Nintendo ha un nuovo presidente

Tatsumi Kimishima non sarà un presidente gamer, ma si occuperà di guidare Nintendo nella prossima apertura al mobile. Ad affiancarlo, il padre di super Mario e il padre della Wii

Roma – A riempire il posto lasciato dall’ex presidente di Nintendo Satoru Iwata, deceduto nel mese di luglio di quest’anno, sarà Tatsumi Kimishima, reclutato nel 2000 come CFO per la società The Pokémon Company e per anni a capo della divisione statunitense dell’azienda.

La comunicazone di Nintendo è quasi coincidente con il 30esimo anniversario della nascita di Super Mario, brand che ha accompagnato la storia recente dell’azienda nelle sue numerose incarnazioni e nelle sue numerose console videoludiche, nei periodi di crisi e nelle grandi decisioni, come l’ apertura al mobile , ultimo annuncio del periodo di reggenza di Iwata.

Dopo due mesi di gestione ad interim ad opera di Shigeru Miyamoto , padre di Super Mario e di altre numerose serie di successo, e di Genyo Takeda , ideatore della Wii, non è però una figura legata strettamente al mondo videoludico quella scelta da Nintendo per sostituire il carismatico Iwata: il 65enne Kimishima ha sviluppato la propria carriera in ambito finanziario, e a lui spetterà il compito di consolidare la strategia che Nintendo ha abbracciato per risollevarsi dalla crisi.

Parte di questa strategia, un ripensamento della struttura aziendale. Shigeru Miyamoto e Genyo Takeda assumeranno il ruolo rispettivamente di Creative Fellow e Technology Fellow , affiancando Kimishima con la loro consulenza, mentre nella nuova divisione Entertainment Planning & Development , che sarà guidata da Shinya Takahashi, sembrano convergere precedenti divisioni dedicate allo sviluppo.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • acchers scrive:
    FireEye
    E' bello vedere tanti esperti di "sicurezza" silurati uno dietro l' altro. Avanti il prossimo e boia chi molla :P .
  • Skywalker scrive:
    La prossima volta
    invece di esser cortesi ed avvisare che hanno fatto una cavolata, spiegargli dove l'anno fatta ed aspettare che la sistemino prima di annunciare che c'è un errore di progettazione che rende pericoloso usare il loro prodotto, saranno meno cortesi e annunceranno direttamente l'errore di progettazione, accompagnandolo da un funzionante ma non documentato proof of concept.Sono cortesi e li tratti a pesci in faccia? E allora bando alle cortesie: la prossima volta sarai troppo impegnato a correre per tappare il buco prima che siano i tuoi clienti a farti causa per trovare il tempo di disquisire sulle virgole dei documenti o scrivere ingiunzioni.A volte veramente sembra di essere all'asilo infantile...
  • ... scrive:
    si scrive e si legge.
    hanno scritto:"Non volevamo che venissero rese pubbliche alcune delle informazioni proprietarie che potrebbero mettere a rischio le nostre attività e i nostri utenti". ma si legge:"Non volevamo che venissero rese pubbliche alcune delle informazioni proprietarie che dimostrassero quanto siamo XXXXXni e quanto poco teniamo a qeulle vacche da mungere che per legge siamo costretti a chiamare 'utenti'.
Chiudi i commenti