Azure Space: cloud e satelliti per lo spazio

Oggi il gruppo di Redmond annuncia il programma battezzato Azure Space: le potenzialità del cloud al servizio del settore spaziale.
Oggi il gruppo di Redmond annuncia il programma battezzato Azure Space: le potenzialità del cloud al servizio del settore spaziale.

Far leva sulle potenzialità del cloud per sostenere l’innovazione nel settore spaziale: è questo l’obiettivo di Azure Space, iniziativa annunciata oggi da Microsoft che prende forma con una gamma di soluzioni, collaborazioni con l’ecosistema di partner e una strategia globale che passando anche dall’impiego di satelliti progettati ad hoc risponde alle necessità manifestate dagli addetti ai lavori.

Il programma Azure Space per il settore spaziale

Sul tavolo anche partnership con realtà già attive su questo fronte come SpaceX (la società di Elon Musk) e SES al fine di dar vita a servizi di connettività satellitare sicuri nonché accessibili da qualunque parte del mondo. Grazie ai passi in avanti compiuti su questo fronte sarà presto possibile ridurre la latenza ed eguagliare le performance delle tradizionali connessioni a banda larga, offrire così l’accesso al di cloud computing e la connettività satellitare anche nelle aree più remote del pianeta, soddisfacendo le esigenze delle organizzazioni di ogni industria.

Il funzionamento di Azure Space

A tale scopo Microsoft ha riunito alcuni dei principali esperti del settore come William Chappell (ex DARPA), Chirag Parikh (ex White House Director of Space Policy per il National Security Council) e Stephen Kitay (ex Deputy Assistant Secretary of Defense for Space Policy).

L’industria spaziale sta crescendo rapidamente e l’innovazione sta riducendo le barriere all’ingresso in un ambito che un tempo era prerogativa dei governi. Microsoft intende democratizzare ulteriormente il settore spaziale sviluppando tecnologie affidabili potenziate da Azure per accelerare il lancio e migliorare la sicurezza delle missioni spaziali.

Nell’annuncio odierno il gruppo di Redmond fa riferimento anche all’offerta di “servizi sicuri di high-intensity cloud computing” per le tecnologie basate sul cloud di Azure come Modular Datacenter, Orbital Emulator e Orbital.

Fonte: Microsoft
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti