Microsoft acquisisce anche CloudKnox Security

Microsoft acquisisce anche CloudKnox Security

Microsoft ha annunciato l'acquisizione di CloudKnox Security, azienda californiana che sviluppa una piattaforma cloud per la gestione delle identità.
Microsoft ha annunciato l'acquisizione di CloudKnox Security, azienda californiana che sviluppa una piattaforma cloud per la gestione delle identità.

Dopo ReFirm Labs e RiskIQ, Microsoft mette a segno un'altra acquisizione per migliorare la sicurezza della sua infrastruttura cloud. La new entry si chiama CloudKnox Security ed è un'azienda di Sunnyvale che sviluppa una piattaforma di Cloud Infrastructure Entitlement Management (CIEM). A beneficiarne saranno ovviamente i clienti di Microsoft Azure.

CloudKnox Security: nuova acquisizione di Microsoft

Microsoft afferma che la sua priorità è supportare le aziende nella loro trasformazione digitale attraverso servizi cloud sicuri. La piattaforma offerta da CloudKnox Security consente la gestione delle identità, il monitoraggio degli accessi e la protezione contro l'uso non autorizzato delle credenziali.

Microsoft spiega che l'adozione del lavoro ibrido e l'utilizzo di vari servizi cloud ha portato ad un incremento dello scambio dei dati senza interazione umana. Contestualmente è aumentata la complessità della gestione dei permessi che, se effettuata in modo incontrollato, mette a rischio l'intera infrastruttura.

Grazie alla acquisizione di CloudKnox Security, i client Microsoft Azure Active Directory potranno utilizzare un sistema di gestione delle identità più avanzato che permetterà una visibilità granulare, il monitoraggio continuo e la risoluzione automatica di eventuali problemi relativi ai permessi.

La piattaforma di Cloud Infrastructure Entitlement Management (CIEM) dell'azienda californiana verrà inoltre integrata in altri servizi cloud, tra cui Microsoft 365 Defender, Azure Defender e Azure Sentinel. Non sono note le condizioni economiche dell'acquisizione. Ulteriori informazioni sull'integrazione tra CloudKnox e le soluzioni Microsoft verranno divulgate nelle prossime settimane.

Fonte: Microsoft
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

23 07 2021
Link copiato negli appunti