NVIDIA, un Titano delle GPU e del supercomputing

La casa californiana presenta le novità in arrivo per l'hardware videoludico e professionale, il super-calcolo ad alte prestazioni, l'intelligenza artificiale e tutto quanto. Giocattoli costosi, potenti e sofisticati

Roma – Dopo un primo debutto in sordina con l'”ospitata” del CEO Jen-Hsun Huang in casa Epic, NVIDIA ha fatto buon uso del palco della sua GPU Technology Conference (GTC) per la presentazione ufficiale del nuovo mostro delle schede grafiche discrete noto come GeForce GTX Titan X.

Di “mostruoso”, la nuova Titan, ha in effetti molto: la GPU è basata sulla stessa architettura Maxwell (GM200) delle GeForce GTX 9×0, è organizzata in 3072 CUDA core per un totale di 8 miliardi di transistor, ha un frame buffer di 12 Gigabyte GDDR5, una frequenza di clock base di 1 GHz e un bus di memoria a 384-bit.

GTX Titan X rappresenta un’implementazione completa di tutte le capacità del chip GM200, dice NVIDIA, ed è specificatamente pensata per applicazioni videoludiche senza compromessi visto anche il prezzo nominale di mille dollari (negli USA).

La nuova Titan è un mostro di potenza, sulla carta , e le recensioni comparse online in concomitanza con la presentazione alla GTC 2015 confermano come l’obiettivo di NVIDIA sia stato centrato in pieno: la GPU extra-lusso è il nuovo punto di riferimento prestazionale per le schede grafiche discrete a singola GPU, straccia abbondantemente GTX 980 e GTX 970 e sovente umilia la concorrenza di AMD (Radeon 290X).

La microarchitettura Maxwell garantisce un livello di efficienza energetico insolito a questi livelli di performance, e persino le schede Radeon R9 295X2 a doppia GPU hanno in qualche caso problemi a tenere testa alla potenza di Titan X, e il che è tutto dire.

Come è spesso prevedibile quando si parla di NVIDIA, GM200 e Titan X rappresentano il centro di una strategia commerciale e tecnologica più ampia che include, tra le altre cose, un nuovo super-sistema di calcolo basato su Linux e 4 GPU (Titan X) montate sulla stessa motherboard. DevBox, questo il nome del sistema , costa 15mila dollari e viene prodotto solo su ordinazione.

DevBox e Titan X sono tecnologie ideali per la ricerca e sviluppo sull’intelligenza artificiale e il “deep learning”, ha spiegato NVIDIA, mentre a chi lavora con la grafica la corporation offre la GPU Quadro M6000 che è in sostanza una Titan X dedicata ai professionisti.

Archiviato il capitolo Maxwell, infine, NVIDIA ha anticipato alcune delle novità che bollono in pentola per il prossimo futuro: nel 2016 arriverà l’ architettura Pascal con capacità di calcolo 10 volte superiori a Maxwell, frame buffer da 32 Gigabyte con i chip montati in configurazione 3D, nuova tecnologia di interconnessione “post-PCIe” (NVLINK) e altro ancora .

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ... scrive:
    E se vede qualcosa tipo questo?
    https://goo.gl/maps/7u2dUSi schianta?
    • bubba scrive:
      Re: E se vede qualcosa tipo questo?
      - Scritto da: ...
      https://goo.gl/maps/7u2dU

      Si schianta?no, se alla guida c'e' roadrunner.
    • . . scrive:
      Re: E se vede qualcosa tipo questo?
      - Scritto da: ...
      https://goo.gl/maps/7u2dU

      Si schianta?E' molto più facile che si schianti un essere umano...
  • ... scrive:
    Ieri ci dicevate
    Che le auto esistenti semplicemente connesse hanno una tecnologia fatta col cu*o che le rende vulnerabili a chi le vuole semplicemente far schiantare da remoto, adesso mi piacerebbe sapere per quale astrusa ragione dovrei credere che queste invece sono sicure.
    • ... scrive:
      Re: Ieri ci dicevate
      "Sicure" non dal punto di vista telematico, ma di quello della bontà della guida.
      • ... scrive:
        Re: Ieri ci dicevate
        - Scritto da: ...
        "Sicure" non dal punto di vista telematico, ma di
        quello della bontà della
        guidaE i bug nel software?
        • prova123 scrive:
          Re: Ieri ci dicevate
          L'automobile non è un televisore.http://punto-informatico.it/4233060/PI/News/usa-chi-ha-paura-delle-auto-hi-tech.aspxBasta leggere.
    • ... scrive:
      Re: Ieri ci dicevate
      - Scritto da: ...
      Che le auto esistenti semplicemente connesse
      hanno una tecnologia fatta col cu*o che le rende
      vulnerabili a chi le vuole semplicemente far
      schiantare da remoto, adesso mi piacerebbe sapere
      per quale astrusa ragione dovrei credere che
      queste invece sono
      sicure.ieri era ieri, oggi e' oggi. dagli 30 mila lire e maruccia e' pronto a dire che 2+2=5.
  • .... scrive:
    sono dubbioso
    e' stato dimostrato che una rete neurale addetrta per riconoscere e catalogare immagini (fiore, gatto, persona, auto, ecc) puo essere ingannata da immagini costituire da matrici di punti che un umano non associerebbe mai ad una categoria definita (fiore, gatto ecc), ma la rete neurale lo riconosce ugualmente come appartenete alle suddette categorie. non credo ci vorra' molto prima che un'auto "intelligente" metta sotto qulcuno solo perche ha un cappotto con colori particolati tali per cui viene catacolgato come "foglio di carta" con conseguente spappolamento del pedone.
    • prova123 scrive:
      Re: sono dubbioso
      Potrebbe anche stamparsi da sola contro un muro! :D[img]http://www.barbaragalizia.it/im/foto/murales%20galleria.jpg[/img]
      • prova123 scrive:
        Re: sono dubbioso
        Oppure la diagnostica potrebbe dichiarare i sensori di prossimità poco affidabili, ed in questo caso l'azione più probabile potrebbe essere l'arresto dell'autoveicolo. :D
    • ... scrive:
      Re: sono dubbioso
      - Scritto da: ....
      non credo ci vorra' molto prima che un'auto
      "intelligente" metta sotto qulcuno solo perche ha
      un cappotto con colori particolati tali per cui
      viene catacolgato come "foglio di carta" con
      conseguente spappolamento del pedone.Lo spappolamento del pedone avviene anche con guidatori umani, bisogna solo vedere se un'auto "smart" ne farà di più o di meno.In ogni caso, la soluzione sarebbe semplice: sostituire gli attraversamenti pedonali con dei sottopassaggi. Da alcune parti è già così.
      • ... scrive:
        Re: sono dubbioso
        - Scritto da: ...
        - Scritto da: ....


        non credo ci vorra' molto prima che un'auto

        "intelligente" metta sotto qulcuno solo perche
        ha

        un cappotto con colori particolati tali per cui

        viene catacolgato come "foglio di carta" con

        conseguente spappolamento del pedone.

        Lo spappolamento del pedone avviene anche con
        guidatori umani, bisogna solo vedere se un'auto
        "smart" ne farà di più o di
        meno.

        In ogni caso, la soluzione sarebbe semplice:
        sostituire gli attraversamenti pedonali con dei
        sottopassaggi. Da alcune parti è già
        così.certo, perche viviamo tutti in Texas e di spazio ce ne e' che avanza! mi ti vedo a fare sotto/sopra passi a firenze roma milano napoli... si si..tu hai un iphone, vero?
      • prova123 scrive:
        Re: sono dubbioso
        Visto come vanno le cose nei paesi formalmente democratici molto probabilmente sarà proibito di circolare a piedi, ma per la sicurezza del cittadino.
    • bubba scrive:
      Re: sono dubbioso
      - Scritto da: ....
      non credo ci vorra' molto prima che un'auto
      "intelligente" metta sotto qulcuno solo perche ha
      un cappotto con colori particolati tali per cui
      viene catacolgato come "foglio di carta" con
      conseguente spappolamento del
      pedone.la cosa divertente sara' vedere un Auto nel banco degli imputati. Tanto ha siri/cortana/whatever, potra' ben dialogare con la Corte, no
Chiudi i commenti