Microsoft, un Patch Tuesday corposo

Martedì di update in arrivo da Redmond, e per l'occasione verranno corrette vulnerabilità critiche in Internet Explorer e non solo. Nella speranza, questa volta, di non incorrere in patch che necessitano di nuove patch

Roma – Microsoft prepara la strada al Patch Tuesday di maggio 2013 rilasciando le prime informazioni preliminari sul pacchetto, informazioni che evidenziano la notevole importanza degli aggiornamenti inclusi e la gamma dei software coinvolti.

Sono 10, in totale, i bollettini di sicurezza per cui Redmond avvierà la distribuzione a partire da domani, due dei quali classificati di livello “critical” e i restanti 8 valutati come “important”. Le vulnerabilità corrette ammontano a 33, mentre i prodotti interessati includono Windows, Office, il framework.NET, Lync, Windows Essentials.

Il primo bollettino critico riguarda tutte le versioni di Internet Explorer supportate (dalla 6 alla 10) e dovrebbe chiudere le falle individuate in precedenza in diverse conferenze sulla sicurezza informatica. Il secondo bollettino è invece dedicato al solo IE 8 e alla vulnerabilità zero day che ha recentemente costretto Microsoft a preparare un “hot-fix” fuori ciclo in attesa di una patch propriamente detta.

Il resto dei bollettini mira a correggere problemi e bachi con livello di pericolosità variabile che spazia fra possibili crash di Windows, esecuzione di codice da remoto in Office, elevazioni dei privilegi di accesso e “fuga” di informazioni tramite software Windows Essentials 2011 e 2012.

Augurabilmente, il Patch Tuesday di maggio avrà una riuscita meno problematica di quello precedente e del bug nel driver kernel per il file system NTFS che ha poi costretto Microsoft a rilasciare una nuova patch per la aggiustare vecchia patch .

Anche Adobe, com’è oramai costume da qualche tempo, rilascerà i propri aggiornamenti per Reader e la piattaforma di sviluppo ColdFusion .

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • sxs scrive:
    "Auto regolamentazione"

    certamente la retorica della Rete autoregolata e paritaria di cui ci
    siamo innamorati 15 anni fa era troppo bella ed inattuabile, in Italia
    come altrove; Perche'?? Se c'e' chi si diverte a fare discussioni e scambiare epiteti sui personaggi pubblici non sei ne' tu ne' io ad arrogarci il diritto di stabilire se questa sia o non sia un'autoregolazione.Oppure devo capire che quello che piace a te o a me sia "autoregolato" e quello che invece mi sembra gretto, e poco interessanste non lo sia??Occhio Mantellini, la liberta' d'espressione passa anche da cio' che non ci piace. Non si dichiara che la rete no sia "auto regolamentata" perche' cosi' facendo si apre la via alla regolamentazione d'autorita', e questa si che sarebbe la fine della liberta' in rete.Usanet esiste ancora, ognuno frequenti e parli come e di cio' che gli interessa, ma lasci stare gli altri!Lo spazio, in rete, c'e' per tutti e se proprio fosse il caso esiste il reato di diffamazione a mezzo internet, ma MAI e poi MAI una regolamentaziione a priori!Saluti.
  • lettore scrive:
    libertà di insulto
    Riguardo a questo tema sono stato della medesima opinione dell'autore dell'articolo per anni.Poi ho avuto la ventura di partecipare in modo esterno a una sessione di PRIMARIE per le comunali, nemmeno vere elezioni. Appoggiavo un candidato a visto aperto sui forum dei giornali e social.Mi sono reso conto che la situazione è drammatica, lasciamo perdere insulti e prese in giro pubbliche da parte di anonimi, non mi piace l'asimmetria tra persone che ci mettono la faccia e altri che si nascondono, ma sono arrivate addirittura delle minacce e false accuse. Stiamo parlando di primarie...Un cittadino oggi che si mette in gioco a viso aperto senza avere nessun interesse specifico e nessun ruolo istituzionale rischia di doversi guardare le spalle (anche se molto probabilmente nel caso specifico non c'erano rischi reali) a causa di scalmanati, anonimi e impunibili. Quando dite 'leggete il XXXXXXX manuale' c'è scritto che il reato di minaccia è stato sospeso?Anche io vorrei che rimanesse possibile esprimere il proprio parere in modo riservato, è una possibilità in più per la democrazia sopratutto in caso di limitazione della libertà d'opinione, ma si può fare sulla pelle delle persone?Salutoni.
    • Franky scrive:
      Re: libertà di insulto
      - Scritto da: lettore
      Riguardo a questo tema sono stato della medesima
      opinione dell'autore dell'articolo per
      anni.
      Poi ho avuto la ventura di partecipare in modo
      esterno a una sessione di PRIMARIE per le
      comunali, nemmeno vere elezioni. Appoggiavo un
      candidato a visto aperto sui forum dei giornali e
      social.
      Mi sono reso conto che la situazione è
      drammatica, lasciamo perdere insulti e prese in
      giro pubbliche da parte di anonimi, non mi piace
      l'asimmetria tra persone che ci mettono la faccia
      e altri che si nascondono, ma sono arrivate
      addirittura delle minacce e false accuse. Stiamo
      parlando di
      primarie...
      Un cittadino oggi che si mette in gioco a viso
      aperto senza avere nessun interesse specifico e
      nessun ruolo istituzionale rischia di doversi
      guardare le spalle (anche se molto probabilmente
      nel caso specifico non c'erano rischi reali) a
      causa di scalmanati, anonimi e impunibili. Quando
      dite 'leggete il XXXXXXX manuale' c'è scritto che
      il reato di minaccia è stato
      sospeso?
      Anche io vorrei che rimanesse possibile esprimere
      il proprio parere in modo riservato, è una
      possibilità in più per la democrazia sopratutto
      in caso di limitazione della libertà d'opinione,
      ma si può fare sulla pelle delle
      persone?
      Salutoni.
      Mi scusi...(do del lei perche' quelli che sono contro l'anonimato in rete non conoscono le nostre usanze...)...mi spiega se lei e' anonimo e l'altro interlocutore lo e' anche...come fa la sua vita ad essere in pericolo?Lei sa che l'anonimato in rete... in realta' e' semianonimato...nel senso che l'operatore di telecomunicazione e la polizia postale possono in ogni momento risalire all'identita' del mittente del messaggio...dietro mandato dell'autorita' giudiziaria(tramite ip)?Le risulta che chi la minaccia telefonicamente rimanga impunito?Eppure mi pare che non facciate delle leggi per impedire che un cittadino si veda rotte le scatole da gente che fa squilli anonimi nel cuore della notte...o sbaglio...anzi e' passato il principio secondo cui il numero del chiamante debba rimanere anonimo...Ora le chiedo perche' se devo andare su un forum medico... perche' tutto il mondo debba sapere come mi chiamo e conoscere le mie condizioni di salute...?Le chiedo perche' un giornale generalista debba avere il diritto di critica di sbattere un privato cittadino in prima pagina con l'etichetta di mostro... mentre dei privati cittadini non debbano avere il diritto di fare critica politica, economica,religiosa ma vi debbano essere reati come i vituperi...senza lasciare nome cognome indirizzo e presentarsi in tribunale per questo... le chiedo, perche'?Crede forse che l'Italia sia la Cina? Ne siete proprio convinti?Siete convinti che un paese occidentale possa accettare situazioni del genere?
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: libertà di insulto
        - Scritto da: Franky
        Lei sa che l'anonimato in rete... in realta' e'
        semianonimato...nel senso che l'operatore di
        telecomunicazione e la polizia postale possono in
        ogni momento risalire all'identita' del mittente
        del messaggio...dietro mandato dell'autorita'
        giudiziaria(tramite ip)?In realtà non si risale all'identità del mittente, ma si risale, al più, ad una presa telefonica.Cosa ci sia oltre, non è dato saperlo.Potrebbe esserci un router wifi che è stato crackato da qualcuno.Potrebbe esserci un insieme di computer usati da più persone.Potrebbe esserci un computer usato da più persone.Potrebbe poi esserci un computer infetto e usato come testa di ponte.Potrebbe infine non esserci nulla perché il presunto colpevole ha fatto sparire tutto (macchine comprese).
    • sxs scrive:
      Re: libertà di insulto
      Se si ritiene di essere stati minacciati seriamente o diffamati si sporge denuncia, si puo' gia' fare ed ottenere una indagine e una condanna, se giustificata.E va bene cosi'. Sia solo per tappare la bocca agli altri che ci si debba identificare per primi!!Ho la sensazione che ci siano una pletora di personaggi piu' o meno noti a cui non vada giu' che la linea editoriale nei loro confronti non sia controllata direttamente dai loro ben renumerati "editori" o meglio "promoter".Pensare ad una qualsiasi forma di "identificazione preventiva", e' follia, roba da medioevo e non e' il caso che mi metta a fare esempi, qualcuno li ha gia' fatti.
  • Leguleio scrive:
    Piccolo aggiornamento
    Sul caso delle offese al presidente:http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/05/15/napolitano-senza-commenti-grillo-nuovo-post-contro-reato-di-vilipendio/594565/
  • r00t1na scrive:
    Meditate gente, meditate
    Condivido il contenuto dell'articolo, ma vorrei aggiungere una cosa.Un cattivo uso dei nuovi mezzi di condividere informazione è anche quello che si vede troppo spesso nei commenti agli articoli di Punto Informatico.Secondo me, non basta evitare di essere offensivi, violenti o volgari: occorre anche evitare di fare troppo spesso "rumore inutile".Troppo spesso i lettori che adorano ascoltare la propria voce (tutti noi?) iniziano un fuoco di fila di battute, esclamazioni, prese in giro, frecciatine, semplificazioni ecc. che ben poco contribuiscono all'argomento trattato, e finiscono per sfinire chi volesse pubblicare o leggere un contributo utile.Questo è il mio primo commento dopo 5 anni di silenzio, proprio per questo motivo.Scusate se rompo il silenzio.
    • Sgabbio scrive:
      Re: Meditate gente, meditate
      Il problema di PI ha altri motivi che non posso star qui ha spiegare, riguarda ben altro.
    • nome scrive:
      Re: Meditate gente, meditate
      complimenti per il primo commento, lo condivido in pieno. ma non sottovaulterie il "rumore di fondo" si tratta anzi della principale fonte di informazioni per tutti quei soggetti che campano spiando le nostre abitudini in rete. Tutti quei "mi piace", quelle battutine, quei 140 caratteri umorali che apparentemente non dicono nulla (se non sulla poca educazione dell'autore) sono un ottima arma contro chiunque coglia un'internet libera e neutra. Oltre che costituire una certa spesa nelle tasche di chiunque: i miliardi che FB fa con i "mi piace" a tutti gli effetti li forniscono i consumatori di tasca propria
    • ... scrive:
      Re: Meditate gente, meditate
      Non sono 5 anni, ma meno di 3 :D
    • sxs scrive:
      Re: Meditate gente, meditate
      Quello che tu chiami "rumore di fondo" e' quello per cui vale la pena di consultare Internet invece di stare a rinXXXXXXXXrsi davanti alla TV.
  • To madre roja scrive:
    Suktan
    Mmm Mentana. Mm a si il droga-giornalista
  • napodano scrive:
    140 caratteri
    il problema è anche il limite dei 140 caratteri: è ovvio che il risultato non puo' che essere la progressiva riduzione del pensiero a gorgheggio, in particolare quando il QI di chi lo esprime non è particolarmente elevato.presunti esperti di comunicazione come Mentana avrebbero dovuto saperlo e non cadere nella trappola.
    • krane scrive:
      Re: 140 caratteri
      - Scritto da: napodano
      il problema è anche il limite dei 140 caratteri:
      è ovvio che il risultato non puo' che essere la
      progressiva riduzione del pensiero a gorgheggio,
      in particolare quando il QI di chi lo esprime non
      è particolarmente elevato.
      presunti esperti di comunicazione come Mentana
      avrebbero dovuto saperlo e non cadere nella
      trappola.Presunti appunto...
    • Ello scrive:
      Re: 140 caratteri
      - Scritto da: napodano
      il problema è anche il limite dei 140 caratteri:
      è ovvio che il risultato non puo' che essere la
      progressiva riduzione del pensiero a gorgheggio,
      in particolare quando il QI di chi lo esprime non
      è particolarmente
      elevato.Al di là del fatto che vi è un evidente problema linguistico, visto che l'italiano ( e ancora più lo spagnolo) sono più prolissi dell'inglese, questa è una questione antropologicamente interessante, specie per quelli che leggendo i Promessi Sposi o Guerra e Pace ormai non riescono ad andare oltre il 140 carattere.Consideriamo infine che in 140 caratteri, un "XXXXXXXXXX"(cit) ci stà benissimo mentre un discorso vendoliano tipo : "parossismo della decadenza dei canoni convenzionali della sinistra italiana", non ci stà proprio e questo impone una struttura comunicativa, basata su slogan insulti, grugniti, rutti e un conseguente regresso culturale allo stato primevo della civiltà umana.
  • Gennarino Esposito scrive:
    Napoli capitale d'Italia!
    Napoli capitale d'Italia!
  • flusso reflusso scrive:
    allodole 2.0
    twitter, facebook, google xyz, i Cosi... roba vecchia, vecchissima2000 anni fa erano "panem et circenses", oggi sono "social network"...ieri specchietti per le allodoleoggi specchietti per le allodole 2.0
    • tucumcari scrive:
      Re: allodole 2.0
      - Scritto da: flusso reflusso
      twitter, facebook, google xyz, i Cosi...

      roba vecchia, vecchissima

      2000 anni fa erano "panem et circenses", oggi
      sono "social
      network"...

      ieri specchietti per le allodole
      oggi specchietti per le allodole 2.0Nahhhaa la tecnica psicologica di base (che è il pezzo forte) è ancora 1.0
      • Leguleio scrive:
        Re: allodole 2.0
        Ullallà. tucumcari che discetta di tecnica psicologica di base...Ma sì, fa ridere pure questa. Approvato.
        • tucumcari scrive:
          Re: allodole 2.0
          - Scritto da: Leguleio
          Ullallà. tucumcari che discetta di tecnica
          psicologica di
          base...

          Ma sì, fa ridere pure questa. Approvato.Certo che ti sei fatto un sacco di amici eh qui sul forum PI?(rotfl)(rotfl)
          • Leguleio scrive:
            Re: allodole 2.0
            Due faccine. Pensavo di più. Mi sa che devo citare esempi in cui ce n'erano anche dieci a messaggio.
          • Leguleio scrive:
            Re: allodole 2.0
            Questo commento, per esempio:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3666664&m=3667102#p3667102Ben quattordici faccine.
          • tucumcari scrive:
            Re: allodole 2.0
            - Scritto da: Leguleio
            Questo commento, per esempio:

            http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3666664&m=366

            Ben quattordici faccine.Sapessi almeno contare!Neanche a quello arrivi!
          • Leguleio scrive:
            Re: allodole 2.0
            Bisogna fare gli errori apposta per attirare le tue rimostranze. Be', è un numero da circo anche questo, e a me non spiace fare da "spalla", ogni tanto. La prossima?
          • tucumcari scrive:
            Re: allodole 2.0
            - Scritto da: Leguleio
            Bisogna fare gli errori apposta per attirare le
            tue rimostranze. Be', è un numero da circo anche
            questo, e a me non spiace fare da "spalla", ogni
            tanto.


            La prossima?La prossima ?La prossima la decido io a mio insidacabile giudizioCome sempre.Non te ne sei ancora reso conto?
          • Leguleio scrive:
            Re: allodole 2.0
            Nel senso che te ne vai sbattendo la porta.Il dettaglio che ti sfugge è che io ci sarò anche quando ritorni.
  • tucumcari scrive:
    su twitter
    E sui forum comunque si può sempre fare a meno di certi personaggi grazie a dio nessuno è indispensabile...Anzi certe mancanze sono un vero sollievo.Chi ha un certa età ricorderà quella pubblicità di pastigliette balsamiche..."Resoldor.... ahhhhh come respiro".Non so se mi spiego! ;)
    • Leguleio scrive:
      Re: su twitter
      Bravo, la faccina con l'occhiolino non deve mancare mai in uno dei tuoi commenti. E nemmeno il punto esclamativo.Ora qualcosa di più forte.
      • tucumcari scrive:
        Re: su twitter
        - Scritto da: Leguleio
        Bravo, la faccina con l'occhiolino non deve
        mancare mai in uno dei tuoi commenti. E nemmeno
        il punto
        esclamativo.
        Ora qualcosa di più forte.è evidente che ti vuoi male!Infanzia difficile?
        • Leguleio scrive:
          Re: su twitter
          Un punto esclamativo, un interrogativo. Un po' in ribasso, ma puoi riprenderti. Suggerimenti: parla di legge, o anche di petizioni online che hanno cambiato i destini d'Europa. L'effetto è assicurato. Se vuoi metto un paio di link, per rinfrescarti la memoria sui tuoi <I
          exploit </I
          .
          • marco fava scrive:
            Re: su twitter
            Vedi,è per quelli come te che nascono le discussioni: i superman della tastiera che nella vita se sono faccia afaccia con l'interlocutore si cagano addosso e non alzano neanche lo sguardo
  • Gabriele scrive:
    c.a. Mantellini : ma Mentana legge P.I.?
    c.d.o.l'articolo è interessante e nei giorni scorsi ho pensato la stessa cosa, anche ieri sera guardando La7 dopo il TG, perché (s)parlavano di Twitter.Quindi la domanda è: Mentana legge Punto-Informatico?Se no, qualcuno gli inoltri sta pagina, altrimenti è fatica sprecata! :)
  • Il RE scrive:
    Re: Residui di Medioevo
    Almeno citasse bene: era riferito a Zoile. Chi era costei?La correggerei cosí cmq:IlRe, quid solium subluto podice perdis? Spurcius ut fiat, merge caput leguleiis.
    • Il RE scrive:
      Re: Residui di Medioevo
      Nel frattempo... tada... cancellazione!
    • tucumcari scrive:
      Re: Residui di Medioevo
      - Scritto da: Il RE
      Almeno citasse bene: era riferito a Zoile. Chi
      era
      costei?

      La correggerei cosí cmq:
      IlRe, quid solium subluto podice perdis?
      Spurcius ut fiat, merge caput leguleiis.è uno dei suoi problemi ... una cultura molto superficiale... se gratti un pochino ti accorgi che ... come il titolo del film... "sotto il vestito niente".
      • Il RE scrive:
        Re: Residui di Medioevo
        Mai visto il film.Cosa vuoi dire, che alla fine nel film non si vede nulla quando si toglie il vestito?Ma allora é attualissimo, come certi titoli di giornale :D
        • tucumcari scrive:
          Re: Residui di Medioevo
          - Scritto da: Il RE
          Mai visto il film.

          Cosa vuoi dire, che alla fine nel film non si
          vede nulla quando si toglie il
          vestito?No il contesto è un "giallo" (nel mio modesto giudizio quasi un b-movie anche se ha avuto un grande sucXXXXX di cassetta) in cui si strizza l'occhio a una certa "pruderie" piccolo borghese.http://it.wikipedia.org/wiki/Sotto_il_vestito_niente
          • Leguleio scrive:
            Re: Residui di Medioevo
            La "pruderie" io ce l'ho per sapere il link che minacci qui:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3788295&m=3789108#p3789108Se trovi il link di wikipedia, lo troverai anche per dare seguito a quella minaccia, no?!?
      • Leguleio scrive:
        Re: Residui di Medioevo
        Anche questa si lasciava leggere. tucumcari che esamina la cultura degli altri. Carina, sì.Ma hai abbandonato le altre discussioni. Non farmi annoiare così.
        • Il RE scrive:
          Re: Residui di Medioevo
          A me personalmente sorprende cosa fa il web tanto tempo da investirci (nel nulla).Nelle cancellazioni si é perso il post sulle parole di uso raro (a parte che mellifluo non é tanto raro).
  • unaDuraLezione scrive:
    E' scoppiato!
    AHAHAHAHAHAHAHAHAAHAHAHAHAHAHAHAHAAHAHAHAHAHAHAHAHAAHAHAHAHAHAHAHAHAAHAHAHAHAHAHAHAHAAHAHAHAHAHAHAHAHAAHAHAHAHAHAHAHAHAAHAHAHAHAHAHAHAHAAHAHAHAHAHAHAHAHAAHAHAHAHAHAHAHAHA
    • tucumcari scrive:
      Re: E' scoppiato!
      - Scritto da: unaDuraLezione
      AHAHAHAHAHAHAHAHA
      AHAHAHAHAHAHAHAHA
      AHAHAHAHAHAHAHAHA
      AHAHAHAHAHAHAHAHA
      AHAHAHAHAHAHAHAHA
      AHAHAHAHAHAHAHAHA
      AHAHAHAHAHAHAHAHA
      AHAHAHAHAHAHAHAHA
      AHAHAHAHAHAHAHAHA
      AHAHAHAHAHAHAHAHAbhe in un certo senso te lo avevo promesso ricordi? ;)
      • Leguleio scrive:
        Re: E' scoppiato!
        L'occhiolino fa sempre la sua bella figura.Altro?
        • tucumcari scrive:
          Re: E' scoppiato!
          - Scritto da: Leguleio
          L'occhiolino fa sempre la sua bella figura.
          Altro?Guarda mi fai veramente compassione.Ti lascio al prossimo passaggio del t-1000Fino ad allora (lo faccio per il tuo bene) dieta.Sono davvero preoccupato per le tue coronarie
          • Leguleio scrive:
            Re: E' scoppiato!
            Bene, anche per oggi la nocciolina te la sei meritata. To'.Un tucumcari che si preoccupa del prossimo, è qualcosa che bisogna vedere almeno una volta nella vita.Quale la prossima gag?
  • Gennarino B scrive:
    Capisci che siamo in italia
    Quando vedi attempati giornalisti, cresciuti a cenette con vescovi, lobbysti e oscuri manovratori, sbattere sul muro della realta': il cittadino che,tramite i mezzi della modernità, ti manda affanXXXX per la tua scarsissima qualità professionale.Ora, nel 2013, in un paese serio si parlerebbe di chiudere l'ordine dei giornalisti, eliminare il contributo pubblico all'editoria e uscire dal 57esimo posto x libertà di stampa.Altro che twitter, frizzi e lazzi.La solita italietta con le sue dinosauresche "elite"
    • panda rossa scrive:
      Re: Capisci che siamo in italia
      - Scritto da: Gennarino B

      Ora, nel 2013, in un paese serio si parlerebbe di
      chiudere l'ordine dei giornalisti, eliminare il
      contributo pubblico all'editoria e uscire dal
      57esimo posto x libertà di
      stampa.Se ne parla, infatti!Con l'evidente risultato che tutta la casta si e' coalizzata contro chi parla di queste cose, suscitando l'apprezzamento della popolazione.Guarda che bella foto, da usare nella prossima campagna elettorale.[img]http://www.vip.it/wp-content/uploads/2013/04/abbraccio-bersani-alfano.jpg[/img]
      • tucumcari scrive:
        Re: Capisci che siamo in italia
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: Gennarino B




        Ora, nel 2013, in un paese serio si
        parlerebbe
        di

        chiudere l'ordine dei giornalisti, eliminare
        il

        contributo pubblico all'editoria e uscire dal

        57esimo posto x libertà di

        stampa.

        Se ne parla, infatti!
        Con l'evidente risultato che tutta la casta si e'
        coalizzata contro chi parla di queste cose,
        suscitando l'apprezzamento della
        popolazione.

        Guarda che bella foto, da usare nella prossima
        campagna
        elettorale.

        [img]http://www.vip.it/wp-content/uploads/2013/04/è circonvenzione di incapace!
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: Capisci che siamo in italia
          - Scritto da: tucumcari
          [img]http://www.vip.it/wp-content/uploads/2013/04/
          è circonvenzione di incapace!chi? L'elettore?
          • tucumcari scrive:
            Re: Capisci che siamo in italia
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: tucumcari



            [img]http://www.vip.it/wp-content/uploads/2013/04/

            è circonvenzione di incapace!

            chi? L'elettore?No quello la sua aveva provato a dirla!
    • Sgabbio scrive:
      Re: Capisci che siamo in italia
      il finanziamento dell'editoria serve a portar aventi giornali che hanno una gestione pessima. Vedi pubblico, il secondo quotidiano o testate giornalistica NATA SENZA tali finanziamenti. Con una gestione stupida, sono morti dopo 3 mesi.
      • tucumcari scrive:
        Re: Capisci che siamo in italia
        - Scritto da: Sgabbio
        il finanziamento dell'editoria serve a portar
        aventi giornali che hanno una gestione pessima.
        Vedi pubblico, il secondo quotidiano o testate
        giornalistica NATA SENZA tali finanziamenti. Con
        una gestione stupida, sono morti dopo 3
        mesi.Il fatto invece parrebbe andare anche perchè tutto sommato (d'accordo o meno che si sia sulla linea editoriale) almeno un po' di gente che sa come scrivere un giornale c'è.
        • Leguleio scrive:
          Re: Capisci che siamo in italia
          C'è anche gente che sa come divertire. Ad ognuno il suo. Una faccina? Un bel punto esclamativo?
          • tucumcari scrive:
            Re: Capisci che siamo in italia
            - Scritto da: Leguleio
            C'è anche gente che sa come divertire. Ad ognuno
            il suo.

            Una faccina? Un bel punto esclamativo?Io non so più come dirtelo non ti rendi conto ancora che di questo passo i tuoi post rimarranno sul forum solo quando XXXXXX la gallina?
          • Leguleio scrive:
            Re: Capisci che siamo in italia
            Già meglio. C'era un punto di domanda.
          • tucumcari scrive:
            Re: Capisci che siamo in italia
            - Scritto da: Leguleio
            Già meglio. C'era un punto di domanda.L'ultimo ...A dieta di nuovo! :DFino al prossimo passaggio del t-1000La ricreazione è finita. :D
          • Leguleio scrive:
            Re: Capisci che siamo in italia
            Bene così. Due faccine. E un punto esclamativo.Per far ridere non sei obbligato a parlare sempre del T-1000, ci sono mille altri argomenti, e uno vale l'altro.
        • Sgabbio scrive:
          Re: Capisci che siamo in italia
          Ma anche pubblico aveva gente brava, il problema è che era prima di tutto politicizzato, visto che uno degli azionisti di maggioranza era del pd, quindi puoi immaginare le notizie che ci stavano in maggioranza, praticamente erano quasi esclusivamente mono argomento, la gente si è stufata e non ha più comprato il giornale.Pubblico ha fatto l'errore di puntare tutto sulla carta stampata, mentre il Fatto punta anche al web.Poi ha fatto la fine che ha fatto.
    • Allibito scrive:
      Re: Capisci che siamo in italia
      - Scritto da: Gennarino B
      Quando vedi attempati giornalisti, cresciuti a
      cenette con vescovi, lobbysti e oscuri
      manovratori, sbattere sul muro della realta': il
      cittadino che,tramite i mezzi della modernità, ti
      manda affanXXXX per la tua scarsissima qualità
      professionale.

      Ora, nel 2013, in un paese serio si parlerebbe di
      chiudere l'ordine dei giornalisti, eliminare il
      contributo pubblico all'editoria e uscire dal
      57esimo posto x libertà di
      stampa.

      Altro che twitter, frizzi e lazzi.

      La solita italietta con le sue dinosauresche
      "elite"Se per te "i moderni mezzi della modernità" significa poter finalmente insultare chi conta, in perfetto anonimato, non credo sia stata una grande conquista.
    • orcoiPoD scrive:
      Re: Capisci che siamo in italia
      grillino detected
      • Sgabbio scrive:
        Re: Capisci che siamo in italia
        Non sono un grillino, ma è la mera verità che il finanziamento pubblico dei quotidiani, serve solo a mantenere attività fallimentari.
  • Enjoy with Us scrive:
    Mantellini non ho capito...
    Cosa vorrebbe dire leggersi il manuale delle regole in casi come quello di Mentana o della Boldrini?Mi sfugge il rapporto fra insulti/diffamazioni a mezzo internet e la netiquette dell'offeso!Che poi in generale si possa affermare che la diffamazione debba essere perseguita su internet come nella vita reale è un'ovvietà che credo nessuno contesti!-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 13 maggio 2013 13.57-----------------------------------------------------------
    • Presidente scrive:
      Re: Mantellini non ho capito...
      già, sfugge anche a me.speriamo che l'autore chiarisca meglio
      • Sgabbio scrive:
        Re: Mantellini non ho capito...
        forse voleva fare un discorso ampio, su come le dinamiche della rete non vengono volutamente capite da certi politici e VIPS, con un certo EGO ?Mi ricorda molto un articolo di fabio chiusi chiamato "la rete è il nemico" se non sbaglio il titolo.Infondo se ti pare normale che per uno stupido fotomontaggio, una "politchessa" deve avere 7 "guardie private" per far censura fascista...
  • Surak 2.0 scrive:
    Residui di Medioevo
    A prescindere dai fatti e dall'inutilità pure dell'azione legale, dato che essendo grillini possono avvalersi di varie scusanti, c'è da sottolineare sempre che le varie leggi che rendono reato le offese ai vari organi del potere o loro rappresentanti, non sono altro che residui di Medioevo dove offendere il Re e nobiltà (o loro truppa) serviva a incutere paura al popolino. Chiaro che quelle leggi andrebbero eliminate e che il PdR o chiunque altro dovrebbe leggersi, parafrasando l'articolo, "le dannate regole della vita reale" e scendere dal "trono"..perché se uno difende un'invasione, fa la cresta sui rimborsi di viaggio, fa o dice qualunque stupidata deve aspettarsi che gli si rinfacci. Al contrario poi..più sono potenti poi e meno dovrebbero essere tutelati i quel senso nel classico "oneri ed onori", ma a prescindere dovrebbero essere eliminati tutti i reati d'opinione (se non sei in grado di ribattere efficacemente, dovresti porti domande, non nasconderti dietro leggi arroganti), cosa diversa è la creazione o la pubblicazione di notizie (evidentemente) false.
    • Leguleio scrive:
      Re: Residui di Medioevo
      - Scritto da: Surak 2.0
      A prescindere dai fatti e dall'inutilità pure
      dell'azione legale, dato che essendo grillini
      possono avvalersi di varie scusanti, In caso di identificazione certa degli autori dei commenti diffamanti per Napolitano, l'unica esimente di cui si possono avvalere è l'infermità mentale. Ti riferivi a quella?
      c'è da
      sottolineare sempre che le varie leggi che
      rendono reato le offese ai vari organi del potere
      o loro rappresentanti, non sono altro che residui
      di Medioevo dove offendere il Re e nobiltà (o
      loro truppa) serviva a incutere paura al
      popolino. Vero.Ma non credo che al popolino italiano piacerebbe che questo timore non esistesse più. Mi sbaglierò, ma secondo me un eventuale referendum sull'abolizione dell'art. 278 del codice penale (che punisce le offese al capo dello Stato) perderebbe. :|
      ma a prescindere
      dovrebbero essere eliminati tutti i reati
      d'opinione (se non sei in grado di ribattere
      efficacemente, dovresti porti domande, non
      nasconderti dietro leggi arroganti), E invece in Italia ce ne sono ancora diversi. La strada è lunga, e tutta in salita.
      • tucumcari scrive:
        Re: Residui di Medioevo
        - Scritto da: Leguleio
        Vero.
        Ma non credo che al popolino italiano piacerebbe
        che questo timore non esistesse più. Mi
        sbaglierò, ma secondo me un eventuale referendum
        sull'abolizione dell'art. 278 del codice penale
        (che punisce le offese al capo dello Stato)
        perderebbe.Certo..."In nome del popolino italiano"(rotfl)(rotfl)C'è scritto così no?Anche al palazzo di giustizia...
        • Leguleio scrive:
          Re: Residui di Medioevo
          Bravo. Le faccine, e anche le frasi. La gag stavolta è riuscita.
          • tucumcari scrive:
            Re: Residui di Medioevo
            - Scritto da: Leguleio
            Bravo. Le faccine, e anche le frasi. La gag
            stavolta è
            riuscita.Riesce sempre!è un vero peccato che poi passi il t-1000oppure.... aspetta ...Non sarà mica quella la "riuscita vera"?
          • Leguleio scrive:
            Re: Residui di Medioevo
            Un punto esclamativo e uno interrogativo. Qui sei un po' sottotono. Forse devo rispolverare vecchie battute con i link?
          • Il RE scrive:
            Re: Residui di Medioevo
            Invito io il t-1000.http://www.dizionario-italiano.it/definizione-lemma.php?definizione=leguleio&lemma=L01B8400Spregiativo. Mica lo dico io, lo dice il link.
          • Leguleio scrive:
            Re: Residui di Medioevo
            Il RE ha fatto lo <I
            scoop </I
            . Se vuoi ti do un gruppo di parole di uso raro da cercare, così usi il tuo tempo imparando la lingua italiana.
          • tucumcari scrive:
            Re: Residui di Medioevo
            - Scritto da: Leguleio
            Il RE ha fatto lo <I
            scoop </I
            .

            Se vuoi ti do un gruppo di parole di uso raro da
            cercare, così usi il tuo tempo imparando la
            lingua
            italiana.Meglio il latino."nomen omen"
          • Leguleio scrive:
            Re: Residui di Medioevo
            Peccato. Ti saresti fatto una cultura. Ma visto che ti piace il latino, ti cito Marziale: <I
            IlRe, quid solium subluto podice perdis? Spurcius ut fiat, IlRe, merge caput </I
            .
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Residui di Medioevo
            - Scritto da: Leguleio
            <I
            IlRe, quid solium subluto podice
            perdis?

            Spurcius ut fiat, IlRe, merge caput </I
            .non conosco il tedesco, scusa.
          • tucumcari scrive:
            Re: Residui di Medioevo
            - Scritto da: Leguleio
            Peccato. Ti saresti fatto una cultura. Ma visto
            che ti piace il latino, ti cito
            Marziale:

            <I
            IlRe, quid solium subluto podice
            perdis?

            Spurcius ut fiat, IlRe, merge caput </I
            .Peccato però un vero spreco...Come dice pure... (cit.)« Io ne ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi,navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione,e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhäuser.E tutti quei momenti andranno perduti nel tempocome lacrime nella pioggia.È tempo di morire. »è il destino dei tuoi post...Bel film vero blade runner?
          • Leguleio scrive:
            Re: Residui di Medioevo
            Naaaa, la citazione di Blade Runner si è vista troppo in 30 anni e passa. Novità, ci vogliono. Delle belle uscite sulla legge e sul rinvio a giudizio. Lì l'effetto comico é assicurato.
          • tucumcari scrive:
            Re: Residui di Medioevo
            - Scritto da: Leguleio
            Naaaa, la citazione di Blade Runner si è vista
            troppo in 30 anni e passa.

            Novità, ci vogliono. Delle belle uscite sulla
            legge e sul rinvio a giudizio. Lì l'effetto
            comico é
            assicurato.Nahhh il t-1000 non credo ti rinvii a giudizio ti cassa direttamente senza passare dal via!Hai presente a monopoli (imprevisti) "andate in prigione direttamente senza passare dal via"(rotfl)(rotfl)
          • Leguleio scrive:
            Re: Residui di Medioevo
            Due faccine, stavolta. Ti stai attaccando al T-1000 come un ubriaco si attacca al palo della luce. Tu pensa a far ridere con le tue uscite, il T-1000 penserà ai casi suoi.
          • tucumcari scrive:
            Re: Residui di Medioevo
            - Scritto da: Leguleio
            Due faccine, stavolta.
            Ti stai attaccando al T-1000 come un ubriaco si
            attacca al palo della luce. Tu pensa a far ridere
            con le tue uscite, il T-1000 penserà ai casi
            suoi.Ossì infatti ci ha pensato a ripetizione direi...L'unica curiosità che dovresti togliermi è...Ti ha mai visto un medico?Nel posto dove abiti c'è il servizio sanitario nazionale o qualcosa di simile?
          • Leguleio scrive:
            Re: Residui di Medioevo
            Si le due domande sul mio stato di salute sono ad effetto. Funzionano. To', la nocciolina. Però continua così.
          • tucumcari scrive:
            Re: Residui di Medioevo
            - Scritto da: Leguleio
            Si le due domande sul mio stato di salute sono ad
            effetto. Funzionano.


            To', la nocciolina. Però continua così.No mi sono stufato sei noioso...Dovrai rifarti vivo dopo il prossimo passaggio del t-1000Fino a allora starai a stecchetto.
          • Il RE scrive:
            Re: Residui di Medioevo
            - Scritto da: Leguleio
            Il RE ha fatto lo <I
            scoop </I
            .

            Se vuoi ti do un gruppo di parole di uso raro da
            cercare, così usi il tuo tempo imparando la
            lingua
            italiana.Il nick se lo é scelto da solo.Se pensava di essere esclusivo, ha ragione. E´ come scegliersi "inesperto" come nick. Ottima scelta nel suo caso per definire la "poca dottrina".Certo mi dia qualche parola di uso raro da cercare.Non si finisce mai di imparare.Anche da dubbi nick su Internet.
          • Leguleio scrive:
            Re: Residui di Medioevo
            <B
            Vellicare, mellifluo, scilinguagnolo, da sezzo, serqua </B
            . Cominciamo con questi. E sempre in tema di pseudonimi, ricordo che la monarchia in Italia è stata abolita nel 1946.
          • tucumcari scrive:
            Re: Residui di Medioevo
            - Scritto da: Leguleio
            <B
            Vellicare, mellifluo, scilinguagnolo,
            da sezzo, serqua </B
            .


            Cominciamo con questi.
            E sempre in tema di pseudonimi, ricordo che la
            monarchia in Italia è stata abolita nel
            1946.Macchè macchè!è pieno di re e principi del foro!(rotfl)(rotfl)
          • Leguleio scrive:
            Re: Residui di Medioevo
            Giusto. Un gioco di parole geniale, due punti esclamativi, e due faccine.Tieni alta la fama, tucumcari.
          • tucumcari scrive:
            Re: Residui di Medioevo
            - Scritto da: Leguleio
            Giusto. Un gioco di parole genialeC'è chi può permetterselo e chi conta le faccine!Tu sei quello che conta le faccine!
          • Leguleio scrive:
            Re: Residui di Medioevo
            Qui solo due punti esclamativi.Mi sa che devo riesumare i vecchi commenti, per far vedere di cosa era capace tucumcari quando era davvero in forma.
          • Il RE scrive:
            Re: Residui di Medioevo
            Vellicare, mellifluo e serqua li conoscevo giá.Grazie invece per scilinguagnolo. Soprattutto per il significato figurativo.Non ricordavo invece la citazione di Dante. Dassezzo o da sezzo. Interessante.Grazie, sincere.
      • panda rossa scrive:
        Re: Residui di Medioevo
        - Scritto da: Leguleio
        - Scritto da: Surak 2.0


        A prescindere dai fatti e dall'inutilità pure

        dell'azione legale, dato che essendo grillini

        possono avvalersi di varie scusanti,

        In caso di identificazione certa degli autori dei
        commenti diffamanti per Napolitano, l'unica
        esimente di cui si possono avvalere è l'infermità
        mentale. Ti riferivi a
        quella?Scusa, per curiostia', per il reato di lesa maesta' occorre la querela di parte o si procede d'ufficio?
        • Leguleio scrive:
          Re: Residui di Medioevo
          È una cosa un po' particolare. Il reato non si chiama più di lesa maestà, visto che la monarchia è stata abolita nel 1946, ma il posto nel codice penale è identico, e l'impostazione sanzionatoria è molto simile. Alla fine, hanno sostituito a monarchia capo di Stato. Per il reato si procede d'ufficio. Però è necessaria un'autorizzazione esplicita del ministro della giustizia per andare oltre le semplici indagini di rito. Credo che sia una misura per evitare di procedere anche in caso di provocazioni fini a sé stesse, oppure per i periodi in cui il capo dello Stato aveva ben altre gatte da pelare che pensare agli insulti.
          • Seguleio scrive:
            Re: Residui di Medioevo
            - Scritto da: Leguleio
            Alla fine, hanno
            sostituito a monarchia capo di Stato.Frase che non sta in piedi: due volte vengono omessi gli apici ovvero la locuzione 'le parole'.Inoltre, dal punto di vista semantico, in nessun contesto è possibile scambiare la parola 'monarchia' con la parola 'capo di Stato'.2/10
          • panda rossa scrive:
            Re: Residui di Medioevo
            - Scritto da: Leguleio
            È una cosa un po' particolare. Il reato non
            si chiama più di lesa maestà, visto che la
            monarchia è stata abolita nel 1946,Si e' semplicemente esteso a tutta la casta, ma il concetto e' sempre quello.
            ma il posto
            nel codice penale è identico, e l'impostazione
            sanzionatoria è molto simile. Alla fine, hanno
            sostituito a monarchia capo di Stato.Quindi possiamo tranquillamente a chiamarlo "lesa maesta'" che e' molto piu' immediato e contemporaneamente ne emerge l'evidente anacronismo.
            Per il reato si procede d'ufficio.Quindi e' paragonato all'omicidio plurimo aggravato.Mentre per altri reati contro la persona qualunque tocca sempre aspettare la querela di parte e la vittima non viene mai tutelata nel frattempo.
            Però è
            necessaria un'autorizzazione esplicita del
            ministro della giustizia per andare oltre le
            semplici indagini di rito. Credo che sia una
            misura per evitare di procedere anche in caso di
            provocazioni fini a sé stesse, oppure per i
            periodi in cui il capo dello Stato aveva ben
            altre gatte da pelare che pensare agli
            insulti.Ah, perche' invece adesso se non fosse per star dietro ai messaggi in rete non saprebbe come passare le giornate...
          • Leguleio scrive:
            Re: Residui di Medioevo
            - Scritto da: panda rossa

            Per il reato si procede d'ufficio.

            Quindi e' paragonato all'omicidio plurimo
            aggravato.Ma no, ci sono diversi reati per cui si procede d'ufficio, oltre all'omicidio. Ad esempio la rapina. Altri, come la violenza sessuale oppure una violazione specifica del diritto d'autore (brano copiato), partono su segnalazione della parte offesa, ma attenzione: la querela non si può più ritirare, una volta inoltrata.
            Mentre per altri reati contro la persona
            qualunque tocca sempre aspettare la querela di
            parte e la vittima non viene mai tutelata nel
            frattempo.C'è il programma protezione testimoni (e vittime) di mafia. Se si dovesse estendere a tutti, l'Italia andrebbe in bancarotta. :|

            Però è

            necessaria un'autorizzazione esplicita del

            ministro della giustizia per andare oltre le

            semplici indagini di rito. Credo che sia una

            misura per evitare di procedere anche in
            caso
            di

            provocazioni fini a sé stesse, oppure per i

            periodi in cui il capo dello Stato aveva ben

            altre gatte da pelare che pensare agli

            insulti.

            Ah, perche' invece adesso se non fosse per star
            dietro ai messaggi in rete non saprebbe come
            passare le
            giornate...Secondo Anna Maria Cancellieri, ministro della giustizia, sì.
      • Surak 2.0 scrive:
        Re: Residui di Medioevo
        - Scritto da: Leguleio
        - Scritto da: Surak 2.0


        A prescindere dai fatti e dall'inutilità pure

        dell'azione legale, dato che essendo grillini

        possono avvalersi di varie scusanti,

        In caso di identificazione certa degli autori dei
        commenti diffamanti per Napolitano, l'unica
        esimente di cui si possono avvalere è l'infermità
        mentale. Ti riferivi a
        quella?"grillini..basta la parola" (almeno per gli attivisti)



        c'è da

        sottolineare sempre che le varie leggi che

        rendono reato le offese ai vari organi del
        potere

        o loro rappresentanti, non sono altro che
        residui

        di Medioevo dove offendere il Re e nobiltà
        (o

        loro truppa) serviva a incutere paura al

        popolino.

        Vero.
        Ma non credo che al popolino italiano piacerebbe
        che questo timore non esistesse più. Mi
        sbaglierò, ma secondo me un eventuale referendum
        sull'abolizione dell'art. 278 del codice penale
        (che punisce le offese al capo dello Stato)
        perderebbe.
        :|Credo proprio il contrario, io.Da una parte non ha senso che l'offesa sia reato, sia perché nel 2013 tutta questa sensibilità non c'è (non è più tempo di duelli dietro al convento) sia perché occupa per futili motivi i tribunali ma soprattutto perché è un'arma di chi ha tanti soldi (o potere) per complicare la vita a chi non ha altri mezzi di "soddisfazione" o anche solo per intimorirlo.Basta anche solo vedere come molti siti eliminino i commenti non perché contengono parolacce ma tesi o argomenti che potrebbero essere visti come offensivi anche se magari veritieri. Il tutto vale anche per chi sta al Colle


        ma a prescindere

        dovrebbero essere eliminati tutti i reati

        d'opinione (se non sei in grado di ribattere

        efficacemente, dovresti porti domande, non

        nasconderti dietro leggi arroganti),

        E invece in Italia ce ne sono ancora diversi. La
        strada è lunga, e tutta in
        salita."anche una lunga marcia inizia sempre con un solo passo", vorrà dire che se è in salita, ci porteremo un maglione nel caso di bisogno
        • Leguleio scrive:
          Re: Residui di Medioevo
          - Scritto da: Surak 2.0

          In caso di identificazione certa degli
          autori
          dei

          commenti diffamanti per Napolitano, l'unica

          esimente di cui si possono avvalere è
          l'infermità

          mentale. Ti riferivi a

          quella?
          "grillini..basta la parola" (almeno per gli
          attivisti)Aspettati un sacco di critiche. Ci sono passato, so di che parlo.

          Vero.

          Ma non credo che al popolino italiano
          piacerebbe

          che questo timore non esistesse più. Mi

          sbaglierò, ma secondo me un eventuale
          referendum

          sull'abolizione dell'art. 278 del codice
          penale

          (che punisce le offese al capo dello Stato)

          perderebbe.

          :|

          Credo proprio il contrario, io.
          Da una parte non ha senso che l'offesa sia reato,
          sia perché nel 2013 tutta questa sensibilità non
          c'è (non è più tempo di duelli dietro al
          convento) sia perché occupa per futili motivi i
          tribunali ma soprattutto perché è un'arma di chi
          ha tanti soldi (o potere) per complicare la vita
          a chi non ha altri mezzi di "soddisfazione" o
          anche solo per
          intimorirlo.Se la vuoi vedere così. Il presidente italiano non è il sultano del Brunei, di soldi non ne ha così tanti. E il suo potere è soprattutto rappresentativo. Il potere di un notaio, più che di un primo ministro.
          Basta anche solo vedere come molti siti eliminino
          i commenti non perché contengono parolacce ma
          tesi o argomenti che potrebbero essere visti come
          offensivi anche se magari veritieri. Il tutto
          vale anche per chi sta al
          ColleLe offese che si possono arrecare al Capo dello Stato sono le stesse che potrebbe rilevare un qualunque cittadino se riferite alla sua persona, e querelare per diffamazione. Solo che nel caso del capo dello Stato il reato è più grave.Non mi risulta che esistano ambiti relativi al Capo dello Stato dei quali è proibito parlare. Inventarsi delle panzane, invece, è proibito: ma su tutti, non solo su Napolitano.
  • tucumcari scrive:
    Re: Offese
    - Scritto da: Leguleio
    Un occhiolino, ora.
    Meglio che niente, ma impegnandoti puoi dare di
    più.

    Ecco un esempio:

    "Con cavalieri senza macchia?
    No quello è il 50% degli appassionati Android è
    il 100% dei
    macachi!
    (rotfl)(rotfl)(rotfl)
    No solo i macachi si rendono così ridicoli!
    Basta guardare qui su questi commenti per
    rendersi conto della
    cosa!
    "Samsung defensor" totali=0
    Trolloni Macachi invece a bizzeffe!
    E tutti dicono la stessa ridicola cosa senza che
    nessuno abbia detto una parola a favore di
    samsung!
    (rotfl)(rotfl)
    Ma tagliamo corto....
    Link con cavaliere please?
    (rotfl)(rotfl)"

    Tratta da qui:
    http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3600027&m=360Legù già ti hanno "tosato" il post precedente...Mi sai dire perchè insisti? No davvero ... le pessime figure le hai già fatte ma francamente non capisco perchè insisti non direi che questi post passeranno ai posteri...Anzi direi che fai molta fatica per nulla!Ma come ho detto vedi te ...Io a dirtelo ci ho provato.
    • Leguleio scrive:
      Re: Offese
      Qui invece sei ripetitivo. Il tucumcari che dà saggi consigli non ha mai funzionato, in ambito comico.Meglio quello che parla di legge. Posso mettere il link, ma è più divertente se tu fai il bis.
      • Il RE scrive:
        Re: Offese
        - Scritto da: Leguleio
        Qui invece sei ripetitivo. Il tucumcari che dà
        saggi consigli non ha mai funzionato, in ambito
        comico.
        Meglio quello che parla di legge. Posso mettere
        il link, ma è più divertente se tu fai il
        bis.Spregiativo.http://www.dizionario-italiano.it/definizione-lemma.php?definizione=leguleio&lemma=L01B8400Spero che il mio post contribuisca alla cancellazione anche dei 2 superiori.
        • Leguleio scrive:
          Re: Offese
          Tu non ti impicciare. E pensa ai tuoi, di commenti cancellati:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3768163&m=3771006#p3771006
          • tucumcari scrive:
            Re: Offese
            - Scritto da: Leguleio
            Tu non ti impicciare. Ti sei fatto una fama e una reputazione degne di nota!
          • Leguleio scrive:
            Re: Offese
            Va già meglio. Un tucumcari che parla di reputazione agli altri la risata la strappa.Ora però qualche variante.
          • tucumcari scrive:
            Re: Offese
            - Scritto da: Leguleio
            Va già meglio. Un tucumcari che parla di
            reputazione agli altri la risata la
            strappa.
            Ora però qualche variante.Io le varianti le faccio è il t-1000 che è piuttosto costante oggi!(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • Leguleio scrive:
            Re: Offese
            Tre faccine, sì, ma già viste...Vorrei vedere qualcosa di più.
          • tucumcari scrive:
            Re: Offese
            - Scritto da: Leguleio
            Tre faccine, sì, ma già viste...
            Vorrei vedere qualcosa di più.Non ti preoccupare vedrai che arriva..
          • Leguleio scrive:
            Re: Offese
            Per ora non vedo nulla. E mi annoio.Una bella minaccia di mettere un link, e poi non metterlo? Quella aveva funzionato. Risate a crepapelle.
          • tucumcari scrive:
            Re: Offese
            - Scritto da: Leguleio
            Per ora non vedo nulla. E mi annoio.
            Una bella minaccia di mettere un link, e poi non
            metterlo? Quella aveva funzionato. Risate a
            crepapelle.C'è il t-1000 con un bel "tubo di crema" per lenire le crepe sulla pelle.Ma non so se nel tuo caso avrà ancora voglia di farne uso...Magari procede "a secco" ;)
          • Il RE scrive:
            Re: Offese
            - Scritto da: Leguleio
            Tu non ti impicciare. E pensa ai tuoi, di
            commenti
            cancellati:

            http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3768163&m=377Di cui mi sono prontamente lamentato. Visto che non contenevano offese personali e non infrangevano alcuno dei 3 punti elencati.E si rivolga col "tu" alla sua capra, non a me.
  • tucumcari scrive:
    Re: Offese
    - Scritto da: Leguleio
    Ecco, qui va molto meglio. Due faccine.
    Avanti il prossimo. Il prossimo messaggio,
    intendo. Altrimenti
    m'annoio.Liberrimo Ma per evitarti altre ulteriori disavventure (a fare le figuracce ci pensi tu da solo) col t-1000...Ti abbandono qui ai tuoi giochi infantili.Quando avrai compiuto i 10 anni ti potrò forse riprendere in considerazione.Oggi sono buono
    • Leguleio scrive:
      Re: Offese
      Rimani ancora un po', tucumcari. Lo spettacolo è appena cominciato!
      • tucumcari scrive:
        Re: Offese
        - Scritto da: Leguleio
        Rimani ancora un po', tucumcari. Lo spettacolo è
        appena
        cominciato!oh io rimango non ti preoccupare...A quanto pare sono i tuoi post a non rimanere!(rotfl)(rotfl)(rotfl)
  • Zukkino scrive:
    Idea...
    Potremmo essere noi a migrare verso altri social network e lasciare i sedicenti VIP a inondare i loro account di imperdibili perline sotto forma di messaggini e foto delle loro abitudini casalinghe.Oppure si potrebbe mettere un sistema di login che preveda l'uso di password + codici qr + codice fiscale + certificato di autenticazione + indirizzo email + somma hash + link di reindirizzamento per autenticazione + captcha + test di turing. In questo modo avremmo meno account fatti da politici e personaggi dello star system.Oppure e questa è la mia preferita, creiamo una gigantesca macchina virtuale, spostiamo i VIP sulla macchina virtuale facciamo partire una milionata di bot che scrivono messaggini di adorazione e noi invece ce ne rimaniamo sulla rete vera, con tanto spazio a disposizione :D
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: Idea...
      contenuto non disponibile
    • il solito bene informato scrive:
      Re: Idea...
      - Scritto da: Zukkino
      Potremmo essere noi a migrare verso altri social
      network e lasciare i sedicenti VIP a inondare i
      loro account di imperdibili perline sotto forma
      di messaggini e foto delle loro abitudini
      casalinghe.

      Oppure si potrebbe mettere un sistema di login
      che preveda l'uso di password + codici qr +
      codice fiscale + certificato di autenticazione +
      indirizzo email + somma hash + link di
      reindirizzamento per autenticazione + captcha +
      test di turing. In questo modo avremmo meno
      account fatti da politici e personaggi dello star
      system.

      Oppure e questa è la mia preferita, creiamo una
      gigantesca macchina virtuale, spostiamo i VIP
      sulla macchina virtuale facciamo partire una
      milionata di bot che scrivono messaggini di
      adorazione e noi invece ce ne rimaniamo sulla
      rete vera, con tanto spazio a disposizione
      :Dla seconda mi sembra più fattibile... il problema è che c'é qualche VIP che si crede "Uno di noi" :D
  • Il RE scrive:
    Nostalgia
    ...della serie "si stava meglio quando si stava peggio".Ricordo anch'io quei tempi, ma fa parte (appunto) della globalizzazione scendere a compromessi e "accettare" anche il rovescio della medaglia dell'Internet libera a tutti.Il controllo che si prospetta non dovrebbe spaventare (finché non diventa censura o perfino "accusa preventiva" alla minority report).Ma allora, appunto, si chiamera' "censura" e non "controllo".Mentre se sussistesse un reato, venisse accertato in base ad un controllo e come tale giudicato, allora si chiamerebbe... condanna!Certo un tempo era normale "bannare" i maleducati (ignorarli - si veda la conclusione sotto) ovvero chi non si comportava secondo le regole.A farlo certo era la comunitá stessa non un'autoritá separata (i moderatori/amministratori c'erano cmq e venivano interpellati eccome). Ma chi era la comunitá e come veniva usato il RTFM?Riprendo a proposito "la banda era poca e non andava sprecata".Direi che la banda non era poca: era "diversa". Ma era sufficiente a trasmettersi "pacch(ett)i" di testo lunghi anche parecchi kB.Era anche "sprecata" in modo diverso: c'erano i flame! :)Ma erano flame "d'elite" (mi si passi il termine, con significato dei pochi che avevano acXXXXX) e spesso di persone appassionate e molto competenti (oltre ad avere i mezzi per la connessione).Ritengo questo il motivo per cui gli interventi "fuori tema" venivano accantonati con RTFM mentre quelli ritenuti in tema venivano discussi (eccome): il "pubblico" di relativamente pochi appassionati non era passivo, ma competente e spesso internet era un mezzo di lavoro per incontrare altri appassionati e scambiare conoscenze (mentre l'attivitá che si paventa oggi sembra essere solo quella di scambiarsi il prossimo link e postare commenti perché si ha tempo). Si accettavano risposte anche dopo giorni* e si verificavano eccome le risposte, da qui il RTFM (che in generale voleva dire: l'informazione é giá disponibile, non entrare a questo punto della discussione con temi giá discussi: non ha senso ripetere, sta scritto piú su oppure - ma in casi rari o ovvii - davvero nel manuale della macchina! Leggi lí!)Venendo al tema: é certo il Mantellini che il compito di un politico sia leggersi il XXXXXXX manuale? (di Internet?)Compito di un politico *secondo me* sarebbe invece riuscire a pensare super partes per il bene comune. E non esternalizzare ogni concetto che passa per la testa, ma soppesare le parole che sono il suo vero "strumento di lavoro". Indipendentemente da quello che accade su internet. Internet é uno strumento in piú con vantaggi e svantaggi!Come compito della stampa *secondo me* sarebbe commentare, criticare, riflettere (tutte azioni che il Mantellini e altri fanno ancora in modo corretto e costruttivo), piú banalmente riportare (da "reporter") e sicuramente non cercare il titolo sensazionalistico per vendere piú pubblicitá (in base all'audience prima e dopo i telegiornali, oppure in base ai click sul sito web) banalmente riprendendo una notizia e amplificandola senza verifiche.I problemi che ci vedo sono 2:- il non rispetto delle regole da parte degli utenti in primis (ma allora le regole ci sono, Mantellini! E quindi i controlli! RTFM!) - il marketing "mediatico" che si genera intorno alla parola internet e il consumismo odierno del tutto e subito, senza verifica, la risposta deve essere data immediatamente! Sbagliata ma subito! Presto che é tardi!Si´, davvero "bei" tempi quelli in cui l'esperienza testuale era considerata "troppo" limitata, e l'ASCII art non riconosciuta come vettore pubblicitario. Eppure era creativa anche per mandare a quel paese :)Insomma, il RTFM era rivolto in genere appunto a coloro che facevano domande su temi discussi che in genere erano rivolti ai pochi competenti (tecnici) o a coloro che avevano i mezzi o avevano risolto giá il problema.Raramente a coloro che in una newsletter se ne uscivano con un tema bislacco o con maleducazione veniva fatto notare: era sufficiente ignorarli! Con grande dimostrazione di savoir faire!!!Forse questo (il savoir faire) manca ai politici. Non a tutti per fortuna.Saluti,il RE
  • dsalv scrive:
    Preistoria e progresso
    Non capisco il punto: su internet bisognerebbe lasciar insultare inpunemente perchè ai tempi dei pionieri era così?Dei tempi dei pionieri più che la netetiquette di Usenet bisognerebbe solo aver imparato che i tempi cambiano. Usenet, non a caso, tende a morire e su Internet ci sono 2 miliardi di persone tra cui anche le dodicenni e i loro nonni. E c'è anche la tecnologia in grado di poter ridurre l'anonimato anche se non al 100%. Ora la questione è prevalentemente di scelta della società rispetto a quali diritti siano più importanti? Bisogna garantire un diritto all'anonimato? Bisonga garantire un diritto a non essere insultati o minacciati?
    • Il RE scrive:
      Re: Preistoria e progresso
      Ma non era cosí nemmeno ai tempi dei pionieri.Sul post precedente chiarisco meglio. Anche il RTFM!Che qui viene a mio parere un po' stravolto o se vogliamo parecchio allargato di significato.
    • panda rossa scrive:
      Re: Preistoria e progresso
      - Scritto da: dsalv
      Non capisco il punto: su internet bisognerebbe
      lasciar insultare inpunemente perchè ai tempi dei
      pionieri era
      così?Sei libero di rispondere agli insulti. Nessuno te lo vieta.
      Dei tempi dei pionieri più che la netetiquette di
      Usenet bisognerebbe solo aver imparato che i
      tempi cambiano. Usenet, non a caso, tende a
      morire e su Internet ci sono 2 miliardi di
      persone tra cui anche le dodicenni e i loro
      nonni. E c'è anche la tecnologia in grado di
      poter ridurre l'anonimato anche se non al 100%.E con cio'?
      Ora la questione è prevalentemente di scelta
      della società rispetto a quali diritti siano più
      importanti? Bisogna garantire un diritto
      all'anonimato? Bisonga garantire un diritto a non
      essere insultati o
      minacciati?L'anonimato e' un diritto.Il non essere insultati invece non e' un diritto.E' un comportamento regolamentato dalla legge e dall'educazione.
      • tucumcari scrive:
        Re: Preistoria e progresso
        - Scritto da: panda rossa
        E' un comportamento regolamentato dalla legge e
        dall'educazione.Oppure dipende...Hai notato di recente una improvvisa rarefazione dei post di un certo "esperto"?
        • panda rossa scrive:
          Re: Preistoria e progresso
          - Scritto da: tucumcari
          - Scritto da: panda rossa


          E' un comportamento regolamentato dalla
          legge
          e

          dall'educazione.
          Oppure dipende...
          Hai notato di recente una improvvisa rarefazione
          dei post di un certo
          "esperto"?Ora che mi ci fai pensare, si...Vuoi dire che...?
          • tucumcari scrive:
            Re: Preistoria e progresso
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: tucumcari

            - Scritto da: panda rossa




            E' un comportamento regolamentato dalla

            legge

            e


            dall'educazione.

            Oppure dipende...

            Hai notato di recente una improvvisa
            rarefazione

            dei post di un certo

            "esperto"?

            Ora che mi ci fai pensare, si...
            Vuoi dire che...? :D
          • Leguleio scrive:
            Re: Preistoria e progresso
            Oh, ecco.Una faccina. Di più, di più.
          • tucumcari scrive:
            Re: Preistoria e progresso
            - Scritto da: Leguleio
            Oh, ecco.
            Una faccina. Di più, di più.Ho ecco un post cancellato in più!
          • Leguleio scrive:
            Re: Preistoria e progresso
            Si scrive "oh", quando è esclamazione. "Ho" è voce del verbo avere.Che seriosità. Suvvia, qualche punto esclamativo, qualche faccina...?
          • tucumcari scrive:
            Re: Preistoria e progresso
            - Scritto da: Leguleio
            Si scrive "oh", quando è esclamazione. "Ho" è
            voce del verbo
            avere.Non è rilevante sarà comunque cancellato.Mi spiace che tu schiumi di rabbia...Ma come ti ho detto un bravo medico può darti una mano.
          • Leguleio scrive:
            Re: Preistoria e progresso
            Fra poco dirai che abbandoni la discussione, per poi tornare.È fatti così, tucumcari. Trovate da avanspettacolo anni Cinquanta. Il valore aggiunto sono le faccine e i punti esclamativi.
          • tucumcari scrive:
            Re: Preistoria e progresso
            - Scritto da: Leguleio
            Fra poco dirai che abbandoni la discussione, per
            poi
            tornare.
            È fatti così, tucumcari. Trovate da
            avanspettacolo anni Cinquanta. Il valore aggiunto
            sono le faccine e i punti
            esclamativi.io non abbandono la discussione al massimo abbandono te!Sai com'è...Mai visto la pubblicità... massì dai...Quella ..."ti piace vincere facile?"Si perchè quando c'è uno come te che fa tutto da solo...è davvero facile.Forse anche un po troppo...Magari ti lascio un pochino nel tuo brodo... (finchè non ripassa il t-1000) tanto non c'è problema.... Basta aspettare... e il bello è che sei ormai così andato che avrai scritto molto più di un centinaio di post che hanno fatto la stessa miseranda fine.Che pena!
          • Leguleio scrive:
            Re: Preistoria e progresso
            È tornato il vecchio tucumcari, della punteggiatura a base di puntini di sospensione, di esclamazione, e di uscite che lasciano il tempo che trovano come "che pena!".Ora di più, di più: vogliamo un esempio di commento sulla legge. L'effetto è fragoroso.
    • Gennarino B scrive:
      Re: Preistoria e progresso
      Hai anche il diritto a non usare internet.Perchè bello mio, così è dalla notte dei templi.E tu ultimo arrivato in casa mia o ti adegui o smammi.Chiaro?
      • Il RE scrive:
        Re: Preistoria e progresso
        La notte dei "templi" deve essere stata un "gliaio" di anni fa.Chissa' la potenza dei computer di allora. :DInoltre mi sa che la "sua" casa é aperta a tutti se si riferisce a Internet.Tra questo e l'educazione/decenza passa comunque piú di una civiltá nella sua scala storica.Manca la moderazione, l'educazione, i valori.Ma forse ero cosí anch'io 'anta anni fa.
        • Gennarino B scrive:
          Re: Preistoria e progresso
          L'italietta incivile dei cumuli di rifiuti, della mafia e sacra corona unita, della milano da sniffare e dei berlusconi è l'ultima che si può mettere sul piedistallo col ditino alzato in nome della "civiltà" e "moralità"
          • tucumcari scrive:
            Re: Preistoria e progresso
            - Scritto da: Gennarino B
            L'italietta incivile dei cumuli di rifiuti, della
            mafia e sacra corona unita, della milano da
            sniffare e dei berlusconi è l'ultima che si può
            mettere sul piedistallo col ditino alzato in nome
            della "civiltà" e
            "moralità"In parte avresti ragione ma è un argomento un po troppo "craxiano" (rubano tutti e quindi io non sono ladro) perchè mi possa piacere.
          • Leguleio scrive:
            Re: Preistoria e progresso
            No no no. I discorsi comici che sembrano seri non fanno ridere.Più impegno. Qualche faccina. Qualche punto esclamativo. L'errore di ortografia con po senza apostrofo non lo nota nessuno...
          • Il RE scrive:
            Re: Preistoria e progresso
            Maestrina, maestrina...
          • tucumcari scrive:
            Re: Preistoria e progresso
            - Scritto da: Leguleio
            No no no. I discorsi comici che sembrano seri non
            fanno
            ridere.
            Più impegno. Qualche faccina. Qualche punto
            esclamativo. L'errore di ortografia con po senza
            apostrofo non lo nota
            nessuno..Tranne chi non ha altri mezzi poca fantasia e nessun argomento.
          • Leguleio scrive:
            Re: Preistoria e progresso
            Ecco, questa andava già meglio. Il tucumcari piccato, sempre apprezzato.
          • Il RE scrive:
            Re: Preistoria e progresso
            Mah, sono piú portato a perdonare un ladro gentiluomo piuttosto che un ladro maleducato e altezzoso!
          • Gennarino B scrive:
            Re: Preistoria e progresso
            Non avevo dubbiChi è solito prenderlo in quel posto gradisce ogni forma di lubrificante possibile
      • Guybrush scrive:
        Re: Preistoria e progresso
        - Scritto da: Gennarino B
        Hai anche il diritto a non usare internet.

        Perchè bello mio, così è dalla notte dei templi.[img]http://mw2.google.com/mw-panoramio/photos/medium/33496753.jpg[/img]
        • Guybrush scrive:
          Re: Preistoria e progresso
          - Scritto da: Guybrush
          - Scritto da: Gennarino B

          Hai anche il diritto a non usare internet.



          Perchè bello mio, così è dalla notte dei
          templi.

          [img]http://mw2.google.com/mw-panoramio/photos/medBello il tempio di Nettuno (Paestum, Cilento), tu chi sei che mi copi il nick?GT
    • Guybrush scrive:
      Re: Preistoria e progresso
      - Scritto da: dsalv
      Non capisco il punto: su internet bisognerebbe
      lasciar insultare inpunemente perchè ai tempi dei
      pionieri era
      così?No.Semplicemente un insulto avrebbe comportato un "PLONK" nei confronti dell'insultatore da parte di tutti i partecipanti. Questione di civiltà.
      Dei tempi dei pionieri più che la netetiquette di
      Usenet bisognerebbe solo aver imparato che i
      tempi cambiano.Puoi, gentilmente, spiegare il significato di questa frase? Francamente la trovo un po' contorta.
      Usenet, non a caso, tende a
      morire e su Internet ci sono 2 miliardi di
      persone tra cui anche le dodicenni e i loro
      nonni.Cresci.Come numeri intendo. Usenet non ha perso utenti, ma d'altro canto cosa è più facile da usare ? Facebook o un client NNTP qualsiasi?
      E c'è anche la tecnologia in grado di
      poter ridurre l'anonimato anche se non al 100%....puoi indicarne il nome? Perché fino all'avvento di leggi forcaiole da parte dei vari governi, l'anonimato in rete era tecnicamente impossibile.Dico era, perché da 10 anni a questa parte se ci si impegna si riesce ad essere difficilmente rintracciabili, con "difficilmente" che sta ad indicare un tempo parecchie volte superiore a quello di prescrizione di un reato.
      Ora la questione è prevalentemente di scelta
      della società rispetto a quali diritti siano più
      importanti?Anche qui: spiega, se sei in grado, il senso di questa domanda per favore.
      Bisogna garantire un diritto
      all'anonimato?Non serve, chi vuol restare "anonimo" può farlo al solo costo di leggere il solito manuale.
      Bisonga garantire un diritto a non
      essere insultati o
      minacciati?Vedi sopra: chi studia, chi s'è sbattuto sulle pagine del XXXXXXX manuale quel diritto se lo è conquistato e nessuna legge potrà impedirgli di avvalersene.Le cose resteranno così fintanto che i legislatori non apriranno (anche loro) le pagine del fatidico manuale e scopriranno che non si può restare anonimi in rete... non a lungo almeno.SalutiGT
      • dsalv scrive:
        Re: Preistoria e progresso


        Usenet bisognerebbe solo aver imparato che i

        tempi cambiano.
        Puoi, gentilmente, spiegare il significato di
        questa frase? Francamente la trovo un po'
        contorta.Intendo dire che, come all'epoca l'introduzione di internet stravolse molte cose, oggi il fatto che è un fenomeno di massa ne cambia altrettante.Quindi, bisognerebbe imparare anche dall'esperienza dell'epoca una certa apertura al nuovo ed ai nuovi piuttosto che reiterare regole che funzionavano in un tempo oramai passato. Non che siano necessariamente sbagliate ma vanno periodicamente rivalutate e aggiornate.


        E c'è anche la tecnologia in grado di

        poter ridurre l'anonimato anche se non al
        100%.
        ...puoi indicarne il nome? Perché fino
        all'avvento di leggi forcaiole da parte dei vari
        governi, l'anonimato in rete era tecnicamente
        impossibile.Il nome di cosa? Per quel che ne so, se esistono connessioni che posso usare senza una carta d'identità o con una falsa, riesco a mantenere l'anonimato. In più se cerchi su internet trovi diverse teconologie che rendono difficile ottenere il tuo IP. Penso le stesse a cui ti riferisci tu nella frase dopo.
        Dico era, perché da 10 anni a questa parte se ci
        si impegna si riesce ad essere difficilmente
        rintracciabili, con "difficilmente" che sta ad
        indicare un tempo parecchie volte superiore a
        quello di prescrizione di un
        reato.


        Ora la questione è prevalentemente di scelta

        della società rispetto a quali diritti siano
        più

        importanti?
        Anche qui: spiega, se sei in grado, il senso di
        questa domanda per
        favore.Mi è scappato il punto interrogativo. Non era una domanda. In ogni caso intendevo che, nonostante quello che afferma un fascista qui sopra, quali diritti sono prioritari rispetto ad altri deve essere deciso dalla società in qualche modo e non è una verità oggettiva. A mio avviso meglio se il metodo di scelta è democratico. Detto questo, secondo me quanto più si sceglie di garantire il diritto all'anonimato tanto più si rende facile lasciare calpestare altri diritti secondo me più importanti.Se, per esempio, qualcuno mi minacciasse di morte per questo mio commento (già non immaginavo potesse generare reazioni così accese!) il diritto mio e della mia famiglia a dormire tranquillo sarebbe molto compromesso. Credo quindi che sia giusto mandargli per lo meno la polizia a casa a verificare se è una cosa di cui preoccuparsi.Oppure cosa succederebbe se su Internet qualcuno affermasse di essere certo che io abbia fatto qualcosa di orribile? E' bella l'idea di dare la libertà a tutti di dire qualsiasi falsità tanto se l'accusato è "innocente" allora si potrà difendere. Non è così semplice, però, dimostrare che uno si è inventato un fatto e poi, anche se lo dimostri, resta sempre il dubbio in giro che possa essere stato vero. La vita dell'accusato ingiustamente è comunque rovinata. Quello che si è inventato la storia deve essere protetto?
        • jaro scrive:
          Re: Preistoria e progresso
          - Scritto da: dsalv
          Se, per esempio, qualcuno mi minacciasse di morte
          per questo mio commento (già non immaginavo
          potesse generare reazioni così accese!) il
          diritto mio e della mia famiglia a dormire
          tranquillo sarebbe molto compromesso.Dormiresti più tranquillo se qualcuno qui scrivesse "dsalv sei morto?" oppure "Mario Rossi sei morto" (sostituendo a Mario Rossi il tuo vero nome e il tuo vero cognome)? Considera che uno può farti del male anche senza minacciarti, se sa chi sei, mentre se non lo sa può minacciarti quanto vuole ma non può farti niente. Potresti voler rivalutare il diritto all'anonimato su Internet.
        • panda rossa scrive:
          Re: Preistoria e progresso
          - Scritto da: dsalv
          Se, per esempio, qualcuno mi minacciasse di morte
          per questo mio commento (già non immaginavo
          potesse generare reazioni così accese!) il
          diritto mio e della mia famiglia a dormire
          tranquillo sarebbe molto compromesso. Io, panda rossa, minaccio di morte te dsalv.Dormi pure tranquillo adesso, visto che siccome sei anonimo, io manco so chi sei.
          Credo
          quindi che sia giusto mandargli per lo meno la
          polizia a casa a verificare se è una cosa di cui
          preoccuparsi.Gia'. Ottima idea.Ci andranno di corsa.Visto che neanche vanno a vedere in casa delle persone che sono oggetto di autentico stalking e hanno portato assieme alla denuncia, prove ben circostanziate.L'ultima di queste e' stata ammazzata proprio qualche giorno fa, dal suo stalker.E tu pretendi che vadano casa per casa a vedere chi ti minaccia di morte?
          Oppure cosa succederebbe se su Internet qualcuno
          affermasse di essere certo che io abbia fatto
          qualcosa di orribile? Aridaje.Ma tu chi sei???Come facciamo ad affermare questo se tu sei un signor anonimo qualunque?
          E' bella l'idea di dare la
          libertà a tutti di dire qualsiasi falsità tanto
          se l'accusato è "innocente" allora si potrà
          difendere. Non è così semplice, però, dimostrare
          che uno si è inventato un fatto e poi, anche se
          lo dimostri, resta sempre il dubbio in giro che
          possa essere stato vero. La vita dell'accusato
          ingiustamente è comunque rovinata. Quello che si
          è inventato la storia deve essere
          protetto?Proteggiti da solo!A me mi hanno minacciato di morte in tanti solo in questo forum.Di solito rispondo con una pernacchia.Altre volte ho risposto con qualcosa di peggio ma mi hanno censurato.
          • tucumcari scrive:
            Re: Preistoria e progresso
            - Scritto da: panda rossa
            Di solito rispondo con una pernacchia.Basta e avanza la mamma degli XXXXXXXXX è sempre incinta sprecarsi non vale la pena!
          • Leguleio scrive:
            Re: Preistoria e progresso
            Non so se era autobiografico, ma nella frase c'è un punto esclamativo. Bene.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Preistoria e progresso
            La vuoi smettere?
        • Guybrush scrive:
          Re: Preistoria e progresso
          - Scritto da: dsalv


          Usenet bisognerebbe solo aver imparato
          che
          i[...]
          Intendo dire che, come all'epoca l'introduzione
          di internet stravolse molte cose, oggi il fatto
          che è un fenomeno di massa ne cambia
          altrettante.Grazie per la spiegazione.
          Quindi, bisognerebbe imparare anche
          dall'esperienza dell'epoca una certa apertura al
          nuovo ed ai nuovi piuttosto che reiterare regole
          che funzionavano in un tempo oramai passato.C'è un motivo preciso, motivo che i "lettori dei manuali" ben conoscono.Tu evidentemente no, altrimenti non scriveresti 'ste bestemmie.Spiego che sennò sembro inutilmente aggressivo.In campo informatico la conoscenza è... a scadenza.Studiare, sbattersi e darsi da fare da risultati in circa 6 mesi, poi salta fuori qualche programmino che automatizza in pochi click quel che a te è costato tempo e fatica per apprendere e dopo un anno la stessa funzione è disponibile di default nel tuo OS preferito, piuttosto che nei browser.
          Non
          che siano necessariamente sbagliate ma vanno
          periodicamente rivalutate e
          aggiornate.Il problema del "sapere a scadenza" è un cruccio assai sentito da noialtri informatici, perché sai: non è per niente piacevole sbattersi per imparare un linguaggio e trovarsi a ripartire da zero dopo un anno.Forti di questa esperienza scriviamo le nostre "regole" in base, appunto, all'esperienza maturata. Ti faccio un esempio: il concetto di "DRY" quando scrivi del codice informatico vale sempre, non importa quanti linguaggi di programmazione dovrò studiare. DRY sta per "Don't Repeat Yourself" e significa, fondamentalmente che dovrai scrivere del codice in modo che una funzione possa essere richiamata tutte le volte che serve, senza riscriverla ogni volta in più parti dello stesso programma.Le regole della netiquette rispettano la medesima filosofia (si, lo so che ti sto chiedendo di pensare da informatico, ma fai uno sforzo), non serve modificarle, non più di tanto.




          E c'è anche la tecnologia in grado di


          poter ridurre l'anonimato anche se non
          al
          Il nome di cosa?della tecnologia di cui parli, quella per annullare l'anonimato in rete.Sono curioso.
          Per quel che ne so, se esistono
          connessioni che posso usare senza una carta
          d'identità o con una falsa, riesco a mantenere
          l'anonimato.Aridaje. NON ESISTE, come non può esistere il moto perpetuo, non puoi essere "anonimo" in rete quando il terminale che utilizzi deve essere chiaramente identificabile per poter scambiare dati. Se così non fosse non riceveresti una beneamata mazza.
          In più se cerchi su internet trovi
          diverse teconologie che rendono difficile
          ottenere il tuo IP.Già cercato, già trovato, già provveduto a studiare e capire pregi, difetti e, soprattutto, exploit.
          Penso le stesse a cui ti
          riferisci tu nella frase
          dopo.Uno per tutti: ultrasurf (ti aspettavi dicessi "tor"?), ma non è sicuro.


          Ora la questione è prevalentemente di
          scelta


          della società rispetto a quali diritti
          siano

          più


          importanti?

          Anche qui: spiega, se sei in grado, il senso
          di

          questa domanda per

          favore.

          Mi è scappato il punto interrogativo.Ok, grazie per la spiegazione.
          Intendevo che, nonostante
          quello che afferma un fascista qui sopra, quali
          diritti sono prioritari rispetto ad altri deve
          essere deciso dalla società in qualche modo e non
          è una verità oggettiva.Una società educata è una società armata (cit. Heinlein, al contrario)
          A mio avviso meglio se il
          metodo di scelta è democratico.La rete non è democratica. E' una macchina e obbedisce alle sue regole, che non sono quelle degli uomini.Obbedirà alle leggi degli uomini solo quando queste ultime saranno scritte per essere compatibili con quelle della rete.Finché verranno scritte XXXXXXXte come "E' vietato diffondere opere protette da copyright attraverso internet" è come ordinare al sole di far luce solo sui balconi dei numeri civici dispari a giorni alterni.
          Detto questo, secondo me quanto più si sceglie di
          garantire il diritto all'anonimato tanto più si
          rende facile lasciare calpestare altri diritti
          secondo me più
          importanti.Certo, allora facciamo che cominci tu col dire chi sei, ti pare?
          Se, per esempio, qualcuno mi minacciasse di morte
          per questo mio commento (già non immaginavo
          potesse generare reazioni così accese!) Si chiama confronto, se quel che scrivi è interessante qualcun altro risponderà in modo altrettanto interessante.
          il
          diritto mio e della mia famiglia a dormire
          tranquillo sarebbe molto compromesso.Il tuo diritto sarebbe compromesso nel momento in cui rendi pubblico il tuo indirizzo e tutti i tuoi dati personali.Pensaci un momento, prima di rispondere.
          Credo
          quindi che sia giusto mandargli per lo meno la
          polizia a casa a verificare se è una cosa di cui
          preoccuparsi.E poi beccarti una bella controquerela di parte nel caso in cui ti fossi sbagliato.Si chiama responsabilità.
          Oppure cosa succederebbe se su Internet qualcuno
          affermasse di essere certo che io abbia fatto
          qualcosa di orribile?Si chiama diritto all'onorabilità e il reato che lo riguarda "diffamazione".In caso di diffamazione, 10 anni fa, era facilissimo risalire al colpevole: prendevi l'IP del messaggio, lo accludevi alla denuncia, i carabinieri esaminavano i tabulati del provider e andavano a bussare alla porta del colpevole.Poi grazie a leggi scritte con la XXXXXXX, anziché con la penna si è spinto tantissimo nel far aumentare la domanda di privacy e oggi è diventato molto difficile capire chi fa realmente cosa, tant'è che si preferisce colpire il titolare di un blog, piuttosto che il commentatore.
          E' bella l'idea di dare la
          libertà a tutti di dire qualsiasi falsità tanto
          se l'accusato è "innocente" allora si potrà
          difendere.Di solito si preferisce un assassino in libertà, piuttosto che un innocente in galera.
          Non è così semplice, però, dimostrare
          che uno si è inventato un fatto e poi, anche se
          lo dimostri, resta sempre il dubbio in giro che
          possa essere stato vero.E' il problema di essere diffamati, c'è sempre stato anche prima di internet.
          La vita dell'accusato
          ingiustamente è comunque rovinata. Quello che si
          è inventato la storia deve essere
          protetto?No, ma non è censurando Internet che lo proteggi.Se hai capito bene, se non hai capito... RTFM.GT
    • sxs scrive:
      Re: Preistoria e progresso

      Ora la questione è prevalentemente di scelta
      della società rispetto a quali diritti siano più
      importanti? Bisogna garantire un diritto
      all'anonimato? Bisonga garantire un diritto a non
      essere insultati o minacciati?Io preferisco poter essere minacciato e insultato anonimamente che perdermi quello che qualcuno potrebbe farmi sapere solo in forma anonima.Le parole non mi hanno mai spaventato, le minacce sono per lo piu' ridicole e indicano di solito uno sfogo (se qualcuno vuole fare del male a un altro non lo dice prima), agli insulti si puo' rispondere.INVECE la corcizione al silenzio quella si che mi fa paura e la liberta' d'eprimere pensieri in forma anonima e' una enorme ricchezza, soprattutto per i piu' deboli.
  • yupa scrive:
    Ineccepibile
    90 minuti di applausi.
  • Leguleio scrive:
    Offese
    " Nel momento in cui scrivo mi scorre davanti la notizia della Procura di Nocera Inferiore che ha indagato alcuni commentatori del blog di Beppe Grillo per "offese al Capo dello Stato ".Se davvero sono state identificate, come par di capire dalla notizia, perché non usavano nemmeno un proxy server, queste persone rischiano una pena da 1 a 5 anni.Forse era meglio continuare a offendere Mentana...
    • Risposta al commento scrive:
      Re: Offese
      - Scritto da: Leguleio
      Se davvero sono state identificate, come par di
      capire dalla notizia, perché non usavano nemmeno
      un proxy server[img]http://www.lalanternadelpopolo.it/50%20Cent.gif[/img]Questa sfavillante moneta da 1 Euro 50 Centesimi dice che le persone in oggetto hanno cliccato su "Fai login con il tuo account Facebook" o una di quelle robe 2.0 lì; account ovviamente con nome e cognome reali.
      • tucumcari scrive:
        Re: Offese
        - Scritto da: Risposta al commento
        - Scritto da: Leguleio


        Se davvero sono state identificate, come par di

        capire dalla notizia, perché non usavano nemmeno

        un proxy server

        [img]http://www.lalanternadelpopolo.it/50%20Cent.g

        Questa sfavillante moneta da 1 Euro 50
        Centesimi dice che le persone in oggetto hanno
        cliccato su "Fai login con il tuo account
        Facebook" o una di quelle robe 2.0 lì;
        account ovviamente con nome e cognome
        reali.Se si deve stare alle abilità informatiche sin qui dimostrate dalla "media" è possibilissimo che tu abbia ragione.
        • qwertyuiop scrive:
          Re: Offese
          - Scritto da: tucumcari
          - Scritto da: Risposta al commento

          - Scritto da: Leguleio




          Se davvero sono state identificate, come par
          di


          capire dalla notizia, perché non usavano
          nemmeno


          un proxy server




          [img]http://www.lalanternadelpopolo.it/50%20Cent.g



          Questa sfavillante moneta da <s
          1 Euro </s
          50

          Centesimi dice che le persone in oggetto hanno

          cliccato su "Fai login con il tuo account

          Facebook" o una di quelle <i
          robe 2.0 </i
          lì;

          account ovviamente con nome e cognome

          reali.
          Se si deve stare alle abilità informatiche sin
          qui dimostrate dalla "media" è possibilissimo che
          tu abbia
          ragione.Se qualcuno scrive utilizzando il tuo nome e cognome allora è lecito pensare che sia tu il colpevole?
          • tucumcari scrive:
            Re: Offese
            - Scritto da: qwertyuiop
            - Scritto da: tucumcari

            - Scritto da: Risposta al commento


            - Scritto da: Leguleio






            Se davvero sono state
            identificate, come
            par

            di



            capire dalla notizia, perché non
            usavano

            nemmeno



            un proxy server








            [img]http://www.lalanternadelpopolo.it/50%20Cent.g





            Questa sfavillante moneta da <s

            1 Euro </s

            50


            Centesimi dice che le persone in
            oggetto
            hanno


            cliccato su "Fai login con il tuo
            account


            Facebook" o una di quelle <i

            robe 2.0 </i

            lì;


            account ovviamente con nome e cognome


            reali.

            Se si deve stare alle abilità informatiche
            sin

            qui dimostrate dalla "media" è
            possibilissimo
            che

            tu abbia

            ragione.
            Se qualcuno scrive utilizzando il tuo nome e
            cognome allora è lecito pensare che sia tu il
            colpevole?Non è quello che basta ovviamente...Ma aiuta a verificare se e quanto è possibile ad esempio se nome e cognome coincidono con lo stesso che ha un abbonamento adsl.... il cui ip compare nel log e quel nome e cognome sono i tuoi puoi cominciare a preoccuparti...Ovviamente è solo un esempio....
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Offese
            contenuto non disponibile
          • tucumcari scrive:
            Re: Offese
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: tucumcari
            ..

            Ma aiuta a verificare se e quanto è
            possibile
            ad

            esempio se nome e cognome coincidono con lo

            stesso che ha un abbonamento adsl.... il cui
            ip

            compare nel log e quel nome e cognome sono i
            tuoi

            puoi cominciare a

            preoccuparti...

            In questi casi, la prima cosa da fare è aprire il
            wi-fi
            @^È una idea se il tuo wifi non tiene i log....Altrimenti è bene che tu cancelli (e quando dico cancelli dico cancelli sul serio..... se sai quello che voglio dire) anche i log e senza indugi.. :D
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Offese
            contenuto non disponibile
          • tucumcari scrive:
            Re: Offese
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: tucumcari



            In questi casi, la prima cosa da fare è

            aprire

            il


            wi-fi


            @^

            È una idea se il tuo wifi non tiene i
            log....

            Altrimenti è bene che tu cancelli (e quando
            dico

            cancelli dico cancelli sul serio..... se sai

            quello che voglio dire) anche i log e senza

            indugi..

            :D

            usarne uno nuovo incellophanato (con log
            disabilitati)
            @^


            Oppure passare direttamente all'OS: basta andare
            con IE6 su un qualsiasi sito russo ed apsettare
            @^Aspettare?(rotfl)(rotfl)Mi sa che sei un inguaribile ottimista!
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Offese
            contenuto non disponibile
          • tucumcari scrive:
            Re: Offese
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: tucumcari


            Aspettare?

            (rotfl)(rotfl)

            Mi sa che sei un inguaribile ottimista!

            Beh, Windows ci mette un po' ad impostare
            l'interfaccia in cirillico.
            @^(rotfl)(rotfl)Giusto! non avevo considerato questo particolare.
          • tucumcari scrive:
            Re: Offese
            P.S.Mi scordavo ...Ovviamente è bene che tu ti preoccupi pure della macchina che hai usato in quanto a cancellazione... e ripeto cancellazione "vera".
          • panda rossa scrive:
            Re: Offese
            - Scritto da: qwertyuiop
            Se qualcuno scrive utilizzando il tuo nome e
            cognome allora è lecito pensare che sia tu il
            colpevole?Solo un proXXXXX stabilisce eventuale colpevolezza.Se qualcuno usa il tuo nome e cognome fa di te solo uno che viene coinvolto nell'indagine, interrogato, perquisito, etc...
          • tucumcari scrive:
            Re: Offese
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: qwertyuiop


            Se qualcuno scrive utilizzando il tuo nome e

            cognome allora è lecito pensare che sia tu il

            colpevole?

            Solo un proXXXXX stabilisce eventuale
            colpevolezza.Questo va da se ma l'esito è fortemente influenzato dalla niubbaggine della coppia "legale-imputato" ;)
          • panda rossa scrive:
            Re: Offese
            - Scritto da: tucumcari
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: qwertyuiop




            Se qualcuno scrive utilizzando il tuo nome
            e


            cognome allora è lecito pensare che sia tu
            il


            colpevole?



            Solo un proXXXXX stabilisce eventuale

            colpevolezza.
            Questo va da se ma l'esito è fortemente
            influenzato dalla niubbaggine della coppia
            "legale-imputato"
            ;)Se l'imputato non e' un niubbo, e' assai certo che anche il suo avvocato non lo sara'.
          • tucumcari scrive:
            Re: Offese
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: tucumcari

            - Scritto da: panda rossa


            - Scritto da: qwertyuiop






            Se qualcuno scrive utilizzando il
            tuo
            nome

            e



            cognome allora è lecito pensare
            che sia
            tu

            il



            colpevole?





            Solo un proXXXXX stabilisce eventuale


            colpevolezza.

            Questo va da se ma l'esito è fortemente

            influenzato dalla niubbaggine della coppia

            "legale-imputato"

            ;)

            Se l'imputato non e' un niubbo, e' assai certo
            che anche il suo avvocato non lo
            sara'.Non è detto certo... è più improbabile... ma a volte uno può essere portato in buona a sopravvalutare i titoli o la fama e a fidarsi della persona sbagliata.
      • Leguleio scrive:
        Re: Offese
        - Scritto da: Risposta al commento

        Se davvero sono state identificate, come par di

        capire dalla notizia, perché non usavano nemmeno

        un proxy server

        [img]http://www.lalanternadelpopolo.it/50%20Cent.g
        Questa sfavillante moneta da <s
        1 Euro </s
        50
        Centesimi dice che le persone in oggetto hanno
        cliccato su "Fai login con il tuo account
        Facebook" o una di quelle <i
        robe 2.0 </i
        lì;
        account ovviamente con nome e cognome
        reali.Ah, può darsi. Commentavano sul weblog di Grillo, la cosa non mi stupirebbe! :-DMa anche il solo IP basta per vedersi indagata tutta la famiglia, finché il responsabile non salta fuori.
        • qwertyuiop scrive:
          Re: Offese
          - Scritto da: Leguleio
          Ah, può darsi. Commentavano sul weblog di Grillo,
          la cosa non mi stupirebbe!Giusto, di idioti ne è pieno il mondo, per esempio c'è un tizio che va a fare l'esperto di leggi su un forum di informatica
          Ma anche il solo IP basta per vedersi indagata
          tutta la famiglia, finché il responsabile non
          salta
          fuori.Chiaramente è impossibile che un esterno utilizzi la rete wireless :p
          • tucumcari scrive:
            Re: Offese
            - Scritto da: qwertyuiop
            - Scritto da: Leguleio

            Ah, può darsi. Commentavano sul weblog di
            Grillo,

            la cosa non mi stupirebbe!
            Giusto, di idioti ne è pieno il mondo, per
            esempio c'è un tizio che va a fare l'esperto di
            leggi su un forum di
            informatica

            Ma anche il solo IP basta per vedersi
            indagata

            tutta la famiglia, finché il responsabile non

            salta

            fuori.
            Chiaramente è impossibile che un esterno utilizzi
            la rete wireless
            :pTutt'altro che impossibile ma se è abbastanza ... non dico furbo ma un pochino sopra la "sub normalità" userà account e dati non connessi al titolare di quella rete.Altrimenti è degno del "darwin award"
          • Leguleio scrive:
            Re: Offese
            - Scritto da: qwertyuiop

            Ah, può darsi. Commentavano sul weblog di
            Grillo,

            la cosa non mi stupirebbe!
            Giusto, di idioti ne è pieno il mondo, per
            esempio c'è un tizio che va a fare l'esperto di
            leggi su un forum di
            informaticaPiù di uno, a dire il vero.Non ce n'è uno che non abbia fatto una figura barbina, finora.

            Ma anche il solo IP basta per vedersi
            indagata

            tutta la famiglia, finché il responsabile non

            salta

            fuori.
            Chiaramente è impossibile che un esterno utilizzi
            la rete wireless
            :pSei addentro alle indagini, evidentemente. I giornali non hanno parlato di reti wireless.
          • panda rossa scrive:
            Re: Offese
            - Scritto da: Leguleio
            Sei addentro alle indagini, evidentemente. I
            giornali non hanno parlato di reti
            wireless.I giornali sanno che cos'e' una rete wireless?
          • Leguleio scrive:
            Re: Offese
            - Scritto da: panda rossa

            Sei addentro alle indagini, evidentemente. I

            giornali non hanno parlato di reti

            wireless.

            I giornali sanno che cos'e' una rete wireless?Be', oddio, talvolta sì. Se ce l'hanno installata in redazione. :-DIn alternativa, ripeterebbero a pappagallo le dichiarazioni della polizia postale che parla di reti wireless, anche senza sapere cosa sono. Ma non l'hanno fatto.
          • panda rossa scrive:
            Re: Offese
            - Scritto da: Leguleio
            - Scritto da: panda rossa




            Sei addentro alle indagini,
            evidentemente.
            I


            giornali non hanno parlato di reti


            wireless.



            I giornali sanno che cos'e' una rete
            wireless?

            Be', oddio, talvolta sì. Se ce l'hanno installata
            in redazione.
            :-DAllora hai ragione.Posso confermarti che nel palazzo qui di fronte, dove c'e' la redazione di un quotidiano locale, hanno almeno due reti wireless.E funzionano abbastanza bene. ;)
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Offese
            - Scritto da: Leguleio
            Sei addentro alle indagini, evidentemente. I
            giornali non hanno parlato di reti
            wireless.Sui giornali c'è l'elenco dei cittadini italiani che usano reti wireless?Non lo sapevo.
          • Leguleio scrive:
            Re: Offese
            - Scritto da: unaDuraLezione
            Sui giornali c'è l'elenco dei cittadini italiani
            che usano reti
            wireless?
            Non lo sapevo.Ma che razza di domanda. Anche se ci fosse questo fantomatico elenco non servirebbe a nulla, i nomi degli indagati sono ancora coperti da segreto istruttorio. Sui giornali c'è la notizia delle indagini:http://corrieredelmezzogiorno.corriere.it/salerno/notizie/politica/2013/6-maggio-2013/insulti-napolitano-blog-beppe-grillo45-indagati-procura-nocera-inferiore-212997607690.shtmlhttp://www.ilfattoquotidiano.it/2013/05/12/offese-a-napolitano-su-blog-grillo-via-libera-della-cancellieri-al-pm/591374/Nessuno parla di reti wireless. Sono notizie confidenziali a cui ha acXXXXX qwertyuiop.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Offese
            - Scritto da: Leguleio
            I giornali non hanno parlato di reti
            wireless.Perchè appunto non possono saperlo, essendo tale dispositivo (eventualmente) a casa dell'indagato.Ciò non toglie che la probabilità che ci sia una rete wireless è altissima, per cui nella discussione si fanno speculazioni al riguardo.Se non ti interessano, evita semplicemente di rispondere.p.s.Ho vinto io: ti ho fatto rispondere ad un mio messaggio contrariamente a quanto avevi giurato (rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • Leguleio scrive:
            Re: Offese
            Ecco il livello degli interlocutori su PI...
          • tucumcari scrive:
            Re: Offese
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: Leguleio


            Sei addentro alle indagini, evidentemente. I

            giornali non hanno parlato di reti

            wireless.

            Sui giornali c'è l'elenco dei cittadini italiani
            che usano reti
            wireless?
            Non lo sapevo.Certamente!è che tu non leggi i giornali "giusti". ;)
          • Leguleio scrive:
            Re: Offese
            Un occhiolino, ora. Meglio che niente, ma impegnandoti puoi dare di più.Ecco un esempio:"Con cavalieri senza macchia?No quello è il 50% degli appassionati Android è il 100% dei macachi!(rotfl)(rotfl)(rotfl)No solo i macachi si rendono così ridicoli!Basta guardare qui su questi commenti per rendersi conto della cosa!"Samsung defensor" totali=0Trolloni Macachi invece a bizzeffe!E tutti dicono la stessa ridicola cosa senza che nessuno abbia detto una parola a favore di samsung!(rotfl)(rotfl)Ma tagliamo corto....Link con cavaliere please?(rotfl)(rotfl)"Tratta da qui:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3600027&m=3600999#p3600999
          • Il RE scrive:
            Re: Offese
            - Scritto da: qwertyuiop
            - Scritto da: Leguleio

            Ah, può darsi. Commentavano sul weblog di

            Grillo, la cosa non mi stupirebbe!
            Giusto, di idioti ne è pieno il mondo, per
            esempio c'è un tizio che va a fare l'esperto di
            leggi su un forum di informaticahttp://www.dizionario-italiano.it/definizione-lemma.php?definizione=leguleio&lemma=L01B8400Notare che il nick ha secondo il dizionario linkato una accezione spregiativa. Mai nick (scelto liberamente e non imposto) fu piú indovinato!

            Ma anche il solo IP basta per vedersi

            indagata tutta la famiglia, finché il responsabile non salta

            fuori.
            Chiaramente è impossibile che un esterno utilizzi
            la rete wireless
            :pInfatti, il problema é come si conducono le indagini. Lí un po' di competenza é necessaria. Soprattutto per escludere dei buchi nell'acqua colossali.
        • panda rossa scrive:
          Re: Offese
          - Scritto da: Leguleio
          Ma anche il solo IP basta per vedersi indagata
          tutta la famiglia, finché il responsabile non
          salta
          fuori.Giura che basta il solo IP.Perche' ti citero' come testimone in caso di eventuale proXXXXX che mi vede imputato.
          • Leguleio scrive:
            Re: Offese
            - Scritto da: panda rossa

            Ma anche il solo IP basta per vedersi
            indagata

            tutta la famiglia, finché il responsabile non

            salta

            fuori.

            Giura che basta il solo IP.No, ovviamente non basta. Restringe molto le indagini, questo sì. Non c'è ancora giurisprudenza in Italia sui privati che lasciano deliberatamente aperta la propria rete Wi-Fi, quindi è difficile dire se sarebbero coinvolti in sede civile, o addirittura penale.
          • tucumcari scrive:
            Re: Offese
            - Scritto da: Leguleio
            - Scritto da: panda rossa




            Ma anche il solo IP basta per vedersi

            indagata


            tutta la famiglia, finché il
            responsabile
            non


            salta


            fuori.



            Giura che basta il solo IP.


            No, ovviamente non basta. Restringe molto le
            indagini, questo sì.


            Non c'è ancora giurisprudenza in Italia sui
            privati che lasciano deliberatamente aperta la
            propria rete Wi-FiGiusto deve essere per quello (non c'è giurisprudenza) che ho fatto da perito in alcune cause di questo tipo.Hai proprio ragione!
          • Leguleio scrive:
            Re: Offese
            Un solo punto esclamativo?E nessuna faccina? Che delusione!Si può fare di più. Ecco il tucumcari al meglio delle sue capacità:"Abbè infatti abbiamo visto tutti che sei qui per quello finora hai solo spalato XXXXX su samsung sperando di trovare qualcuno che la difendesse per dare fiato alle tue tesi da troll!E ti è andata male!(rotfl)(rotfl)Sei proprio ridicolo!(rotfl)(rotfl)"Tratto da qui:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3600027&m=3601006#p3601006
          • tucumcari scrive:
            Re: Offese
            - Scritto da: Leguleio
            Un solo punto esclamativo?
            E nessuna faccina? Che delusione!

            Si può fare di più. Ecco il tucumcari al meglio
            delle sue
            capacità:

            "Abbè infatti abbiamo visto tutti che sei qui per
            quello finora hai solo spalato XXXXX su samsung
            sperando di trovare qualcuno che la difendesse
            per dare fiato alle tue tesi da
            troll!
            E ti è andata male!
            (rotfl)(rotfl)
            Sei proprio ridicolo!
            (rotfl)(rotfl)"

            Tratto da qui:
            http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3600027&m=360Fossi in te farei mente locale al fatto che ultimamente <b
            "alcuni" tuoi post </b
            hanno avuto una vita diciamo "stentata" e sopratutto molto breve!(rotfl)(rotfl)Ma si vede che scrivere a vanvera inutilmente e più che altro a beneficio del t-1000 ti diverte.O sbaglio?
          • Leguleio scrive:
            Re: Offese
            Ecco, qui va molto meglio. Due faccine.Avanti il prossimo. Il prossimo messaggio, intendo. Altrimenti m'annoio.
          • Leguleio scrive:
            Re: Offese
            Un solo punto esclamativo. Non sei più tu.Nei tempi d'oro, ne snocciolavi a decine.
          • panda rossa scrive:
            Re: Offese
            - Scritto da: Leguleio
            - Scritto da: panda rossa




            Ma anche il solo IP basta per vedersi

            indagata


            tutta la famiglia, finché il
            responsabile
            non


            salta


            fuori.



            Giura che basta il solo IP.


            No, ovviamente non basta. Restringe molto le
            indagini, questo sì.E quindi esclude dal giro degli indagati tutti gli altri?
            Non c'è ancora giurisprudenza in Italia sui
            privati che lasciano deliberatamente aperta la
            propria rete Wi-Fi, quindi è difficile dire se
            sarebbero coinvolti in sede civile, o addirittura
            penale.Deliberatamente?
          • tucumcari scrive:
            Re: Offese
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Leguleio

            - Scritto da: panda rossa







            Ma anche il solo IP basta per
            vedersi


            indagata



            tutta la famiglia, finché il

            responsabile

            non



            salta



            fuori.





            Giura che basta il solo IP.





            No, ovviamente non basta. Restringe molto le

            indagini, questo sì.

            E quindi esclude dal giro degli indagati tutti
            gli
            altri?


            Non c'è ancora giurisprudenza in Italia sui

            privati che lasciano deliberatamente aperta
            la

            propria rete Wi-Fi, quindi è difficile dire
            se

            sarebbero coinvolti in sede civile, o
            addirittura

            penale.

            Deliberatamente?Che non ci siano casi ovviamente non è affatto vero.Che non abbiano in genere le idee chiarissime (giudici e avvocati dell'una o dell'altra parte) su come comportarsi è però sostanzialmente vero.Da quando è decaduto il decreto Pisanu poi la cosa si è "magicamente acquietata" i casi sono 2 o nessuno si attacca più alle reti WiFi che si vedono in giro (come sai i beacon sono visibili senza neppure agganciarsi) oppure non sanno più bene come risolvere il "problemino" :D
          • Leguleio scrive:
            Re: Offese
            Ah, però, una faccina pure qui. M'era sfuggita.Non c'è niente da fare, le crisi di riso ti vengono anche quando ti sforzi di essere serio.
          • tucumcari scrive:
            Re: Offese
            - Scritto da: Leguleio
            Ah, però, una faccina pure qui. M'era sfuggita.Sono molte le cose che ti sfuggono direi che è piuttosto evidente..Stai messo davvero male.Passa da un medico ti può aiutare.
          • Leguleio scrive:
            Re: Offese
            No, questa non faceva granché ridere. Secondo me devi andare molto più sul pesante. E non dimenticare faccine, punti esclamativi e parole tutte in maiuscolo a profusione.
      • Quelo scrive:
        Re: Offese

        Questa sfavillante moneta da 1 Euro 50
        Centesimi dice che le persone in oggetto hanno
        cliccato su "Fai login con il tuo account
        Facebook" o una di quelle robe 2.0 lì;
        account ovviamente con nome e cognome
        reali.Prima cosa, è abbastanza evidente che ogni azione su Internet è tracciata e la magistratura può comunque tracciarti a meno che tu non passi da un anonimizzatore tipo TOR.Secondo, coi cookies non serve nemmeno loggarsi. Se poi non disabiliti i cookies di terze parti, ogni sito che visiti possono sapere chi sei, anche senza pensare ad IP e roba simile.Terzo, Quelli che commentano su quel Blog, di solito mettono nome e cognome reali, perché ci tengono a far sapere chi sono e si fidano. Se poi qualcuno conoscesse più dettagliatamente il Blog in questione, saprebbe che non è nuovo addirittura alla pubblicazione dei dati strettamente personali degli utenti tra i commenti, come vendetta o gogna mediatica.
        • panda rossa scrive:
          Re: Offese
          - Scritto da: Quelo

          Questa sfavillante moneta da <s
          1 Euro </s
          50

          Centesimi dice che le persone in oggetto hanno

          cliccato su "Fai login con il tuo account

          Facebook" o una di quelle <i
          robe 2.0 </i
          lì;

          account ovviamente con nome e cognome

          reali.

          Prima cosa, è abbastanza evidente che ogni azione
          su Internet è tracciata e la magistratura può
          comunque tracciarti a meno che tu non passi da un
          anonimizzatore tipo
          TOR.E' sufficiente un proxy in russia.Possono vedere che ci entri, che non e' illegale, ma non possono sapere dove esci che non glielo diranno mai e comunque non sara' mai una prova attendibile.
          Secondo, coi cookies non serve nemmeno loggarsi.
          Se poi non disabiliti i cookies di terze parti,
          ogni sito che visiti possono sapere chi sei,
          anche senza pensare ad IP e roba
          simile.Se sei scemo, e' giusto subirne le conseguenze.
          • tucumcari scrive:
            Re: Offese
            - Scritto da: panda rossa

            Se sei scemo, e' giusto subirne le conseguenze.Si ma già che ci sei digli anche che deve "tenere puliti" i cookies e la cache del browser che altrimenti corri il rischio di dare un suggerimento parziale e quindi potenzialmente pericoloso per il niubbo medio.
          • Quelo scrive:
            Re: Offese
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Quelo


            Questa sfavillante moneta da <s

            1 Euro </s

            50


            Centesimi dice che le persone in
            oggetto
            hanno


            cliccato su "Fai login con il tuo
            account


            Facebook" o una di quelle <i

            robe 2.0 </i

            lì;


            account ovviamente con nome e cognome


            reali.



            Prima cosa, è abbastanza evidente che ogni
            azione

            su Internet è tracciata e la magistratura può

            comunque tracciarti a meno che tu non passi
            da
            un

            anonimizzatore tipo

            TOR.

            E' sufficiente un proxy in russia.
            Possono vedere che ci entri, che non e' illegale,
            ma non possono sapere dove esci che non glielo
            diranno mai e comunque non sara' mai una prova
            attendibile.
            Si ... diciamo se la comunicazione è SSL sono d'accordo, se non lo è non sarei così sicuro, visto che nelle richieste proxy c'è il nome del sito che visiti in chiaro ... comunque diciamo che hai ragione.

            Secondo, coi cookies non serve nemmeno
            loggarsi.

            Se poi non disabiliti i cookies di terze
            parti,

            ogni sito che visiti possono sapere chi sei,

            anche senza pensare ad IP e roba

            simile.

            Se sei scemo, e' giusto subirne le conseguenze.Eh ma non è solo l'essere "scemi", per esempio nella maggior parte dei browser mobile quell'opzione è assente e quella di cancellare i cookie all'uscita non c'è proprio.Anche molti browser "normali" hanno quell'opzione ben nascosta, forse alcuni non l'hanno nemmeno.Molte persone che conosco non sanno manco che esistono o non se ne preoccupano, fanno le ricerche su Google mentre sono connessi con Google+ e navigano tranquilli.Da quando ci sono i social network ormai, le cose funzionano così per moltissime persone che non bollerei necessariamente come "sceme", semplicemente non ci pensano.
          • tucumcari scrive:
            Re: Offese
            - Scritto da: Quelo
            bollerei necessariamente come "sceme",
            semplicemente non ci
            pensano.Ok diciamo che non sono dei geni?O più semplicemente in quanto utilizzatori di informatica fanno parte della categoria "niubbo" il che non significa che non possano essere "geniali" in altre cose...
          • Leguleio scrive:
            Re: Offese
            "il che non significa che non possano essere "geniali" in altre cose..."In commenti come questi, ad esempio:"Le indagini sono chiarissime è (te lo ripeto) da nessuna (e proprio questo è il problema) parte ci sono dati personali trattati da GOOGLE riguardanti il danneggiato!è proprio per quello che la sentenza non stava e non sta in piedi!E parlo di DATI non le tue elucubrazioni personali o quelle di chicchessia!E mettiamola così dato che insisti di avere letto dimmi (e cita) dove nei documenti trovi i DATI relativi !So che ti sarà piuttosto difficile perchè non c'è nessun passo in cui ci siano!Ne vuoi prendere atto una volta per tutte o no?"Vedi qui:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3677637&m=3678174#p3678174
          • Quelo scrive:
            Re: Offese

            Ok diciamo che non sono dei geni?
            O più semplicemente in quanto utilizzatori di
            informatica fanno parte della categoria "niubbo"
            il che non significa che non possano essere
            "geniali" in altre
            cose...Adesso, al di là dell'articolo in se, dico che è inutile fare i preziosi, o dire che si è più furbi degli altri, ormai la gente è obbligata ad usare il cloud così come gli viene proposto, perché questo è quello che è stato imposto. Se rifiuti quel modello, non puoi avere uno smartphone, non puoi comunicare, non puoi far nulla.Basta avere una mail su gmail e tutti i contatti sono sincronizzati con google, poi vai su G+ e scopri che i contatti dei tuoi contatti ti sono mostrati come possibili contatti G+, intersecando agenda telefonica, mail e persone su G+ senza autorizzazione alcuna. Se apri la pagina Google con Windows ti dice di cliccare per andare più veloce, tu clicchi, ti scarica chrome, importa i bookmarks e poi te li salva su Google insieme alle tue password (quello te le chiede prima però ... una volta !).Ormai il mondo moderno è così, persino Firefox vuole sincronizzare la tua vita coi loro server, per non parlare dei prodotti Apple, Dropbox quando scatti una foto se la sincronizza, e qualsiasi telefono Android non ti da i servizi Google se prima non fai il login.Facebook continua a non impedire agli altri di taggarti nelle foto, tu puoi solo vedere dopo che ti hanno taggato e scegliere se pubblicare o meno la foto stessa, peccato a quel punto è probabilmente stata già analizzata dagli algoritmi di riconoscimento e internamente il link è permanente, però se lo spighi alle persone che sono costantemente loggate su Facebook per vedere se arrivano i messaggi dagli amici, o non capiscono o ti insultano e sono la maggior parte.Io vorrei sapere quanti che leggono queste pagine non hanno account Facebook, mail su Gmail, Smartphones e tolgono i cookies alla chiusura del browser, cancellando anche quelli di flash per esempio.Ora esce lo standard Html5 che i cookie se li mangia a colazione (appunto) visto che ha i database interni, tiene memoria dei programmi utilizzati, eccetera , allora che fai ? Ti definisci niubbio ? Ti definisci "scemo" ? Vai a vivere sulle montagne con un nokia del '90 e il palottoliere ?
          • panda rossa scrive:
            Re: Offese
            - Scritto da: Quelo
            Anche molti browser "normali" hanno quell'opzione
            ben nascosta, forse alcuni non l'hanno
            nemmeno.Esiste solo un browser!
Chiudi i commenti