NAND Flash, separazione consensuale per Intel e Micron

Le due corporation annunciano la fine della partnership per lo sviluppo delle memoria a stato solido, uno sviluppo inatteso che apre scenari inediti per il mercato

Roma – Importante sviluppo in arrivo per il business delle memorie NAND , con due dei protagonisti del settore che hanno reso nota l’intenzione di separarsi dopo molti anni passati a lavorare assieme a nuovi prodotti per utenti e aziende. Una partnership che ha portato, tra l’altro, alla nascita di un nuovo standard di memorie ibride che promette di rivoluzionare l’intero business nel prossimo futuro.

Intel e Micron avevano dato origine a una joint-venture chiamata Intel-Micron Flash Technologies (IM Flash) nel lontano 2006, unendo i loro sforzi per lo sviluppo delle NAND Flash di nuova generazione. Col tempo, Intel ha sfruttato l’expertise del partner per la realizzazione delle proprie unità di storage a stato solido, mentre è più recente la coronazione del lavoro comune sancita dalla presentazione delle memorie 3D Xpoint .

Ancora più di recente 3D Xpoint ha debuttato nel mercato consumer con il marchio Optane , anche se le ambizioni di Intel per questa nuova tecnologia ibrida – più veloce dei chip NAND Flash , in grado di ritenere i dati diversamente dalle DRAM di sistema – vanno ben oltre una semplice cache veloce per i dati degli utenti.

Intel e Micron sono tutt’ora al lavoro sulle NAND Flash tridimensionali di terza generazione, ma una volta concluso quel nodo produttivo – entro il 2019 – le due corporation dicono di voler proseguire per strade separate lo sviluppo delle NAND 3D.

L’accordo di separazione viene presentato come “consensuale”, ma di certo nei prossimi anni sarà interessante seguire il percorso dei due business e le prevedibili differenziazioni nell’offerta all’utente finale o alle aziende.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • 04534b84a58 scrive:
    Riservatezza
    Non che le nuove regole, a conti fatti, rappresentino un avanzamento positivo in quanto a rispetto della riservatezza degli utenti in viaggio verso gli USA. Riservatezza? E si ridurrebbe tutto solo alla riservatezza?Bella frase contorta per dire in maniera delicata che gli agenti americani possono fare tutte le perquisizioni che vogliono senza la supervisione di un giudice.
    • Il Fuddaro scrive:
      Re: Riservatezza
      - Scritto da: 04534b84a58
      Non che le nuove regole, a conti fatti,
      rappresentino un avanzamento positivo in quanto a
      rispetto della riservatezza degli utenti in
      viaggio verso gli
      USA.

      Riservatezza? E si ridurrebbe tutto solo alla
      riservatezza?
      Bella frase contorta per dire in maniera delicata
      che gli agenti americani possono fare tutte le
      perquisizioni che vogliono senza la supervisione
      di un
      giudice.Le parole contano per addolcire la banana che perfora il ciulo delle genti, così loro, la apprezzano di buon grado e vanno a nanna felici.
    • panda rossa scrive:
      Re: Riservatezza
      - Scritto da: 04534b84a58
      <i
      Non che le nuove regole, a conti fatti,
      rappresentino un avanzamento positivo in quanto a
      rispetto della riservatezza degli utenti in
      viaggio verso gli
      USA. </i


      Riservatezza? E si ridurrebbe tutto solo alla
      riservatezza?
      Bella frase contorta per dire in maniera delicata
      che gli agenti americani possono fare tutte le
      perquisizioni che vogliono senza la supervisione
      di un
      giudice.Ma quale riservatezza?Questa e' solo una scusa per poter privare la gente dei propri diritti.Chi vuole portare dati dentro e fuori dagli USA mica li porta su chiavetta o scheda di memoria.Io tutti i giorni mando dati in USA e li prelevo senza alzare il XXXX dalla scrivania.E questi pretendono di trattare dati digitali come se fosse droga?
      • c9267772f50 scrive:
        Re: Riservatezza

        Ma quale riservatezza?
        Questa e' solo una scusa per poter privare la
        gente dei propri
        diritti.

        Chi vuole portare dati dentro e fuori dagli USA
        mica li porta su chiavetta o scheda di
        memoria.

        Io tutti i giorni mando dati in USA e li prelevo
        senza alzare il XXXX dalla
        scrivania.

        E questi pretendono di trattare dati digitali
        come se fosse
        droga?Trolla meno. Sappiamo tutti che il discorso non si riduce alle sole chiavette, anzi quelle potrebbero neanche notarle.Gli smartphones e tutta la vita privata che i polli si portano appresso sono il bersaglio principale, ma anche laptops e tutti gli altri apparecchi elettronici possono essere confiscati ed i dischi riversati nei loro database.
        • panda rossa scrive:
          Re: Riservatezza
          - Scritto da: c9267772f50

          Ma quale riservatezza?

          Questa e' solo una scusa per poter privare la

          gente dei propri

          diritti.



          Chi vuole portare dati dentro e fuori dagli USA

          mica li porta su chiavetta o scheda di

          memoria.



          Io tutti i giorni mando dati in USA e li prelevo

          senza alzare il XXXX dalla

          scrivania.



          E questi pretendono di trattare dati digitali

          come se fosse

          droga?

          Trolla meno. Sappiamo tutti che il discorso non
          si riduce alle sole chiavette, anzi quelle
          potrebbero neanche
          notarle.E a che cosa, di grazia?
          Gli smartphones e tutta la vita privata che i
          polli si portano appresso sono il bersaglio
          principale, Hai detto bene: polli.Il pollo e' indispensabile alla nostra sopravvivenza.Ben vengano.
          ma anche laptops e tutti gli altri
          apparecchi elettronici possono essere confiscati
          ed i dischi riversati nei loro
          database.Appunto.E quindi secondo te il potenziale terrorista entra in territorio americano con le mappe degli edifici sensibili sul desktop del proprio portatile?
          • 304352341ed scrive:
            Re: Riservatezza



            Gli smartphones e tutta la vita privata che i

            polli si portano appresso sono il bersaglio

            principale,

            Hai detto bene: polli.
            Il pollo e' indispensabile alla nostra
            sopravvivenza.
            Ben vengano.
            Il pollo e' indispensabile al potente per aumentare il suo potere ed usarlo contro tutti gli altri. Se te sei al loro servizio ci guadagni, gli altri no.

            ma anche laptops e tutti gli altri

            apparecchi elettronici possono essere
            confiscati

            ed i dischi riversati nei loro

            database.

            Appunto.
            E quindi secondo te il potenziale terrorista
            entra in territorio americano con le mappe degli
            edifici sensibili sul desktop del proprio
            portatile?Sai benissimo che il terrorismo è solo una scusa.
Chiudi i commenti