Lenovo, YOGA convertibile e maxi-schermo domestico

Il colosso cinese presenta due nuovi sistemi della linea YOGA, entrambi dedicati alla portabilità pur con scenari di utilizzo differenti: YOGA 900 si può portare in giro, mentre YOGA Home 900 ha la batteria ma si usa in casa

Roma – Lenovo arricchisce la propria line-up di PC basati su Windows 10 con due nuovi sistemi appartenenti alla linea YOGA, prodotti votati alla portabilità ed equipaggiati – oltre che con l’OS universale di cui sopra – con i più recenti componenti hardware rilasciati da Intel e gli altri player del settore.

Yoga 900, la prima novità presentata dalla corporation cinese, è un convertibile con display da 13,3 pollici (3200×1800 pixel) che è possibile piegare fino a 360 gradi, un meccanismo che permette di usare il sistema come tablet (con la tastiera integrata e non estraibile sul fondo), laptop tradizionale (di classe ultrabook) e tutte le variazioni sul tema rese accessibili dalla giuntura “stile orologio” che Lenovo si incarica di definire innovativa rispetto ai prodotti della concorrenza.

Le specifiche hardware includono CPU Intel di sesta generazione (Skylake, Core i5 o Cor i7) con GPU integrata, fino a 16 Gigabyte di RAM e 512GB di storage. Il “modello” di Yoga 900 è quel Surface Book di Microsoft che tanto sta facendo discutere gli addetti al settore e che Lenovo si è rifiutata di vendere attraverso i suoi canali distributivi, anche se a parità di configurazione il sistema Lenovo costa la bellezza di 1.000 dollari in meno. Il prezzo base è in ogni caso di 1.200 dollari.

L’ispirazione di YOGA 900 Home è invece IdeaCentre Horizon 27 , un sistema che mantiene inalterate le caratteristiche peculiari della generazione precedente aggiungendovi CPU Intel di quinta generazione (Broadwell), GPU GeForce dedicata opzionale, tre porte USB, una HDMI e collegamenti con periferiche esterne (mouse, tastiera e altro) tramite Bluetooth 4.0.

YOGA 900 Home continua a essere un “giga-tablet” all-in-one (AIO) da display Full HD da 27″, dotato di batteria dalla durata limitata (3 ore) per il trasporto in vari ambienti della casa e la possibilità, una volta posizionato l’AIO su un tavolo, di eseguire app giocose appositamente create tramite l’interfaccia Aura. Il costo base del “tablet da tavolo” è di 1.550 dollari.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti