Il mese scorso è andato in scena uno degli Studio Hack Day organizzati da Netflix per far sì che tutti i dipendenti del gruppo possano condividere le loro idee in merito a funzionalità o caratteristiche inedite, da implementare nel servizio oppure destinate a un uso interno. 24 ore a disposizione per dare libero sfogo alla creatività. Alcune di queste sono descritte dall’azienda sul proprio blog. Una precisazione: non è detto che debutteranno mai in via ufficiale.

Netflix: Project Rumble Pak e altri esperimenti

La prima (e forse più interessante) che passiamo in rassegna è stata battezzata Project Rumble Pak. Si tratta essenzialmente di un sistema basato sul modulo degli smartphone che produce le vibrazioni per aumentare il livello di coinvolgimento durante la visione dei contenuti su dispositivi mobile: quando accade qualcosa sullo schermo, il telefono vibra. Di seguito un esempio con uno degli episodi di Voltron. Il filmato mostra anche l’editor impiegato per integrare il feedback aptico nel video.

The Voice of Netflix è invece una rete neurale che analizzando i contenuti in streaming su Netflix estrae le singole parole pronunciate dagli attori (o dai loro doppiatori) e consente di riassemblarle componendo nuove frasi. Al momento sono poco più di 2.300 quelle supportate. Un esercizio di stile e poco più, ma simpatico. Online la pagina dove poter testare direttamente l’esperimento.

TerraVision si rivolge invece ai filmmaker che desiderano trovare la location perfetta in cui effettuare le riprese. Sfruttando un sistema di computer vision permette di effettuare una ricerca partendo da una singola fotografia (o un disegno), trovando nel mondo luoghi dall’aspetto o dall’architettura simile e geolocalizzandoli su una mappa.

Proprio ieri abbiamo riportato le notizia relativa a un aumento dei prezzi degli abbonamenti per Netflix, mentre nei giorni scorsi quella legata al ritorno del periodo di prova gratuito alla creazione di un nuovo account: al momento ancora non è chiaro quale sia la sua durata, poiché per alcuni risulta essere di 7 giorni, per altri di 14 e per altri ancora di 30.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Fonte: The Netflix Tech Blog
Chiudi i commenti