Microsoft: addio al Portale Realtà Mista su Windows

Microsoft: addio al Portale Realtà Mista su Windows

Microsoft ha da poco fatto sapere che metterò fine al Portale Realtà Mista per Windows in una versione futura del sistema operativo.
Microsoft: addio al Portale Realtà Mista su Windows
Microsoft ha da poco fatto sapere che metterò fine al Portale Realtà Mista per Windows in una versione futura del sistema operativo.

Microsoft ha fatto sapere che terminerà il Portale Realtà Mista per Windows in una versione futura del sistema operativo. Non vengono date spiegazioni precise a tal riguardo, ma presumibilmente la decisione è da ricercare nello scorso interesse che gli utenti hanno dimostrato per il progetto.

Microsoft: fine dei giochi per il Portale Realtà Mista su Windows

Il provvedimento interesserà precisamente l’app Portale Realtà Mista, sia versione stabile che beta. Era stata una delle grandi novità di Windows 10 e ancora oggi la si trova preinstallata su Windows 11. È altresì coinvolta l’app Windows Mixed Reality per SteamVR

Per chi non lo sapesse o non ne avesse memoria, in contemporanea con il lancio ufficiale di Windows 10, avvenuto nel 2015, Microsoft presentò HoloLens, il suo primo visore di realtà aumentata, basato sulla piattaforma software Windows Holographic.

Circa due anni dopo venne effettuato il cambio di nome in Windows Mixed Reality (Realtà Mista, in Italiano), diventando un’app preinstallata di Windows, così come molte altre applicazioni “di serie”, a cui si poteva accedere con i visori compatibili realizzati da svariati partner hardware, come Acer e HP. Il sistema venne proposto come alternativa a HTC e Oculus nei primi anni di avvio della nuova ondata di realtà virtuale.

Lo scenario, però, oggi è molto diverso, nonostante HoloLens sia ancora ufficialmente attivo e supportato, come dimostra anche il recente impiego in ambio militare, Microsoft sta fortemente riducendo gli investimenti nel settore VR e AR, concentrando invece buona parte della sua attenzione e dei suoi sforzi nel campo dell’intelligenza artificiale.

Fonte: Microsoft
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 23 dic 2023
Link copiato negli appunti