Nintendo Switch, vendite stellari

La casa nipponica ha venduto, in un anno, più Switch di quante sia mai riuscita a fare con Wii U. Un traguardo che conferma la bontà della soluzione ibrida e apre le porte a un futuro ancora una volta florido, come ai tempi della prima Wii
La casa nipponica ha venduto, in un anno, più Switch di quante sia mai riuscita a fare con Wii U. Un traguardo che conferma la bontà della soluzione ibrida e apre le porte a un futuro ancora una volta florido, come ai tempi della prima Wii

Nintendo ha comunicato i risultati di vendita del suo hardware (e software) videoludico, un business che solo poco tempo addietro sembrava in affanno e che invece si conferma oggi in salute, estremamente ben accolto dagli utenti finali e con una prospettiva di crescita dove il cielo è l’unico limite visibile.

Secondo i dati forniti dalla corporation giapponese, nel 2017 la console Switch è stata venduta in 14,86 milioni di unità in tutto il mondo; in un solo anno, Switch ha superato le vendite raggranellate dalla sfortunata Wii U in cinque anni di presenza sul mercato (13,56 milioni). Va benissimo anche il 3DS, con 71,99 milioni di console vendute, così come va a gonfie vele la vendita di software videoludico per le due console.

Nintendo Switch, vendite stellari aver fatto centro , i giocatori hanno apprezzato la formula e hanno soprattutto continuato ad acquistare i nuovi episodi delle saghe classiche di Nintendo: sempre su Wii U Super Mario Odyssey ha venduto 9 milioni di copie, Mario Kart 8 Deluxe 7,33 milioni e lo splendido Legend of Zelda: Breath of the Wild (unanimemente considerato come uno dei più bei videogiochi mai creati) 6,70 milioni.


Le vendite stellari di hardware e software hanno permesso a Nintendo di sperimentare un incremento nei profitti operativi annuali del +261% (116,6 miliardi di yen, 849 milioni di euro circa), e ha certamente aiutato in tal senso la popolarità della replica della storica console Super Nintendo nota come SNES Classic Mini (4 milioni di unità vendute).

E se al momento Nintendo non può che sorridere grazie al ritorno di fiamma con i giocatori di tutto il mondo, il futuro promette di essere ancora più positivo per le finanze della casa nipponica: un progetto come Nintendo Labo si rivolge alla vocazione da maker di giocatori grandi e piccoli, su cellulari arriverà presto Mario Kart (Tour) e l’idraulico baffuto si vedrà persino al cinema grazie a una partnership con Illumination Studios, già autori di Cattivissimo Me e Minions.

Alfonso Maruccia
fonte immagine

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

07 02 2018
Link copiato negli appunti