Microsoft, il futuro si tocca con mano

Redmond pubblica un nuovo video che descrive la "vision" aziendale per la produttività del futuro, un futuro in cui le tastiere sono quasi scomparse ed è tutto un toccare schermi per scorrere foto a destra e a manca

Roma – La serie Productivity Future Vision di Microsoft si arricchisce di una nuova presentazione a effetto, una clip video in cui l’azienda statunitense sintetizza come le tecnologie emergenti trasformeranno il modo di lavorare, divertirsi, tra 5, 10 anni nel futuro.

Il tema ricorrente della presentazione è ben chiaro, e descrive un mondo in cui qualsiasi cosa è uno schermo con cui interagire tramite comandi touch: fogli di carta piegabili visualizzano pagine dai contenuti modificabili a piacere, foto e pacchetti informativi possono essere trasferiti da un tablet a uno schermo fisso quasi istantaneamente con un semplice tocco dell’indice.

Gli schermi onnipresenti del futuro touch di Microsoft non hanno bordi, l’interfaccia del software non presenta il minimo segno di opzioni, tasti di scelta rapida o personalizzazione. Tutto si tocca, tutto ci parla, tutto è governato da un’infrastruttura tecnologica evanescente priva di confini e dalle potenzialità teoricamente illimitate.

C’è anche qualche ologramma, qua e là, e stupisce la mancanza di caschetti olografici dopo la presentazione, poche settimane fa, del dispositivo di realtà aumentata noto come HoloLens . La visione di Microsoft vorrebbe presentare un modo di lavorare, comunicare e svagarsi realisticamente futuribile, prevedibilmente si tratta di una visione ideale molto cinematografica ma poco consistente e poco adattabile alle reali esigenze di un utente qualsiasi, oggi come tra 10 anni.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ... scrive:
    Marcia indietro per forza...
    se vietassero il XXXXX su blogspot rimarrebbe un solo grande blog con su scritto " ridateci il XXXXX " (semicit.)
    • Sg@bbio scrive:
      Re: Marcia indietro per forza...
      - Scritto da: ...
      se vietassero il XXXXX su blogspot rimarrebbe un
      solo grande blog con su scritto " ridateci il
      XXXXX "
      (semicit.)Era prevedibile una mossa simile, sopratutto se si colpisce utenti affezionati che usano il tuo servizio da tanti anni.Ricorda molto tumblr.
      • panda rossa scrive:
        Re: Marcia indietro per forza...
        - Scritto da: Sg@bbio
        - Scritto da: ...

        se vietassero il XXXXX su blogspot rimarrebbe un

        solo grande blog con su scritto " <i
        ridateci il

        XXXXX </i
        "

        (semicit.)


        Era prevedibile una mossa simile, sopratutto se
        si colpisce utenti affezionati che usano il tuo
        servizio da tanti
        anni.
        Ricorda molto tumblr.Non e' invece prevedibile questa pretesa di imporre una morale in casa d'altri.Io in casa mia mi guardo tutto il XXXXX che mi pare!
        • Sg@bbio scrive:
          Re: Marcia indietro per forza...
          Intendevo di far regole censorie retroattive, su servizi variegati come Blogger o Tumblr, gli utenti protestano e fanno rumore, per evitare fughe di persone, chi gestisce il servizio deve per forza di cose cambiare idea.
          • panda rossa scrive:
            Re: Marcia indietro per forza...
            - Scritto da: Sg@bbio
            Intendevo di far regole censorie retroattive, su
            servizi variegati come Blogger o Tumblr, gli
            utenti protestano e fanno rumore, per evitare
            fughe di persone, chi gestisce il servizio deve
            per forza di cose cambiare
            idea.Chi gestisce il servizio non deve dare ascolto ai moralisti bacchettoni.Chi non vuole vedere il XXXXX, non ha che da non entrare in rete, esattamente come io non entro nei posti dove i moralisti bacchettoni fanno le loro prediche e i loro sermoni.Ma mica glielo voglio impedire.Loro predichino nelle loro parrocchie, e io mi guardo il XXXXX a casa mia.
          • thepassenge r scrive:
            Re: Marcia indietro per forza...
            concordo al 100%- Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Sg@bbio

            Intendevo di far regole censorie
            retroattive,
            su

            servizi variegati come Blogger o Tumblr, gli

            utenti protestano e fanno rumore, per evitare

            fughe di persone, chi gestisce il servizio
            deve

            per forza di cose cambiare

            idea.

            Chi gestisce il servizio non deve dare ascolto ai
            moralisti
            bacchettoni.

            Chi non vuole vedere il XXXXX, non ha che da non
            entrare in rete, esattamente come io non entro
            nei posti dove i moralisti bacchettoni fanno le
            loro prediche e i loro
            sermoni.
            Ma mica glielo voglio impedire.

            Loro predichino nelle loro parrocchie, e io mi
            guardo il XXXXX a casa
            mia.
          • Sg@bbio scrive:
            Re: Marcia indietro per forza...
            Forse non hai capito quel che volevo dire :D
          • NemoTizen scrive:
            Re: Marcia indietro per forza...
            penso che il problema sia principalmente monetario... google non ha circuiti adv per adulti ergo non guadagna con quei blog nonostante il traffico che fanno.
          • ... scrive:
            Re: Marcia indietro per forza...
            - Scritto da: NemoTizen
            penso che il problema sia principalmente
            monetario... google non ha circuiti adv per
            adulti ergo non guadagna con quei blog nonostante
            il traffico che
            fanno.Ci sono mille cose che Google fa e su cui non ha ADV (es. Google news).Ci guadagna ovviamente in modo indiretto perché ogni nostro interesse (news selezionate, gusti sessuali, ... ) compone il puzzle della nostra esistenza e Google vive di questa conoscenza.
Chiudi i commenti