Mirror, personal trainer da salotto

Il costo è alto, ma il concept è intelligente: Mirror è uno specchio smart che consente di interagire con un personal trainer da remoto.
Il costo è alto, ma il concept è intelligente: Mirror è uno specchio smart che consente di interagire con un personal trainer da remoto.

Spenderesti circa 1500 dollari per comprare uno specchio, 30 dollari al mese per un abbonamento ad un servizio che rende smart l’oggetto ed ulteriori 40 dollari per poterlo sfruttare per 30 minuti in qualità di personal trainer intelligente e personalizzato? I produttori di Mirror, lo specchio smart, sperano di sì, ma la realtà è che le persone disposte a questo tipo di spesa saranno in realtà molto poche. Ma non è questo il punto: Mirror rappresenta l’ennesima evoluzione di quel che la tecnologia può creare per la casa moderna, dove ogni singola componente può essere re-immaginata per trasformarla in qualcosa di nuovo ed ulteriore, integrato in modo innovativo nella vita quotidiana.

Un personal trainer su Mirror

Mirror altro non è se non uno schermo riflettente, sfruttando il proprio display LCD per mostrare informazioni utili per varie necessità. Il fitness da salotto è una di queste estensioni, consentendo lezioni personalizzate di Pilates, kickboxing e altre discipline. Nello specchio sono integrati videocamera e microfono, il che apre ora a qualcosa di ulteriore: non è più soltanto l’intelligenza dello specchio a poter guidare l’esercizio, ma ci si può anche affidare a veri e propri assistenti remoti. Uno specchio per vedersi, una videocamera per farsi vedere, un microfono per interagire, un display per monitorare: tutto in uno, tutto in Mirror.

Allenamenti su Mirror

Questo tipo di dispositivo apre dunque alla possibilità di accedere a servizi di fitness da casa propria quando lo spostamento diventa un problema; diventa un’occasione di business per personal trainer in cerca di un’offerta più ampia e avanzata; diventa opportunità di mercato in grado di arricchire un dispositivo smart in cerca di ulteriori estensioni. Quando un oggetto diventa intelligente, potenzialmente si fa piattaforma per nuove idee e nuove evoluzioni.

Quel che fino a pochi anni or sono era chimera, oggi è paradossalmente semplice: così è per tutto il mondo che interagisce con Alexa, così vale per i termostati Nest e così per una pletora di altre soluzioni. A prescindere da modelli di business non sempre maturi e non sempre a livelli di costo tali da potersi aprire alle masse, Mirror rende evidente il fatto che la creatività torna al centro del mercato perché tutte le altre condizioni rappresentano elementi facilitanti.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

09 10 2019
Link copiato negli appunti