Net neutrality, il voto di FCC

Si levano i cori di proteste da tutti i fronti: la fase di consultazione pubblica che si svolgerà nei prossimi mesi si prospetta terribilmente calda

Roma – FCC ha votato la sua proposta di riforma sulla net neutrality che vuole modificare le regole di accesso universale alle risorse di rete (l’ Open Internet Notice of Proposed Rulemaking , NPRM) in risposta alla decisione di gennaio della Corte d’Appello statunitense, che ha messo in discussione la decisione con la quale FCC aveva condannato i blocchi e le discriminazioni di traffico adottate da alcuni Internet Service Provider ai danni di alcuni operatori web, sviluppatori di app e fornitori di servizi cloud.

Oltre alla divulgazione delle regole per il settore delle aste per le frequenze, la votazione della FCC, in realtà, ha ben poco di definitivo: si tratta solo dell’approvazione di una bozza di riforma del settore da cui partire per accogliere le osservazioni di aziende, gruppo di interesse e cittadini.

La commissione federale ha confermato di voler partire dall’idea che è possibile – entro determinate condizioni – per i fornitori di connettività offrire una velocità maggiore a determinati servizi , senza però costringere gli operatori che non vogliono pagare a ritrovarsi a far correre i propri dati con connessioni più lente di quelle attuali. Per quanto per molti osservatori questo resti impossibile, per FCC è una questione di vigilanza, equilibrio e garanzia di un “minimo livello di servizio”. Resta inoltre la proibizione di adottare tale linea privilegiata “con condizioni commercialmente irragionevoli”: una formula – questa – che non fa affatto ben sperare i sostenitori della net neutrality.

Confermata anche l’idea di riconoscere un ruolo specifico di monitoraggio ad un incaricato rappresentate delle startup, un Ombudsman, o difensore civile, figura nata sul modello svedese e già mutuata all’interno dell’Unione Europea.

Come anticipato , ora si apre la fase della consultazione pubblica che si preannuncia scoppiettante: avendo sul piatto sia la possibile deviazione dall’assunto basilare sulla net neutrality sia la possibilità di riclassificare le connessioni a banda larga come “servizio pubblico”, facendole dunque rientrare nella più ampia regolamentazione di settore, FCC sembra aver per il momento scontentato tutto il fronte degli interessati, dalle aziende ICT e le nuove startup , fino ad arrivare alle telco e ai fornitori dei servizi, passando per gli utenti ed i gruppi di interesse , che hanno portato la protesta anche davanti alla sede dell’FCC.

Mentre la Casa Bianca ha cercato di ribadire che si tratta di mosse necessarie dopo la sentenza di gennaio della Corte d’Appello e che si tratta solo di una bozza di discussione, EFF ha subito annunciato che darà battaglia e ha dato il via al sito DearFCC.org che avrà lo scopo di raccogliere i commenti degli utenti alla criticata proposta.

Lunga la lista delle aziende che si dicono preoccupate, con tra le prime a commentare negativamente Netflix e Amazon.

Leggermente più ottimiste appaiono aziende come Reddit e Comcast, che sottolineano come – anche se è ancora tanta la strada da percorrere – è interessante notare come FCC abbia già ascoltato le proteste accogliendo la possibilità di discutere dell’ipotesi di considerare la banda larga come un servizio pubblico.

Sono critiche anche le telco: Verizon, per esempio, ha dichiarato che sarebbe una scelta anacronistica quella di estendere la regolamentazione del 1930 sulle telecomunicazioni alla realtà attuale; AT&T ha parlato , invece, di un pessimo messaggio per tutto il mondo, legato all’intenzione del Governo degli Stati Uniti di caricare il settore di una inutile e pesante regolamentazione.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Puffo inventore scrive:
    Tecnologie superiori
    I nostri antenati disegnavano sui muri delle grotte, i loro disegni sono giunti fino a noi dopo 11.000 anni come sono di testimonianza le incisioni rupestri della Val Camonica, lo stesso disegno archiviato su un cd o hd quanto durerebbe?La sonda spaziale Pioneer ha utilizzato propio una placca incisa come i nostri antenati.
    • marcorr scrive:
      Re: Tecnologie superiori
      - Scritto da: Puffo inventore
      I nostri antenati disegnavano sui muri delle
      grotte, i loro disegni sono giunti fino a noi
      dopo 11.000 anni come sono di testimonianza le
      incisioni rupestri della Val Camonica, lo stesso
      disegno archiviato su un cd o hd quanto
      durerebbe?
      La sonda spaziale Pioneer ha utilizzato propio
      una placca incisa come i nostri
      antenati.Ottimo sistema per conservare conoscenza, meno per condividerle.A parte questo immagino che hai un sistema per incidere sulla roccia in val Camonica una registrazione di di Billie Holiday per poter far sentire anche ai posteri la sua voce.
    • Francesco scrive:
      Re: Tecnologie superiori
      Condivido, ma in parte.Pensa a quante impronte di mani sono state lasciate, quelle arrivate a noi sono una frazione insignificante.Probabilmente per i CD accadrà lo stesso... i nostri eredi troveranno CD ancora leggibili perché conservati al buio ed all'asciutto.
  • Luco, giudice di linea mancato scrive:
    Tenere i dischi A PROVA DI LUCE
    I raggi solari e anche le lampade artificiali, sia sulla superficie del disco (superiore o inferiore) sia sul bordo, sono ESTREMAMENTE dannosi per l'integrità dei dati. Tenete i dischi al chiuso, non in custodie trasparenti. L'ideale sono quei contenitori di tessuto (la plastica nel lungo tempo rilascia acidi) che si chiudono con la cerniera.
  • lordalbert scrive:
    altri supporti
    ed usare HardDisk/chiavette invece? (ovviamente in duplice copia)Io i cd li uso solo per ascoltare musica sulla macchina, non avendo prese usb. I dvd invece già passati nel dimenticatoio :)
    • 2014 scrive:
      Re: altri supporti
      - Scritto da: lordalbert
      ed usare HardDisk/chiavette invece? (ovviamente
      in duplice
      copia)Costo?P.S. neppure loro sono eterni...
      • Sg@bbio scrive:
        Re: altri supporti
        - Scritto da: 2014
        - Scritto da: lordalbert

        ed usare HardDisk/chiavette invece? (ovviamente

        in duplice

        copia)

        Costo?
        P.S. neppure loro sono eterni...Ma durano di più
      • cicciobello scrive:
        Re: altri supporti
        Costa molto meno l'hard disk esterno rispetto ai cd. Un hard disk da un tb costa sui 50-60 euro.Per memorizzare un terabyte di materiale su cd ne occorrono circa 1400, quindi a meno che tu non li paghi 4 centesimi l'uno, ti costano molto di più.Inoltre, non possono essere cancellati, quindi non è possibile riutilizzarli quando i dati su di essi non ti servono più.Inoltre, su 1400 cd masterizzati, voglio vedere se non ne trovi almeno uno che non funziona.Per le chiavette, una chiavetta da 16 giga costa dai 5 a 10 euro, ed equivale a 23 cd, più o meno... quindi il costo corrisponde più o meno a quello che si avrebbe usando i cd (una confezione da 50 cd verbatim costa sui 20 euro... quindi con 10 euro se ne possono comprare al massimo 25: considerando però che spesso quando masterizzi un cd non lo riempi del tutto, su 25 cd difficilmente riuscirai a far stare 16 giga di roba); a questo devi però aggiungere il costo del masterizzatore, e inoltre devi stare attento a non bruciarne nessuno.Anche come costi, il cd non conviene affatto.
        • user_ scrive:
          Re: altri supporti
          l'hard disk conviene anche rispetto ai dvdr ,e poi oggi un hard disk da 3tb costa 100 o meno. o forse 80. sì 80 ,o ci arriveranno presto a farli costare 80 euro.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 16 maggio 2014 16.46-----------------------------------------------------------
          • 2014 scrive:
            Re: altri supporti
            - Scritto da: user_
            l'hard disk conviene anche rispetto ai dvdr ,e
            poi oggi un hard disk da 3tb costa 100 o meno. o
            forse 80. sì 80 ,o ci arriveranno presto a farli
            costare 80
            euro.Visto che siete tutti così più furbi di chi lavora qui: Library of Congress mandategli il vostro cv...
          • cicciobello scrive:
            Re: altri supporti
            Guarda che loro stanno dicendo la stessa cosa che diciamo noi: i cd non vanno bene come forma di archiviazione a lungo termine, e molti lo stanno scoprendo troppo tardi.
          • 2014 scrive:
            Re: altri supporti
            - Scritto da: cicciobello
            Guarda che loro stanno dicendo la stessa cosa che
            diciamo noi: i cd non vanno bene come forma di
            archiviazione a lungo termine, e molti lo stanno
            scoprendo troppo
            tardi.Leggi bene stanno dicendo il contrario
          • cicciobello scrive:
            Re: altri supporti

            Leggi bene stanno dicendo il contrarioDavvero? <i
            "All of the modern formats weren't really made to last a long period of time," said Fenella France, chief of preservation research and testing at the Library of Congress. "They were really more developed for mass production." </i
          • cicciobello scrive:
            Re: altri supporti

            Visto che siete tutti così più furbi di chi
            lavora qui: Library of Congress mandategli il
            vostro
            cv...Visto che tu hai un mucchio di cd che ormai sono completamente inutili (perché la stessa musica è disponibile in formati più comodi), perché non li spedisci a loro? Hai letto che stanno cercando dischi sacrificabili per i loro esperimenti.
          • Osvaldo scrive:
            Re: altri supporti
            Modificato dall' autore il 16 maggio 2014 16.46
            --------------------------------------------------In quanto a convenienza hai ragione, ma il tema è la DURABILITA' nel tempo, e gli HD sono molto più vulnerabili da questo punto di vista rispetto ai supporti ottici
        • prova123 scrive:
          Re: altri supporti
          - Scritto da: cicciobello

          Inoltre, su 1400 cd masterizzati, voglio vedere
          se non ne trovi almeno uno che non
          funziona.

          Su un hard disk fai presto a trovare quello che cerchi, tra 1400 cd il concetto di trovare qualcosa non ha più senso di esistere ;)
          • Joe Tornado scrive:
            Re: altri supporti
            Già per masterizzarli, 1400 cd ... Quasi un mese per farne 50 al giorno !
          • user_ scrive:
            Re: altri supporti
            - Scritto da: prova123
            - Scritto da: cicciobello




            Inoltre, su 1400 cd masterizzati, voglio vedere

            se non ne trovi almeno uno che non

            funziona.




            Su un hard disk fai presto a trovare quello che
            cerchi, tra 1400 cd il concetto di trovare
            qualcosa non ha più senso di esistere
            ;)e poi i cd/dvd occupano molto piu' spazio, e per trovare quello che cerchi devi scriverci il numero sopra col pennarello e fare la lista in un file di testo di tutto quello che contiene ogni cd o dvd numerato...
          • prova123 scrive:
            Re: altri supporti
            ... non solo, li devi tenere obbligatoriamente sempre ordinati, altrimenti dopo l'uso di qualche cd non si ritrova più nulla ...
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: altri supporti
            - Scritto da: prova123
            ... non solo, li devi tenere obbligatoriamente
            sempre ordinati, altrimenti dopo l'uso di qualche
            cd non si ritrova più nulla
            ...Ma non rischi cancellazioni accidentali!
        • Enjoy with Us scrive:
          Re: altri supporti
          - Scritto da: cicciobello
          Costa molto meno l'hard disk esterno rispetto ai
          cd. Un hard disk da un tb costa sui 50-60
          euro.

          Per memorizzare un terabyte di materiale su cd ne
          occorrono circa 1400, quindi a meno che tu non li
          paghi 4 centesimi l'uno, ti costano molto di
          più.

          Inoltre, non possono essere cancellati, quindi
          non è possibile riutilizzarli quando i dati su di
          essi non ti servono
          più.

          Inoltre, su 1400 cd masterizzati, voglio vedere
          se non ne trovi almeno uno che non
          funziona.



          Per le chiavette, una chiavetta da 16 giga costa
          dai 5 a 10 euro, ed equivale a 23 cd, più o
          meno... quindi il costo corrisponde più o meno a
          quello che si avrebbe usando i cd (una confezione
          da 50 cd verbatim costa sui 20 euro... quindi con
          10 euro se ne possono comprare al massimo 25:
          considerando però che spesso quando masterizzi un
          cd non lo riempi del tutto, su 25 cd
          difficilmente riuscirai a far stare 16 giga di
          roba); a questo devi però aggiungere il costo del
          masterizzatore, e inoltre devi stare attento a
          non bruciarne
          nessuno.


          Anche come costi, il cd non conviene affatto.un DVD costa 24 centesimi e ti parlo di un verbatim full printable, altrimenti puoi scendere anche sotto i 20 centesimi, il costo a Tb quindi è di circa 60 euro, ben inferiore al costo a TB per qualsiasi tipo di chiavetta e superiore solo a quello di un HD da 2/3 Tb.Tuttavia un danno serio ad un HD da 2/3 Tb ti fa perdere con ogni probabilità 2/3 Tb di dati, mentre un DVD che si danneggi allo stesso modo compromette 4.5 Gb di dati. I DVD poi sono più longevi degli HD, per tre diversi motivi:1 Non hanno parti meccaniche in movimento2 non sono suscettibili ad effetti magnetici3 Sono assai meno sensibili all'evoluzione degli standard. Prova a collegare ad una moderna MB un HD IDE da 500 mb ad esempio, hai bisogno di adattatori per la linea dati e in diversi casi anche per l'alimentazione, i CD/DVD esistevano già e sono ancora perfettamente compatibili con i lettori odierni.Ricordati che un HD ha a bordo anche una scheda elettronica, la cui affidabilità dopo 10 anni è tutta da dimostrare, anche se non fosse mai stato usato... certo magari i dati ad una società specializzata sono ancora accessibili... ma a che prezzo?IO personalmente ho CD masterizzati nel 1995 e DVD masterizzati nel 2000 esono tutti ancora perfettamente leggibili, nonostante alcuni supporti non fossero certo di ottima qualità (i famigerati Princo). Certo ogni volta che masterizzo un nuovo media eseguo la verifica dei dati scritti e scarto i CD/DVD che mostrino anche solo un lieve difetto nella rilettura dei dati. Certo i CD/DVD li tengo con cura e quando non li uso sono in un raccoglitore protetti dalla luce.
          • Osvaldo scrive:
            Re: altri supporti
            - Scritto da: Enjoy with Us
            - Scritto da: cicciobello

            Costa molto meno l'hard disk esterno
            rispetto
            ai

            cd. Un hard disk da un tb costa sui 50-60

            euro.



            Per memorizzare un terabyte di materiale su
            cd
            ne

            occorrono circa 1400, quindi a meno che tu
            non
            li

            paghi 4 centesimi l'uno, ti costano molto di

            più.



            Inoltre, non possono essere cancellati,
            quindi

            non è possibile riutilizzarli quando i dati
            su
            di

            essi non ti servono

            più.



            Inoltre, su 1400 cd masterizzati, voglio
            vedere

            se non ne trovi almeno uno che non

            funziona.







            Per le chiavette, una chiavetta da 16 giga
            costa

            dai 5 a 10 euro, ed equivale a 23 cd, più o

            meno... quindi il costo corrisponde più o
            meno
            a

            quello che si avrebbe usando i cd (una
            confezione

            da 50 cd verbatim costa sui 20 euro...
            quindi
            con

            10 euro se ne possono comprare al massimo 25:

            considerando però che spesso quando
            masterizzi
            un

            cd non lo riempi del tutto, su 25 cd

            difficilmente riuscirai a far stare 16 giga
            di

            roba); a questo devi però aggiungere il
            costo
            del

            masterizzatore, e inoltre devi stare attento
            a

            non bruciarne

            nessuno.





            Anche come costi, il cd non conviene affatto.


            un DVD costa 24 centesimi e ti parlo di un
            verbatim full printable, altrimenti puoi scendere
            anche sotto i 20 centesimi, il costo a Tb quindi
            è di circa 60 euro, ben inferiore al costo a TB
            per qualsiasi tipo di chiavetta e superiore solo
            a quello di un HD da 2/3
            Tb.
            Tuttavia un danno serio ad un HD da 2/3 Tb ti fa
            perdere con ogni probabilità 2/3 Tb di dati,
            mentre un DVD che si danneggi allo stesso modo
            compromette 4.5 Gb di dati.

            I DVD poi sono più longevi degli HD, per tre
            diversi
            motivi:
            1 Non hanno parti meccaniche in movimento
            2 non sono suscettibili ad effetti magnetici
            3 Sono assai meno sensibili all'evoluzione degli
            standard. Prova a collegare ad una moderna MB un
            HD IDE da 500 mb ad esempio, hai bisogno di
            adattatori per la linea dati e in diversi casi
            anche per l'alimentazione, i CD/DVD esistevano
            già e sono ancora perfettamente compatibili con i
            lettori
            odierni.

            Ricordati che un HD ha a bordo anche una scheda
            elettronica, la cui affidabilità dopo 10 anni è
            tutta da dimostrare, anche se non fosse mai stato
            usato... certo magari i dati ad una società
            specializzata sono ancora accessibili... ma a che
            prezzo?
            IO personalmente ho CD masterizzati nel 1995 e
            DVD masterizzati nel 2000 esono tutti ancora
            perfettamente leggibili, nonostante alcuni
            supporti non fossero certo di ottima qualità (i
            famigerati Princo). Certo ogni volta che
            masterizzo un nuovo media eseguo la verifica dei
            dati scritti e scarto i CD/DVD che mostrino anche
            solo un lieve difetto nella rilettura dei dati.
            Certo i CD/DVD li tengo con cura e quando non li
            uso sono in un raccoglitore protetti dalla
            luce.Quoto, e aggiungo a favore dei supporti ottici che se vengono conservati al riparo dalla luce possono resistere molto di più di ciò che si crede.Il guaio degli HD sta proprio in quello che hai detto tu, dispongono necessariamente tutti di una scheda elettronica i cui componenti, in particolar modo i condensatori elettrolitici, sono fatti per durare 10 o al massimo 15 anni.Come supporto di memorizzazione vedo bene il cloud, non sarà il massimo per la privacy ma se Dropbox e Drive dureranno altri 20 anni credo che non perderemo nemmeno un byte di quanto abbiamo messo in quei server. Chi vivrà vedrà
      • prova123 scrive:
        Re: altri supporti
        N°1 Hard disk portatile WD Autoalimentato 2 TB, USB3: l'ho pagato 95 euro ... meno di 5 centesimi a GB. Velocità di scrittura di 80 Mb/S utilizzando volumi criptati. Con questi prezzi i DVD non hanno senso di esistere.
        • Nauseato scrive:
          Re: altri supporti
          - Scritto da: prova123
          N°1 Hard disk portatile WD Autoalimentato 2 TB,
          USB3: l'ho pagato 95 euro ... meno di 5 centesimi
          a GB. Velocità di scrittura di 80 Mb/S
          utilizzando volumi criptati. Con questi prezzi i
          DVD non hanno senso di
          esistere.Certo!Ho fatto provvista di HD portatili USB3 da 1 TB a 64.90 l'uno, se no dove li mettevo i miei 6000 film, su cui all'occorrenza aggiorno le serie? su cd o dvd forse, magari riscrivibili, o su BR? bah... mi scappa da ridere!
          • prova123 scrive:
            Re: altri supporti
            1 TB a 64.90 ? ... Ma al venditore gli stavi sulle scatole ? :D
          • bubba scrive:
            Re: altri supporti
            - Scritto da: prova123
            1 TB a 64.90 ? ... Ma al venditore gli stavi
            sulle scatole ?
            :Dcmq come ha fatto un thread sull'affidabilita' a trasformarsi in un thread sul prezzo? tendenzialmente viaggiano su direttrici opposte :)(perdere un cd = 4.77gb di dati mortiperdere 1 hd attuale = 1-3tera di dati morti)
          • user_ scrive:
            Re: altri supporti
            - Scritto da: bubba
            - Scritto da: prova123

            1 TB a 64.90 ? ... Ma al venditore gli stavi

            sulle scatole ?

            :D
            cmq come ha fatto un thread sull'affidabilita' a
            trasformarsi in un thread sul prezzo?
            tendenzialmente viaggiano su direttrici opposte
            :)

            (
            perdere un cd = 4.77gb di dati morti
            perdere 1 hd attuale = 1-3tera di dati morti
            )A parte che un cd è 700mb o 800 mb ,e non 4.77 gb,quello è il dvdr, ma poi quando vedi che un cdr/dvdr è perso perchè morto di vecchiaia, poi vedrai che anche i suoi coetanei cdr/dvdr scritti nello stesso periodo muoiono insieme uno dopo l'altro tipo effetto domino nel giro di poco tempo. e poi ti serve una stanza apposta per mettere tutti i cd/dvd.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 17 maggio 2014 23.49-----------------------------------------------------------
          • cicciobello scrive:
            Re: altri supporti
            Che ragionamento è? Secondo tale logica, i floppy sarebbero un supporto ancor più sicuro, visto che se un floppy si danneggiasse perderesti solo 1,44 megabyte.
          • prova123 scrive:
            Re: altri supporti
            1.Avere 2 hd sincronizzati è una banalità anche in termini di tempo2.Verificare il checksum di tutti i file in qualsiasi momento postumo alla scrittura è una banalità anche in termini di tempoUn qualsiasi test di correttezza dei dati dopo mesi che sono stati scritti per gli HD è un'ineziia per lo stesso volume di dati su CD/DVD/BR è deliro allo stato puro già senza considerare la doppia copia.
          • prova123 scrive:
            Re: altri supporti
            PS: Su HD lanci in un qualsiasi momento lanci la verifica dei dati del disco e te ne vai a fare altro, con iCD/DVD/BR il test diventa una pratica ascetica che ti incolla al computer e se non cambi il disco la verifica resta ferma lì... ed è questo il motivo che chi usa i CD/DVD ha una sola copia e quando il disco ha qualche problema lo butta via e finisce lì... i dati sono persi e basta, dopo essere stato inchiodato al PC una vita per masterizzarlo ... soprattutto gli esperti sanno bene che per masterizzare CD/DVD è fortemente sconsigliata la pratica di masterizzare ad alta velocità soprattutto quando il masterizzatore non è più nuovo, quindi al massimo gli conviene scrivere a 4X ...La realtà è che i CD/DVD sono figli di un tempo in cui i gli hd dei computer erano di dimensioni inferiori alle loro ed erano l'unico sistema di backup apparte i nastri magnetici.
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: altri supporti
            - Scritto da: prova123
            PS: Su HD lanci in un qualsiasi momento lanci la
            verifica dei dati del disco e te ne vai a fare
            altro, con iCD/DVD/BR il test diventa una pratica
            ascetica che ti incolla al computer e se non
            cambi il disco la verifica resta ferma lì... ed è
            questo il motivo che chi usa i CD/DVD ha una sola
            copia e quando il disco ha qualche problema lo
            butta via e finisce lì... i dati sono persi e
            basta, dopo essere stato inchiodato al PC una
            vita per masterizzarlo ... soprattutto gli
            esperti sanno bene che per masterizzare CD/DVD è
            fortemente sconsigliata la pratica di
            masterizzare ad alta velocità soprattutto quando
            il masterizzatore non è più nuovo, quindi al
            massimo gli conviene scrivere a 4X
            ...
            Masterizzare a 16X no, ma neppure a 4X, meglio una via di mezzo 8X, studi hanno dimostrato che è la velocità più affidabile per media certificati 16X, paradossalmente a 4X si rischiano più errori!
            La realtà è che i CD/DVD sono figli di un tempo
            in cui i gli hd dei computer erano di dimensioni
            inferiori alle loro ed erano l'unico sistema di
            backup apparte i nastri
            magnetici.La realtà è che non esistono altri sistemi di storage affidabile ed economico, gli HD anche in raid zero non garantiscono assolutamente l'integrità dei dati oltre i 10 anni, anche ponendo di non usarli e sono sensibili ai campi magnetici, agli sbalzi di tensione, all'umidità, tutte cose che poco o nulla influenzano i DVD.
          • prova123 scrive:
            Re: altri supporti
            10 anni, appena c'è un problema su un HD removibile la copia e verifica dei dati su uno nuovo avviene con tempistiche infinitamente più veloci che su CD/DVD che necessitano sempre la presenza fissa davanti al masterizzatore di un asceta copiatore di dischi... sempre che in precedenza si sia diviso il compito di fare la seconda copia con un altro asceta copiatore. 99% di coloro che masterizzano non hanno una seconda copia ...
          • cicciobello scrive:
            Re: altri supporti
            I cd non sono affatto affidabili nè economici: il costo per byte è molto più alto rispetto a un hard disk, e i problemi si vedono già dopo 5 anni.
    • Enjoy with Us scrive:
      Re: altri supporti
      - Scritto da: lordalbert
      ed usare HardDisk/chiavette invece? (ovviamente
      in duplice
      copia)

      Io i cd li uso solo per ascoltare musica sulla
      macchina, non avendo prese usb. I dvd invece già
      passati nel dimenticatoio
      :)Follia, si guarda a CD e DVD perchè sono i supporti che meglio garantiscono contro gli insulti del tempo, almeno accessibili all'utenza consumer! HD e chiavette vanno bene solo per lo storage di alcuni anni!
  • Teo_ scrive:
    M-Disc
    E usare questi invece? http://punto-informatico.it/3253702/PI/News/m-disc-eternita-ha-un-prezzo.aspx o non si fidano dei test fatti dal Ministero della Difesa?
    • Enjoy with Us scrive:
      Re: M-Disc
      - Scritto da: Teo_
      E usare questi invece?
      http://punto-informatico.it/3253702/PI/News/m-discDovevano lanciarli nel 2011... qualcuno li ha mai visti?
      • Teo_ scrive:
        Re: M-Disc
        - Scritto da: Enjoy with Us
        - Scritto da: Teo_

        E usare questi invece?


        http://punto-informatico.it/3253702/PI/News/m-disc

        Dovevano lanciarli nel 2011... qualcuno li ha mai
        visti?Io li sto usando. Gli ultimi dati li ho archiviati sulla versione blu-ray disponibile da un paio di mesi.
        • Enjoy with Us scrive:
          Re: M-Disc
          - Scritto da: Teo_
          - Scritto da: Enjoy with Us

          - Scritto da: Teo_


          E usare questi invece?





          http://punto-informatico.it/3253702/PI/News/m-disc



          Dovevano lanciarli nel 2011... qualcuno li
          ha
          mai

          visti?

          Io li sto usando. Gli ultimi dati li ho
          archiviati sulla versione blu-ray disponibile da
          un paio di
          mesi.Non li avevo mai visti prima...Certo costano più di 10 volte tanto rispetto ai normali DVD http://www.ebay.it/sch/i.html?_nkw=m-disc&_armrs=1&_from=&_ipg=Da usare proprio per i dati critici!In ogni caso molto ionteressanti.Io per il momento mi accontento di avere CD e DVD masterizzati rispettivamente nel 1994 e nel 2000 e a tutt'oggi perfettamente leggibili!
          • Teo_ scrive:
            Re: M-Disc
            - Scritto da: Enjoy with Us
            - Scritto da: Teo_

            - Scritto da: Enjoy with Us


            - Scritto da: Teo_



            E usare questi invece?









            http://punto-informatico.it/3253702/PI/News/m-disc





            Dovevano lanciarli nel 2011... qualcuno
            li

            ha

            mai


            visti?



            Io li sto usando. Gli ultimi dati li ho

            archiviati sulla versione blu-ray
            disponibile
            da

            un paio di

            mesi.

            Non li avevo mai visti prima...
            Certo costano più di 10 volte tanto rispetto ai
            normali DVD
            http://www.ebay.it/sch/i.html?_nkw=m-disc&_armrs=1
            Da usare proprio per i dati critici!
            In ogni caso molto ionteressanti.
            Io per il momento mi accontento di avere CD e DVD
            masterizzati rispettivamente nel 1994 e nel 2000
            e a tutt'oggi perfettamente
            leggibili!Sì, costano, ma dopo aver trovato vecchi CD anche di qualità con dati illeggibili, ho preferito andare su questi come media aggiuntivo al backup. Le prime cose che ho messo via (sepolti in scatola stagna) sono stati i miei dati più importanti: le foto di famiglia.Per info, 25 blu-ray presi direttamente da Milleniata Inc. mi sono costati $ 67,50 + $ 10 di spedizione.
Chiudi i commenti