Mastercard intensifica i test sulle CBDC - Punto-Informatico.it

Mastercard intensifica i test sulle CBDC

Mastercard punta ad intensificare il proprio ruolo nelle criptovalute, investendo sugli smart contract e sui test delle CBDC: ecco perché.
Mastercard punta ad intensificare il proprio ruolo nelle criptovalute, investendo sugli smart contract e sui test delle CBDC: ecco perché.

Mastercard, dopo aver lanciato lo scorso settembre 2020 la Central Bank Digital Currencies Testing Platform, una piattaforma per il test delle central bank digital currencies (CBDC), ora annuncia di aver intensificato questo lavoro di test.

A renderlo noto è stato il CEO della società, Michael Miebach, in una riunione sugli utili trimestrali della società, segnalando che Mastercard sta investendo nella tecnologia smart contact da abbinare alle valute digitali della banca centrale.

Mastercard investe sulle CBDC

L'obiettivo dichiarato di Mastercard è di aiutare i Governi a valutare l'utilità, non solo per i pagamenti, delle valute digitali della banca centrale (CBDC), ovvero delle versioni digitali delle valute fiat (euro, dollaro, yen e così via), sostenute dalle banche centrali e dunque diverse da monete digitali come Bitcoin.

Sulle valute digitali delle banche centrali, continuiamo a collaborare con le banche centrali di tutto il mondo.

Afferma Miebach, aggiungendo che la piattaforma di test virtuale dell’azienda viene già utilizzata da numerose banche centrali per testare il funzionamento dei loro prodotti nella vita reale e che diverse banche centrali, tra cui la Banca centrale europea e la Banca d'Inghilterra, hanno adottato un “approccio a due livelli” in cui le banche centrali coniano il CBDC mentre il settore privato lo distribuisce.

A febbraio la collaborazione della società con il Governo delle Bahamas ha portato al lancio di un'opzione per i cittadini che consentiva di caricare la CBDC del Paese su una Mastercard prepagata.

L'idea è che le central bank digital currencies possano rappresentare un modo più sicuro e veloce di effettuare pagamenti e fornire una maggiore flessibilità nell’esecuzione della politica monetaria.

Nel prossimo futuro Mastercard vorrebbe quindi intensificare il proprio ruolo nel mondo delle criptovalute e i test sulle applicazioni che possono essere utilizzate sopra l'infrastruttura delle CBDC. Per questo Mastercard punta ad investire negli smart contract, spiega Miebach.

Nel contesto dei pagamenti in tempo reale, il nostro go-to-market è sempre l’infrastruttura sottostante, i servizi applicativi. E intendiamo fare la stessa cosa qui. E cioè, quella che è un’applicazione potrebbe essere un contratto commerciale intelligente.

Fonte: Coindesk.com
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

30 04 2021
Link copiato negli appunti