Microsoft, Falzea al Mobile and Embedded

Annuncio


Milano – Fabio Falzea è stato nominato Direttore della nuova divisione Microsoft Mobile and Embedded di Microsoft Italia, dopo aver ricoperto il ruolo di Direttore delle Relazioni Esterne e Corporate Marketing per cinque anni. Si tratta di una nuova divisione che – sostiene l’azienda in una nota – “conferma l’impegno della società nel promuovere, anche sul mercato italiano, la piattaforma Microsoft per i dispositivi mobili”.

“Falzea – spiega la nota – avrà il compito di sviluppare le strategie della società per il mercato Mobility, di realizzare iniziative marketing volte a diffondere l’utilizzo di dispositivi mobili basati sulla piattaforma Windows Mobile e di promuovere, assieme a partner internazionali e locali e agli operatori di telefonia, nuove applicazioni e servizi in grado di facilitare la comunicazione e il lavoro anche in contesti mobili”.

“L’Italia – ha dichiarato Falzea – rappresenta per Microsoft un mercato estremamente interessante in ambito mobility. Sono certo che la possibilità di offrire ai produttori e agli operatori una piattaforma funzionale e standard come Windows Mobile, che permette loro di focalizzarsi unicamente sullo sviluppo di nuovi servizi e la messa in produzione di modelli di nuova generazione, consentirà di dare un nuovo impulso al mercato in linea con le esigenze di imprese, professionisti e consumatori che si aspettano dalla telefonia mobile le medesime funzionalità e opportunità offerte dall’informatica tradizionale”.

Microsoft Italia è qui

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    morelli vai a zappare
    Ma se non è capace a gestire ziobudda.netche cerca due mesi si e l'altro pure aiuti economici
  • Anonimo scrive:
    Pensate se gli utenti di Punto-info...
    Si mettessero a scrivere un libro-wiki.TrollBook. :D :D
  • Anonimo scrive:
    Un libro con 1000 autori
    a me sembra quasi la volonta di annullare l'individuo e il suo immenso valore, per poi trasformarlo in un numero che spesso non quadra con gli altribrutta cosa il comunismo/autodistruzionismo informatico :(
    • Anonimo scrive:
      Re: Un libro con 1000 autori
      - Scritto da: Anonimo
      a me sembra quasi la volonta di annullare
      l'individuo e il suo immenso valore, per poi
      trasformarlo in un numero che spesso non quadra
      con gli altriA me sembra quasi che tu non abbia capito cosa sia un wiki e cosa sia la collaborazione nella redazione di un testo per tutti e di tutti.
      brutta cosa il comunismoTo' guarda. Uno pensa a qualche cosa da fare tutti insieme e subito diventa comunista. Lasciamo perdere va.
      • Anonimo scrive:
        Re: Un libro con 1000 autori
        - Scritto da: Anonimo

        A me sembra quasi che tu non abbia capito cosa
        sia un wiki e cosa sia la collaborazione nella
        redazione di un testo per tutti e di tutti.A me sembra invece che tu non abbia ben chiari i concetti elementari di autore, autorevolezza, e responsabilità delle cazzate che uno scrive.Da quando è stata inventata la scrittura esistono i libri "per tutti": per tutti quelli che sanno leggere, entrare in una biblioteca, ed eventualmente cacciare fuori il portafogli e pagare qualche sporca banconota al fine di portarsi a casa un testo stampato decorosamente e dignitosamente rilegato, con uno o più autori ben definiti e noti. Ah già, ma questo ultimo aspetto è "male" per definizione, il denaro è lo sterco del demonio e si deve però supporre che se uno è talmente derelitto da non potersi neppure permettere qualche euro per un libro, la sua prima preoccupazione quando al mattino si alza dal suo giaciglio di paglia sotto un ponte sia quella di correre a procurarsi della "conoscenza" sotto forma di stentate descrizioni di traballanti tecnologie di scripting dell'ultima ora.
Chiudi i commenti