Microsoft e Google collaborano per il JavaScript next-gen

Le due corporation competono ma alla fine collaborano per un nuovo standard di programmazione per l'uso "ottimizzato" del linguaggio JavaScript. Gli sviluppatori avranno solo da guadagnarci

Roma – Annunciata un’insolita collaborazione tra Microsoft e Google, due aziende che sul mercato tecnologico sono acerrime rivali ma che non mancano di collaborare quando si tratta di facilitare la vita agli sviluppatori di app e siti Web.

In questi anni Microsoft ha realizzato TypeScript (TS), linguaggio compatibile con JavaScript ma pensato, diversamente da quest’ultimo, per gestire progetti di sviluppo di grandi dimensioni; anche Google ha riconosciuto la bontà del lavoro di Redmond (e dell’ingegnere del software danese Anders Hejlsberg), decidendo di adottare TS come base per Angular 2.

AngularJS è una libreria JS dinamica pensata per facilitare lo sviluppo e il testing delle applicazioni Web di nuova generazione, e stando a quanto comunica Microsoft Angular 2 rappresenta il primo frutto di una collaborazione con il team Angular (cioè Google) che va avanti da mesi.

Il set di nuove funzionalità scaturito dalla collaborazione tra Microsoft e Google favorirà la creazione di codice più pulito quando si impiegano librerie dinamiche come Angular 2, promettono da Redmond, soprattutto grazie a un nuovo modo di gestire gli appunti al codice tramite metadati. Usando tali metadati sarà più semplice separare il codice dalle informazioni sul codice, dice Microsoft.

Angular 2 sarà realizzato a partire da TypeScript 1.5, nuova versione del linguaggio JS di Redmond che verrà incidentalmente rilasciato – in stato di beta – nel corso delle prossime settimane. Non mancheranno poi i tool di accompagnamento necessari a sfruttare le capacità di TS.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • blondie63 scrive:
    Outlook ko
    Outlook 2016 crasha al primo click sull'albero delle cartelle..Almeno sul mio iMac 5k..invece word ed excel per ora non si sono bloccati..
    • Gaviscon scrive:
      Re: Outlook ko
      - Scritto da: blondie63
      Outlook 2016 crasha al primo click sull'albero
      delle
      cartelle..
      Almeno sul mio iMac 5k..
      invece word ed excel per ora non si sono
      bloccati..Bah.. Nel mio hackintosh funziona tutto... Ma sembra la copia più piatta di Office 2011... Con le solite XXXXXte. Se devi pianificare un qualsiasi messaggio devi aprire un calendario per sapere i giorni, cosa che non succedeva nel buon vecchio 2008.
  • Paolo T. scrive:
    Ancora 'sto ribbon?!?
    Trapiantare l'interfaccia di Windows nel Mac sembra proprio una cosa intelligente, e soprattutto elegante. FrankenOffice 2016.
    • Etype scrive:
      Re: Ancora 'sto ribbon?!?
      - Scritto da: Paolo T.
      Trapiantare l'interfaccia di Windows nel Mac
      sembra proprio una cosa intelligente, e
      soprattutto elegante. FrankenOffice
      2016.ottima interfaccia
      • Paolo T. scrive:
        Re: Ancora 'sto ribbon?!?
        Sì, ordinata ed elegante. E su Windows, aggiungendosi ad Explorer e alle mattonelle, che cos'è? La terza metafora presente simultaneamente nello stesso sistema?
  • Giulia scrive:
    Perche 2016?
    Se esce ad agosto2015
Chiudi i commenti