Office e Dropbox, sempre più vicini

Microsoft consente di lavorare con Office Online su documenti ospitati su Dropbox, aprendo il fronte dell'integrazione anche nel browser
Microsoft consente di lavorare con Office Online su documenti ospitati su Dropbox, aprendo il fronte dell'integrazione anche nel browser

L’integrazione tra la suite di produttività di Microsoft e il popolare servizio per lo stoccaggio e la condivisione di file non si espleta solo nelle applicazioni mobile: Dropbox e Office Online sono pronti a lavorare appaiati anche nel browser.


Dopo l’ accordo annunciato nel mese di novembre, con il quale Microsoft ha dichiaratamente rinunciato ai favoritismi rispetto al proprio servizio OneDrive a favore di una più produttiva interoperabilità degli strumenti Office, si è aperto un nuovo fronte di integrazione: Office Online e Dropbox possono essere collegati reciprocamente per modificare documenti che risiedono su Dropbox e per salvare documenti Office sul servizio cloud, direttamente nel browser.


Se è possibile modificare e salvare agevolmente documenti rimbalzando tra le due piattaforme, nell’integrazione fra i due servizi mancano gli strumenti atti alla collaborazione fra utenti disponibili per gli abbonati di Office 365: è possibile linkare un file, che il destinatario può limitarsi a scaricare.

Dropbox offre ora ai propri utenti la possibilità di elaborare i documenti in maniera semplice, nel quadro della propria piattaforma con gli strumenti Microsoft; Microsoft, dal canto suo, non rinuncia alla possibilità di offrire un accesso privilegiato a Office Online anche a coloro che non fruiscano dei suoi servizi di storage. A partire dal mese di novembre, riferisce Dropbox, sono oltre 35 miliardi i documenti Office stoccati sulla sua piattaforma.

Gaia Bottà

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

10 04 2015
Link copiato negli appunti