OneDrive: Microsoft lavora al nuovo client per Windows 11

OneDrive: Microsoft lavora al nuovo client per Windows 11

È trapelata una build di anteprima del nuovo client di OneDrive per Windows 11 a cui Microsoft sta lavorando, l'UI è in linea con il sistema.
È trapelata una build di anteprima del nuovo client di OneDrive per Windows 11 a cui Microsoft sta lavorando, l'UI è in linea con il sistema.

Dopo l’implementazione del login automatico, per la gioia di tutti coloro che non si ritengono soddisfatti delle caratteristiche di OneDrive su Windows 11, in quanto poco in linea con il sistema operativo, è emersa la notizia che Microsoft è attualmente al lavoro su una nuova versione del client del suo servizio di cloud storage.

OneDrive: UI rinnovata per il client per Windows 11

Andando più in dettaglio, la nuova applicazione di OneDrive presenterà un design rinnovato e in perfetto stile con Windows 11, così come visibile pure dallo screenshot visibile di seguito.

OneDrive Windows 11

Ad oggi, la sezione delle impostazioni di OneDrive adotta lo stile legacy di Windows e un suo ammodernamento era ormai atteso da tempo, pure perché gli altri elementi dell’interfaccia utente sono già stati aggiornati da tempo.

Dunque, funzioni e opzioni integrate nel client non cambiano, ma ci sono nuovi toggle e nuove modalità di navigazione, con tab disposte in colonna, e la nuova grafica generale.

Per il resto, l’applicazione permetterà di interagire con tutte le opzioni permesse dal client fino a questo momento, quindi si potranno personalizzare le impostazioni di sincronizzazione, gestire le opzioni di notifica, aggiungere un ulteriore account, vedere lo spazio di archiviazione restante ecc.

Da notare che attualmente la nuova applicazione non è stata ancora confermata in via ufficiale da Microsoft, le informazioni ricavate sono emerse da una build di anteprima che è trapelata. Ad ogni modo, è altamente probabile che venga rilasciata a stretto giro una beta, dopodiché dovrebbe seguire il roll-out pubblico. Da tenere altresì presente che la relase finale del client potrebbe in realtà presentare caratteristiche diverse da quelle descritte poc’anzi.

Fonte: Neowin
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 4 lug 2022
Link copiato negli appunti