Microsoft e l'errore di Bitcoin

Redmond comunica che il recente annuncio della sospensione del supporto alla criptovaluta sul proprio store è frutto di un semplice errore

Roma – Della pagina di supporto in cui Microsoft comunicava non accettare più Bitcoin per gli acquisti sullo Store di Windows 10 non resta ora che la sola copia cache: Microsoft ha reso noto che l’annuncio è scaturito da un errore.

Bitcoin

Redmond ha dunque confermato l’apprezzamento per la criptovaluta riaccogliendola ufficialmente fra le soluzioni di pagamento da associare al proprio account per Windows Store, anzi, sottolinea di non averla mai accantonata.

A cosa si deve dunque la sortita sulla pagina di supporto? È frutto di “un errore”, ha spiegato Microsoft: “Continuiamo a supportare Bitcoin per caricare denaro sul vostro account Microsoft che può essere usato per acquistare contenuti sugli store per Windows e Xbox – rassicura Redmond – Ci scusiamo per l’informazione non accurata che è stata inavvertitamente postata su un sito Microsoft, che nel frattempo si è provveduto a correggere”.

Non è dato sapere se il cambio di fronte di Microsoft sia dovuto realmente a un errore o se rappresenti la rettifica ad una decisione avventata dettata dalle critiche degli utenti: in ogni caso, ha spiegato un responsabile del servizio clienti di Redmond, il supporto al caricamento di BTC non è mai stato sospeso.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti