Licenziamenti in vista per 11000 dipendenti Microsoft?

Licenziamenti in vista per 11000 dipendenti Microsoft?

Entro i prossimi giorni, Microsoft potrebbe annunciare un pesante round di licenziamenti destinato ad abbattersi sul 5% della forza lavoro.
Entro i prossimi giorni, Microsoft potrebbe annunciare un pesante round di licenziamenti destinato ad abbattersi sul 5% della forza lavoro.

Presto, anche Microsoft si aggiungerà alla schiera di realtà hi-tech che hanno scelto la via dei licenziamenti per far fronte alle difficoltà presentate dallo scenario economico attuale. A riportarlo è oggi la redazione di Sky News, con riferimento a quanto appreso da una fonte rimasta anonima, ma ritenuta a conoscenza delle intenzioni manifestate dai vertici dell’organigramma.

Un pesante round di licenziamenti per Microsoft

Attualmente, il gruppo di Redmond impiega circa 220.000 persone a livello globale e il taglio della forza lavoro dovrebbe impattare sul 5% circa della quota complessiva. In altre parole, approssimativamente 11.000 dipendenti saranno obbligati a trovare una nuova occupazione. Alcuni analisti ritengono che il numero potrebbe essere addirittura maggiore.

Un annuncio ufficiale è atteso già entro i prossimi giorni, quasi certamente a opera dell’amministratore delegato Satya Nadella. Ricordiamo che, per la prossima settimana, è in programma la pubblicazione dei risultati finanziari relativi all’ultimo trimestre.

Microsoft sta dunque per iscriversi a un elenco sempre più lungo, di cui già fanno parte AmazonTwitterMeta. Con un valore di capitalizzazione pari a 1,79 mila miliardi, il gruppo ha scommesso negli ultimi anni sulle potenzialità del business legato al cloud, raccogliendo i frutti dei propri investimenti soprattutto durante la fase più critica della pandemia, con la massiccia adozione di sistemi per lo smart working e la comunicazione da remoto. Più di recente è stato registrato un calo dei profitti, nonostante le entrate in aumento, imputabile anzitutto alla brusca frenata del mercato PC.

Per la precisione, già nei mesi scorsi l’azienda ha annunciato un primo round di licenziamenti, dall’impatto però di gran lunga inferiore. In riferimento all’indiscrezione odierna, un portavoce ha replicato con il più classico di no comment: Non commentiamo rumor o speculazioni. Se quanto anticipato da Sky News dovesse corrispondere a verità, ne sapremo di più a breve.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione. Le offerte potrebbero subire variazioni di prezzo dopo la pubblicazione.

Fonte: Sky
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 18 gen 2023
Link copiato negli appunti