LibreOffice 5, trampolino per il mobile e la nuvola

La suite di produttività open source è ora più veloce e "bella" che mai, con miglioramenti importanti anche sul fronte della compatibilità con la concorrenza a pagamento. L'interfaccia, invece, continua a essere "ribbon-free"

Roma – The Document Foundation (TDF) ha annunciato l’arrivo di LibreOffice 5.0, suite di produttività gratuita e a codice aperto che sancisce l’avvio di un terzo ciclo di sviluppo per un pacchetto software originariamente nato come fork di OpenOffice.

Libre Office 5.0

LibreOffice 5.0 è infatti il risultato di un ciclo (3.x) pensato per ripulire il codice dal materiale obsoleto, spiega TDF, e della famiglia 4.x dedicata a rendere la suite più performante e reattiva; ora, con il ciclo 5.x, LibreOffice diventa più “smart” sia in termini di interfaccia che in tutto il resto.

Disponibile in versioni da 32 e 64-bit per i maggiori sistemi operativi desktop (Windows XP escluso) e per i nuovi arrivati come Windows 10, LibreOffice 5.0 include quindi una nuova interfaccia che si rinnova nel rispetto della tradizione – niente “ribbon” in stile Microsoft, insomma – nuove icone qua e là e un posizionamento diverso dei controlli più usati.

Migliorate anche le performance e le capacità dei singoli software inclusi nella suite, sostiene TDF, con Calc (il foglio di calcolo) che ora supporta formule complesse e nuove funzioni, Writer che si arricchisce di un’estensione AutoCorrect – con la semplificazione dell’aggiunta dei caratteri Unicode come gli onnipresenti Emoji – sottolineatura del testo compatibile con Microsoft Word e altro ancora.

Aggiornamenti sono presenti anche sul fronte dell’interoperabilità con i pacchetti della concorrenza come Microsoft Office e Apple iWork, dice TDF, con una migliore precisione nell’importazione ed esportazione di documenti da e verso altre applicazioni.

A ulteriore dimostrazione della maturità raggiunta dalla propria suite, The Document Foundation anticipa che LibreOffice 5.0 rappresenterà la base di partenza da cui sviluppare le nuove versioni del software per gadget mobile e la già preannunciata estensione cloud di LibreOffice Online .

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • bubba scrive:
    scusi, RIAA, ma
    BitTorrent,inc : "scusi, RIAA, ma cosa le fa pensare di avere il diritto di fare scraping di metadati sulla MIA rete, per le sue attivita' commerciali?"
  • Pianeta Video scrive:
    ...
    La RIAA tende una mano a Bittorrent, Bittorrent fa bene a rispondere in fretta se non vuole che la mano gli venga mozzata! @^
    • user_ scrive:
      Re: ...
      sì e come? bittorrent non corre nessun rischio perchè non sono di certo loro che mettono e condividono contenuti protetti da copyright, bittorrent è solo un protocollo per condividere file ,ed è tutto legale. serve anche a tante cose legali.
      • Pianeta Video scrive:
        Re: ...
        - Scritto da: user_
        bittorrent è solo un protocollo per condividere
        file ,ed è tutto legale. serve anche a tante cose
        legaliQuesto lo dici tu! @^
      • ... scrive:
        Re: ...
        - Scritto da: user_
        sì e come?guarda che è un troll cretino, non devi rispondergli oppure sarai considerato cretino anche tu
    • rockroll scrive:
      Re: ...
      - Scritto da: Pianeta Video
      La RIAA tende una mano a Bittorrent, Bittorrent
      fa bene a rispondere in fretta se non vuole che
      la mano gli venga mozzata!
      @^La mano tesa che dici sia a rischio mozzatura è della RIAA, sveglia ragazzo.
  • MicroShit Supporter scrive:
    Ma questa RIAA ...
    che genere fa? Liscio, folk, house, tecno, metal...?Se fa robba bona potrei anche scaricarla.Consigli? :D
  • coccode scrive:
    chicchirichi
    rihanna, lady gaga, britney spears, ma e poi mai ste pseudocantanti troveranno spazio sui miei hdd
  • certo certo scrive:
    contropartita
    Non mi è ben chiaro cosa offrano in cambio della richiesta di collaborazione.RIAA: Il tuo prodotto è illegalmente utilizzato da terzi per procurarmi un dannoBT: uh... sì, può essere.RIAA: Devi aiutarmi fare in modo che io possa limitare i danniBT: Ammettiamo che sia tecnicamente possibile, io che ci guadagno?RIAA: uh... la soddisfazione di fare la cosa giusta? Un mondo migliore per tutti in cui diamo un senso a leggi obsolete e concetti medioevali originati in tempi in cui produrre copie di informazioni costava fatica e sudore? Uno zuccherino? Una pacca sulla spalla?
    • Izio01 scrive:
      Re: contropartita
      - Scritto da: certo certo
      Non mi è ben chiaro cosa offrano in cambio della
      richiesta di collaborazione.
      Bè, quando si tratta di "convincere" i legislatori a trattarli con un occhio di riguardo, sanno essere molto persuasivi. Giova ricordare sempre il caso di Mitch Glazier, che inserì di nascosto un emendamento che rimane tuttora in effetto:In 1999, Glazier, a Congressional staff attorney, inserted, without public notice or comment, substantive language into the final markup of a "technical corrections" section of copyright legislation, classifying many music recordings as "works made for hire," thereby stripping artists of their copyright interests and transferring those interests to their record labels. Shortly afterwards, Glazier was hired as Senior Vice President of Government Relations and Legislative Counsel for the RIAA.
  • amedeo scrive:
    Buffo paese
    Se ci fosse il copyright sulla vita, RIAA e soci farebbero chiudere le fabbriche di armi.
  • prova123 scrive:
    Cialtroneria allo stato puro!
    Non mi stancherò mai di ripeterlo, la pirateria in generale è una distorsione del mercato generata da pratiche commerciali non più adeguate al mercato sia nelle modalità che nei prezzi.Il tempo delle rendite è finito per TUTTI. Avete voluto la globalizzazione ? Iniziate a considerarla anche voi una OPPORTUNITA'.
    • Luca scrive:
      Re: Cialtroneria allo stato puro!
      Che poi.....devono ancora dimostrare che un pirata è un cliente mancato. Tutta la storia della pirateria via p2p manca della dimostrazione del danno, ma nessun giudice ha le p***** per farlo presente
      • prova123 scrive:
        Re: Cialtroneria allo stato puro!
        Questi parassiti sono sopravvissuti alle musicassette degli anni 80/90 che avevano riempito il pianeta ... piangono il morto per gabbare il vivo.Ti sei mai chiesto perchè per rippare un CD o un DVD sono sufficienti tools gratuiti di una decina di anni fa, il che significa che le protezioni non sono più aggiornate da una vita?
        • Sg@bbio scrive:
          Re: Cialtroneria allo stato puro!
          per i DVD non so, ma per i CD, ci hanno rinunciato.
          • prova123 scrive:
            Re: Cialtroneria allo stato puro!
            Ho fatto una prova con un paio di miei DVD del 2014 e li ho rippati senza problemi con 3 tools di una decina anni fa di cui uno è solo un gestore degli altri 2 freeware.
        • ... scrive:
          Re: Cialtroneria allo stato puro!
          - Scritto da: prova123
          Ti sei mai chiesto perchè per rippare un CD o un
          DVD sono sufficienti tools gratuiti di una decina
          di anni fa, il che significa che le protezioni
          non sono più aggiornate da una
          vita?Banalmente perché la protezione non è dinamica e quindi se la cambiassero i lettori DVD esistenti non riprodurrebbero il DVD con la nuova protezione.Con i BD invece hanno fatto un cosa dinamica con tanto di macchina virtuale (programmabile e le cui istruzioni sono nel supporto, diverse potenzialmente per ognuno) che fa girare una parte di decodifica.E infatti capita spesso che i lettori non funzionino e ti chiedano l'aggiornamento per riprodurre un BD.
  • ... scrive:
    Ahahah, lol
    prossimo passo, scrivere ai produttori di browser che devono impedire il download di file con estensione .mp3?Ahahah, lolp.s.la nuova legge in UK che vieta la copia privata (e conseguentemente la conversione di formato per passare i file da un device all'altro) rende totalmente illegale iTunes ed Apple perseguibile in tribunale, Ahahah, lol
    • exm scrive:
      Re: Ahahah, lol
      - Scritto da: ...
      prossimo passo, scrivere ai produttori di browser
      che devono impedire il download di file con
      estensione
      .mp3?
      Ahahah, lol




      p.s.
      la nuova legge in UK che vieta la copia privata
      (e conseguentemente la conversione di formato per
      passare i file da un device all'altro) rende
      totalmente illegale iTunes ed Apple perseguibile
      in tribunale, Ahahah,
      lolSi cambierà estensione al volo.E si cambierà pure il vocabolo al posto di "privata".ahahahah.
      • ... scrive:
        Re: Ahahah, lol
        - Scritto da: exm
        Si cambierà estensione al volo.
        E si cambierà pure il vocabolo al posto di
        "privata".
        ahahahah.sì, alla fine basta togliere una 'r', non è nemmeno un gran lavoro (cylon)
Chiudi i commenti