto da: gsgsg

            intanto ringrazia che hai l'adsl, c'è ancora chi

            ha il

            56k.



            E comunque iniziano a fare la dorsale in fibra e

            poi pian piano porteranno la fibra alle

            case.

            E vero, ci sono aree in italia dove adsl non c'è,
            ma manco per niente. Spero si sbrighino con la
            fibra, ma
            dubito.certo come no prima spendiamo per portare ADSL poi torniamo a spendere per la fibra poi ?Fammi capire secondo te l'adsl l'ha ordinata il dottore o si può passare direttamente alla fibra invece che mettere l'orologio indietro di 20 anni e spendere il triplo?No giusto per sapere se per caso il prezzo del rame è crollato e alcatel regala i DSLAM... mettendo l'orologio indietro...Magari spendendo una volta sola si risparmia?
          • Sg@bbio scrive:
            Re: meanwhile telecom...
            Ho detto solo che è vero che ADSL in molte zone d'italia non arriva o arriva male, non ho detto che bisogna rimanere a quella tecnologia.
          • tucumcari scrive:
            Re: meanwhile telecom...
            - Scritto da: Sg@bbio
            Ho detto solo che è vero che ADSL in molte zone
            d'italia non arriva o arriva male, non ho detto
            che bisogna rimanere a quella
            tecnologia.Tu lo sai vero come "la legge" la banda bassotti nostrana questa affermazione?Mica gli interessa quello che volevi dire tu!
          • tucumcari scrive:
            Re: meanwhile telecom...
            - Scritto da: tucumcari
            - Scritto da: Sg@bbio

            Ho detto solo che è vero che ADSL in molte
            zone

            d'italia non arriva o arriva male, non ho
            detto

            che bisogna rimanere a quella

            tecnologia.
            Tu lo sai vero come "la legge" la banda bassotti
            nostrana questa
            affermazione?
            Mica gli interessa quello che volevi dire tu!Ma che dico la banda bassotti... Giggi er trojone e i patetici trolletti, tutti quanti!Natura matrigna.
          • tucumcari scrive:
            Re: meanwhile telecom...
            - Scritto da: Sg@bbio
            - Scritto da: gsgsg

            intanto ringrazia che hai l'adsl, c'è ancora chi

            ha il

            56k.



            E comunque iniziano a fare la dorsale in fibra e

            poi pian piano porteranno la fibra alle

            case.

            E vero, ci sono aree in italia dove adsl non c'è,
            ma manco per niente. Spero si sbrighino con la
            fibra, ma
            dubito.certo come no prima spendiamo per portare ADSL poi torniamo a spendere per la fibra poi ?Fammi capire secondo te l'adsl l'ha ordinata il dottore o si può passare direttamente alla fibra invece che mettere l'orologio indietro di 20 anni e spendere il triplo?No giusto per sapere se per caso il prezzo del rame è crollato e alcatel regala i DSLAM... mettendo l'orologio indietro...Magari spendendo una volta sola si risparmia?ma chi se ne frega tanto paga pantalone!
          • La SIAE scrive:
            Re: meanwhile telecom...
            - Scritto da: gsgsg
            intanto ringrazia che hai l'adsl, c'è ancora chi
            ha il 56k.cosi' non puoi delinquere, XXXXX scarricone!
          • Gasogen scrive:
            Re: meanwhile telecom...
            La faccina, la faccina :@
          • La SIAE scrive:
            Re: meanwhile telecom...
            - Scritto da: Gasogen
            La faccina, la faccina :@non mi ricordavo come farla, grazie :)
          • tucumcari scrive:
            Re: meanwhile telecom...
            - Scritto da: gsgsg
            intanto ringrazia che hai l'adsl, c'è ancora chi
            ha il
            56k.

            E comunque iniziano a fare la dorsale in fibra e
            poi pian piano porteranno la fibra alle
            case.Dorsale?iniziano?Forse non ti è chiara la cosa fatta in quel modo costa più dell'ftth sia in gestione che manutenzione per non parlare della durata!
          • bradipao scrive:
            Re: meanwhile telecom...
            - Scritto da: gsgsg
            intanto ringrazia che hai l'adsl, c'è ancora chi
            ha il 56k.
            E comunque iniziano a fare la dorsale in fibra e
            poi pian piano porteranno la fibra alle case.Se è per questo, dalla finestra di camera vedo la centralina della fibra telecom. Ma vogliono 45 euro al mese per 30MB di download e 3MB in upload. Questa sarebbe la "fibra" che auspichi?La questione del digital divide è seria, ma è anche difficile la soluzione in un paese orogeograficamente travagliato come l'italia. Mezzo secolo fa il telefono, la luce e l'acqua arrivavano ovunque per volere dello stato, che si faceva (giustamente) carico della difficile raggiungibilità del piccolo paese di 100 abitanti sperduto sugli appennini. E ancora oggi, non basta spendere una tantum per portarcela, devi anche sostenerne i costi operativi. L'unico modo per incentivare il possessore della rete a sostenere questi investimenti sarebbe subordinare il rinnovo della concessione a questo genere di investimenti. Ma ahime la rete, seppure monopolio naturale, non è in concessione.
    • iRoby scrive:
      Re: meanwhile telecom...
      Scusa ma FTTS (Fiber to the Street) permette già 100Mbit/s su 250 metri di rame dall'armadio in strada dove arriva la fibra, e in futuro arriverà a 400Mbit/s per cui qual'è la necessità del FTTH (Fiber to the Home)?Fastweb l'opzione FTTH dove possibile se la fa pagare 5 in più al mese.
      • tucumcari scrive:
        Re: meanwhile telecom...
        - Scritto da: iRoby
        Scusa ma FTTS (Fiber to the Street) permette già
        100Mbit/s su 250 metri di rame dall'armadio in
        strada dove arriva la fibra, e in futuro arriverà
        a 400Mbit/s per cui qual'è la necessità del FTTH
        (Fiber to the
        Home)?A casa tua sono 250 metri dall'armadio fino all'appartemento. Io vivo in una casa su un dirupo, la strada per arrivarci è proprietà privata e anche volendo non potrebbero farci passare la fibra cittadina. Dalla diramazione in strada alla casa sono 800 metri in linea d'aria, di più seguendo il percorso dei tornanti che è quello attuale, già esistente. Siamo sul chilometro di distanza, quindi. E le perdite di dati su un chilometro di doppino di rame si sentono, altroché se si sentono.
        Fastweb l'opzione FTTH dove possibile se la fa
        pagare 5 in più al
        mese.E io la pagherei anche... ma questa possibilità non esiste. O ftts o zero.
        • iRoby scrive:
          Re: meanwhile telecom...
          Te l'ha prescritto il medico di andare a vivere in un dirupo? :)Ma soprattutto chi è andato a costruire una casa in un dirupo?È ovvio che questo paese ha almeno un buon 70% di edilizia storica, cioè creata in epoche remote in cui non si poteva prevedere la necessità di essere raggiunti da servizi diversi da quelli che si conoscevano allora, cioè rete idrica e fogniaria. Figuriamoci teleriscaldamento, elettricità, gas, e reti telefoniche e dati...Sarebbe impensabile obbligare gli operatori a doversi adeguare all'urbanistica storica di questo paese.Quindi capirai anche tu che non è una loro mancanza se nel tuo dirupo non arriva e forse non arriverà mai una fibra a meno che non fai come fanno in alcuni paesi, dove permettono a chi ne ha bisogno di contribuire alla posa dell'ultimo miglio verso la propria abitazione in posizione disagiata.Oggi nei comuni disagiati Hiperlan/WiMax/WLL stanno coprendo via etere dove manca ADSL.E se in futuro si ridurranno i costi e progetti come i palloni sonda o una rete di microsatelliti diverranno realtà, sarà fantastico essere connessi il 100% del pianeta.O ancora meglio se si riesce a fare sopravvivere fuori dagli esperimenti di laboratorio il fenomeno subatomico dell'Entanglement. Dove due pezzi di materia separati reagiscono istantanemanete entrambi allo stesso stimolo pur venendo portati in due loghi distinti del pianeta o dell'universo, permettendo comunicazioni istantanee a velocità superluminari.L'utente comprerebbe una SIM di cui la sua gemella che reagisce allo stimolo è già in un datacenter e la prima si inserisce nel nostro router o uno slot del nostro computer/smartphone/ecc, ed automaticamette saremo connessi ovunque siamo a velocità inimmaginabili...
          • tucumcari scrive:
            Re: meanwhile telecom...
            - Scritto da: iRoby
            Te l'ha prescritto il medico di andare a vivere
            in un dirupo?
            :)
            Ma soprattutto chi è andato a costruire una casa
            in un
            dirupo?Non lo so, è un'eredità da vecchie zie... non ho indagato.Chi va a scegliere il luogo in cui vivere secondola facilità di connessione all'ADSL? Si pensa sempre al luogo di lavoro o a quanto dista l'abitazione dei figli.
            È ovvio che questo paese ha almeno un buon
            70% di edilizia storica, cioè creata in epoche
            remote in cui non si poteva prevedere la
            necessità di essere raggiunti da servizi diversi
            da quelli che si conoscevano allora, cioè rete
            idrica e fogniaria. Figuriamoci
            teleriscaldamento, elettricità, gas, e reti
            telefoniche e
            dati...

            Sarebbe impensabile obbligare gli operatori a
            doversi adeguare all'urbanistica storica di
            questo
            paese.Morale della favola: mi attacco al tram. :(
            Quindi capirai anche tu che non è una loro
            mancanza se nel tuo dirupo non arriva e forse non
            arriverà mai una fibra a meno che non fai come
            fanno in alcuni paesi, dove permettono a chi ne
            ha bisogno di contribuire alla posa dell'ultimo
            miglio verso la propria abitazione in posizione
            disagiata.Argh! Devo pagare di tasca mia un chilometro di fibra ottica! Non il cavo in fibra ottica, quello non è caro, ma la posa, mica la so fare io. Grrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr!
Chiudi i commenti