MX 2004, generazione Flash

Macromedia presenta la nuova suite di strumenti e tecnologie server e client per la creazione di applicazioni Internet. Spiccano i notissimi Dreamweaver e Flash


Milano – Macromedia ha rilasciato la nuova generazione di prodotti della famiglia MX, una suite che comprende strumenti di authoring e sviluppo molto noti agli sviluppatori, come Dreamweaver, Flash e Fireworks. Tutti gli applicativi della generazione MX 2004 condividono l?interfaccia, il design, gli elementi di sviluppo e le funzionalità.

Oltre ad includere le versioni aggiornate dei più noti applicativi di Macromedia, la nuova famiglia MX 2004 introduce Flash MX Professional 2004, un prodotto che, secondo Macromedia, “si fonda sui punti di forza di Flash integrando però una serie di novità con l?intento di catturare l?interesse di una comunità di sviluppatori di tipo più avanzato” che cerca maggiore controllo sulla progettazione e maggiori funzionalità. Il software dispone di un?interfaccia a form ed offre strumenti per lo sviluppo di Rich Internet Applications e applicazioni video interattive.

Tra le novità anche oggetti chiamati MX Elements, disponibili sia in formato Flash che HTML, utilizzabili per sviluppare interfacce grafiche con tool, componenti, template, style sheet e altre funzioni.

La nuova suite adotta anche una interfaccia grafica, chiamata Halo , che promette di sfruttare al meglio lo spazio di lavoro e ottimizzare la visibilità e l’accessibilità di ogni voce e strumento grazie a pagine iniziali condivise, definizioni di siti, gestione pannelli, schede per documenti e la finestra di ispezione “Proprietà comune”.

Macromedia ha spiegato che MX 2004 aggiunge il supporto dinamico ai fogli di stile (CSS) multilayer, migliora la gestione dei file e la sicurezza dell’FTP, introduce nuovi criteri di compatibilità per i browser in circolazione e integra un compilatore di Flash in grado di produrre applicazioni run-time più veloci.

L’edizione Studio MX 2004 della suite di Macromedia comprende, oltre alle versioni 2004 di Dreamweaver, Fireworks e Flash (o Flash Professional) anche FreeHand MX, per il disegno vettoriale.

Secondo Macromedia quello che gli utenti hanno realizzato è andato ben oltre le aspettative dell’azienda. Secondo Rob Burgess, chairman e CEO di Macromedia: ?Abbiamo realizzato la famiglia MX 2004 pensando alle incredibili creazioni che i nostri utenti sono riusciti a produrre e al feedback riscontrato. Grazie alle novità introdotte, potranno dare libero sfogo alla propria creatività ottenendo in questo modo delle soluzioni di qualità superiore.?

I nuovi prodotti MX 2004 di Macromedia saranno disponibili nel corso del mese di settembre nella versione inglese e in novembre nella versione in italiano.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    booo io...
    ...uso openldap e mi trovo bene, chiedo a chi conosce sia openldap e la versione di novell cosa cambia a livello di feature effettivamente utili tra l'uno e l'altro
  • Anonimo scrive:
    Quanto costa...
    Dunque sul sito leggo Lincenza 100 utenti Strong Encription 200 $ Software Media Kit 10 $Ovvero vendono il supporto con il SW separataemnte alle licenze?Quindi il minimo di spesa e' 210 $ se ho capito bene?
  • Anonimo scrive:
    DOMANDA:
    Si tratta di qualcosa di analogo a ActiveDirectory di Microsoft?
    • Anonimo scrive:
      Re: DOMANDA:
      Direi di sì. Si tratta dell'evoluzione del "mitico" NDS. Non ho esperienza con AD, ma per quanto riguarda eDirectory, devo dire che è piuttosto robusto...Alessandro
      • Anonimo scrive:
        Re: DOMANDA:
        Io ho avuto una certa esperienza con NDS (purtroppo solo fino a NETWARE 5 quindi biennio 1998/2000 ) e ti assicuro che all'epoca era già tecnologicamente più evoluto di quanto non lo sia AD su 2000. Certo che se ti leggi i white papars di MS scopri che tutte le le features che non sono riusciti a riprodurre in realtà non servono a niente ...NDS (ma anche NETWARE) è un buon esempio come un ottimo prodotto non vale nulla se non c'è un buon marketing a sostenerlo.MM
    • Anonimo scrive:
      Re: DOMANDA: in un certo senso......
      - Scritto da: Anonimo
      Si tratta di qualcosa di analogo a
      ActiveDirectory di Microsoft?beh, penso che Active Directory e' la versione mal riuscita di Microsoft. La cosa di microsoft non e' prettamente analoga, assomiglia piu' al suo fratellino svantaggiato, visto che la gestione di novell e' multipiattaforma, permette la gestione tramite web browser, permette di gestire le operazioni sia per un numero spropositato di utenti, che per che sistemi misti: gestendo le policy di win95,win98 ed oltre, perche' non tutti buttano via i soldi per comprare winXp e scoprire che agli impiegati dell'ufficio non cambia nulla, se non il costo del sistema nuovoi directory service sono di fatto un dbms che gestisce utenti, programmi, file system, server, policy, etc, etc.(indovinate a chi ha un archivio che assomiglia a quello di Ms-Access per gestire i dati....., archivio che obbligava nelle prime versioni a disattivare la cache del server, se no rischiavi di compromettere gli archivi degli utenti)I directory service di Novell esistono da quasi dieci anni, e lavorano su microsoft, solaris, linux, aix, etc, e sono in uso da CNN, Yahoo etc,etc. permettono di gestire qualche milione di utenti...... Novell ha emesso oltre 734 milioni di licenze utente per questo prodottomi sembra di paragonare un triciclo senza le ruote, ad una ferrari ..... sono entrambi mezzi di locomozione, ma mi sembra che non siano piu' di tanto paragonabili
      • Anonimo scrive:
        Re: DOMANDA: in un certo senso......
        concordo al 100%. Ma se ti capita leggi i white papers di MS che confronatno NDS e AD. Me ne è capitata una copia sottomano e da allora ho avuto la certezza che tutti i prodotti MS sono una truffa ma soprattutto ho capito perché i miei boss mi guradavano come fossi un marziano quando invece di progetto di migrazione da NDS a MS io parlavo di downgrade!MM
Chiudi i commenti