Microsoft, Nadella scuote i piani alti

Il nuovo CEO mette mano al management di Redmond: Stephen Elop e Mark Penn salgono, mentre Julie Larson-Green scende. Abbandonano la nave l'ex-Skype Tony Bates e il guru del marketing Tami Reller

Roma – Satya Nadella ha annunciato una serie di cambiamenti che riguardano il management di Redmond, dando ad un mese dal suo arrivo alla guida di Microsoft la sua impronta a Microsoft. Particolarmente rilevante appare il cambiamento che riguarda Mark Penn, già consigliere del Presidente Clinton, stratega della campagna elettorale di Hillary Clinton e responsabile per Microsoft della campagna pubblicitaria Honestly e dello spot durante l’ultimo Super Bowl, ottiene ora un ruolo di primissimo piano, diventando executive vice president responsabile della strategia generale dell’azienda .

Nadella ha spiegato che “la sua capacità di utilizzare i dati per valutare velocemente ed adeguare in corso d’opera le campagne promozionali ha portato una nuova comprensione e nuove capacità cognitive”. Questa abilità – dice il nuovo CEO di Redmond – sarà dunque ora messa a disposizione in altri diversi settori.

In generale , ad essere interessato dei cambiamenti conseguenti all’arrivo di Nadella è il Senior Leadership Team (SLT), il gruppo dei manager con maggiore esperienza e ruoli di primo piano: il primo a cedere il passo è l’ex CEO di Skype Tony Bates, che negli ultimi otto mesi aveva guidato la divisione Business Development and Eangelism ; lo sostituirà Eric Rudder, almeno ad interim.

Nadella ha inoltre deciso che a capo del marketing debba esserci una sola persona , un approccio ben diverso da quello di Steve Ballmer che preferiva accentrare le diverse competenze sotto la sua direzione diretta, e per farlo ha scelto Chris Capossela, che sarà supportato durante la transizione da Tami Reller, che poi lascerà Redmond.

Inoltre, già la settimana scorsa Stephen Elop , tornato a casa con l’acquisizione di Nokia da parte di Microsoft, ha preso il posto alla guida della sezione device, sostituendo Julie Larson-Green che è passata al gruppo Servizi ed Applicazioni , dove sarà – probabilmente con un piccolo passo indietro rispetto alla sua carriera – il chief experience officer responsabile tra l’altro di Bing, Office e Skype.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • bubba scrive:
    ABC4Trust ...
    cercando di capire che XXXXX sia, mi vedo nel consorzio M$ e IBM.... ma non era per "per finanziare progetti sulla cyber-sicurezza, necessaria oggi più che mai, viste le rivelazioni del Datagate" ? :P
  • Anonimo scrive:
    Geniale
    "Advanced Cyber Defence Centre o ACDC"Come direttore operativo vedrei bene Brian Johnson, LOL
    • Mazzu scrive:
      Re: Geniale
      AC/DCGià! L'ho pensato anche io... XD XD- Scritto da: Anonimo
      "Advanced Cyber Defence Centre o ACDC"

      Come direttore operativo vedrei bene Brian
      Johnson,
      LOL
    • ... scrive:
      Re: Geniale
      - Scritto da: Anonimo
      "Advanced Cyber Defence Centre o ACDC"

      Come direttore operativo vedrei bene Brian
      Johnson,
      LOL[img]http://resources2.news.com.au/images/2011/05/16/1226056/868454-ac.jpg[/img]
Chiudi i commenti