Microsoft, l'istruzione a base di Windows 10 S, app e Surface Laptop

La corporation di Redmond presenta nuovi OS, nuove "app" e nuovi sistemi pensati per il mercato educational e per le utenze più esigenti. L'obiettivo è rincorrere Chrome OS, le armi in più sono l'offline e Office

Roma – Nelle scorse ore a New York si è tenuto l’ evento #MicrosoftEDU , appuntamento largamente atteso in cui il colosso statunitense ha svelato le novità in arrivo per le classi, gli studenti e il mercato educational nel suo complesso. Si parla dell’ennesima edizione “innovativa” di Windows, ma anche di nuovo hardware e strumenti pensati per insegnare a programmare e non solo.

Windows 10 S

La “star” di #MicrosoftEDU, per cominciare, è sicuramente stato Windows 10 S : precedentemente noto come Windows 10 “Cloud”, il nuovo sistema operativo ha in realtà poco a che fare con la connettività remota e molto con la semplificazione della piattaforma allo scopo di renderla più stabile; la superficie di attacco si riduce ma la libertà di scelta dell’utente viene in larga parte sacrificata.

Windows 10 S sfrutta infatti la nuova capacità dell’OS (introdotta con il Creators Update) di forzare l’utilizzo delle sole app UWP , inibendo l’installazione del software per computer propriamente detto (applicazioni in standard Win32) e costringendo i clienti a scaricare gli strumenti di lavoro dallo Store di Windows.
Windows 10 S è insomma “chiuso” come Chrome OS, anche se non è altrettanto blindato o limitato nelle capacità: gli utenti in astinenza da applicativi possono sperare nella tecnologia di Project Centennial per vedere convertito il proprio software preferito in formato UWP, il sistema funziona senza problemi online e non è Internet-dipendente e per i più esigenti è comunque possibile fare l’upgrade a un OS per computer completo (Windows 10 Home o Pro) con un centinaio di dollari o poco meno.

Per indorare la pillola dell’obbligo di accesso allo Store di app, Microsoft ha inoltre presentato la versione UWP della release desktop di Office così come nuovi strumenti di collaborazione per il servizio online ad abbonamento di Office 365. Windows 10 S arriverà presto assieme ai PC portatili realizzati dai partner OEM a costo contenuto (190-300 dollari), ma per stabilire un punto di riferimento per utenti e produttori Microsoft ha anche realizzato un sistema tutto suo chiamato Surface Laptop.

Il nuovo portatile arriva come risposta indiretta a chi in questi mesi si è lamentato della mancata disponibilità di nuovi prodotti della linea Surface, e diversamente dai PC dei produttori OEM si tratta di un sistema di punta dal costo non proprio economicissimo (dai 1.170 euro in su in Italia ), specifiche tecniche al passo coi tempi (CPU Kaby Lake, storage a stato solido), display PixelSense da 13,5″ e una batteria che dovrebbe apparentemente durare la bellezza di 14,5 ore per singola carica.

Surface Laptop

Ulteriori novità di #MicrosoftEDU includono strumenti per imparare a programmare (in JavaScript “nativo” o con l’assistenza di bot) in Minecraft con una apposita Education Edition , un tool per la visualizzazione di esperienze in realtà aumentata su Windows 10 (magari oggetti 3D realizzati con 3D Paint) per mezzo di una semplice videocamera, un nuovo mouse “ricurvo” della linea Surface Arc, l’introduzione del supporto al 3D su PowerPoint.

Il prodotto più importante uscito dalla presentazione di New York resta in ogni caso Windows 10 S, rinnovato sforzo di Microsoft per spingere sviluppatori e utenti a investire sul concetto di app virtualizzate su Windows. Il nuovo Surface è un guanto di sfida lanciato a Chrome OS e al successo di Google nel settore educativo con i suoi Chromebook, una storia già sentita in passato (Windows RT) che non dà maggiori garanzie di successo oggi. Le superiori capacità “informatiche” di Windows 10 S rispetto a Chrome OS sono però oggettivamente indubbie, visto che si tratta di un sistema che può funzionare offline senza alcun obbligo di “sincronizzarsi” ai server remoti di Internet. A essere meno certa è la “openness” della nuova piattaforma nei confronti degli sviluppatori o delle esigenze dell’utenza, dubbi ad esempio rafforzati dall’impossibilità di cambiare il browser di default da Edge a un software di navigazione di terze parti (eventualmente) disponibile sullo store di app UWP.

Alfonso Maruccia

Fonte immagini: 1 , 2

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Kernel Panic scrive:
    Non si legge neanche
    Il sito ricarica di continuo, per cui poteva essere anche solo lorem ipsum che era uguale. Tanto siete contenti che qua si leggano solo i titoli e che i commenti siano XXXXXXX scritte di getto (love)
    • panda rossa scrive:
      Re: Non si legge neanche
      - Scritto da: Kernel Panic
      Il sito ricarica di continuo, per cui poteva
      essere anche solo lorem ipsum che era uguale.
      Tanto siete contenti che qua si leggano solo i
      titoli e che i commenti siano XXXXXXX scritte di
      getto
      (love)L'idea che il sito e' fatto cosi' per tenere alla larga quelli che non sono capaci neanche di configurarsi il client, non ti ha sfiorato neanche di striscio a quanto pare.Per quanto riguarda la qualita' dei commenti, grazie per aver contribuito ad abbassare la media.
      • iRoby vi mette in riga scrive:
        Re: Non si legge neanche
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: Kernel Panic

        Il sito ricarica di continuo, per cui poteva

        essere anche solo lorem ipsum che era uguale.

        Tanto siete contenti che qua si leggano solo
        i

        titoli e che i commenti siano XXXXXXX
        scritte
        di

        getto

        (love)

        L'idea che il sito e' fatto cosi' per tenere alla
        larga quelli che non sono capaci neanche di
        configurarsi il client, non ti ha sfiorato
        neanche di striscio a quanto
        pare.
        E giustamente visto l'idiozia che hai scritto. :)
        Per quanto riguarda la qualita' dei commenti,
        grazie per aver contribuito ad abbassare la
        media.Riesce a fare peggio di te ? mmmmmh .... difficile. :)
  • nome cognome scrive:
    Non vi vergognate?
    Non vi vergognate di pubblicare questi articoli tecnici... in un sito con tecnologia di venti anni fa?
    • panda rossa scrive:
      Re: Non vi vergognate?
      - Scritto da: nome cognome
      Non vi vergognate di pubblicare questi articoli
      tecnici... in un sito con tecnologia di venti
      anni
      fa?C'e' ancora troppa gente winara in giro.
      • ... scrive:
        Re: Non vi vergognate?
        - Scritto da: panda rossa
        C'e' ancora troppa gente winara in giro.Ma tu non puoi vivere senza postare cavolate inutili?
        • Il Fuddaro scrive:
          Re: Non vi vergognate?
          - Scritto da: ...
          - Scritto da: panda rossa

          C'e' ancora troppa gente winara in giro.
          Ma tu non puoi vivere senza postare cavolate
          inutili?E tu proprio non ci riesci a NON fare il pappagallo? Ti si addice di più l'uccellino della marketta dell'acqua di del piero, se non altro almeno per questione di dimensioni, il pappagallo e troppo per te. :$
      • ... scrive:
        Re: Non vi vergognate?
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: nome cognome

        Non vi vergognate di pubblicare questi
        articoli

        tecnici... in un sito con tecnologia di venti

        anni

        fa?

        C'e' ancora troppa gente winara in giro.Dice quello che posta tutto il giorno su un sito fatto in aspx
    • me numero 2 scrive:
      Re: Non vi vergognate?
      manca la firma, mi sa che l'articolo è stato copiato da altre fonti
      • michele69 scrive:
        Re: Non vi vergognate?
        Sono io, e se hai domande/delucidazioni/dubbi/perplessità/incertezze puoi riportarle al link che segue (forum attinente):http://www.linux-magazine.it/forum/Curiosità (non c'è obbligo di risposta, ovviamente!): perché mai dovrei aver copiato da altre fonti? Di sicuro ho letto libri e documentazioni attinenti. ;-)
Chiudi i commenti