L'SP1 di Vista conterrà le modifiche antitrust

Microsoft ha fornito i dettagli delle modifiche che intende apportare a Windows Vista per rispondere ai reclami di Google sul motore di ricerca integrato in Vista. I cambiamenti saranno introdotti nel Service Pack 1

Roma – Negli scorsi giorni si è appreso che Microsoft , in accordo con la commissione antitrust statunitense, apporterà delle modifiche a Windows Vista in risposta alla vertenza di Google contro il motore di ricerca integrato nel nuovo Windows. Ieri si è appreso che tali modifiche arriveranno con il primo service pack (SP1) per Vista, e che consisteranno nella possibilità, per gli OEM, di aggiungere un secondo motore di ricerca predefinito.

Le modifiche preannunciate dal big di Redmond appaiono ben più modeste di quelle previste da molti osservatori. Windows Desktop Search continuerà a girare in background e ad essere il motore di indicizzazione e ricerca predefinito di Vista: ciò che cambierà è che gli utenti, cliccando su un apposito link, potranno eseguire la stessa ricerca con un desktop search alternativo . Microsoft ha sottolineato che i risultati delle ricerche effettuate con un programma di terze parti saranno visualizzati in una finestra seprata , e dunque non si integreranno con quelli di Windows Desktop Search.

BigM ha infine detto che l’installazione di altri software di ricerca non compromette in alcun modo le performance di sistema . “Il motore di indicizzazione di Vista – ha spiegato l’azienda – è stato progettato per dare la precedenza agli altri software, inclusi i desktop search di terze parti”.

Google ha già fatto sapere che ritiene queste modifiche del tutto insufficienti . Secondo BigG, infatti, le funzionalità di ricerca di Vista rimangono strettamente integrate con Windows Desktop Search, togliendo la possibilità alle terze parti di poter fornire un servizio equivalente.

Microsoft ha detto che discuterà i cambiamenti fino al 26 giugno ma, a meno di sorprese, l’attuale partita con Google sembra già chiusa : il Dipartimento di Giustizia americano ha praticamente già avallato la soluzione proposta da BigM.

Parlando delle modifiche a Vista, Microsoft ha confermato che una beta dell’SP1 verrà rilasciata entro la fine dell’anno , mentre la reelase finale arriverà verso la metà del 2008. Negli scorsi giorni sono emersi anche nuovi dettagli sul più volte rimandato SP3 per Windows XP.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Roberto scrive:
    Che sistema operativo?
    Con quale sistema operativo si potranno sfruttare?Ci sono sistemi operativi che ci girano nativamente sopra o solo librerie per Windows o Linux/Unix che si interfacciano alla scheda/GPU e gli danno in pasto calcoli?E poi non ho capito se alcuni sistemi avranno solo una o più i queste GPU o necessiteranno di una CPU x86 o RISC per il sistema operativo host...
    • CrystalX scrive:
      Re: Che sistema operativo?
      "solo librerie per Windows o Linux/Unix che si interfacciano alla scheda/GPU e gli danno in pasto calcoli". Grosso modo la risposta è già contenuta nella tua domanda!Queste schede sono incapaci di funzionare autonomamente con un SO come Lin Win o OsX, pensali a come dei "coprocessori" dedicati a compiti più specifici rispetto ad una CPU generica. Basandosi su unità logiche molto semplici hanno sempre bisogno di una CPU che gli fornisca i dati "preassemblati" in modo tale da mantenere un'elevata efficienza elaborativa.
      • Roberto scrive:
        Re: Che sistema operativo?
        Eh volevo ben dire...Io infatti vedevo con speranza quell'accoppiata AMD/ATI che sembrava avrebbe sbaragliato dandoti tutto dentro un bel chippone per sistema operativo grafica efficace e aiuto alla CPU da una GPU programmabile e bei computer piccoli, comodi potenti e anche silenziosi.Insomma volevo di nuovo una specie di surrogato del caro Amiga, macchine compatte e complete ma non banali e ancora non si vede niente in giro, sempre la solita solfa pre-assemblata o barebone con le solite ASRock e un Sempron o un Pentium D Celeron con un frambuffer...Ma forse qua è un settore totalmente diverso, per applicazioni specifiche e il calcolo scientifico.Ma si sa prima o poi queste bellezze in un modo o nell'altro arrivano all'utenza "normale"...
  • maiiioo scrive:
    Numero di processori del S870
    Si tratta di 4 GPU sul S870 e non di 8 come nel articolo. Per maggiori info http://www.nvidia.com/object/tesla_gpu_server.html .Ciao
    • Alessandro Del Rosso scrive:
      Re: Numero di processori del S870
      Ciao, nel comunicato stampa Nvidia specifica che il proprio server è in grado di supportare fino ad 8 GPU:http://www.nvidia.com/object/IO_43499.htmlProbabilmente 4 GPU vale per il modello base.
  • CrystalX scrive:
    Altra cavolata, la prima è stata ATI
    AMD/ATI commercializza già da un bel po' le schede "stream processing" simili a questa soluzione di Nvidia, con annesso tool di sviluppo.
    • Granuz88 scrive:
      Re: Altra cavolata, la prima è stata ATI
      Sì, è vero!Però nvidia sta investendo una barca di soldi in queste soluzioni... e ci crede, a mio avviso, molto di più di ATI.Un articolo a riguardo:http://www.hwupgrade.it/articoli/skvideo/1750/nvidia-tesla-gpu-g80-per-elaborazioni-gpgpu_index.html
Chiudi i commenti