Bitcoin, JPMorgan: liquiditò resiliente post volatilità - Punto-Informatico.it

Liquidità Bitcoin resiliente post volatilità

La liquidità di Bitcoin rimarrà resiliente e dopo lo shiock della volatilità il valore della criptovaluta tornerà a crescere, parola di JPMorgan.
La liquidità di Bitcoin rimarrà resiliente e dopo lo shiock della volatilità il valore della criptovaluta tornerà a crescere, parola di JPMorgan.

La liquidità di Bitcoin (BTC) è probabile che rimanga resiliente dopo lo shock della volatilità. Ad affermarlo è JPMorgan, multinazionale americana di servizi finanziari con sede a New York, la più grande banca al mondo, che segue con grande attenzione le evoluzioni del mondo delle criptovalute.

JPMorgan sembra rassicurare gli investitori, affermando che il valore di Bitcoin dovrebbe tornare a stabilizzari e che, anche se potrebbero essere necessari alcuni giorni prima che le condizioni di mercato si stabilizzino, la storia suggerisce che la liquidità della criptovaluta tornerà a riprendesi.

Bitocoin: il peggio è alle spalle

Negli ultimi giorni, fanno notare gli esperti, Bitcoin ha subito una forte liquidazione molto simile a quella che si è verificata alla metà dello scorso febbraio, alla metà dello scorso gennaio o alla fine dello scorso novembre. Tutti casi in cui il valore di Bitcoin è poi tornato a salire. Resta da vedere, dicono gli analisti, se assisteremo a una ripetizione degli episodi precedenti nella congiuntura attuale.

Ora, dopo il sell-off di Bitcoin vicino al 15% dei giorni scorsi, il mercato sembra essersi stabilizzato suggerendo, secondo gli analisti della grande banca statunitense JPMorgan, che il peggiore calo di liquidità della criptovaluta è alle nostre spalle.

A far ben sperare gli analisti su un prossimo miglioramento della liquidità di Bitcoin da ora in poi sono soprattutto la ripresa dell’hash rate e i segnali positivi del trading. Tra l’altro gli anaisti della banca americana, nel proprio report, ipotizzano che la ripresa non sarà neanche troppo lenta, anche se ci vorrà un po’ di pazienza.

Ricordiamo che Bitcoin è salito fino a 64.870 dollari in corrispondenza al momento in cui è avvenuta la quotazione al NASDAQ di Coinbase Global Inc., per poi iniziare a scendere a 55.000 dollari, dopo aver toccato i 52.000$ a seguito di un pullback. Guardando i dati da inizio anno il valore della criptovaluta è cresciuta di ben il +90%. Anche per questo JPMorgan è confidente che in futuro la liquidità del Bitcoin possa rimanere robusta e resiliente.

Fonte: Coindesk.com
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

22 04 2021
Link copiato negli appunti