Microsoft blocca la modifica del browser predefinito

Microsoft blocca la modifica del browser predefinito

Microsoft ha bloccato la possibilità di impostare come predefinito un browser diverso da Edge per aprire alcuni contenuti presenti in Windows 11.
Microsoft ha bloccato la possibilità di impostare come predefinito un browser diverso da Edge per aprire alcuni contenuti presenti in Windows 11.

Mozilla aveva trovato il modo di aggirare il vincolo imposto da Microsoft per la scelta del browser predefinito. Ma come ipotizzato, l'azienda di Redmond ha bloccato il workaround nelle ultime build di Windows 11 disponibili per gli iscritti al programma Insider. Mozilla ha confermato che il suo “trucco” non funziona più. Stessa sorte per il noto tool EdgeDeflector di Daniel Aleksandersen.

Microsoft vuole imporre l'uso di Edge

Anche se l'utente ha installato e impostato come predefinito un altro browser, il sistema operativo sceglierà sempre Edge per aprire alcuni contenuti, come quelli di Notizie e interessi in Windows 10, Widgets in Windows 11, i risultati delle ricerche, i link di Cortana e i link presenti in Impostazioni PC. Ciò accade perché Microsoft non utilizza il tradizionale URI https:\\, ma il suo microsoft-edge:\\. EdgeDeflector, disponibile dal 2017, permetteva di aggirare questa forzatura.

Quando l'utente cliccava su un contenuto, quest'ultimo non si apriva direttamente in Edge, ma veniva mostrato il pop-up per la scelta del browser. Tutti i link venivano successivamente aperti con il browser impostato come predefinito. In pratica EdgeDeflector convertiva automaticamente microsoft-edge:\\ in https:\\. A partire dalla build 22494 di Windows 11 non è più possibile gestire il protocollo microsoft-edge:\\ con EdgeDeflector. Lo sviluppatore ha verificato che non funziona nessun altro workaround e, se viene eliminata ogni traccia di Edge dal sistema operativo, viene mostrato un messaggio di errore.

In teoria ci sarebbe una soluzione, ma i cambiamenti da apportare a Windows 11 sono troppo “distruttivi”. Anche il trucco implementato da Mozilla per Firefox, simile a quello di EdgeDeflector, non è più funzionante. Secondo Daniel Aleksandersen, Microsoft ha ancora una volta abusato della sua posizione dominante per imporre l'uso di Edge, come fece con Internet Explorer. Sarebbe quindi necessario un nuovo intervento da parte delle autorità antitrust.

Aggiornamento (14/11/2021): l'azienda di Redmond ha chiarito che il redirecting dei link microsoft-edge: era possibile a causa di un bug.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

12 11 2021
Link copiato negli appunti