Windows 11 build 22499: novità per la taskbar

Windows 11 build 22499: novità per la taskbar

La build 22499 di Windows 11 introduce la possibilità di condividere le finestre delle app in Teams direttamente dalla barra delle applicazioni.
La build 22499 di Windows 11 introduce la possibilità di condividere le finestre delle app in Teams direttamente dalla barra delle applicazioni.
Guarda 22 foto Guarda 22 foto

Microsoft ha annunciato la disponibilità della build 22499 di Windows 11 per gli iscritti al canale Dev del programma Windows Insider. La principale novità riguarda la barra delle applicazioni, ma non si tratta di un miglioramento atteso da molti utenti. La nuova funzionalità semplifica la condivisione delle schermate delle app aperte in Teams.

Screen sharing dalla taskbar

Con la build 22494 del 3 novembre è stata introdotta la possibilità di attivare/disattivare il microfono durante una chiamata con Teams direttamente dalla barra delle applicazioni. Microsoft ha ora aggiunto un'altra funzionalità che elimina la necessità di passare da un'app all'altra per condividere una schermata.

Condivisione finestra in Teams

Nell'immagine si può vedere la barra delle applicazioni di Windows 11 con le icone di quattro applicazioni aperte: Word, Excel, PowerPoint e Teams. Spostando il puntatore del mouse sull'icona di PowerPoint viene mostrata la miniatura della presentazione, come su Windows 10, ma è stato aggiunto il pulsante “Share this window” (Condividi questa finestra). Un clic sul pulsante avvia la condivisione del contenuto nella chiamata Teams in corso. Spostando nuovamente il puntatore sull'icona sarà possibile interrompere la condivisione cliccando sul pulsante “Stop sharing“.

La funzionalità sarà inizialmente disponibile per gli utenti con le versioni “for work e school” di Teams, ma arriverà sulla versione “for home” nelle prossime settimane. La condivisione della finestra sarà possibile anche con altre applicazioni di comunicazione, come Zoom. Ieri Meta ha annunciato l'integrazione di Teams con Workplace, mentre Microsoft aveva introdotto a fine ottobre la crittografia end-to-end per le chiamate.

Fonte: Microsoft
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

11 11 2021
Link copiato negli appunti