Microsoft al tavolo dei pagamenti mobile

Anche Redmond si mostra interessata a costruire la propria piattaforma di pagamenti elettronici e mobile. Il servizio potrebbe mostrarsi con l'avvento di Windows 10

Roma – Microsoft ha fatto richiesta – attraverso un’azienda di nuova costituzione chiamata Microsoft Payment – alla Financial Crimes Enforcement Network (FinCEN) per operare come intermediario per il trasferimento di denaro in diversi Stati degli USA: si tratta di una prova dell’interessamento di Redmond a muovere i primi passi sul nuovo terreno di conquista dei pagamenti via smartphone.

Il mercato pagamenti senza contanti alternativi alle carte di credito è in fibrillazione da quando Cupertino ha giocato la carta del suo Apple Pay: spettatrice del successo del sistema associato all’ultima versione del sistema operativo con la Mela, Mountain View si è convinta ad aggiornate l’ambiente creato intorno a Google Wallet, che pur essendo un pioniere del settore non ha mai attecchito con successo.

Per farlo Mountain View ha rilanciato i suoi sforzi, investendo su altri servizi e startup da cui attingere spunti, brevetti ed applicazioni, ma soprattutto estendendo le alleanze in ottica della diffusione: proprio la mancanza di impetuosi effetti di rete è stata individuata da Google come una delle cause del fallimento iniziale.

Gli acerrimi avversari Google ed Apple non sono gli unici a scommettere sul settore: da ultimo anche Facebook ha avanzato l’ipotesi di utilizzare il suo Messenger per i pagamenti, mentre Samsung ha acquistato LoopPay per offrire un proprio servizio e diversi altri soggetti stanno cercando di estrarre dal cilindro l’idea vincente per imporsi definitivamente.

Microsoft starebbe sviluppando la sua piattaforma per i pagamenti mobile che potrebbe fare il suo esordio nei prossimi dispositivi Windows 10. Un altro indizio della sua strategia è il supporto ad Host Card Emulation (HCE), un metodo per gestire a mezzo software il trasferimento di informazioni relative alle carte di credito: una tecnologia adottata anche dai device Android per scambiare i segnali NFC ai terminali.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • sgorbius scrive:
    Batterie
    Ah, le famose batterie che funzionano a co-ioni.
  • Frengi scrive:
    di nuovo...
    La 821esima notizia di ultra-mega-super-batterie a prezzi ultra-mega-super-convenienti.Che continuano a non vedersi in giro.E intanto inquiniamo con gli ioni di litio, che dopo la centesima ricarica iniziano a diventare pino-piano inefficienti.E diventiamo sempre più dipendenti dalla Cina anche in questo... https://www.youtube.com/watch?v=1hejSyjn760
  • Foffo scrive:
    FUFFA
    Come da oggetto.
  • Foffo scrive:
    FUFFA
    FUFFA! :@Foffo
  • .... scrive:
    certo, certo...
    sono 20 anni che la menano con "abbiamo scoperto le batterie del futuro, tempo 5 anni e...."e un caxxo, siamo sempre li: quelle maledette regole della termodinamica non ne vogliono sapere di piegarsi ai desideri dei markettari :D :D :D
    • Leguleio scrive:
      Re: certo, certo...

      sono 20 anni che la menano con "abbiamo scoperto
      le batterie del futuro, tempo 5 anni
      e...."
      e un caxxo, siamo sempre li: quelle maledette
      regole della termodinamica non ne vogliono sapere
      di piegarsi ai desideri dei markettari :D :D
      :DEh sì. :)Anche se non c'entra direttamente, un redattore del Post si è divertito ad assemblare tutti gli annunci del pillolo, la fantomatica pillola maschile per evitare gravidanze indesiderate. Credo che a fare una ricerca simile per la batteria superveloce si otterrebbero ancora più articoli <I
      vintage </I
      .
      • panda rossa scrive:
        Re: certo, certo...
        - Scritto da: Leguleio

        sono 20 anni che la menano con "abbiamo
        scoperto

        le batterie del futuro, tempo 5 anni

        e...."

        e un caxxo, siamo sempre li: quelle maledette

        regole della termodinamica non ne vogliono
        sapere

        di piegarsi ai desideri dei markettari :D :D

        :D

        Eh sì. :)
        Anche se non c'entra direttamente, un redattore
        del Post si è divertito ad assemblare tutti gli
        annunci del pillolo, la fantomatica pillola
        maschile per evitare gravidanze indesiderate.

        Credo che a fare una ricerca simile per la
        batteria superveloce si otterrebbero ancora più
        articoli <I
        vintage </I

        .Ma che concidenza.Pensa che i primi articoli che ipotizzavano viaggi sulla luna risalivano a Dante e Ariosto.
    • Leguleio scrive:
      Re: certo, certo...

      sono 20 anni che la menano con "abbiamo scoperto
      le batterie del futuro, tempo 5 anni
      e...."20 anni?Sono almeno 43! :D <I
      La Stampa </I
      , articolo del 29 gennaio 1972:http://www.archiviolastampa.it/component/option,com_lastampa/task,search/mod,libera/action,viewer/Itemid,3/page,15/articleid,0141_01_1972_0023_0015_4647586/Batteria a ossidazione di zinco con aria compressa, ricarica in pochi minuti. <I
      La Stampa </I
      , articolo del 21 agosto 1996:http://www.archiviolastampa.it/component/option,com_lastampa/task,search/mod,libera/action,viewer/Itemid,3/page,1/articleid,0656_05_1996_0732_0001_8947946/Altra batteria zinco-aria, e anche questa si ricarica in pochi minuti. Ci saranno sicuramente altri articoli nell'archivio dei quotidiani che annunciano la prodigiosa invenzione, ma mi sono stufato. Bastano questi due.
      • EnricoR scrive:
        Re: certo, certo...
        E quelle al magnesio? ... Inventate all'Universita' di Padova, anche loro si sono perse per strada.
        • Leguleio scrive:
          Re: certo, certo...

          E quelle al magnesio? ... Inventate
          all'Universita' di Padova, anche loro si sono
          perse per
          strada.Qui uno spiritoso articolo su questi annunci a cadenza periodica: http://www.wolfstep.cc/post/seeeehcomeno/#.VSReekKIVTE.google_plusone_share:)
      • Frengi scrive:
        Re: certo, certo...
        Sono zinco-aria fritta.Per questo non hanno funzionato...
    • Funz scrive:
      Re: certo, certo...
      - Scritto da: ....
      sono 20 anni che la menano con "abbiamo scoperto
      le batterie del futuro, tempo 5 anni
      e...."
      e un caxxo, siamo sempre li: quelle maledette
      regole della termodinamica non ne vogliono sapere
      di piegarsi ai desideri dei markettari :D :D
      :DMa certo, negli ultimi decenni passando dal piombo-acido al Ni-Mh alle varie tecnologie al litio non è stato fatto nessun miglioramento in termini di potenza e densità di energia, neh?
      • ... scrive:
        Re: certo, certo...
        - Scritto da: Funz
        - Scritto da: ....

        sono 20 anni che la menano con "abbiamo
        scoperto

        le batterie del futuro, tempo 5 anni

        e...."

        e un caxxo, siamo sempre li: quelle maledette

        regole della termodinamica non ne vogliono
        sapere

        di piegarsi ai desideri dei markettari :D :D

        :D

        Ma certo, negli ultimi decenni passando dal
        piombo-acido al Ni-Mh alle varie tecnologie al
        litio non è stato fatto nessun miglioramento in
        termini di potenza e densità di energia,
        neh?siamo sempre li a girare intorno: certo, miglioramenti ci sono stati, ma la "magia" della pila grande come un bottone che ti fa funzionare il portatile per 7 giorni non ci sara' tanto presto... che guarda caso e' sempre quello che tentano di farti credere i marchettari. tot energia chimica in meno di un dato volume non ce ne puo statre ,fine della storia.
        • Funz scrive:
          Re: certo, certo...
          - Scritto da: ...
          - Scritto da: Funz

          - Scritto da: ....


          sono 20 anni che la menano con "abbiamo

          scoperto


          le batterie del futuro, tempo 5 anni


          e...."


          e un caxxo, siamo sempre li: quelle
          maledette


          regole della termodinamica non ne vogliono

          sapere


          di piegarsi ai desideri dei markettari :D
          :D


          :D



          Ma certo, negli ultimi decenni passando dal

          piombo-acido al Ni-Mh alle varie tecnologie al

          litio non è stato fatto nessun miglioramento in

          termini di potenza e densità di energia,

          neh?

          siamo sempre li a girare intorno: certo,
          miglioramenti ci sono stati, ma la "magia" della
          pila grande come un bottone che ti fa funzionare
          il portatile per 7 giorni non ci sara' tantotu confondi lo sviluppo tecnologico con la discesa di un qualche Messia a dispensare miracoli...
          presto... che guarda caso e' sempre quello che
          tentano di farti credere i marchettari. totinsomma... al cittadino mediamente ignorante di scienza fanno dei bei servizi in TV ogni volta che c'è una qualche piccola scoperta, presentandogliela come un qualcosa che cambierà la vita.Di chi è la colpa se il cittadino si immagina chissà che cosa?
          energia chimica in meno di un dato volume non ce
          ne puo statre ,fine della
          storia.Per fare qualche esempio più o meno a caso:Motorola StarTAC 130 (1998) - batteria da 500 mAh per un peso totale di 95gNokia 3310 (2000) - batteria da 900 mAh per un peso totale di 133gGalaxy S6 edge (2015) - batteria da 2600 mAh per un peso totale di 132gNon so quanto pesino effettivamente le batterie da sole, comunque a spanne siamo passati da circa 5-7 mAh/g a quasi 20 in 15 anni.A me non sembra affatto un progresso da poco, specialmente in un campo maturo come la chimica delle batterie...
  • Andrea Molent scrive:
    Idea
    Scusate l'ignoranza, ma non basta mettere più batterie in serie per aumentare la tensione in uscita?
    • ... scrive:
      Re: Idea
      - Scritto da: Andrea Molent
      Scusate l'ignoranza, ma...la legge non ammette ignoranza, adesso arriva leguleio e ti fa un XXXX cosi' :-D
    • Guybrush scrive:
      Re: Idea
      - Scritto da: Andrea Molent
      Scusate l'ignoranza, ma non basta mettere più
      batterie in serie per aumentare la tensione in
      uscita?E' corretto, ma poi quanto pesa il dispositivo?GT
      • Ballino scrive:
        Re: Idea
        - Scritto da: Guybrush
        - Scritto da: Andrea Molent

        Scusate l'ignoranza, ma non basta mettere più

        batterie in serie per aumentare la tensione in

        uscita?

        E' corretto, ma poi quanto pesa il dispositivo?

        GTMa che ca@@o di risposta è? Ma se non sai neppure quanto pesano le nuove batterie! Trollone iosotutto!
      • t a n y s t r o p h e u s scrive:
        Re: Idea
        - Scritto da: Guybrush
        - Scritto da: Andrea Molent

        Scusate l'ignoranza, ma non basta mettere più

        batterie in serie per aumentare la tensione in

        uscita?

        E' corretto, ma poi quanto pesa il dispositivo?Dipende da quanto pesa la singola "cella" ;-)
    • Pietro scrive:
      Re: Idea
      - Scritto da: Andrea Molent
      Scusate l'ignoranza, ma non basta mettere più
      batterie in serie per aumentare la tensione in
      uscita?Hai presente le Pile? Ecco sono semplcemente delle batterie in serie ( pile di batterie)
Chiudi i commenti