Nigeria, un milione di laptop da 140 dollari

Lo stato africano è il primo acquirente dei portatili a basso costo del progetto One Laptop Per Child, lanciato dal guru Nicholas Negroponte. La produzione delle unità è già iniziata

Cambridge (USA) – L’ iniziativa di Nicholas Negroponte per la costruzione di laptop a 140 dollari ha tagliato il primo importantissimo traguardo: il primo acquirente, il governo della Nigeria, ha infatti ordinato un milione di computer . Quanta , un’azienda asiatica, sarà responsabile della produzione dell’hardware.

L’alternativa open-source al progetto di Microsoft per i PC a scheda ricaricabile ha così iniziato a conquistare i primi spazi nel nebuloso mercato degli elaboratori per i paesi poveri.

La linea One Laptop Per Child , secondo fonti ufficiali, raggiungerà le scuole della Nigeria nel primo quadrimestre del 2007. La produzione inizierà infatti il prossimo ottobre : i portavoce di Quanta, entusiasti, dichiarano d’essere in grado d’assemblare oltre venti milioni di computer all’anno.

Una capacità produttiva eccezionale in previsione del successo dell’iniziativa di Negroponte. Per il momento, il progetto One Laptop Per Child gode del supporto delle Nazioni Unite e di singoli paesi come Cina, Brasile, India e Messico. La Nigeria ha optato per l’offerta di Negroponte nonostante la presenza di un’ offerta africana di prodotti informatici a basso costo e progettati per funzionare in condizioni ambientali estreme.

Tra i vari supporter di OLPC si possono trovare Red Hat , Google , AMD e NewsCorp . La dotazione hardware dei singoli laptop è appena sufficiente alle esigenze di un utente dei paesi ricchi: CPU da 500MHz, 128MB di RAM ed archiviazione dati su memoria flash. Il modello, tuttavia, non manca di dispositivo WiFi e monitor LCD di qualità, capace di operare in bicromia oppure a colori.

Tommaso Lombardi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Sulla propaganda nazista
    Penso che tra pornografia e propaganza nazista siano due problemi diversi. Parlando del secondo, propongo una considerazione. Il presupposto della democrazia è che ognuno possa scegliere cosa fare sulla base delle proprie convinzioni, rispettando quelle altrui. Quindi l'unico caso in cui dev'essere consentita la censura non può che essere soltanto che tutto ciò che viola questo diritto. Domanda: sulla base di questo principio, i siti nazisti sono nella legalità finché non istigano incitano, fomentano, aizzano, sobillano la violenza, CON LA VIOLENZA O ANCHE SENZA LA VIOLENZA?Il presupposto della democrazia è che uno possa scegliere anche la violenza (e non gli venga per esempio impedito di possedere un'arma), salvo poi combattere chi la sceglie.....
    • Cobra Reale scrive:
      La mia opinione a riguardo
      - Scritto da:
      Penso che tra pornografia e propaganza nazista
      siano due problemi diversi.Nel caso della semplice pornografia, basta che i webmaster abbiano l'accortezza di seguire semplici regole (come la classica home-page di avvertimento, con cui si comunica all'utente che il sito è vietato ai minori).Assolutamente da oscurare, oltre al pedoporno, tutti quei siti che contengono foto e video di abusi, che sono crimini. Ad esempio, anni fa al telegiornale dissero che era stato (giustamente) oscurato un sito di abusi sessuali ai danni di disabili.
      propongo una considerazione. Il presupposto della
      democrazia è che ognuno possa scegliere cosa fare
      sulla base delle proprie convinzioni, rispettando
      quelle altrui. Quindi l'unico caso in cui
      dev'essere consentita la censura non può che
      essere soltanto che tutto ciò che viola questo
      diritto.Concordo. Se un sito si limita a contenere le classiche cavolate sulla presunta superiorità della razza bianca o nera va bene, ma se parla di odio razziale e di intolleranza rientra nelle "eccezioni" da bandire.
      Domanda: sulla base di questo principio, i siti
      nazisti sono nella legalità finché non istigano
      incitano, fomentano, aizzano, sobillano la
      violenza, CON LA VIOLENZA O ANCHE SENZA LA
      VIOLENZA?Secondo me, semplicemente qualsiasi istigazione all'odio e alla violenza è violenza in sé e va punita. Se per "nazismo" si intende semplicemente il "culto del superuomo ariano" ed altre cosucce del genere, lo tollero anche se non lo condivido.
      Il presupposto della democrazia è che uno possa
      scegliere anche la violenza (e non gli venga per
      esempio impedito di possedere un'arma), salvo poi
      combattere chi la
      sceglie.....Se non erro, il Libero Arbitrio dice che: chiunque è libero di delinquere (come Caino) ma chi lo fa ne deve pagare le conseguenze. Penso che tale principio sia giusto, ma con le dovute riserve: è altrettanto giusto che vengano imposte restrizioni alla circolazione delle armi, e che vi siano leggi severe ed organi efficienti che le facciano rispettare. I deterrenti sono giustissimi, basti pensare che la stessa punizione a Caino era (ed è tutt'ora) un monito a chiunque intendesse seguire il suo esempio. Poi, Dio lanciò un ulteriore monito: "Nessuno tocchi Caino", secondo me nel senso che la violenza era sbagliata in qualsiasi caso volessimo colpire chiunque per noi fosse un "cattivo".Per la musica, i videogiochi ed i cartoni (come Ken il Guerriero) sono molto più tollerante. Ad esempio, hai presente quel videogioco in flash (non mi ricordo il nome, però so che è famoso) in cui sei un cacciatore nella giungla e devi uccidere i gay? Non penso che basti ad istigare alla violenza, perché è solo una sciocchezza.
  • Anonimo scrive:
    W la coerenza
    "Va detto, comunque, che non tutta la censura è un malanno per i parlamentari di Strasburgo, che continuano a vederla come "utile" nel caso di contenuti pornografici ."In nome di Dio (= ciò su cui sono tutti d'accordo) (e oggi del Dio laico, il Bambino), si giustifica ogni scelleratezzaE contro il Diavolo/Strega/Mostro...
  • Anonimo scrive:
    Le due libertà
    Leggete bene l'articolo. In pratica, il succo è questo:- No alla censura in paesi come Cina, Uzbekistan, ecc. ecc.- Sì alla censura nell'Unione Europea.Ma lo sapete in Cina qual è la principale motivazione addotta dal governo nei confronti della gente, per giustificare la censura on-line? È questa: "Internet è piena di pornografia pericolosa per i giovani, dobbiamo difenderli!"A ognuno il suo...
    • NaturaInnocence scrive:
      Re: Le due libertà
      - Scritto da:
      Leggete bene l'articolo. In pratica, il succo è
      questo:
      - No alla censura in paesi come Cina, Uzbekistan,
      ecc.
      ecc.
      - Sì alla censura nell'Unione Europea.

      Ma lo sapete in Cina qual è la principale
      motivazione addotta dal governo nei confronti
      della gente, per giustificare la censura on-line?
      È questa: "Internet è piena di pornografia
      pericolosa per i giovani, dobbiamo
      difenderli!"

      A ognuno il suo...del tipo"Abbiamo censurato tale sito che sembrava essere una critica all'attuale società, ma in realtà era pieno di pornografia!"
      • Anonimo scrive:
        Re: Le due libertà
        - Scritto da: NaturaInnocence

        - Scritto da:

        Leggete bene l'articolo. In pratica, il succo è

        questo:

        - No alla censura in paesi come Cina,
        Uzbekistan,

        ecc.

        ecc.

        - Sì alla censura nell'Unione Europea.



        Ma lo sapete in Cina qual è la principale

        motivazione addotta dal governo nei confronti

        della gente, per giustificare la censura
        on-line?

        È questa: "Internet è piena di pornografia

        pericolosa per i giovani, dobbiamo

        difenderli!"



        A ognuno il suo...

        del tipo

        "Abbiamo censurato tale sito che sembrava essere
        una critica all'attuale società, ma in realtà era
        pieno di
        pornografia!"È più sottile. Funziona così:Il governo dice tramite i mass-media: "La rete è piena di porno e giochi d'azzardo e violenza che rovina i giovani. Dobbiamo usare tutti gli strumenti possibili per difenderli"L'opinione pubblica risponde: "Avete ragione. Fate pure, noi vi sosteniamo."Di seguito i governi utilizzano i poteri allargati per colpire nemici politici interni ed esterni.E questo accade sia in Cina che negli USA e in Europa. Attualmente su scala molto più larga in Cina, ma un passo alla volta la stiamo raggiungendo.Il punto è che il meccanismo per creare il consenso attorno alla repressione è lo stesso. Per questo sia il comune cittadino europeo che quello statunitense che quello cinese sono d'accordo che i proprî governi censurino la rete, e al contempo condannano gli altri governi quando fanno le stesse identiche cose.
  • Anonimo scrive:
    Censura su contenuti pornografici?
    Non ho capito, ma parlano di siti porno con minori (allora è giustissimo censurarli) oppure di siti porno normali? In tal caso perché ci si augura una censura? Non è mica illegale, il porno lo vendono in ogni edicola sotto casa.Poi riguardo alla libertà di espressione, o c'è sempre o non c'è. Dunque anche i siti razzisti, se si tratta solo di opinioni e non chiara istigazione a delinquere (tipo liste di persone da colpire ecc) credo debbano essere permessi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Censura su contenuti pornografici?
      - Scritto da:
      Non ho capito, ma parlano di siti porno con
      minori (allora è giustissimo censurarli) oppure
      di siti porno normali?

      In tal caso perché ci si augura una censura? Non
      è mica illegale, il porno lo vendono in ogni
      edicola sotto
      casa.

      Poi riguardo alla libertà di espressione, o c'è
      sempre o non c'è. Dunque anche i siti razzisti,
      se si tratta solo di opinioni e non chiara
      istigazione a delinquere (tipo liste di persone
      da colpire ecc) credo debbano essere
      permessi.no no parlano di siti porno normali.....e già solo loro c'hanno il diritto di scopare con le segretarie :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Censura su contenuti pornografici?
      - Scritto da:
      Non ho capito, ma parlano di siti porno con
      minori (allora è giustissimo censurarli) oppure
      di siti porno normali?

      In tal caso perché ci si augura una censura? Non
      è mica illegale, il porno lo vendono in ogni
      edicola sotto
      casa.su questo siamo d'accordo

      Poi riguardo alla libertà di espressione, o c'è
      sempre o non c'è. Dunque anche i siti razzisti,
      se si tratta solo di opinioni e non chiara
      istigazione a delinquere (tipo liste di persone
      da colpire ecc) credo debbano essere
      permessi.data la stupida natura umana, difficilmente le opinioni personali rimangono tali quando si parla di razzismoma tu dove sei stato negli ultimi 15 mila anni?
      • longinous scrive:
        Re: Censura su contenuti pornografici?

        data la stupida natura umana, difficilmente le
        opinioni personali rimangono tali quando si parla
        di
        razzismo

        ma tu dove sei stato negli ultimi 15 mila anni?Probabilmente ad evolversi...
    • Anonimo scrive:
      Re: Censura su contenuti pornografici?
      - Scritto da:
      Non ho capito, ma parlano di siti porno con
      minori (allora è giustissimo censurarli) oppure
      di siti porno normali?

      In tal caso perché ci si augura una censura? Non
      è mica illegale, il porno lo vendono in ogni
      edicola sotto
      casa.ma per prelevarla devi essere maggiorenne.credo che la censura appunto si occupi di far uscire "VIETATO AI MINORI" sul giornaletto.sui siti dev'essere una cosa simile.il problema è che se uno vuol dare contenuto free (anche solo un po' ) spesso devi poi autenticarti con sistemi che invece richiedono soldi , magari pochi, ma se tu non hai o non vuoi la carta di credito... bye
  • Anonimo scrive:
    Sbagliato ma giusto
    E' bellissimo,un pezzo di pura comicità"è sbagliata la censura della rete. Giusto però la censura di questo e quell'altro" :D :D
    • longinous scrive:
      Re: Sbagliato ma giusto
      - Scritto da:
      E' bellissimo,
      un pezzo di pura comicità

      "è sbagliata la censura della rete. Giusto però
      la censura di questo e
      quell'altro"

      :D :Dche ci vuoi fare?La coerenza non è mai stata materia d'esame per i politizzanti...
      • Anonimo scrive:
        Re: Sbagliato ma giusto
        - Scritto da: longinous

        - Scritto da:

        E' bellissimo,

        un pezzo di pura comicità



        "è sbagliata la censura della rete. Giusto però

        la censura di questo e

        quell'altro"



        :D :D
        che ci vuoi fare?
        La coerenza non è mai stata materia d'esame per i
        politizzanti...Magari faranno un referendum nel quale si potrà decidere cosa censurare e cosa no, scegliendo tra una lista di cose. Sicuramente sceglierò di non censurare nulla apparte i politici.
        • Anonimo scrive:
          Re: Sbagliato ma giusto
          - Scritto da:
          Magari faranno un referendum nel quale si potrà
          decidere cosa censurare e cosa no, scegliendo tra
          una lista di cose. Sicuramente sceglierò di non
          censurare nulla apparte i
          politici.Peccato che sono i politici a scrivere il testo della domanda. Vuoi scommettere che la censura al politico non comparirà tra le scelte possibili?
    • Anonimo scrive:
      Re: Sbagliato ma giusto
      - Scritto da:
      E' bellissimo,
      un pezzo di pura comicità

      "è sbagliata la censura della rete. Giusto però
      la censura di questo e
      quell'altro"

      :D :DLeggi meglio: "e' sbagliata la censura in Cina. e' giusta in Europa". È questo il succo del discorso.
  • Wakko Warner scrive:
    Libertà di espressione in Europa
    Quando mai c'è stata? (newbie) Evidentemente si vuole far passare un concetto di "libertà" a me del tutto estraneo.Per lo meno non chiamatela "libertà"... chiamatela... chessò... "doublespeak" oppure "doubletalk"... ma che dico... toglietela dai dizionari... che ci fa un argomento tanto scomodo nei dizionari? Eliminate la parola dall'italiano, dall'inglese... da tutte le lingue. Se la parola non esiste, non esiste nemmeno il concetto. E poi si incomincino a rimuovere anche tutte quelle parole che possono essere usate per descrivere la libertà.Tanto a che razzo serve a un branco di pecoroni che accettano tutto passivamente e anzi leccano la mano del padrone perché così possono "proteggere" sé stessi dalle proprie responsabilità.
    • Brontoleus scrive:
      Re: Libertà di espressione in Europa
      - Scritto da: Wakko Warner
      Quando mai c'è stata? (newbie) Ne sa qualcosa questo signore:http://video.google.it/videoplay?docid=-1721855508269465841C'era anche quello di Santoro da Celentano, non lo trovo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Libertà di espressione in Europa
      - Scritto da: Wakko Warner
      Quando mai c'è stata? (newbie) se Uacco è riuscito a scrivere 1.200 messaggi, ce n'è fin troppa...
      • longinous scrive:
        Re: Libertà di espressione in Europa
        - Scritto da:

        - Scritto da: Wakko Warner

        Quando mai c'è stata? (newbie)

        se Uacco è riuscito a scrivere 1.200 messaggi, ce
        n'è fin
        troppa...se tu riesci a rispondere con certe trollate ti devo dare ragione.
      • Wakko Warner scrive:
        Re: Libertà di espressione in Europa
        - Scritto da:

        - Scritto da: Wakko Warner

        Quando mai c'è stata? (newbie)

        se Uacco è riuscito a scrivere 1.200 messaggi, ce
        n'è fin
        troppa...1200?Non conti quelli della mia vita precedente? (Quanti erano... 1000... 2000?) e quelli della vita ancora precedente (altri 1000). :) No... era solo per essere precisi.
  • Anonimo scrive:
    La libertà d'espressione si, ma anche..
    La libertà d'espressione DEVE essere garantita anche a neonazisti e razzisti!Che discorso è sennò, garantiscono la libertà solo a chi gli piace?Ma per favore!Meglio della Cina ok, ma peggio degli USA (una volta tanto).Viva il primo emendamento.
    • shiba89 scrive:
      Re: La libertà d'espressione si, ma anch
      - Scritto da:
      La libertà d'espressione DEVE essere garantita
      anche a neonazisti e
      razzisti!

      Che discorso è sennò, garantiscono la libertà
      solo a chi gli
      piace?

      Ma per favore!

      Meglio della Cina ok, ma peggio degli USA (una
      volta
      tanto).

      Viva il primo emendamento.Premetto che odio razzisti e nazisti, però sono d'accordo con te. Ognuno dovrebbe avere il diritto di esprimere la proprio opinione, sta poi al resto delle persone avere la testa o meno di seguire certe ideologie. E comunque ci tengo a riprendere un concetto espresso qui da Wakko:http://punto-informatico.it/pm.aspx?id=1590921&m_id=1591084&r=PI
      si vuole chiaramente ed esplicitamente far
      passare l'idea sesso=violenza, nudo=peggio
      dell'omicidioSe si vogliono proibire due cose completamente opposte come il sesso e la violenza, allora dove andremo a finire :P :P
      • Brontoleus scrive:
        Re: La libertà d'espressione si, ma anch
        - Scritto da: shiba89

        La libertà d'espressione DEVE essere

        garantita anche a neonazisti e razzisti!



        Che discorso è sennò, garantiscono la

        libertà solo a chi gli piace?



        Ma per favore!



        Meglio della Cina ok, ma peggio degli USA

        (una volta tanto).



        Viva il primo emendamento.

        Premetto che odio razzisti e nazisti,Io li detesto. Ma quoto a mia volta.
        • Anonimo scrive:
          Re: La libertà d'espressione si, ma anch
          - Scritto da: Brontoleus

          - Scritto da: shiba89


          La libertà d'espressione DEVE essere


          garantita anche a neonazisti e razzisti!





          Che discorso è sennò, garantiscono la


          libertà solo a chi gli piace?





          Ma per favore!





          Meglio della Cina ok, ma peggio degli USA


          (una volta tanto).





          Viva il primo emendamento.



          Premetto che odio razzisti e nazisti,

          Io li detesto. Ma quoto a mia volta.Anche io, nessuno dovrebbe impedire di leggere anche un sito nazista arrogandosi il diritto di decidere cosa non va bene per me.Spesso tali siti sono interessanti da leggere, secondo me se non ci fossero sapremmo molto meno sul modo di pensare di certi gruppi di persone. Poter leggere simili siti, non vuol dire accogliere le loro idee, cosi' come quando si leggono le fiabe non si crede ai draghi, significa invece avere uno spaccato diretto su queste posizioni estreme, senza passare per mille dicerie.Gia' mi anticipo le repliche: "ma cosa vuoi studiare di interessante sui quei siti aberranti!"Le aberrazioni ad esempio :)
          • Anonimo scrive:
            Re: La libertà d'espressione si, ma anch


            - Scritto da: shiba89



            La libertà d'espressione DEVE essere



            garantita anche a neonazisti e razzisti!







            Che discorso è sennò, garantiscono la



            libertà solo a chi gli piace?



            NO, i partiti di destra ed estrema destra possono esistere, esistono e si possono esprimere. Qui si sta parlando di gente che ha come scopo l'istigamento alla violenza, l'odio razziale e l'eliminazione fisica di gruppi di persone, non può essere tollerata una simile propaganda da nessuna civiltà e da nessuna costituzione! La storia ci ha insegnato che é molto facile far leva su bassi istinti, con risultati oltre la nostra immaginazione (noi abbiamo visto solo documentari, milioni di persone hanno vissuto l'annientamento della ragione e dell'umanità sulla loro pelle)



            Ma per favore!







            Meglio della Cina ok, ma peggio degli USA



            (una volta tanto).







            Viva il primo emendamento.





            Premetto che odio razzisti e nazisti,



            Io li detesto. Ma quoto a mia volta.
            Io invece cerco di riconoscere il razzismo e il nazzismo che alberga in me, ed evolvere il mio pensiero di conseguenza, cosa che lo stato dovrebbe fare con la popolazione tramite l'istruzione, l'informazione e le facilitazioni all'integrazione. E anche evitando che qualche pirla possa vomitare il suo marciume e la sua violenza repressa interna sulla gente, approfittando del tipo che s'é fatto fregare la tipa o il lavoro da uno straniero per trovare un nuovo adepto.
            Anche io, nessuno dovrebbe impedire di leggere
            anche un sito nazista arrogandosi il diritto di
            decidere cosa non va bene per
            me.eh si beata democrazia......beatà libertà......non é sempre un bene, io non posso sapere tutto di tutti i campi, dalla storia, alla scienza, alla medicina. Per questo sono contento che ci siano delle commissioni di esperti che controllino se un antenna può avere delle conseguenze sulla salute, che impediscano ad un pazzo di dare consigli di medicina, e così viada quello che ho capito voi dite: "Vabbé io non sono mica scemo se leggo che posso sconfiggere il cancro bevendo tre gocce d'urina al giorno e poi schiatto é solo colpa mia..."
            Spesso tali siti sono interessanti da leggere,
            secondo me se non ci fossero sapremmo molto meno
            sul modo di pensare di certi gruppi di persone.
            Poter leggere simili siti, non vuol dire
            accogliere le loro idee, cosi' come quando si
            leggono le fiabe non si crede ai draghi,
            significa invece avere uno spaccato diretto su
            queste posizioni estreme, senza passare per mille
            dicerie.Non si tratta di discutere su un'ideologia, ho già detto che i partiti di estrema destra sono più che legittimi, anche tu puoi sostenere che un nero é per forza di una razza superiore perché ce l'ha più lungo, ma qui si tratta di istigare odio e violenza facendo leva sui meccanismi più bassi che esistono per raccogliere il facile consenso, é una cosa estremamente pericolosa
          • longinous scrive:
            Re: La libertà d'espressione si, ma anch

            NO, i partiti di destra ed estrema destra possono
            esistere, esistono e si possono esprimere. Qui si
            sta parlando di gente che ha come scopo
            l'istigamento alla violenza, l'odio razziale e
            l'eliminazione fisica di gruppi di persone, non
            può essere tollerata una simile propaganda da
            nessuna civiltà e da nessuna costituzione!Invece si.E non solo può, deve essere tollerata.Io devo poter scrivere quello che voglio, dove voglio, come voglio, quando voglio!Nel rispetto degli altri, beninteso, non vado sul forum di famiglia cristiana a dire che sono un branco di cerebrolesi! Posso pensarlo e devo poterlo scrivere su un mio sito internet che magari non è cagato da nessuno, ma a me piace così. Devo poter scrivere che secondo me Quell'associazione a delinquere di stampo religioso che è il vaticano andrebbe soppressa e chi ne fa parte deportato sul sole, perchè non dovrei?Alla fine il fatto che io lo scriva non cambia le cose, certo se uno è così scemo da prendere quello che ho scritto e farne il suo testo sacro da seguire lettera per lettera... ma quello già era disturbato prima!O quelli che vanno in rete sono tutti così?Non credo!
            La storia ci ha insegnato che é molto facile far
            leva su bassi istinti, con risultati oltre la
            nostra immaginazione (noi abbiamo visto solo
            documentari, milioni di persone hanno vissuto
            l'annientamento della ragione e dell'umanità
            sulla loro
            pelle)Siamo sempre lì, si parle di gente già malata prima cui basta una scintilla per esplodere, ma secondo te la gente è tutta idiota?
            E anche evitando che qualche
            pirla possa vomitare il suo marciume e la sua
            violenza repressa interna sulla gente,
            approfittando del tipo che s'é fatto fregare la
            tipa o il lavoro da uno straniero per trovare un
            nuovo
            adepto.Certo, inoltre quello cui da piccolo l'uomo nero cattivo aveva rubato il lecca lecca, quello che "si insomma sono i benvenuti purchè stiano a casa loro" (frase realmente sentita da me), ma sono casi isolati e sporadici, bolle di sapone, che diventano bombe solo grazie alla visibilità che i mass media danno loro (e, come ho già detto e ripetuto internet NON E' un mass media!)

            Anche io, nessuno dovrebbe impedire di leggere

            anche un sito nazista arrogandosi il diritto di

            decidere cosa non va bene per

            me.

            eh si beata democrazia...

            ...beatà libertà...

            ...non é sempre un bene, io non posso sapere
            tutto di tutti i campi, dalla storia, alla
            scienza, alla medicina. Per questo sono contento
            che ci siano delle commissioni di esperti che
            controllino se un antenna può avere delle
            conseguenze sulla salute, che impediscano ad un
            pazzo di dare consigli di medicina, e così
            via

            da quello che ho capito voi dite: "Vabbé io non
            sono mica scemo se leggo che posso sconfiggere il
            cancro bevendo tre gocce d'urina al giorno e poi
            schiatto é solo colpa
            mia..."Hai visto che hai capito?

            Spesso tali siti sono interessanti da leggere,

            secondo me se non ci fossero sapremmo molto meno

            sul modo di pensare di certi gruppi di persone.

            Poter leggere simili siti, non vuol dire

            accogliere le loro idee, cosi' come quando si

            leggono le fiabe non si crede ai draghi,

            significa invece avere uno spaccato diretto su

            queste posizioni estreme, senza passare per
            mille

            dicerie.


            Non si tratta di discutere su un'ideologia, ho
            già detto che i partiti di estrema destra sono
            più che legittimi, anche tu puoi sostenere che un
            nero é per forza di una razza superiore perché ce
            l'ha più lungo, ma qui si tratta di istigare odio
            e violenza facendo leva sui meccanismi più bassi
            che esistono per raccogliere il facile consenso,
            é una cosa estremamente
            pericolosaSiamo sempre qui: ognuno è responsabile delle proprie azioni!E se non è così fermate il mondo, voglio scendere!
          • Anonimo scrive:
            Re: La libertà d'espressione si, ma anch

            Invece si.ma ti ho detto di no!
            E non solo può, deve essere tollerata.
            Io devo poter scrivere quello che voglio, dove
            voglio, come voglio, quando
            voglio!
            Nel rispetto degli altri, beninteso, non vado sul
            forum di famiglia cristiana a dire che sono un
            branco di cerebrolesi! Posso pensarlo e devo
            poterlo scrivere su un mio sito internet che
            magari non è cagato da nessuno, ma a me piace
            così. Devo poter scrivere che secondo me
            Quell'associazione a delinquere di stampo
            religioso che è il vaticano andrebbe soppressa é quello che dico anch'io, ma non puoi dire che i cristiani sono una razza inferiore e che andrebbero impiccati o bruciati al rogo in ogni piazza, e neanche negare fatti storici come le crociate o i campi di condentramento
            Alla fine il fatto che io lo scriva non cambia le
            cose, certo se uno è così scemo da prendere
            quello che ho scritto e farne il suo testo sacro
            da seguire lettera per lettera...
            ma quello già
            era disturbato
            prima!eh già, infatti hitler quanto ci ha messo a convincere una nazione? e berlusconi non ha convinto metà nazione? (non faccio discorsi di destra/sinistra, dico solo che sorridendo e promettendo meno tasse per tutti é riuscito a fare i suoi interessi senza troppi problemi)

            Siamo sempre lì, si parle di gente già malata
            prima cui basta una scintilla per esplodere, ma
            secondo te la gente è tutta
            idiota?presa in massa, dove ognuno scende al minimo comune denominatore e non si deve assumere personalmente le responsabilità delle sua azioni; sì
            Certo, inoltre quello cui da piccolo l'uomo nero
            cattivo aveva rubato il lecca lecca, quello che
            "si insomma sono i benvenuti purchè stiano a casa
            loro" (frase realmente sentita da me), ma sono
            casi isolati e sporadici, bolle di sapone,ti sbagli di grosso, io continuo a sentire fatti di cronaca che riguardano tutto il mondo dall'italia del sud al nord, alla spagna, all'irlanda, agli stati uniti, all'africa centrale, ad isreale al libano, che dimostrano il contrario



            da quello che ho capito voi dite: "Vabbé io non

            sono mica scemo se leggo che posso sconfiggere
            il

            cancro bevendo tre gocce d'urina al giorno e poi

            schiatto é solo colpa

            mia..."

            Hai visto che hai capito?ho capito, cosa dici, ma secondo me (e secondo il buon senso universalmente accettato (nel senso che é il minimo comune denominatore di qualsiasi essere umano indipendentemente dalla sua cultura)), é sbagliato

            Siamo sempre qui: ognuno è responsabile delle
            proprie
            azioni!
            E se non è così fermate il mondo, voglio scendere!eh, sarebbe ora che tutti buttassero via la banana e scendessero dall'albero, per assumersi onestamente e coscenziosamente la responsabilità delle proprie azioni, ma sai benissimo che per adesso non é così
          • longinous scrive:
            Re: La libertà d'espressione si, ma anch
            - Scritto da:


            Invece si.

            ma ti ho detto di no!
            ribadisco di si...ma così non si arriva a niente...

            E non solo può, deve essere tollerata.

            Io devo poter scrivere quello che voglio, dove

            voglio, come voglio, quando

            voglio!

            Nel rispetto degli altri, beninteso, non vado
            sul

            forum di famiglia cristiana a dire che sono un

            branco di cerebrolesi! Posso pensarlo e devo

            poterlo scrivere su un mio sito internet che

            magari non è cagato da nessuno, ma a me piace

            così. Devo poter scrivere che secondo me

            Quell'associazione a delinquere di stampo

            religioso che è il vaticano andrebbe soppressa

            é quello che dico anch'io, ma non puoi dire che i
            cristiani sono una razza inferiore e che
            andrebbero impiccati o bruciati al rogo in ogni
            piazza,E perchè no? Loro l'hanno fatto. Cosa c'è? Chi può e chi non può?
            e neanche negare fatti storici come le
            crociate o i campi di
            condentramento(Magari concentramento) e chi li mette in discussione!

            Alla fine il fatto che io lo scriva non cambia
            le

            cose, certo se uno è così scemo da prendere

            quello che ho scritto e farne il suo testo sacro

            da seguire lettera per lettera...

            ma quello già

            era disturbato

            prima!

            eh già, infatti hitler quanto ci ha messo a
            convincere una nazione? e berlusconi non ha
            convinto metà nazione? (non faccio discorsi di
            destra/sinistra, dico solo che sorridendo e
            promettendo meno tasse per tutti é riuscito a
            fare i suoi interessi senza troppi
            problemi)Non ho mica detto che è impossibile...




            Siamo sempre lì, si parle di gente già malata

            prima cui basta una scintilla per esplodere, ma

            secondo te la gente è tutta

            idiota?

            presa in massa, dove ognuno scende al minimo
            comune denominatore e non si deve assumere
            personalmente le responsabilità delle sua azioni;
            sìLo so anch'io questo, io ti parlo di persone singole, non di masse

            Certo, inoltre quello cui da piccolo l'uomo nero

            cattivo aveva rubato il lecca lecca, quello che

            "si insomma sono i benvenuti purchè stiano a
            casa

            loro" (frase realmente sentita da me), ma sono

            casi isolati e sporadici, bolle di sapone,

            ti sbagli di grosso, io continuo a sentire fatti
            di cronaca che riguardano tutto il mondo
            dall'italia del sud al nord, alla spagna,
            all'irlanda, agli stati uniti, all'africa
            centrale, ad isreale al libano, che dimostrano il
            contrarioQuello che vedi è quello che risalta, com'è ovvio che sia... la notizia è "presi 10 ragazzi che adoravano satana" non "1.000.000 di ragazzi mandano a cagare 10 mentecatti che volevano fare suicidi di gruppo"Ci vengono dati solo numeri negativi, non avendo i riscontri positivi mi pare azzardato trarre conclusioni...poi la xenofobia c'è sempre, purtroppo





            da quello che ho capito voi dite: "Vabbé io
            non


            sono mica scemo se leggo che posso sconfiggere

            il


            cancro bevendo tre gocce d'urina al giorno e
            poi


            schiatto é solo colpa


            mia..."



            Hai visto che hai capito?

            ho capito, cosa dici, ma secondo me (e secondo il
            buon senso universalmente accettato (nel senso
            che é il minimo comune denominatore di qualsiasi
            essere umano indipendentemente dalla sua
            cultura)), é
            sbagliatosolo perchè il "buon senso universalmente accettato" si basa sulla pigrizia non vuol mica dire che una cosa sia giusta, no?



            Siamo sempre qui: ognuno è responsabile delle

            proprie

            azioni!

            E se non è così fermate il mondo, voglio
            scendere!

            eh, sarebbe ora che tutti buttassero via la
            banana e scendessero dall'albero, per assumersi
            onestamente e coscenziosamente la responsabilità
            delle proprie azioni, ma sai benissimo che per
            adesso non é
            cosìNon mi frega di com'è adesso, DEVE essere così e chi non vuole si arrangi!
          • Anonimo scrive:
            Re: La libertà d'espressione si, ma anch


            é quello che dico anch'io, ma non puoi dire che
            i

            cristiani sono una razza inferiore e che

            andrebbero impiccati o bruciati al rogo in ogni

            piazza,

            E perchè no? Loro l'hanno fatto. Cosa c'è? Chi
            può e chi non
            può?nessuno può pubblicamente istigare all'odio e alla violenza. (punto)qualsiasi religione può dire che io brucerò nel peggiore degli inferni, ma nessuno può permettersi di dire che ammazzare gli infedeli é cosa buona e giusta e che fa guadagnare il paradiso!non mi sembri una persona stupida, e penso che anche tu sia daccordo che nessuno nella tua città può fare una cosa del genere in nome di nessuna religione, sarai anche daccordo sul fatto che é molto pericoloso, fossero anche solo 10 squilibrati su un milione di brava gente.nessuno ti vieta di essere mussulmano, di pensare che un nero puzza o che gli zingari rubano i bambini, ma quando i tuoi piani sono di eliminare delle persone, giustificare la violenza fisica e conquistare l'arca perduta per avere poi il dominio del mondo, vai fermato. (punto)


            e neanche negare fatti storici come le

            crociate o i campi di

            condentramento

            (Magari concentramento) e chi li mette in
            discussione!(Magari condensamento, chi lo sa...) tanti giovani neonazzisti per esempio?

            ho capito, cosa dici, ma secondo me (e secondo
            il

            buon senso universalmente accettato (nel senso

            che é il minimo comune denominatore di qualsiasi

            essere umano indipendentemente dalla sua

            cultura)), é

            sbagliato

            solo perchè il "buon senso universalmente
            accettato" si basa sulla pigrizia non vuol mica
            dire che una cosa sia giusta,
            no?non é quello che ho detto. Il fatto di vivere in pace, il rispetto,... possono essere riconosciuti come valori universali indipendentemente dai dettagli della tua particolare religione, nel tempo e nello spazio.
          • Wakko Warner scrive:
            Re: La libertà d'espressione si, ma anch
            Mi piacciono quei "Punto" del tuo post, danno quell'idea di apertura mentale necessaria a qualsiasi forma di dialogo tipica della violenza che dici di disprezzare. 8)
          • longinous scrive:
            Re: La libertà d'espressione si, ma anch
            massì dai, credo li abbia usati per enfatizzare i concetti, non saltiamo subito a conclusioni affrettate...ah, mi sono scordato di scriverlo nell'altro post, vabbè lo metto qua:non seguo nessuna religione istituzzionalizzata, io sono il mio dio e decido per me cosa è giusto e cosa no senza che me lo venga a dire qualcun altro.Ho scoperto un nuovo mondo da quando faccio così e sono al settimo cielo! (battuta ironica)
          • Anonimo scrive:
            Re: La libertà d'espressione si, ma anch
            - Scritto da: longinous
            massì dai, credo li abbia usati per enfatizzare i
            concetti, non saltiamo subito a conclusioni
            affrettate...grazie, l'avevo detto che non sei stupido...servivano per mettere in chiaro su cosa si discute, poi ho cercato di dare un contorno. Il problema é che altrimenti uno ti risponde per via di una parola che hai messo in una frase, ma che a te non importa niente. Ma non sono serviti, si é pure riusciti a rispondermi non per una parola ma per un punto!
            ah, mi sono scordato di scriverlo nell'altro
            post, vabbè lo metto
            qua:
            non seguo nessuna religione istituzzionalizzata,
            io sono il mio dio e decido per me cosa è giusto
            e cosa no senza che me lo venga a dire qualcun
            altro.e io chi seguo? il papa?ma approfondiamo il discorso: tu sostieni una religione monoteista (parli di dio non dei), e non solo, dichiari di esserlo, o almeno di avere stretti legami con lui... non che zitto zitto é arrivato il nuovo messia..(é stato solo un momento di delirio, smetto subito)
            Ho scoperto un nuovo mondo da quando faccio così
            e sono al settimo cielo! (battuta
            ironica)anch'io, e sono contento per te, ma non ho capito se mi dici che sei diventato una di quelle persone aride che dice di essere atea e "fate un po' tutti quello che vi pare che tanto a me non me ne frega niente", o se hai trovato un tuo equilibrio ed una tua spiritualità libera da frustrazioni
          • longinous scrive:
            Re: La libertà d'espressione si, ma anch
            - Scritto da:

            - Scritto da: longinous

            massì dai, credo li abbia usati per enfatizzare
            i

            concetti, non saltiamo subito a conclusioni

            affrettate...

            grazie, l'avevo detto che non sei stupido...

            servivano per mettere in chiaro su cosa si
            discute, poi ho cercato di dare un contorno. Il
            problema é che altrimenti uno ti risponde per via
            di una parola che hai messo in una frase, ma che
            a te non importa niente. Ma non sono serviti, si
            é pure riusciti a rispondermi non per una parola
            ma per un
            punto!eh bè, a wacco ne sono successe tante che gliela si può perdonare...

            ah, mi sono scordato di scriverlo nell'altro

            post, vabbè lo metto

            qua:

            non seguo nessuna religione istituzzionalizzata,

            io sono il mio dio e decido per me cosa è giusto

            e cosa no senza che me lo venga a dire qualcun

            altro.

            e io chi seguo? il papa?Bho, non so... io no di sicuro, spero nemmeno tu ;)
            ma approfondiamo il discorso: tu sostieni una
            religione monoteista (parli di dio non dei), e
            non solo, dichiari di esserlo, o almeno di avere
            stretti legami con lui... non che zitto zitto é
            arrivato il nuovo
            messia..Azz... beccato!(rotfl)(rotfl)(rotfl)
            (é stato solo un momento di delirio, smetto
            subito)


            Ho scoperto un nuovo mondo da quando faccio così

            e sono al settimo cielo! (battuta

            ironica)

            anch'io, e sono contento per te, ma non ho capito
            se mi dici che sei diventato una di quelle
            persone aride che dice di essere atea e "fate un
            po' tutti quello che vi pare che tanto a me non
            me ne frega niente", o se hai trovato un tuo
            equilibrio ed una tua spiritualità libera da
            frustrazioniil buono di entrambi: la mia spiritualità si basa essenzialmente sulla mia esperienza di vita vista con occhio rilassato e distaccato (giuro che non sono fumato... ho solo un po' sonno ;) )e questo mi porta a fregarmene, non tanto degli alri, quanto di quello che fanno o pensano se non coinvolge direttamente me.Non penso sia il modo migliore di vivere in assoluto, ma io ci vivo bene e non do fastidio agli altri, quindi... ;)
          • longinous scrive:
            Re: La libertà d'espressione si, ma anch
            - Scritto da:



            é quello che dico anch'io, ma non puoi dire
            che

            i


            cristiani sono una razza inferiore e che


            andrebbero impiccati o bruciati al rogo in
            ogni


            piazza,



            E perchè no? Loro l'hanno fatto. Cosa c'è? Chi

            può e chi non

            può?

            nessuno può pubblicamente istigare all'odio e
            alla violenza.
            (punto)e il papa allora? gli abbuono *parzialmente* la violenza, ma l'odio no!
            qualsiasi religione può dire che io brucerò nel
            peggiore degli inferni, ma nessuno può
            permettersi di dire che ammazzare gli infedeli é
            cosa buona e giusta e che fa guadagnare il
            paradiso!Mah, che lo dicano mi tocca poco, sono gli squilibrati che gli vanno dietro a preoccuparmi
            non mi sembri una persona stupida, e penso che
            anche tu sia daccordo che nessuno nella tua città
            può fare una cosa del genere in nome di nessuna
            religione, sarai anche daccordo sul fatto che é
            molto pericoloso, fossero anche solo 10
            squilibrati su un milione di brava
            gente.Purtroppo non si può obbligare la gente a pensare...Questo si che è un buco legislativo!
            nessuno ti vieta di essere mussulmano, di pensare
            che un nero puzza o che gli zingari rubano i
            bambini, ma quando i tuoi piani sono di eliminare
            delle persone, giustificare la violenza fisica e
            conquistare l'arca perduta per avere poi il
            dominio del mondo, vai fermato.
            (punto)Non del tutto daccordo... (conquistare l'arca perduta? :| :|)Comunque non si parla di piani da mettere in atto, quanto di idee espresse...io posso dirti che brucerei chi non si tiene in casa la propria religione perchè mi sta sul culo, ma è un modo semplice di esprimere un concetto, non vuol dire che lo farei davvero...Poi non è colpa mia se c'è qualche cerebroleso che fa quello che scrivo, eccheccavolo!Gliel'avessi chiesto è un conto, ma non mi si può accusare per i mitomani!


            e neanche negare fatti storici come le


            crociate o i campi di


            condentramento



            (Magari concentramento) e chi li mette in

            discussione!

            (Magari condensamento, chi lo sa...) tanti
            giovani neonazzisti per
            esempio?Si, io intendevo che non sono certo io a negarlo.Conosco molti siti neonazisti e ho letto molto del loro materiale per una tesina che ho fatto alle superiori, ma per quanto mi facciano accapponare la pelle anche loro hanno diritto di esistere finchè non fanno realmente del male a qualcuno.


            ho capito, cosa dici, ma secondo me (e secondo

            il


            buon senso universalmente accettato (nel senso


            che é il minimo comune denominatore di
            qualsiasi


            essere umano indipendentemente dalla sua


            cultura)), é


            sbagliato



            solo perchè il "buon senso universalmente

            accettato" si basa sulla pigrizia non vuol mica

            dire che una cosa sia giusta,

            no?

            non é quello che ho detto. Il fatto di vivere in
            pace, il rispetto,... possono essere riconosciuti
            come valori universali indipendentemente dai
            dettagli della tua particolare religione, nel
            tempo e nello
            spazio.allora non è buon senso, è quieto vivere e ti assicuro che al 90% delle volte non coincidono... alla prima occhiata almeno.Certo, è facile dire col buon senso scegli la soluzione per il quieto vivere e tutto ok, ma spesso e volentieri è una scelta di comodo per non guardare in faccia i problemi o per scaricarli ad altri che non sei certo faranno i tuoi interessi (non l'ho escluso a priori, ma avrei potuto, visto la gente che circola...)
    • Anonimo scrive:
      Re: La libertà d'espressione si, ma anch
      - Scritto da:
      La libertà d'espressione DEVE essere garantita
      anche a neonazisti e
      razzisti!

      Che discorso è sennò, garantiscono la libertà
      solo a chi gli
      piace?

      Ma per favore!

      Meglio della Cina ok, ma peggio degli USA (una
      volta
      tanto).

      Viva il primo emendamento.hai mai letto il Mein Kampf? se l'hai fatto avrai letto il capitolo in cui Hitler definisce i parlamentari dei maiali che in campagna elettorale vanno in giro a fare promesse, si prodigano per arraffare voti, scattano come molle....poi una volta eletti è già troppo se li vedrai ad un paio di riunioni della Camera (difatti quante volte si vota con le Camere svuotate).....Hitler diceva la verità in maniera diretta e parlava di cose che le masse capiscono (e agiva pure in verità)....la paura di questi politicanti è che il nazismo possa di nuovo fare presa in un mondo dominato dalle banche d'affari e dai furbetti del quartierino
      • longinous scrive:
        Re: La libertà d'espressione si, ma anch
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        La libertà d'espressione DEVE essere garantita

        anche a neonazisti e

        razzisti!



        Che discorso è sennò, garantiscono la libertà

        solo a chi gli

        piace?



        Ma per favore!



        Meglio della Cina ok, ma peggio degli USA (una

        volta

        tanto).



        Viva il primo emendamento.

        hai mai letto il Mein Kampf? se l'hai fatto avrai
        letto il capitolo in cui Hitler definisce i
        parlamentari dei maiali che in campagna
        elettorale vanno in giro a fare promesse, si
        prodigano per arraffare voti, scattano come
        molle....poi una volta eletti è già troppo se li
        vedrai ad un paio di riunioni della Camera
        (difatti quante volte si vota con le Camere
        svuotate).....

        Hitler diceva la verità in maniera diretta e
        parlava di cose che le masse capiscono (e agiva
        pure in verità)....la paura di questi politicanti
        è che il nazismo possa di nuovo fare presa in un
        mondo dominato dalle banche d'affari e dai
        furbetti del
        quartierinoIl "problema" è che il nazismo in sè non era condannabile, anzi non era niente male, il vero problema è quello che è saltato fuori dopo:Leggi razzialiGuerrafondaiLegge marziale (non ufficialmente, ma in pratica...)altre bruuutte cose...In buona sostanza non è il Nazismo che fa paura, quello che realmente fa paura è chi FA!
      • Anonimo scrive:
        Re: La libertà d'espressione si, ma anch


        hai mai letto il Mein Kampf? no, non ho mai neanche letto la bibbia, il corano, i sacri testi indiani, e così via, ma mi sento sicuro di consigliarteli, e sono sicuro che troverai tante perle di saggezza in questi testi
        se l'hai fatto avrai
        letto il capitolo in cui Hitler definisce i
        parlamentari dei maiali che in campagna
        elettorale vanno in giro a fare promesse, si
        prodigano per arraffare voti, scattano come
        molle....poi una volta eletti è già troppo se li
        vedrai ad un paio di riunioni della Camera
        (difatti quante volte si vota con le Camere
        svuotate).....guarda che quello é un libro di tutto rispetto e si chiama "la fattoria degli animali", non é un suo testo! come tutto il resto, prende spunto qua e la dai testi sacri indiani e miti nordici, per far appunto leva sulle masse e addattare il tutto a quello che vuole lui

        Hitler diceva la verità in maniera diretta e
        parlava di cose che le masse capiscono (e agiva
        pure in verità)....quello era ghandi, ma non diceva cose che le masse capivano, non cercava il facile consenso, infatti non l'hanno capito
        la paura di questi politicanti
        è che il nazismo possa di nuovo fare presa in un
        mondo dominato dalle banche d'affari e dai
        furbetti del
        quartierinomamma mia, inneggiamo al nazzismo? se proprio proprio parlami della rivoluzione francese, dove la gente si é ribellata per assumersi le proprie responsabilità e cercare di costruire un paese di uguaglianza ed di rispetto e di libertà, se per te un modello da seguire é un pazzo che voleva dominare il mondo e streminare tutti (chi era, mojo jojo? (come si scrive?)) sei o un ragazzino ingorante, o un idiota ignorante
Chiudi i commenti