Occhio agli URL contraffatti

Tutti gli utenti che utilizzano browser alternativi a Internet Explorer potrebbero rischiare di imbattersi in link che, sebbene apparentemente identici a indirizzi noti, portano su siti malevoli. Una vera manna per i truffatori


Roma – In alcune delle più diffuse alternative ad Internet Explorer, inclusi Firefox, Opera, Konqueror e Safari, è stata scoperta una vulnerabilità di sicurezza che potrebbe consentire ad un malintenzionato di mascherare il vero indirizzo di un sito Web semplicemente aggiungendo un piccolo codice nel link.

Il “trucco” trae vantaggio dal fatto che molti browser sono in grado di interpretare i codici ASCII utilizzati per registrare nomi di dominio che, in base a quanto previsto dallo standard International Domain Name (IDN), contengono caratteri locali: ad esempio certe lettere accentate. Il problema è che questi stessi browser, ad eccezione di IE, possono consentire ad un cracker di utilizzare gli speciali codici per falsificare un URL e farlo apparire, sia nella barra di stato che in quella dell’indirizzo, identico all’URL di un altro sito. Un esempio viene fornito in questa pagina : il browser visualizza i due falsi link al sito di Paypal come “http://www.paypal.com” ma, in realtà, quando cliccati portano al sito “xn--pypal-4ve.com”.

È facile immaginare come questa debolezza possa essere utilizzata da persone senza scrupoli per attacchi di phishing e truffe on-line: e questa volta persino per un utente esperto potrebbe essere arduo accorgersi di essere stato dirottato verso un sito “clone”.

Gli hacker che hanno scoperto la falla hanno spiegato che sembrano soffrire del problema tutti i browser che supportano lo standard IDN: IE non lo contempla, a meno di non installare un apposito plug-in.

Alcuni esperti sostengono che il problema risiede nell’implementazione base dell’IDN e, di conseguenza, gli sviluppatori dei browser avrebbero per così dire la coscienza tranquilla. Ciò non toglie che alcuni di essi hanno già annunciato soluzioni per aggirare il problema: fra questi c’è Mozilla Foundation.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: Quando si hanno i fondi .......

    Non è poi tanto giusto!!!
    Se sbaglio devo pagare e vale per tutti: M$
    e Intel incluse.
    O almeno sarebbe cosi in un mondo perfetto!Dove e' il problema? pagano gli utonti :D
  • BSD_like scrive:
    Re: Quando si hanno i fondi .......
    È giusto e ovvio.Solo che non mi sembra poi tanto giusto.Perchè, per te lo è?
  • Anonimo scrive:
    Re: 130 Watt???
    Come si fa a comprare un Mac mini?È presto detto. Quando hai già un G5 dual che si sobbarca tutto il lavoro pesante e serve un computer "virus-free" che funzioni sempre, costi poco e occupi poco spazio, il Mac mini è una ottima scelta.OSX è stabile, affidabile, facile da usare e da configurare (meno di 15 minuti dopo l'acquisto era già parte della rete aziendale - una piccola rete mista Mac/Pc... Il server? Un G3/300 beige che ha degli uptime stupefacenti...).E il G4 1.4GHz del Mac mini è pur sempre un processore da 4/5 miliardi di calcoli in virgola mobile al secondo... Chi dice che non ci si può fare montaggio video? Conosco gente che lavora con un Tower G4 450. Niente di eclatante, solo videogiornalismo di buon livello.Secondo me bisognerebbe provarlo, un Mac, prima di mal giudicarlo. Qui a casa ho un G3 bianco e blu overcloccato a 450MHz, con una ATI Radeon 9200 PCI e una scheda Ultra/Ata. Credo che lo terrò ancora per un bel po'... Magari aggiornando il processore a G4 1GHz... Chi dice che i Mac non sono upgradabili? Lo sono più dei PC... I PC sono dati per aggiornabili, ma ogni processore nuovo, di fatto, ha un socket diverso... G3 e G4, invece, hanno la stessa piedinatura... Vedete un po' voi... www.macsales.comPer onestà, devo dire che in ufficio abbiamo anche un assemblato PC con processore AMD e Win2000Pro che da più di tre anni non dà problemi. Certo, bisogna stare un po' attenti ai virus (un controllo periodico online con Panda www.pandasoftware.com ?è più che sufficiente), ma a terra non ci ha mai lasciato. Inutile dire che l'interfaccia, rispetto al Mac (e al Linux di oggi) è parecchio rozza e primitiva...
    • Anonimo scrive:
      Re: 130 Watt???
      - Scritto da: Anonimo
      OSX è stabile, affidabile, facile da
      usare e da configurare (meno di 15 minuti
      dopo l'acquisto era già parte della
      rete aziendale - una piccola rete mista
      Mac/Pc... ).Avete fatto le cose con calma. :)L'esemplare che abbiamo provato noi, 3 minuti per tirarlo fuori dalla scatola e collegarlo, circa un minuto per il boot e 10 secondi per entrare in rete con i nostri 100 PC e 30 Mac (un clic su "attiva condivisione Windows", e il DHCP ha fatto il resto).
  • Anonimo scrive:
    ma col dual core...
    gli applicativi dovranno essere ottimizzati per l'smp oppure funziona lo stesso anche con apps normali ?T.G.
    • Anonimo scrive:
      Re: ma col dual core...
      - Scritto da: Anonimo
      gli applicativi dovranno essere ottimizzati
      per l'smp oppure funziona lo stesso anche
      con apps normali ?

      T.G.Funziona lo stesso ...,ma per "rendere" devi assegnare le preferenze a mano per la cpu che vuoi usare all'applicativo ...es:antivirus CPU0photoshop CPU1
      • Anonimo scrive:
        Re: ma col dual core...
        - Scritto da: Anonimo
        Funziona lo stesso ...

        ,ma per "rendere" devi assegnare le
        preferenze a mano per la cpu che vuoi usare
        all'applicativo ...


        es:
        antivirus   CPU0
        photoshop CPU1 nono, l'affinità non risolve il problema.casomai, una applicazione NON multithreading, trae benefici ? secondo me vede a fatica una unità, rigorosamente senza hyperthreading... no ?
        • Anonimo scrive:
          Re: ma col dual core...

          casomai, una applicazione NON
          multithreading, trae benefici ? secondo me
          vede a fatica una unità,
          rigorosamente senza hyperthreading... no ?Ma però la vede libera, l'unità...nei sistemi attuali girano un sacco di sw contemporaneamente, che aprono un sacco di tread, anche se ciascuno fosse monothread ce ne sarebbero decine in contemporanea.In pratica una applicazione monothread nel peggiore dei casi su un multicore si trova a combattere con meno altre applicazioni per avere le unità di calcolo a disposizione, in questo modo ci sono meno perdite di tempo per l'overhead dello scambio di risorse tra un thread e l'altro.In più se vengono eseguite pesanti applicazioni monothread con alta priorità le altre non vengono bloccate o rallentate pesantemente, passano sulla/e altra/e unità che avranno la loro coda/e di thread magari senza nessuno in real time a bloccare il tutto... in pratica non rende il sistema più potente nel risolvere problemi non parallelizzabili o non parallelizzati dal programmatore, ma consente a più "cose" anche in real time di girare sulla stessa macchina senza darsi fastidio e senza rallentare quelle a priorità minore senza dover disallocare quelle realtime.Certo se l'os non è realtime il realtime sarà scimmiottato lo stesso in una maniera ignobile, ma meglio che su una sola unità.Questo almeno in teoria su una macchina multicore/multicpu vera, cmq bella domanda su come sia visto dal lato delle chiamate dei sw l'hypertreading...
          • Anonimo scrive:
            Re: ma col dual core...
            - Scritto da: Anonimo
            multicore/multicpu vera, cmq bella domanda
            su come sia visto dal lato delle chiamate
            dei sw l'hypertreading...per esempio, un P4 con HT su winXP home, che dice ?2 unità ? mmmhhh....
  • Anonimo scrive:
    Re: Con calma arrivano ai powermac...
    - Scritto da: Anonimo
    dai.. ancora qualche anno ed anche per le
    piattaforme x86 ci saranno delle strutture
    copiate dai PowerMac G5...
    Pero' servirà una centrale per
    tenerli accesi.considerando che amd e ibm sono pappa e ciccia e che imho gli athlon64 per quello che costano sono il top del top, mi sembra un discorso assurdo.Senza contare il fatto che a nessun produttore interessa copiare i powermac G5, casomai le tecnologie di cui sono composti che non sono apple nel 90% dei casi...e cmq Intel a tecnologie per CPU è stata sempre avanti rispetto ad ibm e questo va oltre le cpu a basso consumo o i ghz ma comprende tutto un contorno di processori e chipsets.cmq discutere delle tecnologie delle cpu che spesso sono condivise fra le case produttrici perchè sviluppate da consorzi che le vede unite nella ricerca e sviluppo, è una cazzata a priori,
  • Anonimo scrive:
    Re: Con calma arrivano ai powermac...
    - Scritto da: Anonimo
    dai.. ancora qualche anno ed anche per le
    piattaforme x86 ci saranno delle strutture
    copiate dai PowerMac G5...
    Pero' servirà una centrale per
    tenerli accesi.non mi risulta ci sia sul mercato un powermac con ppc970 dual core.i consumi poi, siamo sui 100 watt anche per i G5 (per CPU)
  • Anonimo scrive:
    Re: [OT] Ma la legge di Moore...
    - Scritto da: carobeppe
    ... non si applica più? Com'è
    che i megahertz non raddoppiano-triplicano
    più di anno in anno come fino a
    qualche anno fa? Scusate l'OTnon sei OT. IMHO.cmq la legge di moore si riferisce alla quantità di transistor e non di Mhz se non erro...
    • Anonimo scrive:
      Re: [OT] Ma la legge di Moore...
      sì esatto!Cmq Moore non è un genio statistico.... era il presidente dell'Intel... disse che avrebbero raddoppiato il numero di transistor in un chip (e teoricamente raddoppia anche la velocità) ogni 12 - 18 mesi. Ciò che disse si dimostrò dal 1980 talmente vero che alla fine divenne una legge.
  • Anonimo scrive:
    Re: [OT] Ma la legge di Moore...
    - Scritto da: carobeppe
    ... non si applica più? Com'è
    che i megahertz non raddoppiano-triplicano
    più di anno in anno come fino a
    qualche anno fa? Scusate l'OTLa legge di Moore è morta da qualche anno. Inoltre la corsa ai mhz si è notevolmente rallentata, ora si cerca di "sfruttarli meglio" quei mhz.
    • Anonimo scrive:
      Re: [OT] Ma la legge di Moore...
      la legge di moore parla di raddoppio della quantita´ dei transistor ogni 12-18 mesi e nn di megahertz
  • carobeppe scrive:
    [OT] Ma la legge di Moore...
    ... non si applica più? Com'è che i megahertz non raddoppiano-triplicano più di anno in anno come fino a qualche anno fa? Scusate l'OT
  • Anonimo scrive:
    Re: Ben vengano!
    - Scritto da: Anonimo
    Quindi l'unico vantaggio di un ahlon 64
    winchester a parità di prestazioni
    è solo un consumo minore al prezzo di
    prestazioni minori.Prestazioni minori a cosa?Un prescott?Vai a vederti qualche benchmark...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ben vengano!
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo

      Quindi l'unico vantaggio di un ahlon 64

      winchester a parità di
      prestazioni

      è solo un consumo minore al
      prezzo di

      prestazioni minori.

      Prestazioni minori a cosa?
      Un prescott?
      Vai a vederti qualche benchmark...Scusami, ma da uno che scrive "a parità di prestazioni è solo un consumo minore al prezzo di prestazioni minori" cosa vuoi pretendere ? Che si vada a guardare un benchmark ?
      • Anonimo scrive:
        Re: Ben vengano!
        Purtroppo è vero. Con linux 64 su amd64 si hanno solo da 8% a 15% di prestazioni in più rispetto a linux32. Ben poca cosa secondo me.Fonte:http://www.azpoint.net/news/Articoli_8732.asp?Pag=8"Compilandoli a 64 bit ho ottenuto incrementi di prestazioni variabili dall'8 al 15 % rispetto alla stessa macchina con sistema operativo a 32 bit."
        • Anonimo scrive:
          Re: Ben vengano!
          Il passaggio ai 64bit è necessario per poter indirizzare quantità di memoria maggiori. Con i 32bit si arriva a 4GB.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ben vengano!
          - Scritto da: Anonimo
          Purtroppo è vero. Con linux 64 su
          amd64 si hanno solo da 8% a 15% di
          prestazioni in più rispetto a
          linux32. Ben poca cosa secondo me.
          Ovvio. I 64 bit non servono a correre di più, ma a indirizzare più memoria. Un Athlon64 è più veloce del corrispondente processore a 32 bit non perché ha 64 bit, ma perché i suoi circuiti sono progettati meglio. A voler essere pignoli, un processore a 64 bit parte addirittura svantaggiato dal punto di vista dell'efficienza, perché deve muovere un numero maggiore di bit nelle operazioni di indirizzamento.Il guadagno di prestazioni vero si ha quando, per esempio, un'applicazione a 64 bit può mappare direttamente in memoria una base dati di oltre 4 Gbyte, cui prima avrebbe potuto accedere solo via file. A quel punto le prestazioni crescono di 1000 volte rispetto al sistema a 32 bit.
  • Anonimo scrive:
    Re: 130 Watt???
    - Scritto da: Anonimo
    Oggi ho comprato un Mac mini. Che dire?complimenti, e' una bella macchina.Ma non c'e' il termine di paragone con la CPU di cui si parla nell'articolo :-)E' tanto sballata quanto quella di chi dice che i mac costano troppo portano come controesempio gli assemblati di Giggi er Truzzo :-)Il paragone tra questa macchina del futuro si puo' fare invece con una macchina apple gia' presente da molto tempo, che e' il powermac G5 DP.
  • Anonimo scrive:
    Con calma arrivano ai powermac...
    dai.. ancora qualche anno ed anche per le piattaforme x86 ci saranno delle strutture copiate dai PowerMac G5...Pero' servirà una centrale per tenerli accesi.
  • Anonimo scrive:
    Re: 130 Watt???
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo


    un'occhiata ai consumi, ben lontani,

    suppongo, dai 130 Watt di AMD.
    Minchia...

    "Centotcenta" Watt...

    paragonare un G4 1.2Ghz con un itanium....
    mah...
    basito.Io Itanium lo paragono con Alpha: hanno dovuto fermare Alpha alla generazione EV79 e cancellare le future EV8, EV9,EV10 perché Itanium 2 , a fatica, lo raggiungesse, Itanium 1 si faceva battere pure dai P III.
    • Anonimo scrive:
      Re: 130 Watt???
      - Scritto da: Anonimo
      Io Itanium lo paragono con Alpha: hanno
      dovuto fermare Alpha alla generazione EV79 e
      cancellare le future EV8, EV9,EV10
      perché Itanium 2 , a fatica, lo
      raggiungesse, Itanium 1 si faceva battere
      pure dai P III.ecco, questo reply è decisamente più interessante.Itanium 1 è stato una chiavica, il 2 è tutta un'altra storia ma forse noi comuni mortali non abbiamo elementi necessari per valutarlo... dopotutto cè gente che c'ha fatto cluster da milioni... si dovrebbero provare.... anche per sola curiosità ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: 130 Watt???


        Io Itanium lo paragono con Alpha: hanno

        dovuto fermare Alpha alla generazione
        EV79 e

        cancellare le future EV8, EV9,EV10

        perché Itanium 2 , a fatica, lo

        raggiungesse, Itanium 1 si faceva
        battere

        pure dai P III.

        ecco, questo reply è decisamente
        più interessante.
        Itanium 1 è stato una chiavica, il 2
        è tutta un'altra storia ma forse noi
        comuni mortali non abbiamo elementi
        necessari per valutarlo... dopotutto
        cè gente che c'ha fatto cluster da
        milioni... si dovrebbero provare.... anche
        per sola curiosità ;)indovinate dove sono andati a lavorare i principali progettisti dello staff di Alpha... e indovinate chi ha avuto da Compaq il diritto d'uso di parecchi dei brevetti di Alpha - a quanto pare a titolo gratuito? Ebbene sì: Intel. Ecco perché Itanium 2 sembra meglio di Itanium 1 (detto Itanic fra gli addetti ai lavori): c'è dentro una robusta iniezione di cervelli Alpha, e forse anche qualcosina delle sue tecnologie.
        • Anonimo scrive:
          Re: 130 Watt???
          - Scritto da: Anonimo



          Io Itanium lo paragono con Alpha:
          hanno


          dovuto fermare Alpha alla
          generazione

          EV79 e


          cancellare le future EV8, EV9,EV10


          perché Itanium 2 , a
          fatica, lo


          raggiungesse, Itanium 1 si faceva

          battere


          pure dai P III.



          ecco, questo reply è decisamente

          più interessante.

          Itanium 1 è stato una chiavica,
          il 2

          è tutta un'altra storia ma forse
          noi

          comuni mortali non abbiamo elementi

          necessari per valutarlo... dopotutto

          cè gente che c'ha fatto cluster
          da

          milioni... si dovrebbero provare....
          anche

          per sola curiosità ;)

          indovinate dove sono andati a lavorare i
          principali progettisti dello staff di
          Alpha... e indovinate chi ha avuto da Compaq
          il diritto d'uso di parecchi dei brevetti di
          Alpha - a quanto pare a titolo gratuito?
          Ebbene sì: Intel. Ecco perché
          Itanium 2 sembra meglio di Itanium 1 (detto
          Itanic fra gli addetti ai lavori):
          c'è dentro una robusta iniezione di
          cervelli Alpha, e forse anche qualcosina
          delle sue tecnologie.Se non sbaglio intel non ha ricevuto esclusive sulla tech Alpha, tant'è vero che HyperTransport di AMD è basato sulle ormai vetuste tecnologie Alpha EV6 eppure in campo x86, rimodernato a dovere, fa tuttora la sua bella figura.Non escluderei che HP, dato il calcio nel pur esteticamente valido, ma economicamente deleterio deretano della Fiorina, si prenda un Transit, er, ehm, resusciti Alpha.Sulle prestazioni assolute dei più pompati cluster e/o/di sistemi multiprocessore Itanium 2 non discuto, ma ho la netta sensazione che se non avessero tagliato i fondi ad Alpha, potremmo avere gli stessi risultati a prezzi e consumi energetici minori (cosa non disprezzabile, perché le esigenze di raffreddamento dei processori di punta della produzione intel portano a dover scegliere fra accettare un'affidabilità non ottimale o spendere cifre supplementari considerevoli per il raffreddamento, per non parlare dei maggiori costi delle bollette)
  • Anonimo scrive:
    Re: 130 Watt???
    - Scritto da: Anonimo
    Per un server non userei nè un P4
    nè un AthlonXP: restando su
    architettura x86 userei (OVVIAMENTE) un
    (doppio) Xeon e, se voelssi spendere, un
    Itanium.concordo, tutte le workstation dual Xeon che ho utilizzato (win2k) erano tutte mostri di stabilità...cmq devo dire che anche il mio dual athlon a casa va veramente ma veramente BENE.Ero scettico all'inizio ma sinceramente un server ce lo farei.
  • Anonimo scrive:
    Re: Quando si hanno i fondi .......
    - Scritto da: BSD_like
    Anche decisioni sbagliate che ad un'azienda
    piccola/media significavano il tracollo o
    quantomeno un drastico ridimensionamento;
    per giganti come Intel non significa poi
    molto.
    Intel ha sbagliato analisi credendo di
    portare nel 2008 i 64 bit sul desktop; ha
    sbagliato analisi posticipando nel 2006-2007
    l'introduzione del dual core.
    Se l'avesse fatto AMD tra qualche anno ci
    ritrovavamo AMD produttrice di cpu come VIA
    e la sola Intel padrona del mercato di
    fascia media.
    Lo stesso per M$: sbagliò analisi sul
    fenomeno internet, uno sbaglio cruciale che
    però M$ non ha pagato
    convenientemente.
    Non è poi tanto giusto!!!
    Se sbaglio devo pagare e vale per tutti: M$
    e Intel incluse.
    O almeno sarebbe cosi in un mondo perfetto!per chi avesse studiato economia.....è un discorso in funzione della percentuale di mercato occupata
  • Anonimo scrive:
    Ben vengano!
    Sulla carta sembrano promettere ottime prestazioni, bisogna poi vedere su strada.Intanto Intel ha fatto una grossa cacchiata con i p4 prescott che scaldano tanto e non rendono quanto dovrebbero, sebbene sulla carta sembrano promettere anche loro ottime prestazioni (una cache L2 da 1 MB non è poco).Io sto cercando un p4 northwood da affiancara a quello che ho e non riesco a trovarlo se non su prenotazione in negozi online americani che non consegnano in europa.Vorrà dire che mi prenderò un amd 64 winchester alla faccia di Intel. Però anche loro, pur essendo a 64 bit, sulla carta promettono ottime prestazioni, pero' su strada non rendono nemmeno loro, infatti le prestazioni ottenute su linux 64 bit non superano quelle ottenute con linux 32bit.Quindi l'unico vantaggio di un ahlon 64 winchester a parità di prestazioni è solo un consumo minore al prezzo di prestazioni minori.
  • Anonimo scrive:
    Re: 130 Watt???
    - Scritto da: Anonimo
    Ma come si fa a comprare un Mac mini?Basta andare su www.apple.it(troll)
    • Anonimo scrive:
      Re: 130 Watt???
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo

      Ma come si fa a comprare un Mac mini?Basta mettersi in coda: li hanno già esauriti... come al solito. Ma è possibile che ogni volta che Apple fa un computer nuovo bisogna aspettare due mesi per comprarne uno? E sì che ne costruiscono 100mila al mese, e la linea di produzione è attiva da novembre. Ma insomma, possibile che non abbiano previsto che una macchina che costa solo 499 euro si vende in volumi almeno tripli rispetto a una da 1500 come è stato il primo iMac G3? E cosa succederà quando tutti si accorgeranno che quel "coso" può fare di tutto senza dover diventare ingegneri per farlo andare? Lo usi come server Web, lo usi per tenerlo attaccato 24x7 a Internet per scaricare dal P2P senza spendere milioni in elettricità e senza emettere rombi da reattore, lo usi come media server vicino al TV al plasma, lo usi come secondo computer per ricevere la posta senza patemi d'animo (niente virus, niente spyware, niente trojan, niente di niente), lo piazzi in macchina per fare navigazione GPS e gestione del veicolo, insomma di tutto e di più, come quelle schedine universali che contengono un processore programmabile con cui si può fare di tutto ( ma lì devi saper programmare in linguaggio macchina).Mac mini potrebbe diventare un "mattone" su cui basare mille dispositivi più o meno dedicati. E le sue vendite potrebbero raggiungere numeri assurdi. Ma bisogna produrne di più.
  • Anonimo scrive:
    Re: 130 Watt???
    Ma come si fa a comprare un Mac mini?
  • Anonimo scrive:
    Re: Quando si hanno i fondi .......
    Ma sei ubriaco?
  • Anonimo scrive:
    Re: 130 Watt???

    Vedi, l'errore più grande che fa chi
    non conosce le basi dell'economia
    industriale è ragionare a "un
    bullone=un dollaro di fatturato=un dollaro
    di guadagno".
    Niente di più sbagliato, ricordati la
    fine che hanno fatto colossi delle vendite
    come Compaq o Honeywell.....
    E' una qestione anzitutto di fetta di mercato (Intel detiene il 70%), poi di fidelizzazione del cliente, pubblicità e ricerca.Intel batte AMD su tutto questo.Attenzione: non so parlando di un risultato calcistico, perciò non "tengo" nè all'una, nè al'altra.Semplicemente AMD insegue e, presumibilmente, non ha alcuna intenzione di diventare leader.




    Beh un mini Mac di certo non lo usi come

    server....


    Primo: perché no? Se ne prendessi uno
    lo userei proprio come server.....

    Secondo: useresti un Pentium come quello
    dell'articolo come cpu server?????? :| :| :|Per un server non userei nè un P4 nè un AthlonXP: restando su architettura x86 userei (OVVIAMENTE) un (doppio) Xeon e, se voelssi spendere, un Itanium.
  • Anonimo scrive:
    Re: 130 Watt???
    - Scritto da: Anonimo
    Secondo: useresti un Pentium come quello
    dell'articolo come cpu server?????? :| :| :|ITANIUM ?io per un server lo userei un processore progettato per un server.ma lo sai cosa è itanium ??vorrei vedere invece il G4 su un server carico di lavoro.
  • Anonimo scrive:
    Re: 130 Watt???
    - Scritto da: Anonimo
    un'occhiata ai consumi, ben lontani,
    suppongo, dai 130 Watt di AMD. Minchia...
    "Centotcenta" Watt...paragonare un G4 1.2Ghz con un itanium....mah...basito.
  • jokanaan scrive:
    Re: 130 Watt???
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo


    Numeri folli che evidenziano


    un'inconfutabile verità:
    Intel ha


    imboccato il viale del tramonto,
    almeno

    per


    quanto riguarda i processori per
    PC,

    negarlo


    è come credere a Babbo
    natale.



    Si come no: vallo a dire
    all'amministrazione

    di AMD che fooorse puo sperare in un

    bilancio in pareggio.


    Sei "leggermente" fuori strada..... ;)







    Con tanto che ho un pc AMD, illudersi
    che

    Intel possa perdere il mercato dei PC

    è fuori luogo.

    E, per il momento, non si vedono ancora

    reali alternative ai nuovi prodotti
    Intel da

    parte di AMD.

    Quanti hanno un Athlon64?

    Senza contare che Intel ha fatto un
    sacco di

    soldi con Centrino e continua a farli
    con

    P4.



    Vedi, l'errore più grande che fa chi
    non conosce le basi dell'economia
    industriale è ragionare a "un
    bullone=un dollaro di fatturato=un dollaro
    di guadagno".
    Niente di più sbagliato, ricordati la
    fine che hanno fatto colossi delle vendite
    come Compaq o Honeywell.....
    anche se il ragionamento fosse giusto, l'athlon64 sta vendendo parecchio, quindi non ci sarebbe comunque da preoccuparsi. Se il tizio sopra conosce solo amici intellisti, non significa nulla, la scelta di un campione statistico per trarre conclusioni sensate è leggermente più complessa del "Quanti hanno un amd64?".(per la cronaca, anche io conosco parecchi che continuano a sostenere "amd scalda tanto e intel va più veloce". Forse se avessi bruciato un k6 o un k7 avrei avuto pregiudizi anche io su amd. Cmq non è il caso di fare tifo da stadio, adesso amd fa dei processori di tutto rispetto. )





    AMD (che collabora anche con IBM e

    Apple)


    ormai si sta allontanando e il
    consorzio


    IBM/Sony/Toshiba ha tutto per
    riuscire a


    riportare il PPC all'attenzione del

    grosso


    pubblico anche nel settore home

    computer.





    Il Mac mini ha un consumo massimo
    di

    85W per


    l'intera macchina, non per la sola

    cpu.....



    Beh un mini Mac di certo non lo usi come

    server....


    Primo: perché no? Se ne prendessi uno
    lo userei proprio come server.....

    Secondo: useresti un Pentium come quello
    dell'articolo come cpu server?????? :| :| :|
  • jokanaan scrive:
    Re: Quando si hanno i fondi .......
    ti sei dimenticato le roadmap spassosissime di intel che prevedevano un futuro a 10ghz? :Dpoi bisogna parlare di itanium, un mezzo fallimento....nel senso che il progetto, per quanto buono in linea teorica, ha abbracciato una clientela molto più ristretta del previsto... l'intenzione di pianificare nel futuro l'eliminazione dell'architettura x86 nel settore consumer non era male... ma forse i tempi non erano ancora pronti, né lo sono oggidì, dove, con tutti i limiti dell'architettura x86 si costruiscono comunque processori che hanno rapporti prestazioni/prezzi comunque convenienti.- Scritto da: BSD_like
    Anche decisioni sbagliate che ad un'azienda
    piccola/media significavano il tracollo o
    quantomeno un drastico ridimensionamento;
    per giganti come Intel non significa poi
    molto.
    Intel ha sbagliato analisi credendo di
    portare nel 2008 i 64 bit sul desktop; ha
    sbagliato analisi posticipando nel 2006-2007
    l'introduzione del dual core.
    Se l'avesse fatto AMD tra qualche anno ci
    ritrovavamo AMD produttrice di cpu come VIA
    e la sola Intel padrona del mercato di
    fascia media.
    Lo stesso per M$: sbagliò analisi sul
    fenomeno internet, uno sbaglio cruciale che
    però M$ non ha pagato
    convenientemente.
    Non è poi tanto giusto!!!
    Se sbaglio devo pagare e vale per tutti: M$
    e Intel incluse.
    O almeno sarebbe cosi in un mondo perfetto!
    • Anonimo scrive:
      Re: Quando si hanno i fondi .......
      - Scritto da: jokanaan
      ti sei dimenticato le roadmap spassosissime
      di intel che prevedevano un futuro a 10ghz?
      :Din un futuro di cpu multicore, 10Ghz dovrebbero essere niente.fra 10 anni avremo cpu con 32 core nei pc da supermercato e quanti Ghz dovrebbero avere ? 1.5 ?
      poi bisogna parlare di itanium, un mezzo
      fallimento....nel senso che il progetto, per
      quanto buono in linea teorica, ha
      abbracciato una clientela molto più
      ristretta del previsto... l'intenzione dievidentemente no visto che hanno fatto itanium 2 che continuano a produrre.
      oggidì, dove, con tutti i limiti
      dell'architettura x86 si costruiscono
      comunque processori che hanno rapporti
      prestazioni/prezzi comunque convenienti.quindi mi piacerebbe sapere quali sono questi limiti.Oggi i processori X86 consumano un pelo di più ma hanno prestazioni migliori e costano meno dei PPC.
      • Anonimo scrive:
        Re: Quando si hanno i fondi .......
        - Scritto da: Anonimo
        quindi mi piacerebbe sapere quali sono
        questi limiti.
        Oggi i processori X86 consumano un pelo di
        più ma hanno prestazioni migliori e
        costano meno dei PPC.direi piuttosto che consumano più del triplo, vanno un pelo di più ne calcoli interi, vanno fino a 1/6 nella virgola mobile (vedi test con BLAST o Mathematica).
        • Anonimo scrive:
          Re: Quando si hanno i fondi .......
          - Scritto da: Anonimo
          direi piuttosto che consumano più del
          triploun athlon64 consuma intorno ai 90 watt.qui http://www.macitynet.it/macity/aA20445/index.shtml dicono che un G5 consuma un centinaio di watt.
          vanno un pelo di più ne
          calcoli interi, vanno fino a 1/6 nella
          virgola mobile (vedi test con BLAST o
          Mathematica).no, vanno un sesto in blast e mathematica ed hai fatto bene a specificare.Si chiama marketing e si pubblicizza il G5 portando i test fatti su applicativi ottimizzati apposta per G5.... un po come gli applicativi ottimizzati per P4 che vanno 4 volte tanto rispetto al codice non ottimizzato.Nella vita reale, ovvero negli applicativi normali che sfruttano la FPU, scopri che un dual G5 va come un dual athlon e che divari prestazionali abissali non ci sono.Sono illustratore 2D/3D, ho provato maya (il motore di resa oltre ad essere ben ottimizzato su tutte le architetture, fa un uso della FPU molto intensivo) e su G5 non ho visto niente che non si possa fare in campo X86 risparmiando anche anche quelle 1/200 euro a ws. IMHO
          • Anonimo scrive:
            Re: Quando si hanno i fondi .......
            Appunto, IYHO
          • Anonimo scrive:
            Re: Quando si hanno i fondi .......
            - Scritto da: Anonimo
            Appunto, IYHOappunto, In My Honest Opinion ma prima di dire la mia mi sono documentato e ho PROVATO.
      • BSD_like scrive:
        Re: Quando si hanno i fondi .......
        Guarda, che Itanium II non è più un'arch. 64 bit "pura"; ma un'arch. 32-64 bit: Intel ha preso una cantonata!
  • BSD_like scrive:
    Quando si hanno i fondi .......
    Anche decisioni sbagliate che ad un'azienda piccola/media significavano il tracollo o quantomeno un drastico ridimensionamento; per giganti come Intel non significa poi molto.Intel ha sbagliato analisi credendo di portare nel 2008 i 64 bit sul desktop; ha sbagliato analisi posticipando nel 2006-2007 l'introduzione del dual core.Se l'avesse fatto AMD tra qualche anno ci ritrovavamo AMD produttrice di cpu come VIA e la sola Intel padrona del mercato di fascia media.Lo stesso per M$: sbagliò analisi sul fenomeno internet, uno sbaglio cruciale che però M$ non ha pagato convenientemente.Non è poi tanto giusto!!!Se sbaglio devo pagare e vale per tutti: M$ e Intel incluse.O almeno sarebbe cosi in un mondo perfetto!
  • Anonimo scrive:
    Re: 130 Watt???
    - Scritto da: Anonimo

    Oggi ho comprato un Mac mini. Che dire?
    Mi sembra
    eccezionale (a parte
    l'alimentatore

    carino, ti consiglio di installare Ubuntu
    hoary
    è una grande distribuzione desktopDi serie c'è OSX......... prima di dare consigli prova a darci un'occhiata.....PS: sull'Athlon ho proprio la Ubuntu ;) ma in dual boot con Slackware...
  • Anonimo scrive:
    Re: 130 Watt???

    Oggi ho comprato un Mac mini. Che dire? Mi sembra
    eccezionale (a parte l'alimentatorecarino, ti consiglio di installare Ubuntu hoaryè una grande distribuzione desktop
  • Anonimo scrive:
    Re: 130 Watt???
    - Scritto da: Anonimo
    Ma che, scherziamo? Un ufficio con 10
    computer siffatti consumerebbe (solo di cpu)
    1300 Watt??? Alla faccia...
    Chissà che bollette! Però
    d'inverno si risparmia sul riscaldamento...
    Ottimo per i paesi nordici.
    Qualcuno conosce una tabella di riferimento
    con i rapporti prestazioni/consumo, tanto
    per trollare un po'?
    Oggi ho comprato un Mac mini. Che dire? Mi
    sembra eccezionale (a parte l'alimentatore,
    piuttosto grosso, che si guardano bene dal
    mostrare). Domani lo metterò`alla
    frusta con qualche "real-test" per valutare
    l'effettiva potenza di calcolo e darò
    un'occhiata ai consumi, ben lontani,
    suppongo, dai 130 Watt di AMD. Minchia...
    "Centotrenta" Watt...Numeri folli che evidenziano un'inconfutabile verità: Intel ha imboccato il viale del tramonto, almeno per quanto riguarda i processori per PC, negarlo è come credere a Babbo natale. AMD (che collabora anche con IBM e Apple) ormai si sta allontanando e il consorzio IBM/Sony/Toshiba ha tutto per riuscire a riportare il PPC all'attenzione del grosso pubblico anche nel settore home computer.Il Mac mini ha un consumo massimo di 85W per l'intera macchina, non per la sola cpu.....
    • Anonimo scrive:
      Re: 130 Watt???

      Numeri folli che evidenziano
      un'inconfutabile verità: Intel ha
      imboccato il viale del tramonto, almeno per
      quanto riguarda i processori per PC, negarlo
      è come credere a Babbo natale. Si come no: vallo a dire all'amministrazione di AMD che fooorse puo sperare in un bilancio in pareggio.Con tanto che ho un pc AMD, illudersi che Intel possa perdere il mercato dei PC è fuori luogo.E, per il momento, non si vedono ancora reali alternative ai nuovi prodotti Intel da parte di AMD.Quanti hanno un Athlon64?Senza contare che Intel ha fatto un sacco di soldi con Centrino e continua a farli con P4.
      AMD (che collabora anche con IBM e Apple)
      ormai si sta allontanando e il consorzio
      IBM/Sony/Toshiba ha tutto per riuscire a
      riportare il PPC all'attenzione del grosso
      pubblico anche nel settore home computer.

      Il Mac mini ha un consumo massimo di 85W per
      l'intera macchina, non per la sola cpu.....Beh un mini Mac di certo non lo usi come server....
      • Anonimo scrive:
        Re: 130 Watt???
        - Scritto da: Anonimo

        Numeri folli che evidenziano

        un'inconfutabile verità: Intel ha

        imboccato il viale del tramonto, almeno
        per

        quanto riguarda i processori per PC,
        negarlo

        è come credere a Babbo natale.

        Si come no: vallo a dire all'amministrazione
        di AMD che fooorse puo sperare in un
        bilancio in pareggio.Sei "leggermente" fuori strada..... ;)

        Con tanto che ho un pc AMD, illudersi che
        Intel possa perdere il mercato dei PC
        è fuori luogo.
        E, per il momento, non si vedono ancora
        reali alternative ai nuovi prodotti Intel da
        parte di AMD.
        Quanti hanno un Athlon64?
        Senza contare che Intel ha fatto un sacco di
        soldi con Centrino e continua a farli con
        P4.
        Vedi, l'errore più grande che fa chi non conosce le basi dell'economia industriale è ragionare a "un bullone=un dollaro di fatturato=un dollaro di guadagno".Niente di più sbagliato, ricordati la fine che hanno fatto colossi delle vendite come Compaq o Honeywell.....

        AMD (che collabora anche con IBM e
        Apple)

        ormai si sta allontanando e il consorzio

        IBM/Sony/Toshiba ha tutto per riuscire a

        riportare il PPC all'attenzione del
        grosso

        pubblico anche nel settore home
        computer.



        Il Mac mini ha un consumo massimo di
        85W per

        l'intera macchina, non per la sola
        cpu.....

        Beh un mini Mac di certo non lo usi come
        server....Primo: perché no? Se ne prendessi uno lo userei proprio come server.....Secondo: useresti un Pentium come quello dell'articolo come cpu server?????? :| :| :|
      • carobeppe scrive:
        Re: 130 Watt???

        Quanti hanno un Athlon64?Presente, per la precisione su un portatile, e la batteria dura ben 3 ore!
        Beh un mini Mac di certo non lo usi come
        server....Il mio server di stampa/internet ISDN/ftp casalingo è un poderosissimo celeron 333 con 192 di ram e win2000, non è che ci vuole una grandissima potenza... eppure dà l'accesso a 3 PC in lan! chiaro che per grossi uffici non basta, ma un server per una piccola impresa non necessita mica di prestazioni da capogiro!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: 130 Watt???

        Beh un mini Mac di certo non lo usi come
        server....Ehm... non sarei così categorico... dai un'occhiata qui per esempio:http://www.macminicolo.net/tieni conto che la versione da 1,25 GHz con 256 ridicoli Mbyte di RAM e un disco fisso per notebook da 4200 giri regge tranquillamente circa 1200 hit al secondo se usato come server Web... e che trovi Apache preinstallato. Non solo precaricato: preinstallato e preconfigurato, per farlo partire basta andare sul pannello di controllo e fare clic su su "attiva condivisione Web". Chi ha configurato Apache in qualsiasi altro Unix sa cosa vuol dire in ore di lavoro risparmiate...
    • Anonimo scrive:
      Re: 130 Watt???

      Numeri folli che evidenziano
      un'inconfutabile verità: Intel ha
      imboccato il viale del tramonto, almeno per
      quanto riguarda i processori per PC, negarlo
      è come credere a Babbo natale.
      AMD (che collabora anche con IBM e Apple)
      ormai si sta allontanando e il consorzio
      IBM/Sony/Toshiba ha tutto per riuscire a
      riportare il PPC all'attenzione del grosso
      pubblico anche nel settore home computer.

      Il Mac mini ha un consumo massimo di 85W per
      l'intera macchina, non per la sola cpu.....Che cacchiata! La intel è la stessa che produce i pentium m, lo sai?Poi che confronti fai? Con il mac mini? Confronto alla pari, direi... Prendi un pentium m low voltage, ha le stesse prestazioni del mac mini e consuma 6 watt.
  • Anonimo scrive:
    130 Watt???
    Ma che, scherziamo? Un ufficio con 10 computer siffatti consumerebbe (solo di cpu) 1300 Watt??? Alla faccia...Chissà che bollette! Però d'inverno si risparmia sul riscaldamento... Ottimo per i paesi nordici.Qualcuno conosce una tabella di riferimento con i rapporti prestazioni/consumo, tanto per trollare un po'?Oggi ho comprato un Mac mini. Che dire? Mi sembra eccezionale (a parte l'alimentatore, piuttosto grosso, che si guardano bene dal mostrare). Domani lo metterò`alla frusta con qualche "real-test" per valutare l'effettiva potenza di calcolo e darò un'occhiata ai consumi, ben lontani, suppongo, dai 130 Watt di AMD. Minchia... "Centotcenta" Watt...
Chiudi i commenti