Mediaset vince contro YouTube

Succede in Spagna, dove la divisione locale dell'azienda ottiene la rimozione dei video contestati. YouTube: tanto rumore per nulla

Roma – No, YouTube non può lavarsi le mani di quello che viene pubblicato sulla propria piattaforma di video sharing degli utenti, non può operare senza dotarsi di un qualche sistema tecnologico che impedisca l’upload di contenuti che violino il diritto d’autore di terzi, deve invece rimuovere i contenuti abusivi.

Questi i contenuti della ordinanza spagnola sul caso Telecinco/Mediaset contro YouTube, espressa alcuni giorni fa, proprio nei giorni caldi di una causa dell’azienda contro YouTube in Italia. Una ordinanza che impone a Google/YouTube la cessazione immediata della diffusione online di contenuti protetti da diritto d’autore e riconducibili a Telecinco.

A decidere per questa strada è la settima sezione del Tribunale Commerciale di Madrid che ha così accolto la richiesta di Telecinco di costringere YouTube all’introduzione di “misure cautelari” contro la disseminazione non autorizzata di materiali protetti, una richiesta che da anni le major dell’intrattenimento fanno a tutti gli intermediari della distribuzione gestita dagli utenti, fin dal primo caso Napster .

Mediaset, che controlla Telecinco, ha già espresso soddisfazione per l’esito giudiziario della propria richiesta e rimane in attesa che i suoi contenuti presenti su YouTube vengano integralmente rimossi, cosa che dovrà avvenire rapidamente per evitare possibili sanzioni.

Da parte sua, YouTube ha reagito spiegando che a questo stesso risultato si sarebbe potuti pervenire senza ricorrere al tribunale. In una nota, l’azienda ha fatto sapere di essere felice che la magistratura abbia imposto a Telecinco “l’identificazione dei video che vogliono che noi si rimuova, questo è esattamente quello che offriamo a tutti i detentori del diritto d’autore senza necessità di alcun ricorso giudiziale, ed è quanto abbiamo già fatto in passato con Telecinco”.

YouTube ha anche rivendicato il fatto che “abbiamo centinaia di migliaia di partner in Europa e migliaia in tutto il Mondo che conoscono il sistema e si avvantaggiano delle ultime tecnologie che abbiamo sviluppato per aiutarli a proteggere con efficacia e a gestire i loro contenuti sul sito”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti